Corso di formazione “I più fragili tra i più deboli/ Giallo come il miele”, di Lia Tommi

1541715090500-7690398391410920041.jpg

Alessandria: In occasione del 29° anniversario della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, nella mattinata odierna è stata presentata l’edizione 2018/2019 del corso di formazione “I più fragili tra i più deboli / Giallo come il miele” promosso dall’Associazione “Amici ed ex Allievi del Liceo Scientifico Galileo Galilei” in sinergia con lo stesso Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Alessandria.

Il corso — patrocinato tra gli altri anche dal Comune di Alessandria — è stato illustrato alla presenza di Leonardo Filippone, Direttore Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Ufficio IV – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Michele Morelli, Questore della provincia di Alessandria, Silvia Straneo, Assessore comunale ai Servizi educativi e scolastici di Alessandria, Leonardo Marchese, Direttore Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica – Università del Piemonte Orientale, sede Alessandria, Lorenza Daglia, Dirigente Liceo Scientifico Galileo Galilei di Alessandria e Istituto Comprensivo Statale Bassa Valle Scrivia, Antonella Talenti, Dirigente Direzione Didattica 5° Circolo di Alessandria, Marco Caramagna, Presidente Circolo Provinciale della Stampa di Alessandria, Mariavittoria Delpiano, Presidente Associazione “Amici ed ex Allievi del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Alessandria”, nonché delle rappresentanti del Comitato di Alessandria dell’UNICEF.

Nato e sviluppatosi grazie alla tenacia delle volontarie e dei volontari dell’Associazione Culturale “Amici ed ex Allievi del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Alessandria”, dal 1989 a fianco del Liceo Scientifico Galileo Galilei, il corso di formazione “I più fragili tra i più deboli / Giallo come il miele” (marchio registrato presso la Camera di Commercio di Alessandria), si avvale del Patrocinio Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e nell’annualità 2018/2019 raggiunge l’edizione numero sei. Continua a leggere “Corso di formazione “I più fragili tra i più deboli/ Giallo come il miele”, di Lia Tommi”

Marcia per l’acqua a Sezzadio, di Lia Tommi

I comitati per la tutela della falda acquifera di Sezzadio, che garantisce acqua potabile ai cittadini e alle attività economiche della Valle Bormida, hanno indetto un’importante manifestazione per bloccare la realizzazione della discarica di rifiuti tossici.

Pro Natura Gamalero “La collina” si unisce a chi difende la qualità dell’acqua, della salute, dell’ambiente. sabato 17 novembre h. 14,00 Sezzadio Piazza Libertà.

PRO NATURA Gamalero “La collina” – Gamalero (Al)pronaturagamalero@libero.it – http://pronaturagamalero.wix.com/gamalero sezione di “I due fiumi E.R.I.C.A.- pro natura” onlus sede amministrativa Viale Medaglie d’Oro n. 34 – Alessandria .

Uisp contro la violenza di genere, di Lia Tommi

UISP NAZIONALE (Unione Italiana Sport per Tutti), Politiche di Genere e Diritti , promuove alcune iniziative, perché anche quest’anno il 25 Novembre, Giornata Internazionale contro la violenza degli uomini sulle donne , ora più che mai deve vedere l’impegno ad agire, perché non basta una giornata per essere consapevoli di quanto sia pesante diffuso e drammatico il problema della violenza e della disparità di genere, ma occorre un impegno continuo e costante su tutto il territorio.
Nel solo 2018, ad oggi nel nostro Paese sono più di 70 le donne uccise per mano di uomini, molto spesso famigliari o ex mariti o compagni: una strage continua di cui i femminicidi sono la punta di crudeltà più estrema. La violenza sulle donne ha mille volti e mille risvolti di cui a volte si conosce poco e passa anche attraverso le diseguaglianze economiche, le minacce personali, i ricatti che spesso coinvolgono i figli, le violenze psicologiche fino allo stalking, aspetti ancora poco indagati e che si rischia di sottovalutare.

cartafumetti-1817204479.jpg

Viviamo in una società che considera ancora le donne come un soggetto subalterno, molto spesso relegate ad un ruolo prestabilito e stereotipato, il che trova una dimostrazione anche in quanto ancora sia difficile per le donne del nostro paese avere lo stesso livello salariale degli uomini, ricoprire ruoli importanti in campo accademico, nonostante numero di donne laureate superi quello dei maschi, o di avere la stessa possibilità di accesso alle carriere e a ruoli di governo. Continua a leggere “Uisp contro la violenza di genere, di Lia Tommi”

Concerto e presentazione del libro “Oltre i Nirvana” al Bike Bar, di Lia Tommi

DOMENICA 11 NOVEMBRE 2018 alle ore 21 Bike Bar & Bikers Alessandria
presenta

➳ ➳ ➳ ZANNASPITELLO’S + PRESENTAZIONE LIBRO ➳ ➳ ➳

→ Apertura locale per cena H. 19:30
♫ Inizio Live H. 21:30
☛ Ingresso libero – Consumazione facoltativa

Zannaspitello’s + Presentazione “Oltre i Nirvana – Sub Pop Records, storia di una casa discografica dal 1988 sull’orlo della bancarotta”

Un trio acustico alessandrino con le radici ben salde a Seattle. Il grunge come obiettivo. Due voci e una chitarra per un concerto indimenticabile.
Gli Zannaspitello’s sono Stefano Zannini, Tiziano Spigno e Gianluca Piscitello.

