Iniziative di dicembre dell’Associazione Passodopopasso, di Lia Tommi

Le iniziative del mese di DICEMBRE dell’Associazione Passodopopasso

Il primo appuntamento è Domenica, 9 dicembre 2018 alle ore 12 a Castelletto Monferrato con l’inaugurazione della mostra dei fotografi dedicata al Monferrato , nell’ambito della rassegna “Territorio è cultura” presso la sala consiliare del Municipio di Castelletto Monferrato in Piazza Astori, 1.

Il cortometraggio BeeLOGGER di AIDO, di Lia Tommi

Presentazione il 12 Dicembre al Teatro Ariston

BeeLOGGER
Il nuovo Cortometraggio di AIDO comunica ai Millenials il valore della donazione

Acqui Terme: Mercoledì 12 dicembre alle ore 21 il Gruppo Comunale AIDO “Sergio Piccinin” di Acqui Terme presenta al Teatro Ariston di Acqui Terme il cortometraggio ” BeeLOGGER”.
Oggi presso la sede del Gruppo Comunale in Acqui Terme l’incontro con la stampa per illustrare le finalità del progetto.
Il presidente Claudio Miradei con la presidente provinciale Nadia Biancato, hanno presentato uno dei protagonisti, Carlo Botto, “l’alpino che piange”. Gli altri si conosceranno mercoledì 12 durante la bella festa organizzata per il lancio.
Di cosa tratta il corto ideato e scritto dagli allievi della 5a A ( 2017-2018) dell’Istituto Tecnico Turistico “Rita Levi Montalcini” di Acqui Terme? Charlotte è una videoblogger, la troviamo che, insieme all’amica Nicole, si accinge ad una delle sue spedizioni in diretta su YouTube. Alla guida di un improbabile mezzo di trasporto danno inizio al nostro racconto dalla circolarità surreale. Tra i protagonisti: un mulo dispettoso, un organista felice, un prete di campagna, un vecchio alpino e uno giovane. Come in ogni storia che si rispetti non può mancare un funerale e un lieto fine con annesso matrimonio. Continua a leggere “Il cortometraggio BeeLOGGER di AIDO, di Lia Tommi”

Quale regalo migliore da donare ad una donna se non….

Creando Idee

Cosa regalare ad una donna? Set trucchi e trousse! Quest’anno a Natale regalate bellezza! Basta con regali utili e necessari, che servano magari per cucinare, per dimezzare il tempo nelle faccende domestiche, per fare meno fatica… Certo saranno anche indispensabili a volte, ma se per quest’anno pensaste al benessere e alla bellezza delle vostre amiche e delle donne della vostra casa? Sicuramente le vostre amiche saranno mogli e mamme, ma non dimenticate che sono prima di tutto donne! Donne che vogliono star bene con se stesse, piacere e piacersi. Donne che non vogliono passare inosservate e che sono attente ai piccoli dettagli, pur nella loro più completa semplicità. Pensate alla routine quotidiana del mattino di una donna, oppure ai gesti che compie prima di una serata fuori con le amiche: si lava, si veste, si trucca. E se regalaste delle trousse o dei set trucchi per aiutarle ad essere ancora…

View original post 112 altre parole

Rendere luminosa la casa

Creando Idee

La casa è senza dubbio il luogo dove ognuno di noi può rilassarsi e godere di un po’ di tranquillità, poco importa se abbiamo a disposizione un appartamento piccolo o con poche finestre, l’importante però è che sia ben illuminato. La prima cosa da fare è scegliere con cura i colori giusti per le pareti e per i pavimenti, il consiglio è quello di optare  per le prime tonalità chiare o tinte pastello e di lasciare il soffitto totalmente bianco, in quanto colori scuri o in contrasto potranno far sembrare la stanza più bassa. Passiamo ora all’illuminazione. La prima fonte di illuminazione chiaramente sono le finestre, che grazie al vetro diffondono la luce solare in tutta la casa. Evitate quindi di coprirle con delle tende molto pesanti dai colori scuri, ma preferite tessuti leggeri e velati. Il Bianco è senza dubbio il colore più giusto da utilizzare per allargare l’ambiente…

View original post 133 altre parole

Il loro modo per dirmi addio

Irresistibili

Tutto quello che sono riuscito a portare fuori dalla Russia erano una macchina per scrivere che all’aeroporto 20150805_170104hanno smontato pezzo per pezzo – il loro modo per dirmi addio -, un volumetto della Modern Library con le poesie di John Donne e una bottiglia di vodka che, nel caso fossi riuscito ad arrivare in Austria, avevo pensato di dare a Auden. Altrimenti me la sarei bevuta io.

Iosif Brodskij, Conversazioni, a cura di Cynthia L. Haven, traduzione di Matteo Campagnoli, Adelphi (2015). Nella foto (LV) una macchina da scrivere russa di Iosif Brodskij, conservata nella stanza a lui dedicata, nel museo Anna Achmatova alla Casa della Fontanka, a Pietroburgo.

View original post

Un briciolo di senso comune

Irresistibili

4690ee4941821b84c628e974129229dd_w600_h_mw_mh_cs_cx_cyAvendo per interlocutore un russo,  Auden si soffermava sugli scrittori russi. «Non mi piacerebbe vivere con Dostoevskij sotto lo stesso tetto» diceva. Oppure: «Il migliore scrittore russo è Cechov». «Perché?». «È l’unico dei vostri che abbia un briciolo di senso comune».

Iosif Brodskij, Fuga da Bisanzio, traduzione di Gilberto Forti, p. 126 (Adelphi 1987)

View original post

Alla foce di un fiume

Irresistibili

20150806_172124Questa «finestra sull’Europa», come Pietroburgo fu chiamata da qualche anima gentile dell’Illuminismo, questa «città tutta inventata», come in seguito ebbe a definirla Dostoevskij, situata alla latitudine di Vancouver, alla foce di un fiume che ha la larghezza dello Hudson tra Manhattan e il New Jersey, era ed è bella di quel tipo di bellezza che può essere il frutto della follia – o che cerca di nascondere questa follia.

Iosif Brodskij, Fuga da Bisanzio, p. 79 (Adelphi 1987). Nella foto (L.V.) Pietroburgo è seduta sulla foce della Neva, larga come quella dello Hudson tra Manhattan e il New Jersey.

