Firenze 1978, di VincEnzo Pollinzi

Firenze 1978, di VincEnzo Pollinzi

Firenze 1978

Firenze 1978

Dopo essere usciti
dagli Uffizi,
l`aria che ti fa respirare
Firenze è sempre
qualcosa di magico.
Ai piedi di Ponte Vecchio
non avevamo bicchieri,
la bottiglia girava
di mano in mano
e le Nazionali
senza filtro
cambiavano polmoni
ogni due tirate.
Soldi quasi niente
ma tanta solidarietà,
tra noi un cercarsi
come bisogno a spartire
nella voglia di viverlo
tutto il nostro momento.
Che e Fidel ballavano
con noi rivoluzioni
e pace per tutti,mentre
i Blues Brothers facevano
capolino in televisione.
Sotto il segno dei pesci
declinava problematiche
comuni e un generale
non voleva capire che
la guerra ormai era finita.
Poi a distanza di tempo
e di pensiero capire
che anche le aquile
hanno paura
di volare più in alto
là dove nel cielo
rimane solo un ronzio
e un rantolare fastidioso
nella vastità sconfinata
del tutto che cambia.

Diritti Riservati-Foto dal Web

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...