Il tempo che confonde … Andrea Patrone

Il tempo che confonde … Andrea Patrone

Il tempo che confonde ( dal vero )

“Fugge il tuo tempo che tutto
confonde, non lascia segni
come le onde, non fa rumore,
ma solo dolore.”
Mi disse la giovane zingara
mentre leggeva la mano
povera di segni della parola
“t’amo.”
“Ci sono lampi che illuminano
la vita, c’è il tremore della foglia
che gioca con le tue dita.”
Così la guardai per capire, lei
era brava a mentire, e mentre
donava quelle parole disse
ancora:
“quello che qui è scritto, sta
scritto in questo mondo e
quello non scritto è di più,
ma non è di questo mondo!”
Lasciò la mano, le spuntò
una lacrima e disse…piano,
“nessuno ti dirà…ti amo.”

Andrea

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...