View original post

Zonta Club e Rugby uniti contro la violenza sulle donne, di Lia Tommi

Zonta Club e Rugby uniti contro la violenza sulle donne
Domenica 9 il minuto di silenzio

rubgsti per il no alla violenza con zonta-381372334..jpg

Anche quest’anno la Federazione Italiana Rugby sostiene la campagna ZONTA SAYS NO to VIOLENCE AGAINST WOMEN con “Un minuto di silenzio” in occasione di tutte le partite che si disputeranno l’8 e il 9 dicembre sui campi italiani.
Da anni la Federazione risponde ad una richiesta promossa dall’InterClub Italia di Zonta International. Dapprima fu l’autorizzazione ad intervenire con lo striscione “GIU’ LE MANI DALLE DONNE” nel corso della partita dietro le sbarre del carcere di Torino con il coinvolgimento della squadra La Drola, nel 2012 unica squadra di rugby costituitasi all’interno di un carcere. Poi la conferma di quell’appuntamento, anche quest’anno, sempre domenica 9, e tante altre iniziative insieme.
A livello locale Zonta Club Alessandria collabora con le diverse società sportive che giocano nei vari campionati e così domenica 9 dicembre al CUSPO RUGBY PARK di Giarole sarà osservato il minuto di silenzio prima della partita tra CUSPO Rugby e LIONS Tortona. Continua a leggere “Zonta Club e Rugby uniti contro la violenza sulle donne, di Lia Tommi”

Il capro espiatorio tra Edipo e Cristo — I Miserabili di Jean Valjean

l'eta' della innocenza

René Girard ha studiato tutta la vita i motivi della costruzione del capro espiatorio. Riporto un suo passo illuminante. Il capro espiatorio può essere una persona, un gruppo… un popolo, come è avvenuto nel novecento e continua oggi… IL CAPRO ESPIATORIO TRA EDIPO E CRISTO La vendetta non è un’ istituzione, è un fenomeno di […]

via IL CAPRO ESPIATORIO TRA EDIPO E CRISTO — I Miserabili di Jean Valjean

View original post

Alda e Faber ( insieme sulla nuvola ) di Andrea Patrone

Alda e Faber ( insieme sulla nuvola ) di Andrea Patrone

Alda e Faber ( insieme sulla nuvola )

Stanno sulla nuvola e cercano le rime, le
suonano, le scrivono, le sentono vicine.
Insieme sulla nuvola vedono la rabbia e
sentono le grida di chi viene dalla sabbia.
Sono grida prepotenti come i loro venti,
piene di odio che confondono il bisogno.
Sono salvati, sono curati, noi non siamo
un popolo di pirati, c’è chi chiede aiuto,
altri che tirano uno sputo.
Siamo un popolo al centro della terra che
ama la pace e non la guerra.
Siamo cercati e forse amati ma stanchi di
chi offende e con la rabbia solo pretende.
Sei un clandestino, e fuggi da una guerra?
Sarai aiutato,…..ma tu rispetta la mia terra!

Andrea

Inviato da iPa

Capita a volte, di Giuseppe La Mura

Capita a volte, di Giuseppe La Mura

https://giuseppelamura.wordpress.com/

Capita a volte

Capita a volte

di arrendersi alla pazienza,

di voler sfondare muri e porte,

per andare verso chi li erige

e non ci volge sguardo o parola.

Capita a volte,

di sentire un profondo senso di impotenza,

l’amaro della sconfitta.

Capita,

perchè vorresti capire, chiarire, parlare, dialogare. Continua a leggere “Capita a volte, di Giuseppe La Mura”

NATALE, di Miriam Maria Santucci

NATALE, di Miriam Maria Santucci

BUON NATALE a tutti

NATALE

NATALE
«Vorrei che il Natale di OGGI fosse come quello di IERI… ieri di tanti anni fa, quando i bimbi scrivevano la letterina ai genitori; quando all’alberello si appendevano le caramelle e i mandarini; il vischio e l’agrifoglio abbellivano le nostre dimore e il presepe aveva il muschio raccolto nei boschi, le statuine di terracotta e le casette di cartone…
Ma ormai di IERI rimane solo l’illusione che a Natale siamo tutti più buoni e che una tavola imbandita e un grande albero pieno di luci e di regali ci rendano felici…»
(Miriam Maria Santucci)

foto propria

Se tutto fosse così semplice, di Giuseppe La Mura

Se tutto fosse così semplice, di Giuseppe La Mura

https://giuseppelamura.wordpress.com/

se tutto

Se tutto fosse così semplice

non mi divertirei a cercare le parole

ad inventarmi le poesie,

a parlar da solo a un fiore.

avrei già te

e mi basteresti tutta

per darti tutto di me

le poesie,

non le scriverei qui da solo

ma coi sorrisi, guardando te

con gli abbracci, stringendo te

con le attese di un tuo si, baciando te.

E allora scrivo

cerco le emozioni nascoste tra le parole,

cerco la poesia che può esserci in un fiore,

e mi invento Te.

 

Giuseppe La Mura nov 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Con l’inchiostro dell’anima, di Loredana Mariniello

Con l’inchiostro dell’anima, di Loredana Mariniello

Con l'inchiostro dell'anima

Con l’inchiostro dell’anima
stilo pagine della nostra storia,
racconto nero su bianco dei nostri cuori
la sempieterna primavera.
Mentre il vento smuove la chioma
alla nostra bella costiera
rendendo eterea
e frizzante questa atmosfera,
da mane fino a sera,
danza insieme a me
come nella balera
di un’interminabile crociera
a bordo di una nave
senza frontiera alcuna.
Amore, sveglia,
che la voglia che ho di viverti
è sempre in veglia !
Mi luccicano gli occhi
per la meraviglia
e tutte le mie parole
mutano in sabbia.
Tuffati a capofitto
nel mio esotico abisso,
dragami fino in fondo,
non temere il mare grosso
che la vita è adesso,
non è mai troppo presto
per seguirne il travolgente flusso ! Continua a leggere “Con l’inchiostro dell’anima, di Loredana Mariniello”

L’Iter dell’esistenza, di Grazia Denaro

L’Iter dell’esistenza, di Grazia Denaro

L'iter

L’Iter dell’esistenza

Quando il cielo è un’alba chiara
di sublime ombra e luce
e di viali profumati,
con te al fianco null’altro ambisco
se non la primavera
a sprigionare le sue meraviglie
che mi pare porti dentro sé il tuo amore
che mi elargisci dolcemente
nell’aria tiepida che risuona
di fremiti ed aromi.

E’ un echeggiare di magiche sinfonie
che la natura dona in tutta la sua armonia:
il dolce vento, il frusciare delle messi,
la scorrere del torrente nel suo letto
che mormora argentino sui sentieri
scortati dalle betulle colme di amenti.

