Dimagrire…anche la pancia

Creando Idee

Dimagrire velocemente la pancia senza perdere tonicità è possibile solo se si è molto motivati e si unisce a una dieta equilibrata, ma leggera, anche esercizi mirati per rassodare l’addome. Ecco alcuni consigli alimentari per ottenere la pancia sempre più piatta. Bere un bicchiere di acqua appena alzati Prima di ogni pasto bere un bicchiere di acqua per avere la sensazione di essere quasi sazi. Cercare di bere nel giro di 24 ore almeno un litro di acqua a temperature ambiente non gassata.Le bevande gassate e/o contenenti zucchero vanno abolite perché gonfiano e contengono calorie.Diversificare l’alimentazione è importante anche per introdurre minerali e vitamine di diverso tipo.L’apporto di vitamine è fondamentale: assumerle consumando frutta e frullati.Preferire la frutta fresca a quella secca molto calorica e a quella in scatola contiene conservanti.Consumare grandi quantità di verdure soprattutto quelle a foglia verde.Fare attenzione all’eccesso di calorie, evitare tutti i condimenti molto grassi.Se…

View original post 147 altre parole

Il codice di abbigliamento

Creando Idee

Ormai ci sta inseguendo sempre più spesso. E’ lo spettro che ti assale ogni volta che difronte al cassetto  o all’armadio ti assale… è il codice di abbigliamento. Vi sarà capitato di dover partecipare ad una cerimonia, ad una serata formale o ad un business-event ed esservi imbattuti nel codice di abbigliamento consigliato, da seguire scrupolosamente per non risultare fuori luogo. A volte è semplice ed intuitivo. Altre lo è molto meno. Pochi sanno che si tratta di una sorta di “codice internazionale  condiviso”, con regole, sfumature ed accorgimenti da seguire. Quale sarà il codice di abbigliamento giusto per un cocktail party? Che significa “d. c. black tie”? Basta una cravatta nera anche sopra alla maglia della salute?. In qualsiasi contesto culturale o sociale in cui l’uomo si sia mosso nella sua storia sono esistite regole scritte e non scritte che in qualche modo devono essere rispettate. Regole sul…

View original post 201 altre parole

Una favola al Museo

Il caffè è pronto miei cari DADAfan, il suo aroma inebria la stanza e mi fa compagnia in questa grigia giornata di novembre. Come promesso siamo tornate con “Quattro chiacchiere con DADA” e tra un sorso e l’altro del mio caffè oggi vi parlo della nostra ultima creazione, una visita guidata del “Museo Casa Natale di Gabriele d’Annunzio” pensata per i più piccini.

Qualche giorno fa abbiamo ricevuto una richiesta da parte di un’insegnante della scuola dell’infanzia che si è mostrata interessata a portare in visita al museo la sua classe. Come spiegare un museo a dei bambini di 5 anni? Su cosa puntare per farli avvicinare al poeta, alle opere d’arte conservate all’interno del museo e al clima di fine Ottocento che si respira a Casa d’Annunzio? Da tempo mi balenava nella mente la voglia di inventare una fiaba usando come protagonisti i personaggi del museo. Mi piaceva l’idea…

View original post 462 altre parole

Daria Carmi: Prorogate le mostre al Castello

Prorogate le mostre al Castello

Casale Monferrato: Le esposizioni a ingresso gratuito allestite al Castello del Monferrato Tracce di Cemento: Il carnet di viaggio sull’archeologia industriale e Good morning… good night. Cinque artiste e una curatrice dall’Iran. The sequel, visitabili nelle sale del secondo piano, sono state prorogate fino al 13 gennaio 2019.

mostre Good Morning

Le mostre rimarranno aperte al pubblico sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 (domenica 6 gennaio inclusa). Chiusura nei festivi 25 e 26 dicembre e il 1° gennaio.

Saranno possibili anche visite infrasettimanali su prenotazione al numero 0142 444330.

