Fino a quando

Il mio cuore nudo

AFino a quando

la volontà rimane miope,

recita l’ombra, dove galleggia

un’assenza che ancora

non si stanca di questa

ambiguità immaginata di profilo.

In sospeso nel buio

che confonde e disorienta,

gli sbalzi di rumore che si abbattono

in questo silenzio di facciata.

Una gabbia inquieta

relega ogni fantasia

al travestimento più nobiliare,

anarchia abbracciata a sorella utopia.

Lascia che cresca la voglia di parlare

sotto il cielo dei ricordi,

dove il rumore delle parole,

avanzate al dispiacere,

si attorcigliano ad istinti silenziosi,

striscianti come anelli del rosario.

Le sillabe congiunte ad ogni vocale

sono splendide morti bianche, che

non illudono davanti agli occhi,

carichi di nuvole e vento,

snocciolano incanti, sopra ogni impronta

di ombre a sigillo di verità

lasciate decantare nel tempo.

11/11/018

Thomas Amadei

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...