Anche il cielo ed il mare abitano l’infinito
in un connubio di uguale colore,
il loro movimento è musica
di un canto ancestrale che gravido di sole
racconta al vento l’iter dell’esistenza.

@Grazia Denaro@

VIAGGIO SOTTO LE LENZUOLA “NO PORNO”, di Serenella Menichetti

VIAGGIO SOTTO LE LENZUOLA “NO PORNO”, di Serenella Menichetti

VIAGGIO SOTTO LE LENZUOLA “NO PORNO”

si prega di non mettere la faccina con lacrima.

Ci fu un anno particolare
Dove trascorremmo le nostre vacanze in ospedale.
Prima iniziasti tu, con il cuore.
Un cuore malmesso
dissero quelli in cappa bianca.

Ed io che ho sempre tenuto al tuo cuore
Rimasi di sasso.
Il cuore del mio tesoro, che immaginavo
traboccante di amore per me,
ammalato?
E l’amore? Si è pure lui contagiato?

Il viaggio che sognavamo fare in quel periodo
si sdraiò sul tuo letto e lì rimase.
Aspettai che al tuo cuore sostituissero
qualche pezzo.
-Mi raccomando, quando trovate la scatola
dell’amore, lasciatela.-
-Certo signora rispose il primario-
Mi sentivo in buone mani.

Tornasti a casa dopo un po’ di tempo.
Pezzi nuovi di zecca. La scatola dell’amore intatta.
Una miriade di scatole di pillole da prendere
prima e dopo i pasti.

Compreremo un beauty capiente per le medicine
da trasportare nel nostro viaggio, dicesti sorridendo.
Certo, risposi ne ho visto uno rosa sciokking.
Prima di partire farò pure io, un salto in ospedale
per la solita ecografia.

Forse saremmo partiti per quel viaggio,
se quel carcinoma di merda non avesse
nidificato nel mio rene destro.
E l’idea del viaggio si fosse così abbattuta
al punto da rimanere a letto senza più alzarsi.

Serenella Menichetti.

Cosa rende più divertenti alcune parole

ORME SVELATE

Risultati immagini per Words Funny saatchi art
Art and Words (Marion Elliott)

Upchuck, bubby, boff, wriggly, yaps, giggle, cooch, guffaw, puffball, e jiggly: le 10 parole più divertenti in inglese, secondo un nuovo studio degli esperti di psicologia dell’Università dell’Alberta. I ricercatori hanno determinato che ci sono due tipi principali di predittori del grado di divertimento delle parole: quelli relativi alla forma della parola e quelli relativi al suo significato. L’umorismo è, naturalmente, ancora personale, ma qui vengono ottenuti gli elementi dell’umorismo che non sono personali; cose che sono universalmente divertenti. Lo scopo dello studio era capire cosa ci fosse in certe parole a renderle divertenti. I ricercatori hanno iniziato il loro lavoro basandosi su uno studio dell’Università di Warwick, in cui i partecipanti hanno valutato l’umorismo di circa 5000 parole inglesi. Essi hanno modellato statisticamente queste valutazioni. Il loro modello era in grado di prevedere quali parole i partecipanti avrebbero giudicato divertenti e in che misura…

View original post 230 altre parole

A Natale supporta gli Autori Emergenti!

Il Lettore Curioso

Natale è ormai vicinissimo e in queste settimane è bene affrettarsi per l’acquisto dei regali per parenti e amici. Se state pensando di acquistare dei libri perché non puntare sugli autori emergenti?

Una bellissima iniziativa del profilo Instagram @compraunlibrodiautoriemergenti Vi basterà acquistare il libro di un autore emergente, scattare una foto e condividerla su instagram, utilizzando gli hashtag #compraunlibrodiautoriemergentiaNatale

Sul profilo stesso trovate diversi titoli di autori emergenti, oppure potete connettervi alla pagina facebook Bookshop – Letterature d’esordio, dove troverete un ampio catalogo letterario.

View original post 49 altre parole

AlbaChiara.

Memorabilia

Tu sola dentro una stanza 

ti specchi nella luce

di un’alba sempre chiara

di un’anima un po’ più grigia.

E mentre ti lavi il volto

prende forma quel rimpianto

che ha i contorni dei tuoi occhi

in cui si legge quello che pensi. 

Ma se a loro dici no

allora bruciali quei libri

insieme a tutti i sogni

e alla carta da parati

di lezioni ripetute, di storie divorate.

I pensieri già sfiorati,

le gambe e gli occhi accarezzati,

infilali in quei cartoni

chiusi per fare spazio.

Poi ti chiedi: far spazio a cosa?

e vorresti far rumore

ché un respiro senza un soffio

non basta in questo mondo

di grida e confusione.

Ma non sei brava in queste cose

e ti si infiammano le guance

della rabbia e della voglia

di provare quell’orgoglio

dei libri sotto braccio

e di una mela da gustare.

Nel frattempo vi ringrazio

cara mamma…

View original post 45 altre parole

C‘è una emozione, di Giuseppe La Mura

C‘è una emozione, di Giuseppe La Mura

https://giuseppelamura.wordpress.com/

C‘è una emozione

C‘è una emozione

Che cerchi di nascondere

Sai,

L’incomprensione fa male.

È come parlarsi in una lingua diversa

È come stare in un luogo che non è casa

L’incomprensione la subisci

Perchè cerchi di farti capire

Ma dall’altra parte

Ogni verso del tuo rigo

E tutte le tue parole vengo lette all’incontrario. Continua a leggere “C‘è una emozione, di Giuseppe La Mura”

Mi manchi, di Giuseppe La Mura

Mi manchi, di Giuseppe La Mura

https://giuseppelamura.wordpress.com/

Mi manchi

Mi manchi

Perchè con la tua voce

Ci facevo l’amore.

