Il purgatorio dell’angelo

Il Blog di Roberto Iovacchini

index

Titolo: Il purgatorio dell’angelo

Autore: Maurizio De Giovanni

Editore: Einaudi

Maurizio De Giovanni è uno degli scrittori italiani maggiormente apprezzati al momento e i suoi libri sono puntualmente ai vertici delle classifiche di vendita. La sua carriera è cominciata per caso a 48 anni con la partecipazione ad un concorso letterario per esordienti. La sua storia di scrittore per caso mi piace tantissimo e sembra incredibile che un talento del genere non si fosse manifestato prima.

ll purgatorio dell’angelo è un libro ambientato nel 1933. Il cadavere di un prete viene ritrovato sulla spiaggia di villa Maisto, a Posillipo. Il corpo è di padre Angelo, un anziano gesuita molto ben introdotto nella Napoli bene, essendo confessore di molte persone importanti e facoltose. Il povero padre Angelo è stato trovato inginocchato, con la testa massacrata, in una posizione che lascia intendere che l’assassinio sia stata quasi una esecuzione a cui la…

View original post 412 altre parole

Accatastare la legna creando un’opera d’arte

Creando Idee

Le piovose giornate e le copiose nevicate di questi giorni ci hanno costretto a stare ben riparati in casa al calduccio di termosifoni, stufe e caminetti accesi. Ma per alimentare il fuoco ci vuole la legna; chi abita in collina o in montagna lo sa molto bene, ed è proprio in questo periodo che trasporta attraverso delle ceste, ciocchi di legna da accatastare vicino al camino da utilizzare durante tutta la giornata, attingendola dalle cataste precedentemente preparate. Le cataste di legna bene o male le conosciamo e le abbiamo viste tutti; si parte dal basso e poi via via si sale, accatastando ciocchi e rami tagliati tutti della stessa lunghezza; in cima alla catasta si mettono poi i rametti più piccoli, quelli ottimi per accendere inizialmente la fiamma. Possiamo dire che le cataste di legna sono solitamente molto precise e funzionali, disposte con precisione all’esterno della casa, in giardino

View original post 151 altre parole

Carve the Mark ~ Veronica Roth ~ Recensione

Il Lettore Curioso


In una galassia percorsa da una forza vitale chiamata corrente, ogni uomo possiede un dono, un potere unico e particolare, in grado di influenzarne il futuro. CYRA è la sorella del brutale tiranno che regna sul popolo shotet. Il suo dono, che le conferisce potere provocandole allo stesso tempo dolore, viene utilizzato dal fratello per torturare i nemici.
AKOS è il figlio di un contadino e di una sacerdotessa-oracolo del pacifico popolo di Thuvhe.  Da quando i soldati shotet hanno rapito lui e il fratello, l’unico suo pensiero è di liberarlo e portarlo in salvo, costi quel che costi. Nel momento in cui Akos, grazie al suo dono, entra nel mondo di Cyra, le differenze tra le diverse origini dei due ragazzi si mostrano in tutta la loro evidenza, costringendoli a una scelta drammatica e definitiva: aiutarsi a vicenda a sopravvivere o distruggersi l’un l’altro.

Qualche settimana fa mi é…

View original post 530 altre parole

Come decorare la tavola del brunch?

Creando Idee

Come scegliere i fiori per il centrotavola da sistemare sul tavolo del brunch. Ovviamente con fiori adatti a questa occasione.  Un perfetto brunch domenicale, un tavolo adornato perfettamente per poter apparecchiare e creare l’armonia giusta affinché dia il suo splendore alla tavola, nel caso in cui abbiamo deciso di invitare amiche e amici per un brunch estivo. Non esistono regole stabilite: siete voi che dovete farvi ispirare dall’occasione per creare il centrotavola perfetto. Innanzitutto dovremo considerare la grandezza del tavolo, per non esagerare con centrotavola che possono occupare tutto lo spazio che andrebbe riservato, invece, al brunch stesso. Rispettiamo i colori, abbinandone di gradevoli con la tovaglia, i piatti, i bicchieri, le tazze. E poi facciamoci anche ispirare dal significato dei fiori, soprattutto se noi siamo gli ospiti che andiamo a regalare il centrotavola alla padrona di casa.

View original post

Donne che non perdonano

Il Blog di Roberto Iovacchini

61DxDACDhbL._AC_UL320_SR206,320_

Titolo: Donne che non perdonano

Autore. Camilla Läckberg

Editore: Einaudi

Tre storie di donne che subiscono violenze domestiche.

Ingrid è felicemente sposata con il direttore del più importante magazine svedese. Ha abbandonato la sua carriera di giornalista per facilitare la carriera del marito. Scopre che il marito la tradisce e la sua vita diventa un incubo.

Viktoria è stata la donna di un importante malavitoso russo, viveva nel lusso più sfrenato, ma dopo l’uccisione del marito è dovuta scappare dalla Russia per rifugiarsi in Svezia e sposarsi con un uomo che la ha costretta ad una vita di sopraffazioni e di violenza.

