Migranti del mare, di Marco Bozza

di Marco Bozza

Migranti del mare, migranti della salute, migranti del lavoro. Il sud è una migrazione infinita in cui la civiltà in alcuni suoi aspetti non sussiste.

Il profilo sanitario spacca in due l’essenza di un diritto essenziale e primordiale: la salute. Nascere giù è come avere una linea diretta con l’inferno, nascere su significa che maggiore attenzione alla cura della persona esiste.

Ma al sud, cosa esiste? Cosa è rimasto? Cosa rimarrà? Un borgo di pastori senza gregge e bastone e con scheda elettorale per magnificare gli autori di questa enorme secchezza civica? L’unità di Paese è un risvolto goliardico per nostalgici non delusi? Le domande vanno poste a chi?

A nessuno, perché nessuno ha capacità di ascolto e nessuno ha la cultura e la forza etica per spingere in alto un diritto indisponibile.

https://www.facebook.com/marco.bozza.5

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...