Alessandria: Dedicare il proprio tempo e le proprie energie per migliorare la giornata di chi è meno fortunato è un’esperienza formativa, bella ed arricchente.

Lo sanno bene i ragazzi dell’Istituto ‘Vinci – Migliara’, che anche quest’anno si preparano a vivere un momento all’insegna della solidarietà con la ‘Colletta Alimentare’, proposta a livello nazionale dal Banco Alimentare.

Gli studenti, che hanno a cuore questa attività, inclusa nel progetto ‘Vol.Pe – Pronto Intervento Volontario’, regaleranno il proprio tempo e la propria energia per raccogliere beni alimentari di prima necessità da destinare alle persone più bisognose della nostra provincia.

Sabato 24 novembre, così, una trentina di ragazzi e ragazze dell’Istituto ‘Vinci – Migliara’ presteranno servizio in due supermercati della città di Alessandria, accompagnati dai docenti che seguiranno i propri studenti in questo evento di solidarietà e fratellanza.

“C’è un duplice, importante valore in questo gesto. – commenta il preside, l’ingegner Salvatore Ossino – Riproponiamo questa esperienza ai nostri ragazzi perché siamo fortemente convinti dell’importanza della solidarietà, valore cardine, ma anche per permettere ai giovani di donare il proprio tempo per metterlo al servizio della comunità e di chi è in difficoltà. Il giorno in cui si terranno le collette, infatti, è sabato, giorno in cui la scuola è chiusa”.

I ragazzi saranno presenti nel supermercato ‘Penny Market’ di via San Giovanni Bosco e nel supermercato ‘Unes’ di via Filzi, dalle 8.30 alle 19.30.

Non è tutto: l’Istituto, infatti, propone agli studenti, alle famiglie, al personale scolastico e ai docenti anche una raccolta di fondi da destinare all’acquisto di derrate alimentari da destinare ai più bisognosi.

“Ci piace partecipare a questi eventi di solidarietà”, spiega Eleonora Ugioli, una delle studentesse che parteciperà alla giornata della ‘Colletta Alimentare’. “Mettiamo il nostro tempo a disposizione di chi ne ha più bisogno”, le fa eco Marco Baseggio, un altro giovane volenteroso che sabato lavorerà per la riuscita del progetto. “È un gesto d’affetto”, conclude Elisa Peruzzetto, riassumendo il pensiero dei compagni, dei docenti e del personale che parteciperà all’iniziativa.

Comunicato stampa dell’Unione Giornalisti e Comunicatori Europei

Maria Luisa Pirrone