Birgitta è una maestra elementare che evita di curarsi un tumore al seno per non mostrare i segni delle violenze che è costretta a subire dal marito.

Le tre donne hanno in comune una vita rovinata dai rispettivi mariti. Queste donne decidono di ribellarsi, di porre fine alle…

View original post 220 altre parole

Trasformare una stanza in uno Chalet

Creando Idee

Immaginate  per un attimo di chiudere  gli occhi e di essere in montagna…la neve, il calore di un camino e una bella tazza di cioccolata calda. Se volete ricreare questa avvolgente atmosfera da Chalet Visto i tempi che stiamo percorrendo non tutti hanno la possibilità di disporre della casa in montagna dove trascorrere qualche week end in pieno relax, ma questo non significa che non si può adattare una stanza della nostra casa con elementi che richiamano lo stile Chalet. Una stanza arredata ispirandosi allo stile Chalet deve innanzitutto evocare sensazione di tranquillità e benessere. Per questa ragione bisogna utilizzare un materiale caldo e accogliente come il legno e per accentuare questa sensazione di calore non può mancare ovviamente il camino. Quest’ultimo lo si può realizzare in pietra, in marmo oppure se si vuol dare un tocco più moderno si può scegliere anche il vetro che con la sua trasparenza…

View original post 59 altre parole

Libri dal mondo ∼ avventure ambientate in mondi fantastici

Il Lettore Curioso

Buona serata a tutti i lettori del blog! Mi sono accorta che da diversi mesi non aggiornavo la mia rubrica “Libri dal mondo“, nella quale vi mostro alcune letture ambientate in diverse parti del mondo. Dopo aver viaggiato dagli Stati Uniti all’ Europa, oggi vi porto in alcuni mondi fantastici che (purtroppo) esistono solo sulla carta.

Carve the Mark e i suoi pianeti

Carve the Mark è una duologia della scrittrice Veronica Roth, conosciuta al pubblico per aver dato vita alla saga Divergent. Purtroppo Carve the Mark non mi è piaciuto (ve ne ho parlato qui) e alla fine ho deciso di non proseguire con il secondo volume. Tuttavia devo ammettere che l’universo creato dall’autrice è senz’altro vasto e originale. In Carve the Mark esistono nove pianeti, ognuno con i propri abitanti e un proprio governo che si occupa di politica interna. La diplomazia tra i…

View original post 559 altre parole

Una tavola per ogni occasione

Creando Idee

Amici a pranzo o a cena? Vuoi stupirli con qualcosa di particolare? A parte con le tue fantastiche e golose ricette, ma anche con  una tavola ben decorata! Ecco alcune idee da provare subito!Appena inizia a far freddo la maggior parte di noi preferisce passare del tempo a casa con la famiglia o con gli amici magari preparando per loro cenette originali. Ma un pranzo o una cena gustosa possono essere di maggiore effetto se serviti su una tavola decorata alla perfezione.Una tavola semplice e elegante con tovagliato bianco, piatti e sottopiatti in ceramica e bicchieri in vetro. Il tutto però contornato dai colori autunnali dati dalle foglie secche, pigne e fiori rossi e arancio. Il tocco in più? Tea light sparse a dar luce di che colore ovviamente bianche! Altra tavola …Niente tovaglia, solo il legno del tavolo a vista, e piatti dal colore insolito, come il marrakesch Protagoniste…

View original post 171 altre parole

CULTURA…maneggiare con cura!

Quanto basta...

20181116_125712.jpg

Niente paura, è solo cultura!”. Questo lo slogan dell’Associazione culturale ‘ La Mandragola’, da me creata anni fa.

Non abbiatene terrore. La Cultura  è ricchezza, è il passaporto per dare un senso più consapevole e condiviso al nostro esistere. È ponte, agevolazione, raccomandazione, parentela… È concatenamento tra noi e noi stessi, noi e gli altri. Radici comprese, le  più lontane e i mondi ignoti dell’Universo. Non morde, non toglie, arricchisce. È il più prelibato dei cibi, per le “pance alte”, quelle del cuore e del cervello, avide anch’esse e spesso, troppo spesso, lasciate digiune.

È forte, impegnativa, delicata: la Cultura ha bisogno di cura. I Ministri preposti a sostenerla, spesso non sembra ne abbiano una buona cognizione.

Tagli, tagli e tagli a Cultura e Pubblica Istruzione. Alla storia, ai musei, ai monumenti (esempio, la Reggia di Caserta da mesi senza direzione).