Maggiori approfondimenti sulle esposizioni possono essere trovati ai seguenti link:

Continua a leggere “Daria Carmi: Prorogate le mostre al Castello”

L’intelligenza artificiale può aiutare a far emergere il trauma

ORME SVELATE

Abuse (Katrin Alvarez)
Abuse (Katrin Alvarez)

Quando i bambini sono vittime di crimini, le testimonianze legali fornite sono note come interviste forensi. Tuttavia, poiché le vittime sono spesso traumatizzate e potenzialmente abusate dai loro caregivers, possono essere riluttanti a presentare accuse o divulgare informazioni pertinenti. Come tale, è stato sviluppato un protocollo per estrarre con cura il maggior numero possibile di informazioni rilevanti su un crimine. E se l’intelligenza artificiale potesse essere uno strumento utile per aiutare le giovani vittime a raccontare le loro storie? Cosa succederebbe se l’intelligenza artificiale potesse supportare gli intervistatori con strumenti che aiutassero a raccogliere informazioni in modo appropriato? Questo è il tema di un documento presentato alla Conferenza internazionale ACM del 2018 sull’interazione multimodale, recentemente a Boulder, in Colorado. I ricercatori, per determinare se e in che modo gli strumenti computerizzati possono valutare accuratamente la produttività delle interviste forensi. Inoltre, il documento testimonia come i ricercatori hanno…

View original post 654 altre parole

La maca

Creando Idee

Ci credereste se vi dicessimo che c’è un superalimento in particolare in grado di aiutarvi realmente a combattere stress e depressione, a sentirvi pieni di energia e a ricaricare la libido in modo esponenziale? Probabilmente no, eppure sembra esista davvero: parliamo della maca, un tubero originaria del Perù considerata un adattogeno, ovvero una di quelle erbe quasi miracolose che aiutano il corpo a raggiungere l’equilibrio ormonale e a gestire lo stress. Disponibile in tanti formati  polvere per i frullati e compresse sono quelli più comuni  si trova facilmente in erboristeria. È il momento di correre a farne scorta? Nì: prima di assumerla il caso di fare i conti con gli eventuali effetti collaterali della maca. Sì, perché anche i superfood possono avere qualche contro oltre agli innumerevoli pro. La ricerca scientifica sull’efficacia di questo adattogeno, purtroppo, non è molta: gli stessi effetti positivi andrebbero approfonditi con studi clinici più estesi…

View original post 144 altre parole

Non sei sola: musica e parole a Palazzo Langosco Per la giornata contro la violenza sulle donne Martedì 27 si firma il Protocollo Territoriale

Non sei sola: musica e parole a Palazzo Langosco Per la giornata contro la violenza sulle donne Martedì 27 si firma il Protocollo Territoriale

Casale Monferrato: Domenica 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, l’Assessorato alle Pari Opportunità organizza, alle ore 16,30, nei locali al piano terreno di Palazzo Langosco (ex Biblioteca Ragazzi – via Corte d’Appello 12) l’evento “Non sei sola” il cui titolo riprende i temi del pieghevole “Ricordati.. non sei sola se..” realizzato dai componenti del Tavolo Territoriale contro la violenza sulle Donne e distribuito a partire dallo scorso mese di maggio alle scuole e in vari luoghi di aggregazione.

non sei Tavolo Territoriale donne casale

Durante l’evento si alterneranno riflessioni e brevi interventi a brani musicali della band M-Joy.

L’assessorato alle Pari Opportunità, il Comando Compagnia Carabinieri, il Commissariato di Polizia di Stato, l’Asl – Al, l’Ordine degli Avvocati di Vercelli, la Croce Rossa, l’Avis, me.dea onlus, Soroptimist International Club e Albero di Valentina spiegheranno a tutti gli intervenuti i risultati di un anno di lavoro sul tema e presenteranno i loro progetti.

«Ogni anno il 25 di novembre si spera di non dover più parlare di violenza, purtroppo la realtà è ben diversa e una soluzione non è facile e immediata. Tutti insieme possiamo però riflettere, discuterne e soprattutto agire. Con istituzioni e associazioni dobbiamo garantire la difesa di chi subisce violenza. Il percorso è ancora lungo: serve educazione per le nuove generazioni e ascolto e aiuto per chi è in sofferenza» spiega l’assessore alle Pari Opportunità Ornella Caprioglio. Continua a leggere “Non sei sola: musica e parole a Palazzo Langosco Per la giornata contro la violenza sulle donne Martedì 27 si firma il Protocollo Territoriale”

So chi sei

Il Blog di Roberto Iovacchini

9788842931737_0_0_300_75

Titolo: So chi sei

Autore: Elisabeth Noreback

Editore: Nord

Un thriller psicologico con tre donne protagoniste.

