Come un sussurro, di Ester Mastroianni

Come un sussurro, di Ester Mastroianni

Come un sussurro

Come un sussurro (festività)

Pensavo fosse un sogno
verità ingannevole
cucita fra le pieghe dell’anima
sola con le sue paure.

Fra tende di trina
filtra un bianco lucore
rischiara la notte
non più ponte
che unisce al domani:
mi desta
baciandomi in fronte

“fiocca la neve che vortica lieve”

Ovattata atmosfera,
dolce murmure silente
regno d’elfes e fate:
“ci fu un tempo in cui credevo”
privilegio dell’età che non delude;

lasciatemi cosi
come quella bimba
che un giorno sognava
… ancora è stupore

e melodia in me affluisce,
quasi in un sussurro
rimanda un canto adolescente:
in armonia fondono “passato e presente”

ester@mirella M P il 24/12/13

(da Scrivere www.rime scelte.com)

foto web

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...