Tagli, tagli e sforbiciate come se la…

View original post 55 altre parole

Oggi aspetto, non so cosa, di Antonio Scarito

Oggi aspetto, non so cosa,

di Antonio Scarito

Oggi aspetto, non so cosa,
spero solo che succeda
che mi dica torna indietro e
poi faccio quel che devo.
Tocco tutto quel che trovo
scrivo versi, mi consumo
do una dritta a qualcuno
scappo fuori cerco aria.
Come corre questa vita
sciupa tutto quel che bello
ci accomuna alle disgrazie
se va bene non sai niente.
Io magari sono stanco
corro sempre senza senso
raccogliendo le certezze,
li conservo tutte quante
per trovare nello scegliere
quella giusta al momento.

Continua a leggere “Oggi aspetto, non so cosa, di Antonio Scarito”

Momenti, di Antonella Commendatore

Momenti

di Antonella Commendatore Poesia, Emozione ed Arte

Momenti

Mentre me ne sto lì coi miei
pensieri, in un attimo infinito
sento dentro me te, che come
un vento caldo mi entri lento.
Quel fuoco brucia dolcemente
e avverto in un interminabile istante
che la tua anima entra nella mia.
Ti sento in quel momento
appiccicato alla mia pelle.
Non mi spiego il perché?
Non so come succede
Ma ti sento forte e mio
e non dovrei.
Domande si affollano nella
mia mente, che cercano di
capire, ma non trovano
spiegazione nella loro confusione.
Forse il cuore sa ma tace
esprimersi non può e si fa
sentire dando le scosse
che quelle sensazioni
ti fanno avvertire.

@Antonella Commendatore
copyright

https://www.facebook.com/Poesia-Emozione-ed-Arte-119740992…/

Dove sei stata

Spazio libero di lettura

Mario fa l’avvocato a Torino. È nato a Caserta dove, dopo dieci anni, ritorna per accudire il padre che si è infortunato. La casa paterna si trova in un luogo del tutto singolare: una zona del parco della Reggia vanvitelliana riservato ai custodi di cui il padre di Mario è l’indiscusso “capitano”. La prima parte del romanzo è occupata dai ricordi di Mario

View original post 300 altre parole

Il deserto dei Tartari

Spazio libero di lettura

Quante ore, quanti giorni, o mesi, o anni, spesi in una vita nell’attesa che qualcosa accada, rinunciando all’azione, ai cambiamenti che la vita propone, per accomodarsi nelle abitudini e nella ripetitività dei giorni? Quanti tra noi aspettano i Tartari lasciando che la vita si consumi? La rilettura in età matura de Il deserto dei Tartari non mi ha

View original post 220 altre parole

Asimmetria

Spazio libero di lettura

Le asimmetrie sono le differenze che la realtà racchiude: giovane e vecchio; bello e brutto; oriente e occidente o, per dirlo alla Kundera, pesante e leggero. Per dimostrare questa ovvietà, la Halliday costruisce un libro dalla struttura originale, articolato in tre parti: nella prima, la tenera storia d’amore tra Ezra, un anziano scrittore e Alice, una

View original post 140 altre parole

La casa di cartone

Spazio libero di lettura

Amore al tempo dei social. Un amore raccontato in prima persona plurale. Un “noi” che identifica una coppia senza nomi che si muove all’unisono, spinta da pulsioni dettate dai tempi, ma che sottintende una più ampia pluralità che è quella del popolo di facebook, dotato di una comune identità di azioni, pensieri, sentimenti. E così, la coppia che online

View original post 183 altre parole

La moglie tra di noi

Spazio libero di lettura

Un rebus che il lettore dovrà risolvere rimanendo incollato alle pagine che si susseguono senza lasciare respiro. Un thriller senza assassini, incentrato sulla ricerca di identità che sfumano e si rincorrono . Difficile addentrarsi nelle considerazioni sulla trama senza il rischio di spoilerare, dal momento che il lettore si trova al centro della vicenda fin dalle

View original post 149 altre parole

IN SILENZIO, di Luigi Meloni

di Luigi Meloni

IN SILENZIO

Me ne sto in silenzio
con la testa appoggiata
a uno spazio di tempo
si accalca il respiro….
se tu verrai questa sera
o domani….
anche più tardi
anche l’altro domani
tanto io resto qui….

starò in silenzio
ad aspettare la porta che s’apre
e intanto raccolgo dei fiori
per quando sarà….
non farli appassire
non farli morire
e se non fosse domani
e domani ancora
e ancora domani…..
potrei dirlo al mio Dio
quanto mi manchi…. Il Sognatore
LUIGI MELONI@.it

ASCOLTO IL MARE, di Antonella Ariosto

di Antonella Ariosto

ASCOLTO IL MARE

In riva al mare corro
quando il mondo
mi soffoca
con la sua ipocrisia.
La voce del mare
speranzosa ascolto
quando la cattiveria
delle parole dette
non dette,
si insinua nell’anima
ferendola.
La tua voce ascolto mare
che come miracoloso balsamo
lenisce atavici lividi.
In me penetri
e il tuo profumo m’inebria.
Estasiata e ritemprata sorrido,
al mondo ritorno protetta
dal tuo magico afflato.
L ‘amore fluisce dentro.
Antonella A.