Prima del concerto ci sarà la presentazione del libro “OLTRE I NIRVANA – Sub Pop Records, storia di una casa discografica dal 1988 sull’orlo della bancarotta” (Edizioni del Gattaccio). Il libro racconta la storia della Sub Pop Records, etichetta indipendente di Seattle, nota per aver sdoganato i Nirvana e il cosiddetto genere grunge, l’ultima grande rivoluzione rock che spopolò fino alla metà degli anni Novanta. L’autrice è Valeria Sgarella. Giornalista professionista dal 2000, con alle spalle esperienze lavorative presso MTV, Rockit, Il Mucchio, Donna Moderna, Humans Vs. Robots e più di vent’anni trascorsi nel mondo della radiofonia italiana come speaker, autrice e curatrice di programmi. Nel 2017 ha pubblicato il suo primo libro: Andy Wood, l’inventore del grunge (Area 51 Edizioni/ Ledizioni).

Una donna, di Daniela Cappanari

Una donna, di Daniela Cappanari

Una donna

Una donna
dorme nel mio letto
Ha il volto disteso
in un sonno senza sogni
Siede alla mia tavola
Mangia con appetito
cibi che non digerisco
Indossa i miei vestiti
Quelli più vivaci
Quelli che detesto
Sorride a tutti
Si compiace
di dare ragione agli idioti
Scrive versi scipiti
che con supponenza
osa chiamare poesie
Non la sopporto
Vorrei liberarmene
Ma la trovo dapertutto
Persino dentro lo specchio
Dan@

Foto di Costantino Gedel

senza immaginazione

almerighi

c’è stato un tempo in cui il rametto sciatto
staccato dal vento, trasfigurava i sognatori
in eroi catafratti senza macchia, pronti per partire
a ripianare ogni torto, salvare donne e bambini

si gioca ancora a tennis nonostante i molti campi
decentrati oltre periferia, prossimi a stagni fangosi:
sul fondo passeggiano ancora le ultime volée
gettate coi pesi dopo il passaggio dell’ultima estate

ma le ciocche di capelli staccate da teste pensanti,
oggi irreversibili scoperte da museo, sognano ancora,
sanno di essere state parte del dentro ospitale:
si gioca ancora con la spada, senza immaginazione

View original post

Un mercoledì amArgine: alcune poesie di Simone Cattaneo, una canzone di Riccardo Cocciante.

almerighi

ASCOLTA & LEGGI

A fine agosto il tuono morde i lampi prima che piova e
il cielo sembra sempre avere bisogno di un’autopsia,
cammino sulla strada crivellata di buche come fosse
un costoso tappeto cinese, la neve gialla è ancora lontana,
la luce pare un caleidoscopio difettoso ed io vado
dove i ragazzi hanno denti d’oro larghi come gonne a fiori
e nessuno mi potrà più servire da bere vino tagliato con il solfato di rame.
Ormai è un furto ogni prospettiva di fuga.

*

Appesa per le caviglie ad un albero del viale
ho incontrato per la prima volta l’unica donna che ho mai amato,
avrei voluto proseguire ma mi ha chiesto uno sguardo
mi ha domandato di guadare un fiume inesistente fra le stelle,
quindi mi sono arrampicato fino all’orlo del suo viso ma
non si è scomposto, nulla del mio corpo mi ha nascosto.
Immersa nel suo…

View original post 403 altre parole

bozzetti di Luna

almerighi

tutto il passato sta nel
presente,
bozzetti di Luna in Terra
i nostri padri sbagliati.
dici, non credermi

se in quel momento folle
dovessi dirti finiamo qui.
continueremmo ad affacciarci
allo specchio appannato
su cui riflettiamo

oggi non sono riuscita a
trovare
quel piccolo varco per dirti
non avere paura,
sono ancora qui e ti amo

perché noi due,
nel malore del tempo,
non lontano dal respiro,
siamo quel pezzo mancante
a entrambi

View original post

L’età dell’oro: il Vidal storico

Gore Vidal Portrait Session

DA DAVIDE ASTEGIANO

Non è semplice parlare di un libro (il cui e-book è stato gentilmente fornito da Fazi, che qui ringrazio moltissimo) così intricato e complesso come L’età dell’oro, e non è un caso che lo sia, vista la ricca storia dell’autore. Gore Vidal infatti, è un uomo dai mille volti, è scrittore sì, ma è anche sceneggiatore, drammaturgo, attore e profondo conoscitore della storia e della politica americana, non a caso, da bambino ha vissuto a lungo con il nonno Thomas Pryor Gore, senatore e futuro oppositore politico di Franklin Delano Roosevelt. È stato testimone e volontario della Seconda Guerra Mondiale, ed è sempre stato legato all’Italia, in particolare a Ravello, sulla costiera amalfitana.

Ad aggiungersi alla ricchezza dell’autore è anche la ricchezza della Storia, rigorosamente con la esse maiuscola, che Vidal si prefigge di narrare. L’età dell’oro fa parte di una saga di libri che prende il nome di Narratives of Empire, di cui rappresenta il testo finale, e racconta l’apice del potere statunitense negli anni tra il 1939 e il 2000. È un libro complicato che affianca a fatti e personaggi reali, personaggi inventati che hanno lo scopo principale di fare speculazioni proprio su questi fatti, separando un po’ il Vidal storico da quello del romanziere. Continua a leggere “L’età dell’oro: il Vidal storico”

Planning eventi: corso gratuito all’Informagiovani

Planning eventi: corso gratuito all’Informagiovani

Casale_Monferrato-palazzo_del_Credito_Italiano1

Casale Monferrato: Prenderà il via nei prossimi giorni all’Informagiovani di Casale Monferrato (via Magnocavallo 13) un corso gratuito di orientamento e formazione rispetto all’ attività di organizzazione eventi: sviluppo delle competenze personali di pianificazione, comunicazione, problem solving, gestione budget.

