Pensarti adesso

di Antonio Scarito

Pensarti adesso
come fossi oggetto,
da prender in mano
per veder il disegno,
toccare tutto per
scolpirne li dentro e
riparare con esso
dentro un castello
Ancora ti voglio
regina e basta
dentro quel letto
fatto di paglia.
Capelli pieni di
tanti fili mentre
io ti sto vicino,
quasi son dentro .


Fuori dal mondo
dei nostri giorni,
dalle follie di
questo tempo,
prender tutto
facendo l’amore,
poi stancarmi e
dirtelo ancora.
Restare sempre
dove nessuno
ci lascia soli,
gustare di te
quello che
da la natura ,
tenero appiglio
dove sentire che
tutto finisce per
ricominciare,
in un discorso
fatto sul letto,
dove le piume
piano accarezzano,
lasciando dentro
dolci sensazione
di un piacere
che si rinnova.