Il posto, di Cristina Saracano

DSC_0378.JPG

C’è un posto che è mi ha fatto compagnia spesso nella mia vita: Piazza Vittorio Veneto, nella mia città, Alessandria.

Qui ho frequentato le scuole elementari quando le femmine avevano il grembiule bianco, i maschietti nero, e la maestra era una sola, la mia, col grembiule anche lei, azzurro.

Mi ricordo quando si toglieva le scarpe eleganti e indossava, in palestra, le scarpe da ginnastica, per fare esercizi con tutti noi.

Siccome questa è una piazza di tutto rispetto, non possono mancare le panchine: il luogo dell’aggregazione per eccellenza, dove si trovano le compagnie di ragazzi coi motorini, dove gli adolescenti si scambiano i primi indimenticabili baci, o, altri adolescenti, si siedono e discutono. Parlano di ragazze, di ragazzi, di quello che, sempre, piace a noi, ma non ci guarda nemmeno, della speranza che svaniscano i brufoli, delle parole giuste da usare con una che ti interessa, con la delicatezza di un gatto che salta da un soprammobile all’altro senza rompere nulla. Ci siamo stati tutti a parlare sulle panchine.

E cosa c’è ancora su questa piazza? La Biblioteca civica.

Il mio luogo preferito, dove si respira aria di cultura, dove mi piacer ancora cercare libri, carta, da toccare, da annusare, parole da leggere.

Qui mi sento come a casa.

di Cristina Saracano

foto di Enrico Barbetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...