Quel Tuo non Amare, di Giuseppe Buro

Quel Tuo non Amare, di Giuseppe Buro

quel tuo

Non mi piegherà la tempesta
neanche chi mi ha tenuto testa,
convinto che avrei ceduto alle sue
malevoli gesta e non si è a me
affiancato, perché non si è amato
e accettato ed è stato con me ingrato.

Riflettendo il suo essere sconsiderato
rimanendo miserabile e dannato,
che peccato non saper amare ed esserlo
per- donare.

Rannicchiato nei tuoi pensieri
è quel sogno, ogni momento cammino
e ti cerco, la mia mente è un ricordo,
due mani che stringono i sogni e gli abbracci
che fanno da sponda.

Due cuori scombinati parevano e
scomposti nell’amare, poi un vento forte
come una saetta attraversò l’istante e
fu come un dolce canto quell’accarezzare
i sensi.

@ Vincenza Laface &
Giuseppe Buro 25.11.2018

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...