Stella Widstrand è una psicoterapeuta professionista, sposata con un figlio, apparentemente sembra una donna realizzata e felice. Ma la sua vita è stata segnata da un evento terribile. Vent’anni prima era scomparsa sua figlia di un anno durante una vacanza al mare. Le indagini non avevano portato a nessun risultato e la bambina fu dichiarata deceduta per annegamento anche in mancanza del ritrovamento del corpo. Vent’anni dopo, allo studio di Stella, si presenta una nuova paziente. Stella non ha dubbi, quella ragazza è sua figlia Alice, scomparsa quel giorno disgraziato al mare.

Isabelle Karlsson è una giovane studentessa universitaria. Frequenta l’Università a Stoccolma, dopo varie discussioni in casa. Sta attraversando un brutto periodo, suo padre è morto da poco e la madre le ha comunicato che quello non era il suo padre biologico ma…

View original post 368 altre parole

Il Sud, da “Fervore di Buenos Aires”, Jorge Luis Borges

nonsolobiancoenero

Da un tuo cortile aver guardato
le antiche stelle,
dalla panchina in ombra aver guardato
quelle luci disperse
che non so ancora chiamare per nome
né ordinare in costellazioni,
aver sentito il cerchio d’acqua
nel segreto pozzo,
l’odore del gelsomino e della madreselva,
il silenzioso uccello addormentato,
la volta dell’androne, l’umido
forse son queste cose la poesia.

(Traduzione di Tommaso Scarano)

El Sur

Desde uno de tus patios haber mirado
las antiguas estrellas,
desde el banco de sombra haber mirado
esas luces dispersas,
que mi ignorancia no ha querido nombrar
ni ordenar en constelaciones,
haber sentido el círculo del agua
en el secreto aljibe,
el olor del jazmín y la madreselva,
el silencio del pájaro dormido,
el arco del zaguán, la humedad
—esas cosas, acaso, son el poema.

The South

To have watched from one of your patios
the ancient stars,
from the bench of shadow to have watched
those…

View original post 56 altre parole

BRIBES (III)

Niala-Loisobleu

a87599e6ecd0f8626201a705749eb2e3

BRIBES (III)

A peine qu’on l’ait vu se poser

que déjà

NOUS

jetait son premier cri

en corps attaché au ventre écartelé aux étriers du chevalet

Perte en eaux pour gagner en récoltes

le village-flottant pousse de la tête sur pilotis

Une bribe mise à une autre

Pablo

NOUS

laissera du ventre

la patte  à modeler l’anatomie du chemin

à notre nouvelle image…

Niala-Loisobleu – 22/11/18

View original post

DES ENFANTS VONT ECLORE

Niala-Loisobleu

A2-Niala 5

DES ENFANTS VONT ECLORE

J’aurai vécu un jardin au long du long, dès le le départ de la découverte de la fleur des rues dans ma prime jeunesse. Au fil des saisons de l’âge, aucun événement n’aura réussi à m’en défaire. La cruauté, l’inhumanité des hommes, leur capacité à détruire, malgré les cris tortionnaires qu’ils m’ont infligé, ont perdu. Plus la laideur se répand sur l’univers plus je sème, n’ayant d’autre réponse que l’amour est la seule fleur qui survit à la coupe rase. Je peins pour rien qui rapporte, ni comme un loisir, un travail, , me bat pour y parvenir, c’est mon credo, ma persuasion que seule la poésie est la solution de sauvegarde. Le sacré dans toute sa manifestation, Lorsque le soir vient j’entends le chant du coq se remonter tout seul.  Des enfants vont éclore

.Niala-Loisobleu – 20/11/18

View original post

GIAPPONE

NOMADI IN CAMICIA

Il nostro viaggio nel paese del sol levante inizia atterrando all’areoporto di Tokyo-Narita, saltiamo i primi 3 giorni trascorsi nella capitale, alla quale dedicheremo un’articolo a se, e saltiamo direttamente al terzo giorno e alla nostra gita fuoriporta a Nikko e i suoi templi.

GIAPPONE 4775.JPG

Partendo dalla stazione di Ueno, vicino al nostro albergo, in un paio di ore siamo a Nikko, una volta usciti dalla stazione invece di prendere il bus navetta passiamo in mezzo al paese raggiungendo il ponte sacro di Shin-Kyo.

GIAPPONE 4893.JPG

Esso si trova ai piedi di una lunga e ripida scalinata (sono una costante in Giappone) che attraversando la foresta porta a templi e pagode, il piu’ famoso dei quali è il tempio Toshogu dove in un bassorilievo sono rappresentate le tre scimmiette                            nonvedo-nonsento-nonparlo.