Foto di Lucia Scaturro…grazie ❤

PROSIMETRUM, di Mariateresa Bocca

Prosimetrum Mariateresa Bocca

da Maura Mantellino

In questi giorni è stato pubblicato Prosimetrum di Mariateresa Bocca edita da Antologica Atelier edizioni. (Marzo 2016). Dalla prefazione della professoressa Elena Deserventi: Appena l’occhio si posa sulle pagine di Mariateresa Bocca, subito percorre lo scritto con intensità crescente. Bastano alcune parole, la struttura inanellata del prosimetro, il ritmo, la melodia ed è fatta: l’interesse spinge, si impone la lettura subito coinvolgente. L’IO dell’autrice e le manifestazioni della natura procedono insieme in una dimensione di vita osservata e vissuta, alla ricerca di una corrispondenza di intensa intimità. I versi di apertura offrono la protasi e una precisa chiave di lettura. 

Canto 

immagini e voci 

parole e musica 

note di vita sul pentagramma del cuore.”

Domina sovrana la prima parola, fortemente connotativa, che coincide con un verso ed espande la ricchezza delle esperienze di vita scelte, ritmate sulla musica del cuore. Note e canto del cuore sono il cielo, la terra, le nuvole, il vento, la pioggia, colti da uno sguardo attento e consapevole, visti come personificazioni del vivere umano, si tratti di raggi di sole “come dita che si intrecciano” o dei “fili d’ argento delle stelle annodati come capelli” o della pioggia, pianto del cielo, della terra, del singolo uomo. Anche il bisogno di sognare “vede” nella natura castelli incantati, gnomi e fate: la vita è favola e la favola insegna la vita. La vista, esercitata, si affina, coglie relazioni sempre più sottili ed intrinseche e “scrive parole”, sempre più suggestive. Così il respiro dell’anima è “aquilone nel vento” e se dalla vita nasce il sorriso, è inevitabile che “per durare, si affidi ad un lembo di azzurro”.  Continua a leggere “PROSIMETRUM, di Mariateresa Bocca”