L’iniziativa, un percorso formativo di 40 ore che si articolerà dalle ore 14 alle ore 18 nei giorni 19, 20, 26, 27 novembre e 3, 4, 10, 11, 17, 18 dicembre si rivolge ai giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni.

Informazioni e iscrizioni: 348/5804065; boarino@cooperativaorso.it;  igcasale@comune.casale-monferrato.al.it; 0142/444370.

Ritmo circadiano, ansia e disordini mentali

ORME SVELATE

Risultati immagini per Circadian Rhythms saatchi art Circadian Rhythm (Maggie Szott)

Le interruzioni del sonno sono associate a molti disturbi cerebrali, tra cui ansia, demenza e trauma cranico. Mentre queste interruzioni sono a volte viste come un effetto collaterale dei disturbi cerebrali, le nuove scoperte presentate suggeriscono che i cicli di sonno-veglia aberranti possono anche guidare la patologia cerebrale. Gli studi sono stati presentati a Neuroscience 2018, l’incontro annuale della Society for Neuroscience e la più grande fonte al mondo di notizie emergenti sulla scienza del cervello e sulla salute. Mentre emerge una comprensione più profonda dei meccanismi cerebrali associati al sonno interrotto e ai ritmi circadiani irregolari, i ricercatori stanno scoprendo nuovi modi per prevenire e alleviare disturbi come l’Alzheimer e l’ansia. Il nuovo lavoro sottolinea l’importanza di rendere prioritario il sonno sano ed offre diversi spunti di riflessione. La prima osservazione riguarda l’impatto della commozione cerebrale dopo lunghi periodi di privazione del sonno, che…

View original post 168 altre parole

I cibi dell’autunno

Creando Idee

Il passaggio dai mesi estivi ai mesi autunnali porta con sé un po’ di spossatezza e di malinconia: non sono solo le ferie finite !!…anche la diminuzione delle ore di luce e il sensibile cambio di temperatura contribuiscono ad uno stato psico-fisico un po’ in difficoltà. La salute vien mangiando, si dice, ma viene mangiando soprattutto le cose giuste, nel momento giusto! L’autunno è una stagione ricca di moltissimi alimenti che possono aiutarci ad affrontare il cambio di stagione con la giusta carica: vediamone alcuni che non dovrebbero mancare nell’ alimentazione in questo periodo! Uva ricca di ferro, calcio, fosforo e tante vitamine Energetica e calorica, va consumata con moderazione se siete a dieta, ma un grappolino ogni tanto è un toccasana! Pera: ricca di potassio, fosforo e una miniera di fibre. Al contrario dell’uva, la pera è ipocalorica ed è amica rei regimi alimentari controllati! Zucca:…

View original post 129 altre parole

Il confinamento solitario mette a rischio il cervello

ORME SVELATE

Risultati immagini per prison saatchi art My Own Prison (Bobby Yazzie)

Circa 80.000 americani sono incarcerati in isolamento fino a un dato giorno, una pratica che è stata giudicata crudele e inusuale dal Comitato delle Nazioni Unite sulla Tortura. Le persone in isolamento non hanno in genere alcun contatto fisico e poca interazione con gli altri. Questo estremo isolamento può essere dannoso e può causare o peggiorare la depressione, l’ansia e altre malattie mentali. Una tavola rotonda di scienziati, un medico, un avvocato e un individuo tenuto in isolamento per 29 anni esplorerà i carichi psicologici e neurobiologici di isolamento in Neuroscience 2018, l’incontro annuale della Society for Neuroscience e la più grande fonte mondiale di notizie emergenti sulla scienza del cervello e sulla salute. L’isolamento sociale ha dimostrato di aumentare le risposte degli ormoni dello stress e di modificare le strutture all’interno del cervello. Può anche portare a disturbi da stress post-traumatico. Mentre l’isolamento…

View original post 246 altre parole

PREMIO INTERNAZIONALE GRADIVA-MARINO (2019)

DEDALUS: corsi, testi e contesti di volo letterario

Gradiva image 2stony

STATE UNIVERSITY OF NEW YORK

VI EDIZIONE DEL PREMIO INTERNAZIONALE

GRADIVA-MARINO (2019)

La rivista GRADIVA bandisce la sesta edizione del Premio Internazionale Gradiva-Marino. Al Premio, ora organizzato biennalmente, si concorre con un libro di poesia italiana, pubblicato fra gennaio 2017 – aprile 2019. Sono esclusi e-books e plaquettes.  Sono altresì esclusi autori che siano membri della Direzione o Redazione di “Gradiva”.   I libri partecipanti al Premio non saranno restituiti. Non è prevista alcuna quota di partecipazione. I partecipanti possono, se vogliono, facoltativamente sostenere, in forma di donazione spontanea e aperta, l’Associazione Gradiva International Poetry Society, Inc., presieduta da Luigi Fontanella, i cui intenti sono quelli di promuovere e diffondere la poesia italiana nei Paesi anglofoni.  *

Al vincitore sarà assegnato un premio di $1000 (mille dollari), il rimborso al 50% delle spese di viaggio relative al biglietto aereo in classe economica), vitto e pernottamento per due notti…

View original post 324 altre parole

Coping With Anxiety: Jessica Cruz And Her Identity As A Mental Health Role Model

The Comic Vault

Anxiety is one of the most common mental health disorders, affecting people all over the world. Whether in social situations or not, it can leave a person feeling worthless and paralysed. A superhero that’s needed to fight anxiety everyday is Jessica Cruz. As Earth’s first female Green Lantern, Jessica has a big role to fill, but her anxiety has made it difficult to fight crime. Her mental health struggles have been presented in an authentic way and I believe Jessica is a role model for people who suffer with anxiety.

