Vorrei potermi chiamare poesia, di Grazia Torriglia

Vorrei potermi chiamare poesia, di Grazia Torriglia

Vorrei potermi chiamare poesia
Vorrei sapere scrivere la musica
e saper cantare le mie parole.

Vorrei le ali dei gabbiani e delle aquile
e i denti e le zampe dei lupi e delle pantere
per vivere libera e selvaggia su questa terra.

Vorrei essere stella nascente della sera
e stella del mattino che accende l’ alba
per compiere il corso del giorno e della notte .

Vorrei essere solo anima
per non dover soccombere
alle pretese degli eventi.

Vorrei essere solo poesia
nell inchiostro della tua penna .

Grazia Torriglia@

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...