Erbe rilassanti

Creando Idee

Stanchezza, ansia, irritabilità e insonnia sono disturbi diffusi e comuni, quasi sempre generati da ritmi di vita scatenati e da un comune denominatore, lo stress che possono essere però alleggeriti grazie all’utilizzo di erbe rilassanti. Complice il lavoro e i problemi quotidiani, spesso lo stress può causare disturbi di salute seri, o comunque da non sottovalutare. Per questa ragione occorre saper ascoltare il proprio corpo e cogliere i segnali che ci invia prima che l’ansia diventi cronica e si trasformi in vera e propria depressione. Per prevenire le complicazioni indotte dallo stress e sciogliere la tensione quotidiana in modo naturale possiamo ricorrere ad alcune erbe che sembrano fatte apposta per superare con successo le difficoltà dello stress. Alcune piante officinali, infatti, possiedono spiccate proprietà antidepressive, stimolanti e rilassanti…Ci sono delle erbe contro lo stress e nervosismo che possono agire sotto forma di tisana rilassante, in infusione o come tintura madre…

View original post 63 altre parole

Libri

Pensieri sparsi

«Per me c’è solo il viaggio su strade che hanno un cuore, qualsiasi strada abbia un cuore. Là io viaggio, e l’unica sfida che valga è attraversarla in tutta la sua lunghezza. Là io viaggio guardando, guardando, senza fiato.
Tutto è solo una strada tra tantissime possibili. Devi sempre tenere a mente che una strada è solo una strada; se senti che non dovresti seguirla, non devi restare con essa a nessuna condizione. Per raggiungere una chiarezza del genere devi condurre una vita disciplinata. Solo allora saprai che qualsiasi strada è solo una strada e che non c’è nessun affronto, a se stessi o agli altri, nel lasciarla andare se questo è ciò che il tuo cuore ti dice di fare. Ma il tuo desiderio di insistere sulla strada o di abbandonarla deve essere libero dalla paura o dall’ambizione.
Ti avverto. Guarda ogni strada attentamente e deliberatamente. Mettila alla prova…

View original post 52 altre parole

libri

Pensieri sparsi

Il famoso antropologo Ashley Montagu ha documentato la profonda importanza del contatto fisico per il benessere fisico e psicologico degli esseri umani in un libro intitolato ” Il linguaggio della pelle”.
Il contatto fisico è uno dei modi umani fondamentale di rapportarsi.
Stringersi la mano e abbracciarsi sono rituali simbolici che comunicano un’ apertura e un sentirsi collegati, forme simboliche di riconoscimento dell’essere in relazione. E, quando sono compiuti con consapevolezza, questi gesti diventano molto di più, toccano una sfera di rapporto profonda e diventano canali per l’espressione di sentimenti.
Quando invece ci tocchiamo in maniera meccanica e abitudinaria, il significato cambia dalla connessione alla sconnessione, e si genera un senso di frustrazione e di fastidio. A nessuno piace venir trattato meccanicamente e certamente a nessuno piace venir toccato meccanicamente.
Pensiamo al fare l’amore, una delle piu’ intime forme di contatto fisico: quando il tocco e’ automatico e meccanico…

View original post 138 altre parole

Maschere viso fai da te

Creando Idee

Le maschere viso sono una sferzata di energia per la nostra pelle. Ma avete mai pensato che in casa abbiamo tantissimi ingredienti naturali ed efficaci con i quali realizzare delle maschere viso adatte a appagare le tante esigenze della nostra pelle?Il miele, ad esempio è un ingrediente dalle grandi proprietà benefiche. Il miele ha, infatti, proprietà idratanti ed emollienti sull’epidermide. Esso inoltre è ottimo sulle pelli grasse perché ha un grande potere antisettico. Maschera viso miele e limone: questo tipo di maschera è adatta alle pelli grasse e tendenti alla produzione di punti neri. Il limone, infatti, ha grandi proprietà astringenti. Mescolare 1 – 2 cucchiai di succo di limone con 1 – 2 cucchiai di miele grezzo. Miscelare bene gli ingredienti e applicare sulla pelle del viso struccata. Lasciare in posa per un quarto d’ora circa, poi risciacquare con acqua tiepida. La pelle del viso sarà più luminosa, i…

View original post 89 altre parole

Poesia

Pensieri sparsi

Restare in silenzio (Pablo Neruda)

Ora conteremo fino a dodici
e tutti resteremo fermi.
Una volta tanto sulla faccia della terra, 
non parliamo in nessuna lingua;
fermiamoci un istante,
e non gesticoliamo tanto.