View original post 528 altre parole

Ravetti: “Martedì prossimo in Consiglio Regionale si discuta della crisi Pernigotti.

Ravetti: “Martedì prossimo in Consiglio Regionale si discuta della crisi Pernigotti.

Facciamo di tutto per salvare stabilimento e lavoratori.

04/07/2017 - X LEGISLATURA - Ravetti

In questo contesto di crisi economica e occupazionale la notizia della possibile chiusura della Pernigotti di Novi Ligure è un dramma per i lavoratori e per le loro famiglie e una pesante perdita di un altro marchio rilevante, una delle più importanti e storiche realtà nel settore dolciario del nostro Paese.  

Per questo ho presentato un documento che sarà discusso e votato in Consiglio Regionale martedì 13 p.v.; questo atto formale è finalizzato a dare ancora più forza alla Giunta Regionale nel confronto attivato attorno al Tavolo di crisi già convocato presso il competente Ministero.

Occorre intervenire per scongiurare la chiusura dello stabilimento e per salvaguardare il più possibile i livelli occupazionali.

Domenico Ravetti

Consigliere Regionale – Capogruppo PD

Alexandria, una FMR di casa nostra, di Pier Carlo Fabbio

Alexandria-1936-212x300

da RADIO BBSI 

di Pier Carlo Fabbio LMCA. Alessandria

Ogni tanto sono fortunato a trovare in giro vecchie copie di una rivista che ha sempre colpito la mia attenzione, da una parte per la tendenza a fare divulgazione storica; dall’altra a sviluppare un percorso di conoscenza di giovani o meno giovani talenti artistici del più puntuale genius loci del tempo. In aggiunta, la pubblicazione, edita per soli sei anni, dal 1933 al 1939, mi consente di capire come una classe di studiosi moderati potesse tentare di relazionarsi con il regime fascista all’apice della sua popolarità.

Si tratta di “Alexandria”, rivista mensile della provincia, di indubbia eleganza e probabilmente di “sicura importanza” nel panorama culturale alessandrino, al punto che ha persino ispirato, un suo ideale prolungamento, a partire dal 1995, che non a caso si è chiamato “Nuova Alexandria”. Continua a leggere “Alexandria, una FMR di casa nostra, di Pier Carlo Fabbio”

Pernigotti: Lega, lavoriamo per soluzione rapida. Il 15 novembre tavolo di crisi al Mise

Pernigotti: Lega, lavoriamo per soluzione rapida. Il 15 novembre tavolo di crisi al Mise

Roma 8 nov . – “Sulla delicata situazione della società Pernigotti il governo è presente e lavora per trovare al più presto una soluzione. Ci siamo attivati per convocare un tavolo di crisi e, grazie anche  al ministro Di Maio, il 15 novembre a partire dalle 10.00 ci incontreremo al Ministero dello sviluppo economico.

Capiamo perfettamente lo stato d’animo dei dipendenti e non li lasceremo soli in questo momento di crisi”.

Lo dichiarano il sottosegretario al lavoro Claudio Durigon e il capogruppo alla camera della Lega Riccardo Molinari.

ufficiostampalega@camera.it

Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Nuove piantumazioni ad Alessandria

Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Nuove piantumazioni ad Alessandria

La Giunta Comunale di Alessandria, a seguito della riunione tenutasi in data odierna, su istanza del Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, alla presenza degli Assessori Paolo Borasio, Giovanni Barosini, Piervittorio Ciccaglioni e dei Responsabili dei Servizi Comunali Verde pubblico, Patrimonio, Giardino Botanico ha valutato l’opportunità di procedere ad una piantumazione straordinaria di alberi sul territorio comunale comprensiva di piante già sviluppate di circonferenza tronco 14/16 cm., oppure 20/25 cm.

cuttica

Delle piante predette si è decisa la piantumazione di 100 esemplari, da collocare nel seguente modo:

  • circa 20 su area contigua a piazzale Berlinguer
  • circa 15 a Spinetta Marengo, via Genova
  • 10 nei pressi della scuola Morando
  • 10 nei pressi della rotonda “Paniate”
  • 10 area cani nei pressi del “Cento Grigio”
  • 35 area di via Nenni (con creazione di un parco pubblico alberato).

L’intervento sarà effettuato entro la metà del prossimo mese di dicembre.

Inoltre, si segnala che la Regione Piemonte, ai sensi della Legge 113/1992 (cd. “piante per ogni neonato”), ha dato — nel mese di ottobre c.a. —  la propria disponibilità a fornire circa 2.500 piantine di altezza circa 1 mt. Continua a leggere “Gianfranco Cuttica di Revigliasco: Nuove piantumazioni ad Alessandria”

Lacrime dell’anima, ‎di Rosamaria Alagna‎

Lacrime dell’anima, ‎di Rosamaria Alagna‎

Lacrime dell’anima, Rosamaria Alagna
La Pluriversum Edizioni ha il piacere di presentare a dicembre il mio libro lacrime dell’anima. 
Chi è interessato all’acquisto può rivolgersi direttamente a me in chat privata oppure direttamente alla Pluriversum Edizioni.
Vi invito tutti a visitare il sito ci sono tutte le pubblicazioni in uscita.
Il mio libro sarà in vendita nelle librerie e nei siti online della Pluriversum.
Grazie a tutti
Copertina un dipinto gentilmente concesso da Giorgio Melis che dal Paradiso spero che la vedrà 