Quando eri accanto a me

Ti accarezzavo con gli occhi

Entravo nei tuoi pensieri

Mi aprivi il cuore

Perchè avevi lo stesso desiderio

Di stare lì con me

E colmarti la solitudine

Mentre mi parlavi

Mentre mi amavi. Continua a leggere “Mi manchi, di Giuseppe La Mura”

Il toro e l’uomo  (l’ultima corrida) di, Andrea Patrone

Il toro e l’uomo  (l’ultima corrida) di, Andrea Patrone

Il toro e l’uomo  (l’ultima corrida)

Entra nell’arena puntando il drappo rosso,
sa di dover morire, non gli è difficile capire,
il silenzio del torero è un dialogo sincero e
quel giorno l’unico che appare vero.
Con lo zoccolo alza la polvere mentre due
cavalieri si portano ai lati, puntano verso il
basso lance colorate, è un fermo saluto, il
saluto mai vissuto che fa nascere il sospetto
della fine del duello, non il gioco del rosso
drappo, ma quello della spada che il torero
chiama “ultimo atto,” è la fine ed è così che
si inizia a morire.
Olè, olè urla l’arena, il torero fa l’inchino e
ritorna il silenzio e un pianto di un bambino.
Il toro si mette fermo al centro dell’arena, poi
cerca senza fretta il viso con una lacrima…..
perfetta.
Due cavalieri al trotto con grande mira lo
trafiggono sul collo colorandolo di rosso, e
su quella polverosa tela la carne si apre…..
fino all’osso.
Il drappo così sfiora le grandi corna, poi come
un’ala di farfalla scivola dalla nera spalla e il
tempo si ferma in un momento, il giovane torero
giace ferito, il toro si avvicina sembra pentito.
Prendo la falce, mi avvicino ai due, non so chi
falciare, il silenzioso toro o lo stupido uomo che
giace supino e crede ad un incerto Dio, guardo
il toro, vedo lacrime di sangue e scelgo….l’uomo!

Andrea

Due perché, di Andrea Patrone

Due perché, di Andrea Patrone

Due perché

In Palestina …ieri…oggi….domani

Si, son nato come tanti, come i flutti
in un mare senza pace o come una
poesia dentro al cuore mentre cerca
un po d’amore.
Non ho colpa se non credi, tu non
leggere quel che dicono i tuoi preti,
loro senza rima fanno ombra con
un sole che non segna le tue ore.
Si, son nato come tanti, in un luogo
sempre in guerra per due zolle arse
e brulle, le più brutte …..della Terra.

Andrea

Quel giorno senza te. ( Natale )

Per me non venire, lasciami
dormire, non m’importa che
tu sia nato, ne m’importa del
perché sei amato.
Perdona le parole ma è forte il
dolore del ricordo di chi amo.
Vedo visi e son felici, sento
suoni di campane, c’è il bene
con il male come le onde del
nostro mare, si non m’importa
di quel giorno se non ti posso
amare, anche se lo chiamano ….Natale.

Andrea

Installazione delle casette di natale in piazza della Liberta’ – dal 03 al 29 dicembre 2018.

Installazione delle casette di natale in piazza della Liberta’ – dal 03 al 29 dicembre 2018.

Provvedimenti viabili

Alessandria_Panorama

Alessandria: Per permettere il posizionamento delle Casette di Natale nel viale alberato posto sulla sede rialzata della piazza della Libertà dalle ore 12.30 del 03/12/18 alle ore 24 del 04/12/18 e sino al termine delle operazioni di allestimento delle strutture e dalle ore 8 del 28/12/18 alle ore 24 del 29/12/18 sino al termine delle operazioni di smontaggio delle strutture sarà vietata la fermata con rimozione forzata in una porzione di anello viabile di piazza della Libertà (lato sede rialzata fronte palazzo delle Poste, ad inibire 3 stalli) e in una porzione di parcheggio di piazza della Libertà, area centrale, ad inibire 20 stalli. Continua a leggere “Installazione delle casette di natale in piazza della Liberta’ – dal 03 al 29 dicembre 2018.”

ELOGIO DELLE MAESTRE DELLA SCUOLA PRIMARIA, di Elvio Bombonato

ELOGIO DELLE MAESTRE DELLA SCUOLA PRIMARIA, di Elvio Bombonato

Gianfranco Contini (1912-1989), critico supremo e massimo filologo europeo della sua generazione, docente alla Normale, intervistato da Ludovica Ripa di Meana nella propria casa a Domodossola nel 1988 (“Diligenza e voluttà”, Mondadori, 1989), a p.21 afferma:  “Io ho avuto come insegnanti il fiore della filologia europea, eppure nessuno è stato tanto benemerito della mia cultura quanto mia madre (nota mia: maestra) e il mio maestro di III elementare.

Gianfranco_Contini

Io penso che sia molto più importante un buon insegnamento elementare che un buon insegnamento universitario.  L’universitario è molto facile da produrre. Un buon insegnamento elementare, questo è essenziale… Il valore didattico di mia madre e del mio maestro consisteva nell’esattezza, e nel potere di suscitare curiosità.

Venire incontro a curiosità mie e suscitarne di nuove, in fondo l’insegnamento è tutto lì. La curiosità e l’entusiasmo per la curiosità, questo è l’essenziale”.

Lo ripropongo. Dedicato alle maestre, in particolare alle mie ex allieve del “Saluzzo”, numerose oltre ogni mia aspettativa, che hanno scelto questo difficile e delicato lavoro.

L’on. Tiramani (Lega) sulle nomine ai vertici della Sanità: “No assoluto a politici di centro sinistra al tramonto”

L’on. Tiramani (Lega) sulle nomine ai vertici della Sanità: “No assoluto a politici di centro sinistra al tramonto”

“L’assessore piemontese Saitta ai vertici dell’Agenzia del Farmaco? Ma non se ne parla neanche: il ministro Grillo vada avanti per la strada intrapresa con l’azzeramento del consiglio superiore di sanità, decisione che non poteva essere procrastinata oltre. Puntiamo su figure tecniche di qualità: figurarsi se possiamo fare da stampella a politici del Pd al tramonto che cercano di allungare la propria vita politica”.

Paolo Tiramanni

L’onorevole piemontese della Lega Paolo Tiramani, membro della commissione parlamentare Affari Sociali, interviene con decisione su una questione essenziale per il futuro della sanità italiana: “Dobbiamo dare un segnale vero e forte di cambiamento: la sanità pubblica deve essere gestita da persone qualificate, tecnici individuati dall’attuale maggioranza di governo, e non certo da figure ancien règime che ancora vorrebbero avere il pallino in mano, dopo essere state ampliamente delegittimate dai cittadini. Per fortuna tra pochi mesi anche il Piemonte tornerà alle urne, e saranno gli elettori a sancire un deciso cambiamento di rotta. Nel frattempo il ministro Grillo vada avanti per la strada intrapresa: la Lega la sostiene pienamente e lealmente”.

Ufficio Stampa Lega Piemonte

Saluzzo, successo per l’incontro “La Lega e i 6 mesi di Governo”

Saluzzo, successo per l’incontro “La Lega e i 6 mesi di Governo”

Presenti il Senatore Giorgio Maria Bergesio e l’Onorevole Flavio Gastaldi

saluz WhatsApp Image 2018-12-04 at 9.22.51 AMsaluz WhatsApp Image 2018-12-04 at 9.23.01 AM

Saluzzo, 4 dic. – La sera di lunedì 3 dicembre a Saluzzo è stata per la Lega l’occasione per fare il punto sui 6 mesi di Governo appena passati. Il Senatore Giorgio Maria Bergesio e l’Onorevole Flavio Gastaldi si sono confrontati con un centinaio di persone su problematiche locali e nazionali.

