Mamma

Io e il Leviatano - ©gpalumbo

34777664_1545679592225063_8442915971672309760_n

Cosa è rimasto
delle tue belle fioriture,
il tuo sorriso,
che snebbiava
il freddo inverno.
Tu alla finestra,
da fare invidia al sole
e le tue belle gambe
che ti hanno tradito.
E a me cosa resta,
povero cardo nato
in un roseto,
il tocco appena del vivere,
la tua accecante bellezza
che ride da una vecchia foto
su una sedia vuota.
Ma tu sei e sarai.
Le nebbie non ti avranno
fintanto che ti amo.
Ora il Tempo non scandisce nulla,
adesso è solo Attesa.

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...