Alessandria: gli archi, la leggenda della “fama” e…, di Piercarlo Fabbio. LMCA

arco-di-rattazzi-600

di Piercarlo Fabbio. LMCA

Alessandria: La città cambia sotto i nostri occhi, ma noi non la vediamo. Solo riprendendo in mano vecchie cartoline ci ricordiamo di com’era Alessandria quando eravamo bambini oppure come avrebbe dovuto essere quella che vivevano i nostri genitori o i nostri nonni. Se il tempo che passa è molto, allora il ricordo si fa vivo, se invece è poco, la memoria si intenerisce. E in una sorta di Alzheimer collettivo, come tutti i veri malati, non ce ne accorgiamo.

‘La Mia Cara Alessandria’ – trasmissione curata e condotta da Piercarlo Fabbio, in onda ogni martedì dalle 12,15 alle 13,15 dalle frequenze di Radio Bbsi e disponibile nella sezione podcast dei siti www.fabbio.it oppure (solo per la parte storica) www.ritrattidallalba.it – serve un po’ anche a ricordare com’eravamo e ai più giovani a raccontare come siamo arrivati fino a loro, affezionati a tante cose che oggi non ci sono più, magari anche un po’ critici verso quelle che le hanno sostituite.  Continua a leggere “Alessandria: gli archi, la leggenda della “fama” e…, di Piercarlo Fabbio. LMCA”

Per te, di Antonio Meola

Per te, di Antonio Meola

Per te

Per te.

Vestirò d’amore
ogni mia parola,
le avvolgeró
nelle emozioni
che il cuore genera
e le donerò
a chi nel cuore
ha ancora amore.
Darò energia
si mille pensieri
che da sempre
danno suono
a calde parole
che portano amore
creando emozioni.
Darò vita
alle dolci sensazioni
che in me
generano vibrazioni
alterando il respiro
e il battito del cuore.

Melanto
( Antonio Meola )

poeta da quattro soldi

foto presa dal Web.

Ricordare il passato, correndo verso il futuro

Ricordare il passato, correndo verso il futuro

di Pier Carlo Lava

Rimanere ancorati al passato, a qualcosa che è stato ma che non ritornerà più non serve e non ci consente di mantenere la giusta lucidità mentale per valutare con obiettività quello che di nuovo avanza sotto i nostri occhi. 

Ricordare il passato correndo incontro al futuro Nike-Running

I cambiamenti sono da tempo in atto da tempo in tutti i settori e dovremo abituarci a ritmi sempre più vertiginosi, in taluni casi riusciamo ad adeguarci alla mutazione degli eventi mentre in altri facciamo fatica a seguirne il passo. 

Questo è un aspetto altamente soggettivo, dato che come ben sappiamo ognuno di noi di posto fronte ai cambiamenti reagisce in modo diverso ma sopratutto è un aspetto generazionale, basta prendere ad esempio la tecnologia, mentre le nuove generazioni si adeguano rapidamente e con piena soddisfazione alle novità che con frequenza ci vengono proposte, le precedenti non solo fanno fatica ed impiegano più tempo ad assimilarle, ma in molti casi addirittura le rifiutano. 

foto: https://www.sportoutdoor24.it

UPO: ALIMENTAZIONE PER LA SALUTE AL CENTRO DELLA GIORNATA IRCAD 2018

UPO: ALIMENTAZIONE PER LA SALUTE AL CENTRO DELLA GIORNATA IRCAD 2018

DALLE 15 LABORATORI APERTI, ATTIVITÀ PER ADULTI E BAMBINI E DEGUSTAZIONI

L’evento si tiene al nuovo CAAD in Corso Trieste a Novara. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare e a conoscere le nuove strutture.

UPO CAAD IRCAD.jpg

L’inaugurazione ufficiale del CAAD (Centro Interdipartimentale di Ricerca Traslazionale sulle Malattie Autoimmuni e Allergiche dell’Università del Piemonte Orientale) che si terrà venerdì 9 novembre costituirà l’apripista ideale per l’ottava edizione della Giornata IRCAD, evento di divulgazione scientifica che sabato 10 giugno darà vita alle nuovissime strutture di Corso Trieste 15/A a Novara.

Il tema portante di questa ottava edizione sarà “Alimentazione e salute: dal campo al letto del paziente passando per il CAAD”. L’evento è patrocinato dal Comune di Novara e organizzato in collaborazione con i centri UPO CAAD e FOODlink, Noberasco, Bio Novara, Riso Buono e gode del contributo incondizionato di Novartis. Continua a leggere “UPO: ALIMENTAZIONE PER LA SALUTE AL CENTRO DELLA GIORNATA IRCAD 2018”

E noi siam qua, di Susan Moore

E noi siam qua, di Susan Moore

Cadere, caduta libera, senza paracadute. Annuso l’aria
che non ci sia profumo:
odore di mani troppo linde
.Non ho ali,
non sono Icaro
che di cera posticcia
se le è fatte :
son femmina e cado.
Sento il fischio.
Non siamo a new York,
non si cade dai grattacieli.
È periferia:,
si cade a terra da sogni attesi.
Non sapevi dove mettere i piedi
a quel primo ballo.  Continua a leggere “E noi siam qua, di Susan Moore”

