LA VITA È UN ATTIMO, di vittoriano borrelli

LA VITA È UN ATTIMO, di vittoriano borrelli

Passa la vita ma tu non ritorni. La vita è un attimo, basta un clic, lo scatto di una fotografia che tutto è già passato, compiuto, incollato nell’album dei ricordi. La vita è un attimo ma te ne accorgi sempre troppo tardi, come il sole che si nasconde improvvisamente tra le nuvole, la luce che si affievolisce, il buio che s’infittisce.

LA VITA UN ATTIMO

La vita è un attimo, non fai in tempo a girarti che già ti ritrovi invecchiato con la faccia stampata sulla vetrina di un negozio dove sfoggiano solo oggetti usati. È un attimo, come il caffè bevuto in fretta per scappare via e accumulare tanti attimi di vita che vanno via al calare della sera.

La vita è un attimo, come il bacio che ti ho dato senza morderti le labbra, lo sguardo che si è perso nei tuoi occhi che non hanno visto, le mani che non hanno accarezzato, le lacrime che non sono scese perché inghiottite da un altro dispiacere. È un attimo in quel sorriso che non ho capito, la festa che non è cominciata, il gioco che si è interrotto come un trenino che non vuole più ripartire.

Così passa la vita ma tu non ritorni. La vita è un attimo, come l’ultima ruga che è spuntata sul viso tracciando un solco profondo sulla pelle che ti affretti a nascondere con una maschera di vetro. È un attimo in tante altre facce che sembrano la stessa faccia così che niente hai guardato e niente ti è rimasto tra la folla che si spopola, le piazze che si svuotano e i cortei che si sfilano come tanti gomitoli di lana.

La vita è un attimo, come i colori dell’autunno che risucchiano gli ultimi bagliori dell’estate, l’inverno che avanza e un altro Natale che arriva, che sembra non essere mai passato, come una tavola apparecchiata con gli avanzi del giorno prima e i soliti invitati con lo stesso sorriso truccato, i calici alzati per brindare al nuovo che è già vecchio al sorgere del mattino.

La vita è un attimo, come un treno che parte dalla stazione e sfreccia via per ritornare al capolinea così che sembra che non sei mai partito. E ti ritrovi con le valige in mano che non hai il coraggio di disfare. Pronto ad affrontare un altro viaggio. 

L’ultimo viaggio.   

http://feeds.feedburner.com/VittorianoBorrelliLeParoleDelMioTempo

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...