NOTTURNO, di Rossi Prato Grazia

Notturno

di Rossi Prato Grazia

NOTTURNO *
~~~♡~~~♡

La notte
è piena di storie
Ognuno ha la sua
pregna di
significato.
Ognuno se la sogna
come vuole.
La mia, come una
stella brilla,
di gelsomino odora
sfugge gli spazi
azzurri e….
il suo linguaggio
non ha parole
Ha voce di luci
che vengono su
dalle finestre oscure
che non han
tende.

¤ Grazia Rossi
Legge no 633 del
19 41 e successive
modifiche.
Foto dal web
Allright reserved@

Vi regalo una carezza, di Laura Neri poesie

vi regalo

di Laura Neri poesie

Vi regalo una carezza,

sono giorni d’ amore

una goccia di brina

una magica attesa

il sorriso di un bimbo

un sentiero di rose

il canto del mare

una fetta di luna

un mistero di sogni

il canto del vento

una notte d ‘ argento

un castello di promesse

una magia nei cuori

se basta non so ….

bagnatelo di lacrime

intrise d’ amore

Laura@DirittiRiservati

Baci, di Antonella Commendatore

Baci

di Antonella Commendatore Poesia, Emozione ed Arte

Non dare ad un’ altra
quei baci che sono
solo i miei.
Non darle quelle carezze
che di dolcezza mi inondavano
quando a me le regalavi.
Non prendere lei in braccio
perché solo a me leggiadra
prendevi e baciandomi mi dicevi
ti darò quello che ti è mancato
al mondo.
Non abbracciare lei, nelle tue braccia
tieni solo me, che ho bisogno di te.
Non dare a lei quello che spetta a me
per tutto quell’ Amore smisurato
che ho per te.
Prendimi, stringimi e tienimi
con te.

@Antonella Commendatore
copyright

La capacità di astrazione negli anziani predice i sintomi depressivi

ORME SVELATE

Bad Hair Day (Toby Tover)

Secondo i dati di uno studio longitudinale sugli anziani in Scozia, pubblicato su Psychological Science, il declino correlato all’età nella capacità di ragionamento astratto predicono l’aumento dei sintomi depressivi negli anni successivi. La salute mentale in età avanzata è un argomento di crescente importanza a causa dell’invecchiamento della popolazione mondiale. Questi risultati suggeriscono che il monitoraggio dei decrementi cognitivi nell’età adulta più avanzata potrebbe accelerare gli sforzi per ridurre l’aumento di rischio di depressione. Molti adulti sperimenteranno un certo grado di declino cognitivo negli ultimi decenni di vita. La ricerca ha anche dimostrato che i deficit cognitivi e la depressione sono correlati negli adulti più anziani – generalmente, mentre le capacità cognitive diminuiscono, i sintomi depressivi aumentano. Tuttavia, i ricercatori non sono stati in grado di determinare in modo definitivo la direzione della causalità. Cioè, il declino cognitivo porta alla depressione, la depressione porta al declino cognitivo, o i…

View original post 462 altre parole

17 Novembre Gatto nero Day

Creando Idee

Alcuni si fermano con la macchina se, casualmente, attraversa la strada. Altri, quando lo vedono, fanno gesti di scongiura. Quando pensiamo al gatto nero, purtroppo, ci vengono in mente subito immagini di sfortuna e mala sorte. Ma non è affatto così: questa credenza, infatti, non ha alcun principio e deve essere tolta alla radice. È per questo motivo che il 17 novembre si celebra il Gatto Nero Day, una giornata interamente dedicata al felino dal manto scuro, instituita per andare contro all’illogica superstizione popolare. A promuovere la festa del gatto nero è stata, 15 anni fa, l’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente. In tutto il mondo, nella giornata del gatto nero vengono organizzate manifestazioni e attività per far capire a tutti che i micetti scuri non portano sfortuna, anzi. Le dicerie sul micio nero e sulla sua sfortuna affondano le proprie radici nel Medioevo, quando si credeva che la creatura…

View original post 233 altre parole

LUCI

nati per vivere

l'infinito

“Se potessi esprimerlo con le parole, non ci sarebbe nessuna ragione per dipingerlo”

Queste erano le mie uniche parole quando qualche emerito critico s’ostinava con la più stupida richiesta che si possa fare ad un pittore: “Mi dica Maestro, mi racconti l’evoluzione, la trama narrativa del suo quadro…” Evoluzione, trama narrativa, ispirazione…con queste stupide parole era sicuro di poter adulare il “Maestro” e di rapire per primo qualche segreto per poi sbatterlo su qualche suo articolo. Povero illuso, il Maestro non si è mai ossequiato di fronte agli “Alti riconoscimenti”, né ha mai piegato la sua valenza pittorica ad essi. Nessuno può essere così banalmente idiota nel richiedere l’uso delle parole per la comprensione di un quadro! Il quadro e le voci altrui? Il quadro e la sua inconfondibile voce! E oggi, Jo, ho tolto dalla galleria della Vita, un quadro che ora più di ogni altro ci appartiene. Ma…

View original post 2.618 altre parole

M5s: “Da 3 mila a 6 mila euro per chi rottama le vecchie auto euro zero”

M5s: “Da 3 mila a 6 mila euro per chi rottama le vecchie auto euro zero”

“Con gli emendamenti alla legge di Bilancio, promuoviamo ancora di più la mobilità sostenibile, da sempre al centro delle battaglie del Movimento 5 Stelle”

By Huffington Post

A worker transports a junked car

ANSA

