Emigrati, di Mariella Bartolucci a Le Mie Poesie

Emigrati, di Mariella Bartolucci a Le Mie Poesie

emigrATI

Emigrati.

Il mare

non rifiuta nulla!

Neppure cadaveri. …

che cadono

da barche

rarefatte. .

Un’ ondata

si porta via

donne

bambini

e giovani.

Non cercavano

cose futili,

ma un futuro

meno disperato.

Con mani

tremanti

chiedono aiuto

tra urla e schiamazzi.

Piangono

e implorano soccorso.

Tanti cadono giù

come pesci

smarriti,

con la bocca aperta

piena di sale,

nei profondi

abissi del mare.

Ormai per sempre

sconfinati

dalla vita.

A volte questo è

Il destino

di tanti emigrati.

10/6/2018.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...