Che strano momento sarebbe
senza trambusto, senza motori;
tutti ci troveremmo assieme
in un improvvisa stravaganza.

Nel mare freddo il pescatore
non attenterebbe alle balene
e l’uomo che raccoglie il sale
non guarderebbe le sue mani offese.

Coloro che preparano nuove guerre,
guerre coi gas, guerre col fuoco,
vittorie senza sopravvissuti,
indosserebbero vesti pulite
per camminare coi loro fratelli
nell’ombra, senza far nulla.

Ciò che desidero non va confuso
con una totale inattività.
È della vita che si tratta;….

Se non fossimo così votati
a tenere la nostra vita in moto
e per una volta tanto non facessimo nulla,
forse un immenso silenzio interromperebbe la tristezza
di non riuscire mai a capirci
e di minacciarci con la…

View original post 31 altre parole

Il durian

Creando Idee

Il durian è un frutto molto particolare, che tende ad essere amato o odiato per via per del suo odore e sapore intenso. Questo originale frutto è diffuso soprattutto in Paesi asiatici come Malesia e Thailandia, dove esistono locali adibiti alla vendita ed al consumo dei durian, che vengono aperti su tutti e quattro i lati per evitare che le esalazioni del ‘re dei frutti’ si accumulino al chiuso.. L‘odore del frutto è, in effetti, tra le sue caratteristiche decisamente la meno attraente, visto che i gas esalati ancor prima dell’apertura ricordano qualcosa di putrefatto o andato a male. I commenti di chi lo descrivono come l’odore di un formaggio particolarmente puzzolente secondo noi non rendono l’idea. Pensate che nei paesi dove viene coltivato esistono anche particolari divieti nell’adoperarlo negli ambienti chiusi.Il particolare odorato del frutto è dato dalla presenza in quantità assai rilevante di acido solfidrico e solfiti. Anche…

View original post 231 altre parole

Cose così

Pensieri sparsi

Avventure in “casa Spano’”
Ieri sera mio figlio mi dice che stamane sarebbe andato a scuola per le dieci , visto lo sciopero di non so cosa.
E io dico: ok!
Prima di chiudere gli occhi mi attraversa il debole pensiero che sarebbe stato meglio assicurarmi che avesse puntato la sveglia , ma confidando sulla sua autonomia , mi abbandono a Morfeo .
Esco di casa alle 8.30 ( in ritardo pure io stamattina ) lo chiudo dentro .
Sicura che lui avesse la chiave lunga , necessaria per aprire la serratura da dentro .
Alle ore 9.30 ancora non visualizza il mio messaggio su wa .
Capisco che la sua autonomia ha un limite .
Mi rimprovera anche di non averlo svegliato ..ma non era ancora connesso con la parte frontale dei lombi cerebrali . Lo perdono.
Mi manda subito un altro messaggio avvisandomi che la sua chiave lunga…

View original post 107 altre parole

Ho dato la vita, di Loredana Mariniello

Ho dato la vita, di Loredana Mariniello

Poeti italiani del ‘900 e contemporanei

ho dato

Ho dato la vita,
perchè ho creduto
in un sogno d’amore.
Ti ho donato
l’integrità del mio cuore,
credendoti un
saldo uomo d’onore.
La rosa sbocciata
con turpi bugie,
tu l’hai offesa,
mortificandone
la schiusa,
ma povera illusa,
di fronte all’evidenza,
io non mi sono
mai arresa e
sempre in attesa
di una chimerica
sorpresa,
in un film
di quarto ordine
mi sono reclusa
sfogliando
le pagine colme
di false immagini
ritraenti una famiglia
radiosa, magistralmente
ti prodigavo cure
e attenzioni proprie
di una brava moglie
e di una sposa virtuosa. Continua a leggere “Ho dato la vita, di Loredana Mariniello”