Un contributo del 20%, “fino a 6mila euro, a chi rottama vecchie auto euro zero”. È la proposta annunciata dai componenti del Movimento 5 Stelle in commissione Trasporti alla Camera e contenuta in emendamenti alla manovra. “Nel caso di rottamazione dei veicoli euro 1, – spiegano i parlamentari in una nota – il contributo scende a un massimo di 4mila euro e, per gli euro 3 o euro 2, a un massimo di 3mila euro”. Un altro emendamento della Lega propone incentivi di massimo 1.000 euro.

“Con gli emendamenti alla legge di Bilancio, promuoviamo ancora di più la mobilità sostenibile, da sempre al centro delle battaglie del Movimento 5 Stelle”, affermano i deputati pentastellati.

Misure come gli incentivi alla rottamazione “vanno nella direzione di una graduale diminuzione dell’inquinamento delle nostre città. Una misura importante nella strategia complessiva più ampia della mobilità sostenibile. Ridurre il tasso di motorizzazione, e sostituire l’uso dei motori a combustione con quelli elettrici per migliorare l’impatto sulla nostra salute e la qualità della vita nelle nostre città, è l’unica alternativa possibile”, concludono.

Omicidio Khashoggi, la Cia accusa il Principe e inguaia Trump in Medio Oriente

Omicidio Khashoggi, la Cia accusa il Principe e inguaia Trump in Medio Oriente

Gina Haspel, direttrice della Cia, è stata in missione in Turchia dopo il brutale assassinio e ha informato il presidente americano Trump sulle conclusioni

https://www.huffingtonpost.it  By Umberto De Giovannangeli

Commemorative Ceremony Held for Jamal Khashoggi In Istanbul

CHRIS MCGRATH VIA GETTY IMAGES

Ora fingere, ridimensionare, pensare di cavarsela con sanzioni accessorie (un solletico per i petromiliardari del Regno) o con qualche testa sinistramente staccata dal collo, non bastera più. Ora per Donald Trump si fa davvero dura. Perché difendere il suo pupillo saudita, l’erede al trono del Regno Saud, il principe Mohammed bin Salman (MbS per i media internazionali) appare come una “mission impossible”.

Ora che la Cia sostiene che fu MbS ad ordinare il brutale assassinio del giornalista dissidente Jamal Khashoggi nel consolato di Riyadh a Istanbul, lo scorso 2 ottobre. E’ il Washington Post, la testata con cui collaborava Khashoggi, a riportare la notizia. Tra le prove esaminate dall’intelligence americana anche una telefonata tra lo stesso giornalista ucciso e il fratello del principe nonché ambasciatore saudita a Washington, Khalid bin Salman. Continua a leggere “Omicidio Khashoggi, la Cia accusa il Principe e inguaia Trump in Medio Oriente”

Matteo Salvini provoca ancora Di Maio sugli inceneritori

Matteo Salvini provoca ancora Di Maio sugli inceneritori

Il ministro dell’Interno: “I rifiuti devono produrre ricchezza non roghi”. Di Maio: “Inceneritori non sono nel contratto di governo”

By Huffington Post

Matteo Salvini

ASSOCIATED PRESS

Dopo tre giorni di battibecchi sui rifiuti e sugli inceneritori, Matteo Salvini continua a provocare il suo collega di Governo, Luigi Di Maio. “Se hanno fatto finta di niente per trent’anni, io non sono al governo per fare finta di niente – afferma Salvini all’assemblea nazionale della Cna -. I rifiuti vanno smaltiti producendo anche utili, energia, ricchezza e non producendo i roghi tossici che avvelenano e ammazzano”.

Il ministro dell’Interno continua: “Se produci dei rifiuti, quasi ovunque quei rifiuti significano ricchezza non devastazione. Bisogna spiegare alla nostra gente che per il nostro bene, per la nostra salute e il nostro business non possiamo più far finta di niente”. Continua a leggere “Matteo Salvini provoca ancora Di Maio sugli inceneritori”

M5s copia la proposta Pd: “Contraccettivi gratis per under 26 e per richiedenti asilo”

M5s copia la proposta Pd: “Contraccettivi gratis per under 26 e per richiedenti asilo”

La gratuità dei contraccettivi “di barriera” sarebbe garantita anche “a coloro cui sia stata diagnosticata una malattia sessualmente trasmissibile”

By Huffington Post

many condoms isolated on white background

BOGDAN LYTVYNENKO VIA GETTY IMAGES

Contraccettivi gratis per i giovani sotto i 26 anni, per chi è già esentato dal costo delle spese sanitarie, per i richiedenti asilo o per chi è beneficiario di protezione internazionale e, per un anno, per le donne che abbiano subito un’interruzione di gravidanza. È la proposta contenuta in un emendamento alla manovra del Movimento 5 Stelle.

La gratuità dei contraccettivi “di barriera” sarebbe garantita anche “a coloro cui sia stata diagnosticata una malattia sessualmente trasmissibile”. Il costo stimato è di 5 milioni l’anno.

La stessa proposta è stata fatta dalla deputata del Pd, Giuditta Pini. “La contraccezione è un diritto fondamentale alla salute e quindi bisogna inserirla nei Livelli essenziali di assistenza – spiega la Pini – Con una piccola spesa per lo Stato di 5 milioni di euro potremmo fare contraccezione gratuita e consapevole, iniziare a combattere le infezioni sempre più diffuse di malattie sessualmente trasmissibili e ridurre il ricorso all’interruzione volontaria di gravidanza”. Continua a leggere “M5s copia la proposta Pd: “Contraccettivi gratis per under 26 e per richiedenti asilo””

A cena fuori, di fabrizio centofanti

a cena

di fabrizio centofanti

