COME FOSSE PREDA, di Francesca Ancona

COME FOSSE PREDA, di Francesca Ancona

46636083_273197603399068_7373132033050017792_n

COME FOSSE PREDA
(20/5/2018)

Chi sente il dolore
di aghi pungenti
di stelle cadenti
di ragni e veleni
di liquidi osceni

Coi pugni serrati
a violare l’amore
che è polvere e sabbia
che è spreco di fiori

Chi piange col canto
e danza in silenzio
tremante di freddo
col volto rigato
e il corpo straziato

Ogni mano è preghiera
che si perde nel cielo

Sia solo poesia
quel grido di guerra

Sia acqua di mare
quell’onda di morte

Sia nettare e miele
quel soffio di fuoco

Che dorma al tramonto
che muoia col sole

Il tuo odio di fiele
il tuo schiaffo sul cuore!

* Francesca Ancona

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...