“Il confronto con la popolazione rappresenta la base del nostro modo di fare politica – commenta il Senatore Bergesio – Solamente ascoltando le esigenze dei cuneesi riusciremo a portare avanti un’azione di Governo concreta ed efficace. Gli incontri, quali quello di questa sera, rappresentano l’occasione di presentare meglio i tanti provvedimenti portati avanti in prima persona dal nostro Segreto Matteo Salvini: basti dire che Decreto Sicurezza non sta solo per lotta all’immigrazione, ma anche maggiore tutela per l’incolumità dei cittadini oppure maggiori risorse per le forze dell’ordine”. Continua a leggere “Saluzzo, successo per l’incontro “La Lega e i 6 mesi di Governo””

Natale a Remix, di Cristina Saracano

Alessandria: In collaborazione con il comitato Colibrì, Remix organizza laboratori per adulti.

Giovedi 6 dicembre e giovedi 13 dicembre dalle 20.30 alle 22.30, Alberi in festa, presso la scuola Caduti per la libertà.

Costruzione di alberi di Natale decorativi con materiale di recupero.

Chi vuole può portare la macchina per cucire, anche se, per collaborare, non è necessario saperla usare.

È necessario prenotare. Il costo è di 5 euro. Info 328 6255235.

Unicef Comitato di Alessandria, gazebo con le Pigotte

Notizie dall’Unicef Comitato di Alessandria

– nei giorni 8 e 9 dicembre saremo in Piazzetta della Lega, dove gli Alpini di Alessandria montano il loro gazebo per noi e per le nostre Pigotte 

logo_unicef

– le volontarie di Novi Ligure saranno presenti in via Girardengo presso il Bar del Teatro nei giorni di:

mercoledì 12      10,00/11,30 e 16,00/17,30

venerdì 14          10,00/11,30 

sabato 15            10,00/11,30 

mercoledì 19      10,00/11,30 e 16,00/1730

– le volontarie di Arquata Scrivia saranno presenti con un banchetto sabato  15 dalle ore 15,30 presso la palestra della scuola di Vignole Borbera dove ci sarà uno spettacolo per grandi e piccini Continua a leggere “Unicef Comitato di Alessandria, gazebo con le Pigotte”

Nuova stagione sciistica, Bergesio (Lega): provincia di Cuneo riparte col piede giusto

Nuova stagione sciistica, Bergesio (Lega): provincia di Cuneo riparte col piede giusto

Roma, 3 dic – È stata presentata ad Entraque la stagione sciistica 2018/2019 dei comprensori sciistici della provincia di Cuneo che può vantare 15 stazioni sciistiche delle Alpi di Cuneo, con 20 centri fondo, per un totale di oltre 350 km per lo sci alpino e 280 km per lo sci nordico.

BERGESIO GIORGIO MARIA

“Una serata straordinaria, la provincia di Cuneo si rilancia nel migliore dei modi con il turismo invernale – ha detto nel corso della serata il senatore della Lega Giorgio Maria Bergesio – un grosso ringraziamento deve andare sicuramente a tutti coloro che investono in questo mondo, alle famiglie, agli operatori e più in generale a tutti coloro che credono in questo turismo”.

Il senatore ha poi sottolineato l’importanza strategica di questo settore in ogni altro ambito da quello gastronomico a quello dei trasporti. Nicola Dalmasso, Presidente di Cuneo Neve, marchio di Confindustria Cuneo, ha ricordato l’importanza di fare sistema e la necessità di fare squadra tra tutte le stazioni sciistiche del territorio della provincia Granda.

Durante la presentazione il Comitato FISI Alpi Occidentali ha premiato con due targhe gli atleti Matteo Vegezzi Bossi e Stefano Canavese, che, dopo i risultati ottenuti nei Campionati Italiani e nella Coppa Italia di biathlon 2017-2018, sono passati dalle squadre del Comitato FISI Alpi Occidentali e dello Sci Club Entracque Alpi Marittime all’organico del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle della Guardia di Finanza. Continua a leggere “Nuova stagione sciistica, Bergesio (Lega): provincia di Cuneo riparte col piede giusto”

Loredana Carboneris. Fiaip Asti: Strategia risponde a richiesta dall’estero

Loredana Carboneris. Fiaip Asti: Strategia risponde a richiesta dall’estero

Arredata si vende meglio, anche nel Monferrato si afferma l’home staging

Fiaip Asti. Strategia risponde a richiesta dall’estero. Domani incontro aperto con Home Staging Italia al Polo universitario.

fiaip 3-OK-IMG-20181018-WA0007fiaip 1-OK prima e dopo 2fiaip 2-OK-prima dopo camera da letto

“Nell’astigiano abbiamo numerosi cascinali, spesso però non curati e sistemati in modo da poter rispondere alle richieste che abbiamo dall’estero. L’home staging è una strategia molto diffusa in Europa che può dare ottimi risultati anche qui da noi”, spiega Loredana Carboneris, presidente di Fiaip Asti (Federazione italiana agenti immobiliari professionali). “Per questo – aggiunge Carboneris – abbiamo pensato di offrire un incontro formativo aperto a tutti gli agenti immobiliari che desiderano approfondire questa tecnica. La formazione è un nostro fiore all’occhiello e come Federazione desideriamo che i nostri agenti associati abbiano la possibilità di essere sempre aggiornati sulle più evolute tecniche del settore immobiliare”.

Domani, mercoledì 5 dicembre, presso il Polo Universitario Uni-Astiss di Asti (piazzale Fabrizio De Andrè, ore 16), si svolgerà un incontro, organizzato dal collegio provinciale Fiaip Asti, aperto a tutti, sulla tecnica dell’home staging, tenuto dalle home stager Clementina Dellacasa e Nicola Nicoletta, referenti per il Piemonte e la Liguria dell’Associazione professionisti Home staging Italia (Aphsi) e convenzionate con la Federazione. L’appuntamento è anche occasione per discutere con l’avvocato Chiara dei diritti del mediatore (ore 15). Continua a leggere “Loredana Carboneris. Fiaip Asti: Strategia risponde a richiesta dall’estero”

Alessandria, città campione. Anche per l’acqua calda…

Alessandria, città campione. Anche per l’acqua calda…

di Enrico Sozzetti   https://160caratteri.wordpress.com

Ad Adria sono arrivate nel 2015, a Firenze nel 2017, a Follonica stanno per essere installate. E lo stesso sta avvenendo, o è già successo, in molte altre città italiane. Sono le panchine smart, dotate di prese usb, connessione wi-fi, sensori di rilevamento, alimentate a energia solare.