Il problema della preghiera è che non piace. Molta gente prega per dovere. Non a caso la Madonna, in uno dei luoghi dove appare, ripete sempre: pregate finché non vi procuri gioia.
Tutto questo, per un ateo, è assurdo. Ma il bello è che è lo è anche per molte persone religiose: continuano a inanellare rosari, a ripetere orazioni come fossero un cartellino da timbrare.
Non penso che, se si esce con gli amici o con la fidanzata, lo si faccia per dovere. Ha senso se mette allegria e se, già preparandosi, si pregusta un paio d’ore di piacevole relax.
Che c’entra Dio con questo?
Butto lì due citazioni, fra le tante, che potrebbero chiarirlo: Non vi chiamo più servi, vi ho chiamato amici (Gv 15,15); Ti farò mia sposa per sempre (Osea 2,21).
Ebbene sì: pregare è andare a cena fuori, passare la sera con la fidanzata, o con gli amici.
E vediamo se si continua a farlo per dovere.

https://lapoesiaelospirito.wordpress.com

Sulla ruota della vita, di Raymonde Simone Ferrier

di Raymonde Simone Ferrier

Sulla ruota della vita

godersi il panorama, magari in due,
cercando un giusto equilibrio da mantenere
sarebbe un tocca sana.
E bilanciare il peso, alleggerirlo quando eccede,
non spaventarsi se tira tanto vento
da scivolar via dal sorriso della luna
e su cieli così aguzzi l’anima da trafiggere.
E non distrarsi -e a testa in giù, solo poco giù di testa-
pure la parte razionale delle guglie celesti afferrare
avendo cura di non lasciarsi dal cupo delle nuvole
stravolgere.
Dallo slancio della ruota in discesa, schiacciare.
Continua a leggere “Sulla ruota della vita, di Raymonde Simone Ferrier”

Pensarti adesso, di Antonio Scarito

Pensarti adesso

di Antonio Scarito

Pensarti adesso
come fossi oggetto,
da prender in mano
per veder il disegno,
toccare tutto per
scolpirne li dentro e
riparare con esso
dentro un castello
Ancora ti voglio
regina e basta
dentro quel letto
fatto di paglia.
Capelli pieni di
tanti fili mentre
io ti sto vicino,
quasi son dentro .

Continua a leggere “Pensarti adesso, di Antonio Scarito”

Come, join this symposium

newtoneapblog

three-wise-monkeys-2656815_960_720

Come, join this symposium;
Let’s talk what means,
To you, me and all,
This life that tickles us up,
Early morning, wants us to eat,
Lie, love, fight and then sleep,
And again, and again,
tickles us up
To blindly indulge in this
Empty circle of life.

I’ve explored my own life,
For already five years now,
Fifty years of my life;
“Too long,” you may think,
But that’s too short for me;
I feel nothing in this life, now,
But void, an empty void,
Unfathomable, airy void,
Which alone I won’t explore,
So come join this symposium.

In this conscious exploration,
Often, I stop to divert
My line of empty thoughts
And to feel a sigh of relief,
At a luscious, beauteous place
Where I met my life-long love
All my fights to own that love,
But soon I come back
In that heroic line of thoughts
To see…

View original post 56 altre parole

Quixe de carxofes

Celler-Adocse

Ingredients:

  • 6/8 carxofes
  • massa pre-cuinada (de pasta de full o més tipus…)
  • 2/4 ous
  • 40 gr de parmesà

Preparació:

Mentre feu la pre-cocció de la massa, saltegeu les carxofes, tallades a octaus, i les afegiu als ous batuts amb parmesà. A la recepta original hi afegeixen beixamel…no sé, potser queda de conya o potser és un nyap…jo no ho vaig fer. Ni hi he posat crema de llet. Al forn 45 minuts i llestos!

PUBLICAT ORIGINALMENT A: BOOONISSIM

Origen: Quixe de carxofes

View original post

Book Review: I Exist. Therefore I Am.

Bibliophiles Café

I Exist. Therefore I Am by Shirani Rajapakse is a collection of disturbingly moving short stories of the atrocities women in rural India confront and the hope they have for a brighter future. The author’s evocative and unforgiving style of writing is what pumps life into the characters as they walk through life fighting various battles.

View original post 330 altre parole

A ladder over water- published…

Lance Sheridan

The sea was low, floating veil of a sapphire sun
the shore away, plum; crimson white dunes and
clustering sand, ebbs the tide over the silver stone;
through the crimson stream i walked with wood

And nail. …soon as when minutes begun, i built
a ladder to climb to the sea; built with wood from
wrecks in rain and storm, melodiously the wind
sang, yet the forgotten weep in dusk depths of sea

Their bells toll in an unknown tongue, clanged as
i drove rusted, aging ships nails into languished
wood, swelled with salt; the washing waves, clouds
billowy like swaying trees, air thickened, my drifting

Breath, yet i did not tire; my sweat, languent running
drops into the sea, threads of my soul drifting to the
bottom; with calloused hands, a ladder over water so
that i may place a wreath for the fretted sailors drowned.

Copyright © 07/12/16…

View original post 2 altre parole

Vecchio blues

Seidicente

Fundo fotografia desenhado por Kjpargeter – Freepik.com

Volevi delle parole.
Eccole.
Più o meno
sono dodici battute
sparpagliate nel vuoto
come le hai chieste tu
“penetranti fin oltre la morte.”

Come un vecchio blues
con il respiro alla gola
non sei mai sazio dei miei capricci
e spingi fino in fondo il mio dolore.

Sento che ti piace
la mia inquietudine
te ne sazi