NON TUTTO SI IMPARA, autocitazione, di Miriam Maria Santucci

C. 1 - Non tutto di impara

NON TUTTO SI IMPARA

«La vita dà molto, molto toglie e molto fa imparare. Si impara a perdonare, pur non avendo imparato a dimenticare. Si impara a capire che dentro la mente e il cuore di ogni persona ci sono labirinti in cui è difficile entrare ed ancora più difficile è uscirne, perché l’orgoglio ha ermeticamente chiuso la porta, impedendo ogni possibile fuga, a se stessi e agli altri. Si impara ad accettare la morte, per quanto dolorosa possa essere la perdita di una persona cara, ma difficilmente si riesce a imparare ad accettare il ripudio, perché il ripudio è più devastante della morte.»
(Miriam Maria Santucci)

Citazione tratta dalla raccolta “La Luce dei Pensieri”.
© Copyright 2016 – Miriam Maria Santucci

NAUFRAGIO, di Miriam Maria Santucci

 

2 - NAUFRAGIONAUFRAGIO
di Miriam Maria Santucci

Un barcone traboccante di speranze
e bimbi stretti al petto con amore.
Pigiati come sogni nel cassetto,
guidati da mercanti senza cuore.
All’improvviso urla di terrore:
il barcone sprofonda negli abissi.
Mani agitate invano tra le onde,
ignorate da ignobili scafisti.
Ognuno invoca il nome del suo Dio
e a Lui affida l’ultimo momento.
Trovano ormai solamente oblio
e un rifugio lassù, nel firmamento…

Poesia tratta dalla raccolta “La Luce dei Pensieri”.
© Copyright 2016 – Miriam Maria Santucci

Quanto dura l’amore? Con questi consigli può durare per sempre

Donne in amore: un viaggio fantastico nei sentimenti

In un momento di grande precarietà della vita sociale e relazionale, tu quanto credi che possa durare l’amore? Sei fra quelle persone che credono che l’amori duri tutta la vita oppure fai parte del gruppo degli scettici che pensa che il sentimento possa oscillare fra i sei mesi e i tre anni al massimo?

Oggi giorno è più facile pensare che l’amore abbia una data di scadenza piuttosto che credere che possa durare per tanto tempo.

Il motivo? A mio avviso è molto semplice: per far durare una relazione nel tempo ci vuole impegno e costanza, determinazione e pazienza, volontà ed equilibrio allo stesso tempo.

Tutte caratteristiche difficili da trovare e soprattutto da mettere in campo.

Ti amo…ma per quanto tempo?

Iniziare una storia d’amore dovendo mettere in atto tutti questi presupposti è sicuramente difficile, mentre invece farlo con l’idea che tanto potrà finire, ci pone in una condizione…

View original post 212 altre parole

La felicità arriva quando scegli di cambiare vita – Raphaelle Giordano –

Libri da Leggere

41M3VAZVCBL

Maximilien e Romane sono il Sole e la Luna del romanzo:la felicità arriva quando scegli di cambiare vita. Rappresentano, a mio avviso, l’ombra e la luce delle infinite possibilità umane.

Come si può spendere una vita? Attraverso i limiti della nostra ombra e i confini della nostra paura. Come si può evincere seguendo il personaggio di Maximilien, manager scettico e arrogante, alle prese con le lezioni della sua deliziosa maestra Romane. Lei, che al contrario volteggia a mezz’aria sulle corde sottili della felicità, dispensando pillole di gioia, ottimi consigli e un mare di sorrisi per niente accademici.

Seguiamo la vicende di un gruppo molto variegato di -studenti-, persone più o meno decise a imparare come poter vivere altrimenti, talvolta cambiando semplicemente prospettiva e allenandosi a mettere in pratica semplici regole di cortesia e di gentilezza, per dirla alla Montessori.

La felicità arriva quando scegli di cambiare è una piacevole lettura…

View original post 18 altre parole

Vedere la modernità.

Memorabilia

Ho visto gli uomini riverenti al dio progresso

farsi selfie sull’altare per ricordare il sacrificio

dell’amore alla ricchezza.

Credevano d’essere scampati, miseri agnelli,

alla morte che sancisce la rinascita del figlio

e invece s’infilavano un anello benedetto

sposando un corpo e non un cuore.

Ho visto gli uomini agitare il bisturi

tentando di rompere la clessidra dal chirurgo,

ma la sabbia scorre e copre anche la carne più costosa.

Vedo ogni giorno il sole un po’ più stanco del suo pegno sulla terra

e mi appare più convinto quando è l’ora di morire.

Sarà che è stanco di fare luce

su contenitori senza contenuto,

sulla merce allineata fra gli scaffali d’un discount.

View original post

L’amore derubato

ANGOLI DI PENSIERO

Filari di stelle cesellate

franano dal cosmo irreale

e s’adagiano ora sugli occhi

degli amanti che han visto

sentieri sordi di peccato,

a rinnovar antica memoria

che saggezza unita a fedeltà

persistono come pietre miliari,

scolpite negli animi di quanti

scansano l’amarezza, perché

non sussista amore ingannato,

rapinato di luce e fasci d’ambra,

ma un cuore devoto sia ciò

che smania l’ipocrita destino,

nessuna parola stesa al vento

né sesso schiavo delle tenebre,

solo capelli che onorano il viso

tra labbra che palesano verità

e mani che si perdono sui seni,

amplessi brucianti in una notte

che ha deciso di proseguire oltre.

