Due perché, di Andrea Patrone

Due perché, di Andrea Patrone

Due perché

In Palestina …ieri…oggi….domani

Si, son nato come tanti, come i flutti
in un mare senza pace o come una
poesia dentro al cuore mentre cerca
un po d’amore.
Non ho colpa se non credi, tu non
leggere quel che dicono i tuoi preti,
loro senza rima fanno ombra con
un sole che non segna le tue ore.
Si, son nato come tanti, in un luogo
sempre in guerra per due zolle arse
e brulle, le più brutte …..della Terra.

Andrea

Quel giorno senza te. ( Natale )

Per me non venire, lasciami
dormire, non m’importa che
tu sia nato, ne m’importa del
perché sei amato.
Perdona le parole ma è forte il
dolore del ricordo di chi amo.
Vedo visi e son felici, sento
suoni di campane, c’è il bene
con il male come le onde del
nostro mare, si non m’importa
di quel giorno se non ti posso
amare, anche se lo chiamano ….Natale.

Andrea

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...