Il sito è un continuo di scalinate che portano a…

View original post 1.365 altre parole

DROIT O GAUCHE: IL DILEMMA PARIGINO

NOMADI IN CAMICIA

Parigi o la si odia o la si ama, c’è poco da fare, la “Ville Lumiere” suscita emozioni contrastanti nei visitatori, la grandiosità dei palazzi affacciati sui boulevard alberati degli arrondissement centrali fa da contro alle sterminate periferie che si intravedono dal treno RER che porta dall’aeroporto Charles DeGaulle  alla Gare du Nord.

Qui, nell’affollato piazzale della stazione, dove si incontrano i viaggiatori piu’ disparati, dal pendolare al turista che prende L’Eurostar in direzione Londra, fare un biglietto per il metro’ puo’ rivelarsi un’impresa mistica, tra falsi addetti del trasporto pubblico, borseggiatori e clochard, il nostro consiglio è quello di dirigersi direttamente agli sportelli in maniera da farsi seguire passo passo da un’impiegato.

Una volta superato questo trauma iniziale si inizia a scoprire il fascino immutabile della capitale francese ed il suo dualismo tra le due rive opposte della Senna: la Rive Gauche e la Rive Droite,  le loro differenze…

View original post 835 altre parole

La Centrale del Latte di Alessandria e Asti tra le eccellenze di Linea Verde Life, di Lia Tommi

Le telecamere della Rai, nei giorni scorsi, sono entrate nello stabilimento della Centrale del Latte di Alessandria e Asti, in viale Massobrio, per raccontare un modo di lavorare sostenibile.
Con grande soddisfazione, infatti, l’azienda è stata scelta, quale eccellenza alessandrina, da “Linea Verde Life”, programma di Rai Uno che mette al centro la sostenibilità.
La puntata andrà in onda sabato 24 novembre e sarà interamente dedicata ad Alessandra, grazie a una preziosa attività di promozione avviata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.
Il programma permetterà di raccontare a un grande pubblico la storia della Centrale e i suoi valori, che si fondono sul disciplinare di filiera firmato nel 1999 – primo esempio di questo tipo in Italia – documento che garantisce il rispetto delle norme previste per la produzione di “Latte Alta Qualità” e l’impegno nel miglioramento continuo delle pratiche di allevamento.

La conduttrice Chiara Giallonardo ha visitato lo stabilimento con la sua troupe, esplorato il significato di “filiera corta” e , in particolare, raccontato la sapienza tecnica e umana che si cela dietro i prodotti e i processi della Centrale alessandrina: ne è un esempio il latte biologico che a differenza dei principali competitor sul mercato è latte “fresco” grazie al processo di pastorizzazione “dolce”.
Un focus ha poi riguardato l’impegno della Centrale nella sostenibilità ambientale, con i suoi 6 milioni di euro investiti negli ultimi anni per perseguire obiettivi di efficienza delle produzioni. Un esempio su tutti: le bottiglie di latte sono ottenute quotidianamente e internamente da semilavorati (preforme) provenienti da uno stabilimento sito a 20Km dalla Centrale. Rispetto alle bottiglie acquistate già soffiate, questo sistema consente di risparmiare, in un anno, circa 300 viaggi di un TIR con la conseguente riduzione d’impatto ambientale.
Infine, un cenno alle attività di responsabilità sociale dell’azienda: il sostegno continuativo a oltre 20 organizzazioni di volontariato che fronteggiano l’emergenza alimentare attraverso la donazione quotidiana di prodotti, l’adozione di una politica distributiva del latte che “impara” quotidianamente dai “resi” e tara le consegne al fine di evitare il più possibile gli sprechi del prodotto, la sponsorizzazione di attività culturali e sportive, come espressione di vicinanza al territorio.

Per scoprire o riscoprire tutto questo, l’appuntamento è per sabato 24 novembre, alle ore 12.20 su Rai Uno.

Squeeze box

Lance Sheridan

I think I am getting up,
I think I might rise:
The sound of music coming from
My neighbor’s house is not exactly a lullaby;
And I am pure insanity!

So he who plays the wood box
Square in a chair by a window seat,
I would hope be almost too heavy to lift,
Or would lockup;
But whatever the music means,

I pray would dissolve into thin air.
He shapes and misshapens it
Like a melon strolling on two tendrils;
I am writhing my hands in fortitude,
I am boarding the train for an institute

And there is no getting off!
By doing so, that hideous sound
Would ignore me immediately;
But my neighbor stares quite indignantly,
For you see he is tone-dead.

Copyright © 11/22/18 lance sheridan®
Squeeze box

View original post