Carlo Molinari copyright

Ph. copyright free

View original post

Nel silenzio del mio cuore, poesia e foto di Fiorella Fiorenzoni

fiorellafiorenzoni

cuore 2 novembre 2 Novembre 2018 – Foto di Francesco Youssef e Fiorella Fiorenzoni

Nel silenzio del mio cuore

È nel silenzio del mio cuore

che custodisco tutte voi,

anime pure

che avete varcato

le porte del cielo,

libere dal corpo mortale

per accedere ad un mondo di pace.

Nella luce del sole,

di questo mattino di novembre,

or vi ritrovo

tra i ricordi impressi nella mente,

sento l’eco delle vostre voci,

lontane e fievoli,

come un soffio di vento

che a sera

mi accarezza i capelli

e, gentile, bacia le mie fresche gote.

Tra i profumi dei fiori,

respiro le vostre parole,

sui verdi prati

rivedo i vostri amati sorrisi,

sui sentieri del bosco

ritrovo le vostre orme,

ah, quanti passi abbiamo fatto insieme,

e lungo le sponde dei fiumi,

mi soffermo a mirare

la vostra scia, una traccia indelebile,

un solco di voi sulle acque

che mi indica la rotta da…

View original post 57 altre parole

Quella vuota panchina – Testo e foto di Fiorella Fiorenzoni

fiorellafiorenzoni

quella panchina verde

Quella vuota panchina

Al di qua del cancello,

mi fermo a guardare

quella vuota panchina,

sola, fra le foglie d’autunno,

che al sospirar del vento,

lievi, cadono a terra.

Un silenzio paradisiaco intorno,

un giardino proibito ai mortali,

avvolto dalla luce del giorno

che vien meno.

Un’ombra leggera

s’adagia presso un tenero fiore,

lo sfiora soavemente,

mentre il mio cuore addolorato

cerca la tua immagine

svanita ora nel sonno mortale.

Al rimembrarti,

ritrovo già un mesto sorriso

tra le mie labbra vestite di speme

come quella verde, esile panca

or che la terra si congiunge al cielo

come la tua vita

alla nuova, eterna vita.

Fiorella Fiorenzoni

All rights reserved

rosa bianca

View original post

Il prof. Carlo Prosperi su “Zero al quoto”

La poesia di Fabrizio Bregoli

Fabrizio Bregoli, Zero al quoto, puntoacapo, Pasturana 2018. 

Forse la poesia non serve, forse è davvero «un altro alibi», come asserisce l’Autore in questo suo denso (e virtuosistico) libretto: «mai nulla cambia né mai serve / a nulla mai la poesia, / declinazione esatta / prontuario dell’inutile». «Inutile / e [tuttavia] irrinunciabile». Il nichilismo, «il più inquietante di tutti gli ospiti» (Nietzsche-Heidegger), la fa qui da padrone. «La vita [dal canto suo] non si dice, non significa». Nulla redime, nemmeno la bellezza. E nulla, con buona pace di Ungaretti, si sconta vivendo. Eppure, partendo da questo azzeramento dei valori, che va oltre Leopardi, oltre Montale, oltre Zanzotto, per adeguarsi all’impareggiabile lezione di Celan, Bregoli, pur senza santificarlo, concepisce l’esercizio poetico come una estenuante lotta con l’angelo o, se si vuole, con una materia sfuggente, irriducibile al verso: «La vita non si còmpita, non indica. / Si recita ad accentazione…

View original post 202 altre parole

Fabrizio Bregoli, Concetto spaziale. Attesa

Poesia Ultracontemporanea

(Lucio Fontana 1960)

La luce, quel confine da violare
e che ogni volta sa scivolare oltre
sprofondare nella sua bocca d’ombra.
È questa tela ad esserne la lama
farne dello scempio un varco, crosta
che si spezza tra le dita. Lo spazio
fu acqua dove intridersi
vena che s’offre al boia.
Lo stanai nella sua casamatta
al baratto di tutte le sue nascite.
Forse bastò solo schernirlo.
Fu come appoggiare l’orecchio
su una sistole del cosmo, impietrirvi
la pupilla. Per questo scelsi minima
l’arte, perfetta
la sottrazione.

(Da Zero al quoto, Puntoacapo Editore 2018)

View original post

Alba di novembre -Poesia e foto di Fiorella Fiorenzoni

fiorellafiorenzoni

Alba di novembre

Sulle note soavi

delle prime ore del mattino

mi sveglio.

Fuori

un velo di nebbia leggera

abbraccia l’alba.

Il mondo

sembra ritirarsi su se stesso.

Un silenzio arcano

avvolge l’aria,

e ogni movimento si fa stanco.

Pian piano, lentamente,

cade una gialla foglia

dalle ali di farfalla.

Le luci dei lampioni

sono occhi di stelle

e la terra

un giardino per sognare.

Fiorella Fiorenzoni

6.11.18

All rights reserved

#novembre #nebbia #poesia #poetry #fiorellafiorenzoni #poesiedifiorellafiorenzoni #sogno #fotodifiorellafiorenzoni #speranza

View original post

October bloom

Life Less Ordinary

I read a poem written by a friend about her longing for her lover and her story inspired me to write this one!

All I want is for YOU to stay with me no matter how hard it is

Sweet is the wait

To see her play mate

She fancies a paradise

Far from world’s cries

In that paradise, she longs to be

Rested on his chest, judgement free

There’s no pointing fingers

There, his fragrance lingers

The smell of his perfume

Circulating in that room

There, they share a drink

Not having twice to think

He fancies a boat ride

From the crowd they’d hide

No more October gloom

With joy, their hearts bloom

Their souls soaring to heights

Though love wouldn’t materialize

They soothe their worries

Creating fond memories

For their hearts to nourish

Something sweet to cherish

They’re best friends forever!