Panchine

La tecnologia applicata all’arredo urbano è relativamente nuova, ma esiste ormai da alcuni anni. All’estero si stanno diffondendo con discreta rapidità e nella vicina Croazia fanno bella mostra di sé da un paio d’anni.

Perché parlarne? Perché Alessandria le ha scoperte. E presentate come una innovazione straordinaria. Al punto che ne avrà… una. Sì.

Quella che Alegas, azienda del Gruppo Amag, intende “regalare alla città di Alessandria”, come si legge su un comunicato. Sarà “una panchina intelligente e green, pensata come punto d’incontro, ristoro e informazione per i cittadini e in grado di offrire servizi smart, come porta Usb per la ricarica dei dispositivi mobili, connessione wi-fi, casse per la musica, sensori di rilevamento e molto altro. Continua a leggere “Alessandria, città campione. Anche per l’acqua calda…”

Una nuova canzone per il gruppo inglese Amber Run

Il Lettore Curioso

Buongiorno cari lettori! Oggi parliamo di musica, in particolare del mio gruppo preferito Amber Run, che ha pubblicato qualche giorno fa una nuova canzone: Carousel.

“But I think you’ll be the death of me
You always seem to have the best of me”

Una notizia inaspettata, annunciata soltanto pochi giorni prima tramite i social e che, come annunciato su Billboard.com, farà da apripista a un nuovo album in uscita l’anno prossimo. L’ultima pubblicazione degli Amber Run risale a maggio, con l’uscita dell’EP The Assembly, contenente tre nuove canzoni. L’ultimo album (For a moment, I was lost) risale invece al 2017.

amber-run-2018-cr-daniel-alexander-harris-billboard-1548.jpg

Tra qualche giorno il gruppo sarà impegnato nel loro primo tour oltreoceano, in viaggio tra Canada e Stati Uniti in sette tappe.

Potete acquistare Carousel qui o ascoltarla gratuitamente su Amazon Unlimited.

Io me ne sono ovviamente già innamorata e non vedo l’ora di ascoltare…

View original post 25 altre parole

Cambiamenti cerebrali nella depressione

ORME SVELATE

Risultati immagini per Depression saatchi art
Depression (Sarah Farrell-Roberts)

Nella nuova ricerca pre-clinica, gli scienziati della Scuola di Medicina dell’Università del Maryland (UMSOM), hanno identificato i cambiamenti nell’attività cerebrale legati al sistema del piacere e della ricompensa. La ricerca, pubblicata sulla rivista Nature , fornisce informazioni su come il cervello elabora le ricompense e migliora la nostra comprensione della dipendenza e della depressione. La ricerca ha scoperto che la forza dei segnali tra due regioni cerebrali, l’ippocampo e il nucleo accumbens, è fondamentale per l’elaborazione di informazioni relative a un stimolo gratificante, come la sua posizione. Queste due parti del cervello sono note per essere importanti nell’elaborazione di esperienze gratificanti. La comunicazione tra queste regioni è più forte nella dipendenza, anche se i meccanismi alla base di questo erano sconosciuti. Si è anche sospettato che cambiamenti opposti nella forza di questa comunicazione si verifichino in depressione. Un indebolimento delle loro connessioni potrebbe spiegare il difetto nell’elaborazione…

View original post 387 altre parole

L’ultima missione

Aquilone di pensieri

audit-3411617_960_720

Ancora un paio di giorni e il tirocinio di Greta sarebbe finito, ma restava ancora una cosa da fare. Disinteressata com’era da ciò che la circondava, non si era mai presa la briga di conoscere meglio le persone con cui lavorava; eppure dopo il pomeriggio trascorso sul campo da tennis, si era accesa in lei la curiosità di sapere se ci fosse del tenero tra il suo capo e l’assistente bionda. Non aveva un grande intuito per quel genere di cose, ma qualcosa le suggeriva che fosse meglio non chiederlo esplicitamente a nessuno dei due. C’era però una terza persona che poteva essere informata sui fatti…
<Mara?> chiese alla collega, rompendo il silenzio del primo pomeriggio.
Lei non sollevò nemmeno lo sguardo dal foglio che stava leggendo.
<Cosa c’è?>.
<Tu sai per caso se il capo e l’assistente stanno insieme?>.
A quella domanda, Mara alzò la testa di scatto.
<Ma…

View original post 878 altre parole

Perché i monitor distruggono il sonno

ORME SVELATE

sleep in landfill (antonio mele)
sleep in landfill (antonio mele)

Per la maggior parte, il tempo trascorso a fissare gli schermi, su computer, telefoni, iPad, costituisce molte ore e può spesso interrompere il sonno. Ora, i ricercatori del Salk Institute hanno individuato il modo in cui certe cellule nel processo visivo si attivano e ripristinano i nostri orologi interni, i cicli giornalieri di processi fisiologici noti come ritmo circadiano. Quando queste cellule vengono esposte alla luce artificiale fino a tarda notte, i nostri orologi interni possono essere confusi, causando una serie di problemi di salute. I risultati, pubblicati in Cell Reports , possono aiutare a portare a nuovi trattamenti per l’emicrania, l’insonnia, il jet lag e i disturbi del ritmo circadiano, che sono stati legati a disfunzione cognitiva, cancro, obesità insulino-resistenza, sindrome metabolica e altro. Siamo continuamente esposti alla luce artificiale, sia dal momento dello schermo, passando la giornata in casa o rimanendo svegli a…

View original post 509 altre parole

Per un pugno di arance di Francesco Papa [SEGNALAZIONE]

Il Lettore Curioso

Buongiorno lettori! Oggi voglio segnalarvi il libro di Francesco Papa, Per un pugno di arance.

