All’improvviso

Giuliana Campisi

La voce affonda nell’acqua stagnante
di questo pallido giorno
le gambe pesanti
i pensieri muti
e io che tremo davanti la porta socchiusa
Resta una calma apparente
come la quiete prima del temporale
quando gli uccelli fuggono lontano
le foglie vibrano sui rami
il cielo si fa grigio e brontola piano
Ma all’improvviso balena il ricordo stupito
del mio vivere lieve
un vago ricordo da prenderne il capo
e come un volo improvviso di falco
tornare alle cose perdute
consumate o in attesa di essere compiute

Giuliana Campisi

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...