Giornata mondiale della poesia (XII)

Antonietta Fragnito

Luca come me scrive poesie
Lo incontro ogni giorno
sui gradini dei versi.
Lui sa quali parole io voglio.
Luca fa entrare gli sconosciuti
non ha paura degli angoli,
degli spigoli.
Di lui so che
sa stare al buio, che come me, abita gli spazi angusti.
Così quando lo leggo
non mi sento troppo estranea.
Noi due siamo diversi
e per darci un tono
facciamo finta di essere poeti.
Lui gioca a morra con le parole
e talvolta la poesia gli sfugge di mano,
come una biglia.
Io ne approfitto,
ignobilmente.