cipriano gentilino

senza luna funanbolo

tento la corda

tra me e me

con piedi scalzi,

oscillo senza riguardo

sui vuoti a perdere

tendo i muscoli

in equilibri impudici

sfratto il disincanto,

non ridò più la corda

all’orologio che ho al polso

View original post