Non nasconderti, di Mariella Bartolucci

Non nasconderti, di Mariella Bartolucci

Le Mie Poesie

non nascond

Non nasconderti
nei vicoli
più impensati
della mia città
antica
o in grotte
immacolate.
Lo sai che
ti troverò
lentamente,
con passo
greve.
Indossero ‘
sui lunghi
e biondi
capelli
una coroncina
di gelsomini
profumati,
da stanarti
dal quel vicolo
nascosto.  Continua a leggere “Non nasconderti, di Mariella Bartolucci”

“Commissari sulle tracce del male”, un programma condotto da Pino Rinaldi, con la collaborazione della Polizia di Stato

“Commissari sulle tracce del male”, un programma condotto da Pino Rinaldi, con la collaborazione della Polizia di Stato

Questura di Alessandria: Da sabato 24 novembre e per 8 serate andrà in onda la seconda serie di “Commissari – sulle tracce del male” un programma condotto da Pino Rinaldi e realizzato con la collaborazione della Polizia di Stato.  

La serie racconta l’attività d’indagine svolta dagli “investigatori” della Polizia di Stato su alcuni casi di cronaca giudiziaria avvenuti in diverse città d’Italia che hanno segnato profondamente il loro lato umano.

fiction BARTOLOTTA 3 (1)fiction BARTOLOTTA 2

Protagonista di ogni puntata è il “Commissario” che ha trattato il caso, colui che alla fine si è trovato faccia a faccia con il responsabile del reato. Sarà lui, intervistato da Pino Rinaldi, il volto e la voce narrante del racconto dell’attività investigativa svolta.

Il racconto del “Commissario” sarà arricchito dal materiale documentaristico di repertorio e dal ricordo dell’esperienza vissuta insieme alla sua squadra che lavorando al suo fianco ha contribuito alla risoluzione del caso di cronaca giudiziaria.

Prima Puntata
La Donna senza mani

È il 5 novembre del 2009, siamo a Varese, il “Commissario” Sebastiano Bartolotta è a cena. Continua a leggere ““Commissari sulle tracce del male”, un programma condotto da Pino Rinaldi, con la collaborazione della Polizia di Stato”

I POETI, di Mariella Bartolucci

I POETI, di Mariella Bartolucci

Le Mie Poesie

i poeti

I POETI

La vita
non è
stare comoda
seduta
o strisciante
su un divano.
La vita
non è
amorfa
o abbandono
voluttuoso.
Lavorare
ridere
ballare
cantare
e pensare
per scrivere
a seconda
dell’umore
o del battito
del cuore.
Questa è la vita
del poeta. …
Lasciate parlare
I poeti
per trovare
l’identità universale.
7/11/2018.

Scatta l’obbligo della fatturazione elettronica, ecco come mettersi in regola

Scatta l’obbligo della fatturazione elettronica, ecco come mettersi in regola

Con il Portale del Socio per dare soluzioni e risposte concrete alle aziende

Organizzati da Coldiretti Alessandria partiranno martedì corsi formativi e informativi 

Dal 1° gennaio 2019 entra in vigore per tutte le imprese, comprese quelle agricole, l’obbligo della fatturazione elettronica. Si tratta, in pratica, di un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fattureche va a sostituire integralmente quelle cartacee.

Schermata 2018-11-23 a 13.15.41

Organizzati da Coldiretti Alessandria partiranno da martedì 27 novembre alle 9.30 gli incontri finalizzati proprio ad illustrare tutti i dettagli dell’obbligo di emissione della fattura elettronica che interessa  tutti i rapporti commerciali che intercorrono tra soggetti residenti nel territorio dello stato, sia nei rapporti tra soggetti passivi iva sia nei confronti dei privati per le operazioni soggette all’obbligo di fatturazione.

