ho guardato

HO GUARDATO NEI MIEI OCCHI

Quando le tue labbra hanno parlato
non hai sentito lacrime di pioggia,
l’amaro che saliva le secchezze delle
fauci.

Non un fiore mi hai donato una parola
che mi toccasse il cuore…

Colgo l’impossibile nel dolore
condannato tra gocce di lacrime
scappate tra le crepe del mio cuore
infinito.

Frana il mio cuore in un’esilio eterno,
calvario che non riesco a sciogliere
privato da certezze d’attesa, conscio
della condanna senza tempo.

Dolori che mi hanno preso le ossa
riconoscendo il travaglio della vita
giorno per giorno, seguendo strade senza
tempo, portandomi lontano allo sbaraglio.

Non ritorneranno piu’ le nostre albe,

le nostre avventure amorose, il mio cuore

come un cane abbaia non ho piu’ voglia di

te, perche’ mi hai ucciso la vita.

LUIGI MELONI