If they had a life to share

She’d be the yeast in his bread

Blue cheese fermented

Wine, bubbling red!

View original post

Ephemera

Il Blog di Roberto Iovacchini

9788830452336_0_0_300_75

Titolo: Ephemera

Autore: James Hazel

Editore: Longanesi

L’autore di questo thriller, James Hazel, è un avvocato che ha lasciato la sua attività nel campo legale per dedicarsi alla scrittura. Solo per questo ha guadagnato tutta la mia simpatia, prima ancora di aver letto il libro, per il coraggio che ha avuto nel seguire le sue aspirazioni lasciando la strada che la ragione gli aveva fatto intraprendere.

Ephemera è il suo primo romanzo ed è un esordio con i fuochi d’artificio per gli appassionati del genere thriller. La storia è basata su due piani temporali, il primo nel 1945 nel periodo immediatamente successivo al termine della Seconda Guerra Mondiale ed il secondo ai giorni d’oggi.

Nel 1945 il colonnello dei servizi segreti britannici Alber Ruck riceve l’incarico di interrogare un medico nazista autore di molti esperimenti sui prigionieri dei campi di concentramento di Buchenwald, alla ricerca di un veleno che infliggesse…

View original post 312 altre parole

L’amore è un luogo, Edward Estlin Cummings

nonsolobiancoenero

L’amore è un luogo
e in questo luogo di
amore si muovono
(con luminosità e pace)
tutti i luoghi

il sì è un mondo
e in questo mondo di
sì vivono
(sagacemente rannicchiati)
tutti i mondi.

love is a place

love is a place
& through this place of
love move
(with brightness of peace)
all places

yes is a world
& in this world of
yes live
(skillfully curled)
all worlds

“love is a place” by E.E. Cummings from Complete Poems 1904-1962, edited by George James Firmage

View original post

AI PIEDI DELLE NIAGARA FALLS

NOMADI IN CAMICIA

Arrivando in Canada da Buffalo si percorrono svariati ponti che solcano il Niagara River  e che offrono bellissime vedute della Niagara Penisula,  ma la cosa che più’ colpisce è l’alto pennacchio fumoso che si alza in direzione Nord, tutto fa pensare a una delle tante fabbriche che si vedono lungo il fiume ma, avvinandosi si ci rende conto che non è altro che la forza dell’acqua che crea questo pennacchio di condensa che attraversato dalla luce solare da vita ad un arcobaleno praticamente perpetuo.

IMG_3910

La parte Canadese della cittadine di Niagara Falls, dirimpettaia dell’omonima americana è un insieme di grattacieli motel casino’  e negozi di souvenir,  diciamo nulla di indimenticabile,  pero’ appena si scende verso il fiume tutto cambia, dalla bella passeggiata del Fallsview Casino’ Resort si scende verso Niagara Parkway  che offre la vista frontale delle cascate e del suo sistema formato da tre fronti differenti.

Continuando a percorrere…

View original post 214 altre parole

Cento anni dalla fine della Grande Guerra. Voci che raccontano.

Isabella Scotti

Cento  anni  ci  separano  dalla  Prima  Guerra  Mondiale.  Una  guerra  dura,  difficile,  che   troppo  spesso  viene  messa  in  secondo  piano  rispetto  alla  Seconda  Guerra  Mondiale,   e  la  cui  drammaticità  traspare   tutta  leggendo  alcune  lettere  di  chi  vi  partecipò  in  prima  persona  e  che  qui  voglio  riproporre.  Un  pensiero  grato  va  a  chi  non  ha  potuto  seguitare   la  propria  vita,  ai  tanti  giovani  che  soli,  su  montagne  aspre,  sentirono   forte  la  mancanza  dei  propri  familiari  sbattuti  in  una  guerra  più  grande  di  loro,  ma  animati  tutti  da  un  convinto  amor  di   Patria. Vincendo  le  proprie  paure  trovarono  nella  scrittura,  anche   quei  tanti  che  non  conoscevano  bene  l’italiano,  un  conforto  alle  loro  terribili  prove.  Ho  ascoltato,  leggendo  queste  lettere,  la  loro  voce,  tremula,  ma  sempre affettuosa  e  in  tutte  vi  ho  registrato   la  convinzione  di  poter  tornare.   Per  troppi  di…

View original post 1.161 altre parole

L’effimera felicità

P.A.S.O. un passo verso il futuro...

Essere felici, il sogno di tutti e l’incubo di nessuno.

La felicità viene descritta come una compiuta esperienza di ogni appagamento e di ogni desiderio.

Fantastica e maledettamente effimera.

La ricerchiamo continuamente e desideriamo raggiungerla più di ogni altra cosa al mondo, ci fa sentire liberi, appagati, soddisfatti, sereni, e tranquilli.

La felicità: illusione, speranza o realtà?

Arriva all’improvviso e così velocemente come arriva, ci abbandona senza lasciarci neanche il tempo di poterla stringere e di poter usufruire appieno del suo magico potere.

Ci lascia un senso di amarezza che lentamente si posa sul ciglio del nostro cuore, provocando così nostalgia e tristezza.

E così, la sera, quando il cielo si illumina di infiniti corpi celesti ci stendiamo e liberiamo i pensieri, il flashback di quei brevi e intensi attimi di felicità ci offuscano la mente, rivendicando il proprio ricordo.

Ricordo ancora i miei momenti felici e sono solita…

View original post 251 altre parole