41KGvONqcGL._SX318_BO1,204,203,200_.jpg“La vita tranquilla di un paesino calabrese nell’agosto del 1976 è sconvolta dall’arrivo di due pericolosi terroristi. In questo scenario da anni di piombo si innestano le storie personali di Bertino, giovane con problemi relazionali che insegue l’amore, di Maria Susetta, vedova dalla fervente devozione religiosa, del maresciallo D’Alessandro, militare integerrimo dall’arresto facile, del sindaco Manzella, comunista per opportunità, e di tanti altri personaggi che popolano il paese. Per la piccola caserma di Grisolia e soprattutto per il suo comandante l’arrivo dei terroristi potrebbe essere l’occasione di una vita per dimostrare il proprio valore, riusciranno degli scalcinati militari di provincia a neutralizzare due individui ricercati da tutti i corpi di polizia del paese? Quel che è certo è che le apparenze ingannano e ognuno dei personaggi ha un segreto che prima o poi dovrà rivelare…

View original post 104 altre parole

Al monastero di clausura

monastero2

Qualche giorno fa hanno aperto ai visitatori le porte del monastero del mio paese; è un monastero di clausura enorme che ormai è chiuso e in parte è anche in rovina, un tempo era la dimora claustrale di un grosso gruppo di monache clarisse.

Avevano pubblicizzato questo evento su Facebook e io pensavo che una folla di persone avrebbe partecipato, ma sarà colpa del maltempo o sarà che era di sabato pomeriggio e la gente preferisce andare a fare spese, non so… ma di fatto a quell’appuntamento mi sono presentata solo io. All’inizio ero un po’ in imbarazzo perché non mi era mai capitato di avere una guida solo per me, ma poi mi sono rilassata e ho avuto modo di vedere cose che mi hanno lasciata a bocca aperta e di fare tutte le domande che mi passavano per la testa. Intanto vi mostro qualche foto, vediamo che ne…

View original post 145 altre parole

“La Biblioteca svela i suoi tesori: dal Fondo dei primi libri a stampa” rimane aperta fino al 14 dicembre

Inaugurata alla Biblioteca Civica di Alessandria, la mostra
“La Biblioteca svela i suoi tesori: dal Fondo dei primi libri a stampa” rimane aperta fino al 14 dicembre

Sabato scorso, 1° dicembre, è stata inaugurata alla presenza del Sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, la mostra “La Biblioteca svela i suoi tesori: dal fondo dei primi libri a stampa”.

mo Foto 1mo Foto 2

Gli spazi dell’allestimento sono quelli della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” in piazza Vittorio Veneto, Alessandria e la mostra rimarrà aperta fino al 14 dicembre, con gli orari consueti di apertura della Biblioteca.

L’importanza di quanto esposto — i “tesori” della Biblioteca, ossia alcuni volumi tratti dal Fondo dei primi libri a stampa presenti nella Biblioteca Civica — ha attirato un vasto pubblico che ha gradito anche la proposta di far anticipare l’inaugurazione della mostra da una conferenza di particolare pregio scientifico oltre che divulgativo che si è incentrata sulla presentazione della nuova pubblicazione “Catalogo degli incunaboli della Biblioteca Civica di Alessandria” curata dalla dottoressa Federica Viazzi (Edizioni dell’Orso, Alessandria 2018).

Gli interventi dei relatori, alla presenza anche della Direttrice della Biblioteca, dr.ssa Patrizia Bigi, sono stati articolati secondo un programma che ha colto elementi in grado di offrire una panoramica sia sulle specificità di questo importante patrimonio librario presente in Biblioteca, sia sugli aspetti legati alla conservazione e tutela dei beni culturali. Continua a leggere ““La Biblioteca svela i suoi tesori: dal Fondo dei primi libri a stampa” rimane aperta fino al 14 dicembre”

La panchina solare smart ad Alessandria, di Lia Tommi

ALEGAS CREA LA PANCHINA SOLARE SMART
Il progetto è stato lanciato durante TEDx Alessandria e nascerà grazie al coinvolgimento dei cittadini e alle abilità degli studenti dell’ITIS Volta.

Innovazione, condivisione, ecologia, risparmio energetico. Sono questi i valori alla base di un nuovo progetto presentato da ALEGAS durante l’edizione 2018 di TEDx Alessandria, che si è svolta sabato 1 dicembre presso la sede dell’associazione Cultura e Sviluppo.
L’azienda del Gruppo AMAG, attiva nella vendita di energia elettrica e gas, intende regalare alla città di Alessandria una panchina intelligente e green, pensata come punto d’incontro, ristoro e informazione per i cittadini e in grado di offrire servizi smart, come porta USB per la ricarica dei dispositivi mobili, connessione wi-fi, casse per la musica, sensori di rilevamento e molto altro. Il progetto generale è curato da Andrea Musso, creativo e graphic designer alessandrino.
L’idea è nella sua fase embrionale e l’evento TEDx è stata l’occasione per stimolare i cittadini a fornire il proprio contributo. La progettazione partecipata, infatti, è un punto importante di questo progetto, inclusivo e aperto, così che possa essere pubblico fin dalla sua nascita, e davvero in grado di rispondere a esigenze condivise. Continua a leggere “La panchina solare smart ad Alessandria, di Lia Tommi”

AIDO VERSO IL 40ennale in provincia, di Lia Tommi

AIDO ad un passo dal 40ennale in provincia
Alla S.Messa del Donatore presentato l’omaggio a Papa Francesco che donominerà tutta l’attività 2019

Un anno di grazia. Così è stato definito il 2018 per AIDO Sezione Provinciale di Alessandria, in occasione della S.Messa del Donatore officiata in Alessandria dal vescovo di Casale Monferrato, Mons. Gianni Sacchi. Una novità per AIDO: ogni anno la S.Messa sarà celebrata da un diverso vescovo, insistendo sul territorio provinciale ben cinque Diocesi.
In una affollatissima Chiesa del Cuore Immacolato di Maria, sabato 1° dicembre la presidente Nadia Biancato ha voluto ringraziare uno ad uno gli oltre 390 nuovi iscritti, i nuovi volontari, i dirigenti dei ricostituiti Gruppi di Casale Monferrato e Castelletto-San Salvatore M.to, i nuovi responsabili di Felizzano-Quattordio, così come tutti gli altri Gruppi di Alessandria, Acqui Terme, Novi Ligure, Tortona e Valenza presenti alla S.Messa, e ancora le famiglie dei donatori, ricordandone alcuni per nome. Ha consegnato un encomio alla giovane Sofia Prosperi, in rappresentanza di tutti i neo maggiorenni che al compimento del 18° anno di età hanno firmato la dichiarazione di volontà alla donazione degli organi: “siete un esempio per tutti”. Continua a leggere “AIDO VERSO IL 40ennale in provincia, di Lia Tommi”

Allerta 1° livello misure antismog ad Alessandria

Dal 4 al 6 dicembre 2018 limitazioni in vigore ad Alessandria per l’allerta di 1° livello stabilita dal Protocollo per le misure antismog

Si comunica che — in linea con quanto stabilito dal  vigente “Protocollo operativo per l’attuazione delle misure urgenti antismog” — il Comune di Alessandria si trova posizionato al livello 1 (allerta di 1° livello ARANCIO) da domani 4 a giovedì 6 dicembre 2018 compreso,  prossimo giorno di controllo da parte di ARPA Piemonte.

