Cara università, di Cristina Saracano

Mandare un figlio all’università, soprattutto se fuori sede, si sa, comporta un notevole esborso di denaro per le famiglie.

Si può arrivare fino a 45.000 euro per un laurea magistrale, tra tassi, libri, vitto e alloggio.

Eppure, lo studio, per le famiglie italiane, è sempre più un investimento.

Si progetta sin dalla tenera età dei figli, cercando di accumulare pian piano un capitale, partendo, magari da poche migliaia di euro e, poi, via via, mettendo da parte i risparmi nel corso degli anni.

Avere un figlio “dottore” è un piacere per la quasi totalità degli italiani, che sono disposti, quindi, a rinunciare ad altro, pur di realizzare questo sogno.

Purtroppo, come si sa, molte volte, i ragazzi non riescono a terminare il percorso di studi, o, seppur laureati, faticano a trovare lavoro, o trovano impieghi non ben retribuiti.

Bisognerebbe puntare maggiormente su facoltà scientifiche o mediche.

Avere costanza, capacità, ma anche fortuna.

Intanto, i genitori, continuano a risparmiare, questo sì che è amore….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...