come ghiaccio dentro il sole
e la mia voglia cresce
è una doccia fredda che sale
fin là dove solo tu
tra malinconia e peccato
fai buio alla mia ombra
in questa stanza
che prima o poi
ci seppellirà entrambi
vivi.

Gary B.B. Coleman – The Sky is Crying


Contatore per sito

View original post

Meglio che tu non sappia

Seidicente

Black Relationship – Wassily Kandinsky

Meglio che tu non sappia
quanta nostalgia ho di quella buia notte
immensa
nei tuoi grandi occhi neri.
*
Tiro via, a piccoli pezzi
il mio ricordo,
so che ti sto perdendo
a poco a poco:
il profumo dei tuoi capelli
il sapore delle tue dolci labbra
svaniti
insieme a quella notte
e a tutte le sue stelle.
*
Rimani tu per quel che sei adesso
dopo tutto questo tempo
ancora immenso
con i tuoi grandi occhi neri.


Jeremy Warmsley – Moment

Contatore per sito

View original post

The little odyssey

Lance Sheridan

It beguiles-
This little odyssey
With Walrus in brown and ivory
Walking by a shining sea
In the middle of the night,
With billowing waves
And sulky moon;
Bear up the Carpenter
Screaming, screaming,
In his apron armor:

Such quantities of terrapins
Ferried from a fishpond,
With fanged and dreadful heads.
Beware, beware,
Their shells are polished for a joust,
They gleam like easter eggshells;
Said the Walrus fulfilling a boast:
Bring forth each goblin head,
One thrust, one thrust,
One thrust of my tusks

And they are sped;
So a fable goes.
And so the Walrus sings
In his bathtub deep;
But oh, the Carpenter knows
The Sea-Dragon with its fangs
Hazardous and long,
Will uprear from the ocean floor,
Beware, beware,
Of fins and scales
Polished for a meal,

One bite, one bite
One bite of a Walrus
And its belly will be fed;
And all the Oysters…

View original post 43 altre parole

Ghost ship

Lance Sheridan

Shackled to a whole black sea,
Riding the red-tide, this barnacled
Dead ship, skulled and crossboned,
Lists, grinding lumber
In a jacket of worms, diminishing ghost.

All the long gone pirates: They
Get back, though, soon,
Soon, be it by wake, funeral,
Childbirth to a womb:
Any touch a sanctuary, usurping time

Between tick and tack of the clock;
Until they go, each freebooter to lie
Deadlocked in shadows of blue with cold,
Never seeing the sun come up, and are met,
Instead, by wave-tips glittering like jack plugs.

Fading apparitions, ghosts dwindling on peg-legs,
Bureaus of bones, wavering, gauze-edged;
Trailing rudder into the crisp dark cusp of the sea,
Skeletons thin to nothing, the draggled lot;
The ship ribbed every winch and stay.

Copyright © 11/16/18 lance sheridan®

Ghost ship

View original post

Buongiorno e…. Per cosa sono grata oggi?

inpuntadipiedinaturalmente

Buongiorno a tutti! Scusate l’assenza ma è un periodo molto impegnativo questo per me. Come state?

Oggi sono grata soprattutto per un passo che sono riuscita a compiere in questo anno che sta per concludersi.

Lo so… sono stata vaga ma al momento non posso esprimermi perché sono coinvolte altre persone.

E voi per cosa siete grati oggi?

Buon sabato a tutti e a presto!

P.s. grazie per la vostre visite nonostante la mia latitanza !

Un abbraccio!

Elisa

View original post

Curadh, un mio pensiero… di SaraTricoli

Curadh

di SaraTricoli

Ho letto la seconda parte della “La trilogia dell’Apocalisse” di Federica Caglioni:

Curadh

qui sotto ti riporto il Booktrailer, che è ASSOLUTAMENTE da vedere, fidati

Che dire… come anticipato tempo fa (clicca qui) questo libro mi è piaciuto un sacco   non posso dire che mi abbia conquistato più del primo, perché senza il primo non mi sarei gustata il secondo, ma invece posso assicurarti che l’autrice ha saputo catturarmi e coinvolgermi completamente, forse un pizzichino di più…

Tanti colpi di scena, tante cose che davo per scontate e ormai credevo assodate sono invece state messe in discussione e la storia ha preso pieghe veramente interessanti… Continua a leggere “Curadh, un mio pensiero… di SaraTricoli”

Raccolta di poesie “PROFUMO DI VITA”, di Marco Galvagni

 

 

da Izabella Teresa Kostka

Qual è il bene più prezioso per ogni essere umano?

Sicuramente la vita stessa. Oggi volevo parlarVi del nuovo libro di un poeta milanese, “Profumo di vita” di Marco Galvagni  edito da Centro Tipografico Livornese Editore.

Dalla mia prefazione al libro:

“L’amore non deve implorare e nemmeno pretendere.

 L’amore deve avere la forza di diventare certezza dentro di sé.

 Allora non è più trascinato, ma trascina”.

 (Hermann Hesse)

Il grande Platone disse: “al tocco dell’amore, tutti diventano poeti”. Il potere di questo sentimento affascina e sconvolge, confonde e incanta, ferisce e travolge gli esseri umani già dai tempi del peccato primordiale di Adamo ed Eva. L’amore carnale oppure spirituale, proprio o universale, non ha nome l’affetto nascente nell’animo, soltanto la forza del battito del cuore. Esso ci trascina senza chiedere il permesso, plasma e influenza la crescita interiore fin dalla “verde età” dell’acerba infanzia, accompagna su ogni sentiero dell’esistenza guidandoci verso l’autunno della vita, ove regna la luce della saggezza e della comprensione. Continua a leggere “Raccolta di poesie “PROFUMO DI VITA”, di Marco Galvagni”