Allerta Antismog_03-12-2018

Il primo livello (ARANCIO) è relativo al superamento per 4 giorni consecutivi del valore di 50 μg/m 3 di PM10.

Per questo, si segnalano le limitazioni temporanee che saranno in vigore in Alessandria dal 4 al
6 dicembre compreso
:

  1. stop delle auto private di classe emissiva fino a euro4 diesel dalle ore 8.30 alle ore 18.30.
  2. stop dei veicoli commerciali diesel fino a euro4 dalle ore 8.30 alle 12.30
  3. divieto di sosta con il motore acceso
  4. divieto di utilizzo dei generatori a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con classe di prestazioni energetiche ed emissive almeno per la classe 3 stelle.
  5. divieto assoluto di combustioni all’aperto (falò, barbecue, fuochi d’artificio ecc.)
  6. introduzione del limite di 19°c (con tolleranza di 2°c) per le medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali
  7. divieto di spandimento di liquami zootecnici

Le informazioni di dettaglio sono consultabili sul sito internet: Continua a leggere “Allerta 1° livello misure antismog ad Alessandria”

INVERNO – A TAVOLA SENZA SPRECHI Evento: Mercoledì 5 dicembre.

INVERNO – A TAVOLA SENZA SPRECHI Evento: Mercoledì 5 dicembre.

L’INVERNO prevede alle h. 9 la proiezione del film “Theater of life” presso il  CFP ENAIP – Via Santa Maria di Castello, 9, partner dell’iniziativa. 

E’ stato ancora previsto un hashtag per le immagini dell’evento: #4stagioniInverno

Potrà essere utilizzato anche da ristoratori e clienti per postare le foto dei piatti con indicazione del luogo di preparazione. 

inver 1a logo_INVERNOinvern 1aa eventi_INVERNO

Il consueto pranzo alla Tavola Amica è confermato a partire dalle h. 11,30, come è abitudine dei frequentatori e sarà realizzato dalla Condotta Slow Food di Alessandria coordinata da Luigino Bruni che ne è lo storico e gastronomo.

A portare un saluto e un abbraccio fraterno ai frequentatori ci sarà per l’occasione

S.E. Mons.Guido Gallese Vescovo di Alessandria.

INVERNO. Completa l’iniziativa” Una buona occasione per 4 STAGIONI” 2018 l’iniziativa del 5 dicembre:

INVERNO

Gli eventi sul territorio alessandrino hanno voluto sensibilizzare studenti, consumatori, operatori della ristorazione e produttori, ma anche il mondo della solidarietà e del volontariato contro lo spreco per promuovere salute, giustizia, sostenibilità ambientale, incoraggiando esempi di sinergia e generale senso civico. Continua a leggere “INVERNO – A TAVOLA SENZA SPRECHI Evento: Mercoledì 5 dicembre.”

Casale Città Aperta: sabato e domenica monumenti e musei aperti

Casale Città Aperta: sabato e domenica monumenti e musei aperti

Casale Monferrato: Torna nel fine settimana l’appuntamento con Casale Città Aperta, tradizionale iniziativa per far conoscere i monumenti e i musei cittadini organizzata dall’Assessorato alla Cultura – Museo Civico e in programma abitualmente durante il Mercatino dell’Antiquariato: seconda domenica del mese e sabato precedente.

Casale_Monferrato-palazzo_del_Credito_Italiano1

Sabato 8 e domenica 9 dicembre, con orario di visita invernale, saranno aperti: la  Cattedrale di Sant’Evasio, la chiesa di San Domenico (dalle ore 15 alle 17,30), il Teatro Municipale, la chiesa di Santa Caterina, la Torre Civica e la chiesa di San Michele (sabato dalle 15alle 17,30 e domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 17,30); il Castello del Monferrato sarà aperto con una serie di mostre gratuite con orario 10 – 13 e 15 – 19. Resterà chiuso Palazzo Vitta.

Domenica alle ore 15 con partenza dal Chiosco Informazioni Turistiche in piazza Castello, si potrà inoltre partecipare a una passeggiata in centro città, con l’accompagnamento dei volontari dell’Associazione Orizzonte Casale che condurranno turisti e curiosi alla scoperta dei monumenti più interessanti. Continua a leggere “Casale Città Aperta: sabato e domenica monumenti e musei aperti”

Bernardo Bertolucci: mezzo secolo e venti film di una magnificenza continua, di Nuccio Lodato

Bernardo Bertolucci: mezzo secolo e venti film di una magnificenza continua, di Nuccio Lodato

https://appuntialessandrini.wordpress.com

I piccoli aeroplani di carta che tu

 fai volano nel crepuscolo, si perdono

come farfalle notturne nell’aria

che s’oscura, non torneranno più.

Così i nostri giorni, ma un abisso

meno dolce li accoglie

di questa valle silente di foglie

morte e d’acqua autunnali 

dove posano le loro stanche ali

i tuoi fragili alianti.

bert

Attilio Bertolucci, Per B… (da Lettera da casa, 1951)

Dev’essere proprio vero che nonostante tutto –modello Netflix e desertificazione delle sale in testa- il cinema sia immortale.

Il giorno stesso dello sfilare mesto di esponenti di un passato tanto grandioso quanto invecchiato melanconicamente nella non affollatissima camera ardente per Bernardo Bertolucci alla Protomoteca, ecco l’affacciarsi clamoroso e per più versi stupefacente, nella prima serata di RaiUno, dei due ultramagistrali primi episodi de L’amica geniale che Saverio Costanzo ha tratto da par suo dal primo dei quattro volumi della Ferrante (e a marzo riprenderà a girare…).

“Con nitore formale, come solo Rossellini sapeva fare, caricando di pensieri imperscrutabili, metafisici, le figure neorealiste che entravano nel suo obiettivo” come ha scritto, centrando il bersaglio al solito in due righe, Aldo Grasso sul “Corriere”.

Ma su quest’Amica bisognerà, con calma, tornare e ri-tornare; resta la sommessa speranza che, almeno i due episodi in questione e anticipati in sala, Le bambole e I soldi, Bernardo abbia potuto, nella sua insaziabile fame generosa di cinema innovativo, vederli. Continua a leggere “Bernardo Bertolucci: mezzo secolo e venti film di una magnificenza continua, di Nuccio Lodato”