“Coldiretti ha ritenuto necessario e fondamentale affrontare questa nuova problematica attraverso una serie di incontri per aiutare le aziende ad affrontare al meglio questo nuovo adempimento e di proporre diverse soluzioni sia per l’emissione, sia per la ricezione delle fatture elettroniche. – ha affermato il Presidente provinciale Coldiretti Alessandria Mauro Bianco – La nostra Organizzazione sta mettendo in campo tutte le sue risorse e competenze. Questi incontri formativi e informativi si svolgeranno su tutta la provincia e sarà l’occasione per spiegare gli adempimenti necessari per la “fatturazione digitale” da aggiungere al Portale del Socio Coldiretti, in grado di dare soluzioni e risposte concrete  alle imprese agricole.” Continua a leggere “Scatta l’obbligo della fatturazione elettronica, ecco come mettersi in regola”

Monferrato Classic Orchestra

Monferrato Classic Orchestra

Sabrina Lanzi https://monferratoclassicorchestra.weebly.com

img-20180723-wa0004_orig

Photo Alex Kosvan

Nell’ambito del Monferrato Classic Festival nasce nel 2017, per volere del direttore artistico Sabrina Lanzi,

la Monferrato Classic Orchestra.

La MCO è un’orchestra sinfonica versatile  che affronta repertori classico/sinfonici con particolare attenzione al repertorio romantico e post-romantico. In occasioni particolari l’orchestra si riduce anche a formazione di soli archi con la denominazione di Camerata MCO.

Primo obiettivo dell’Associazione “Musica e Pensiero” è quello di consentire ai giovani strumentisti di accrescere ed arricchire il loro repertorio orchestrale e di condividere insieme giornate di prove e concerti nelle splendide cornici del territorio del Monferrato, consentendo la riscoperta e la valorizzazione della regione e delle locazioni storico/artistiche presenti  in questa area.

I musicisti della MCO hanno la preziosa possibilità di collaborare anche con istituzioni estere e altre Orchestre Giovanili in Europa, attivando così un polo di scambio culturale europeo. Continua a leggere “Monferrato Classic Orchestra”

L’agente del caos

Il Blog di Roberto Iovacchini

index

Titolo: L’agente del caos

Autore: Giancarlo De Cataldo

Editore: Einaudi

Un’autore italiano ha scritto un libro sulla vita di un agente americano di nome Jay Dark. Dopo qualche tempo dall’uscita del libro, l’autore viene avvicinato da un avvocato, anche lui americano, che gli offre la sua versione dei fatti e lo invita a scrivere un nuovo libro su Jay Dark, questa volta senza le imprecisioni contenute nell’opera precedente.

Iniziano una serie di incontri tra lo scrittore e l’avvocato con quest’ultimo che racconta la sua versione dei fatti, che a suo dire conosce bene per esserne stato testimone diretto. Il racconto degli incontri tra scrittore ed avvocato si alterna alle storie della vita di Jay Dark, in un piacevole continuo salto temporale e di ambientazione.

Il libro riscrive la storia degli anni sessanta e settanta con i servizi segreti americani impegnati a destabilizzare i movimenti giovanili con l’immissione nel mercato di…

View original post 335 altre parole

I neuroni e la sindrome delle gambe senza riposo

ORME SVELATE

The Leg Series 2 (Emma Scott-smith)
The Leg Series 2 (Emma Scott-smith)

Una nuova ricerca pubblicata sul Journal of Physiology presenta una svolta nel trattamento della Restless Legs Syndrome o sindrome delle gambe senza riposo(RLS). La RLS è una condizione comune del sistema nervoso che provoca una voglia irresistibile di muovere le gambe. I pazienti lamentano sintomi spiacevoli come formicolio, bruciore e dolorose sensazioni crampi alla gamba. Più dell’80% delle persone con RLS la sperimenta scuotendo le gambe o con contrazioni in modo incontrollabile, di solito durante la notte. Fino ad ora si pensava che la RLS fosse causata da meccanismi genetici, metabolici e del sistema nervoso centrale. Per la prima volta i ricercatori dimostrano che, in realtà, non è solo il sistema nervoso centrale, ma anche le cellule nervose che prendono di mira i muscoli stessi. Questa nuova ricerca indica che i movimenti involontari delle gambe in RLS sono causati da una maggiore eccitabilità delle…

View original post 231 altre parole