Salvini: “Hezbollah terroristi”. Imbarazzo della Difesa

“Chi vuole la pace, sostiene il diritto all’esistenza ed alla sicurezza di Israele. Sono appena stato ai confini nord col Libano, dove i terroristi islamici di Hezbollah scavano tunnel e armano missili per attaccare il baluardo della democrazia in questa regione”. Così da Israele via Twitter il ministro dell’Interno Matteo Salvini che in un altro post scrive: “Per combattere il terrorismo islamico e riportare pace e stabilità, per un rapporto sempre più stretto fra scuole, università ed imprese, per cooperare in ricerca scientifica e sanitaria, per rinsaldare collaborazione e amicizia fra popolo italiano e popolo israeliano: io ci sono”. E ancora, dicendosi “felice di tornare in Israele da ministro”: “Aspettiamo che anche Onu ed Unione europea facciano la loro parte”.

Sorgente: Salvini: “Hezbollah terroristi”. Imbarazzo della Difesa

Strasburgo, spari al mercatino di Natale, almeno 4 i morti. Killer asserragliato, in corso blitz della polizia – Europa. ANSA.it

I PRIMI SOCCORSI – VIDEO Il killer barricato, in corso blitz della polizia. E’ già statoidentificato, avrebbe 29 anni, ‘radicalizzato’ ed era sfuggito all’arresto in giornata. IL VIDEO dalluogo dell’attentato. Il Comune di Strasburgo invita la cittadinanza a restare chiusi dentrocasa.Juncker: ‘La Commissione è accanto alla Francia’. (VIDEO) Tajani: ‘Parlamento Ue blindato’.Macron abbandona ricevimento all’Eliseo. Farnesina agli italiani: ‘Evitate la zona del centro’ – ILVIDEO durante gli spari – LA DIRETTA dal luogo della sparatoria – Da Parigi a Nizza a Berlino, gli attentati più sanguinosi(ANSA)

Sorgente: Strasburgo, spari al mercatino di Natale, almeno 4 i morti. Killer asserragliato, in corso blitz della polizia – Europa – ANSA.it

Natale scintillante al B&B Arcobaleno, di Lia Tommi

Alessandria: Nel cortile del B&B Arcobaleno di via Verona, ad Alessandria, il Natale è pieno di luci scintillanti.
Dopo i colorati ombrelli sospesi di questa estate, il proprietario Luigi Porraro ha realizzato addobbi natalizi veramente d’effetto.

Luigi ha impiegato tre settimane per montare e sistemare tutte le luci, professionali e a led. Come vuole la tradizione della sua terra, Taranto, ha acceso l’atmosfera natalizia il 22 novembre, giorno di Santa Cecilia.

Illuminare il cortile è stata “una faticaccia”, ma Luigi non ha fatto tutto da solo. Ad aiutarlo Corrado Ciambella e una squadra di altri amici. Sono servite dieci forzute braccia, ad esempio, per spostare e poi addobbare il grande abete al centro del cortile.

Luigi ora è in corsa anche per vincere il titolo per la vetrina più natalizia di Alessandria, dopo quello di Balconi Fioriti.

Con Trump il commercio mondiale è in pericolo e vi spiego perché

PAROLE LIBERE

dal blog https://www.ariannaeditrice.it

di Alberto Negri – 09/12/2018

Fonte: Alberto Negri

L’arresto in Canada su richiesta Usa della vicepresidente di Huawei Wanzhou Meng per presunte violazione delle sanzioni all’Iran è un avvertimento mafioso alla Cina ma anche a tutti Paesi e all’Europa che continuano a rispettare l’accordo sul nucleare del 2015 con l’Iran sancito anche da una risoluzione Onu. In poche parole, oltre alle sanzioni sulle imprese che commerciano con Teheran, gli Usa emetteranno dei mandati di arresto chiedendo ai loro alleati di obbedire. Una sorta di Far West dove chiunque può finire con un “Wanted” stampato in fronte.

Soltanto uno sprovveduto può credere alla dichiarazioni degli americani, ovvero che la cinese Huawei abbia potuto mettere a rischio la sicurezza degli Stati Uniti. La realtà è ben diversa: l’America dell’agente immobiliare Trump sta annaspando nelle trattative commerciali con la Cina e non sa più a cosa attaccarsi per giustificare delle politiche…

View original post 508 altre parole

VUOI TU CONOSCEREL’UOMO CHE HA IL CUORE SCARDINATO?

NON DI SOLA TECNOLOGIA vecchio

“Lo riconoscerai] dal suo molto parlare, dal turbamento
dei suoi sensi, e dal fatto che in ogni cosa che si dice
litiga per prevalere in essa. Ma colui che ha gustato la
verità non litiga neppure per la verità. Colui che è
ritenuto zelante verso gli uomini a motivo della verità,
non ha ancora imparato la verità, qual essa è. Quando
infatti la impara in verità, desiste anche dallo zelo
per essa. Il dono di Dio e la conoscenza di lui non sono
motivo di turbamento e di urla, ma il luogo dove abita lo
Spirito è interamente pieno di pace, amore e umiltà; e
questo è il segno della venuta dello Spirito: che colui
nel quale egli ha preso dimora è perfetto in queste realtà.
La verità è Dio!”

Isacco di Ninive

Una frase di Isacco di Ninive, asceta, vescovo visswuto tra il 600 e il 700. Mi ero…

View original post 182 altre parole

Ita fac (per i non anglofoni: così vaffanculo)

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Fa così, mio Lucilio: rivendica te a te stesso, e il tempo che fino ad ora era portato via o ti era rubato o ti sfuggiva, coglilo e conservalo. Convinciti che le cose sono come ti scrivo: una parte del tempo ci viene strappata, un’altra sottratta, un’altra ancora scorre via. Più turpe di tutte è tuttavia la perdita che avviene per nostra negligenza e se vorrai fare attenzione, gran parte della vita sfugge nell’agire male, la maggior parte nel non fare niente, tutta la vita nel fare altro. Chi mi indicherai che dia qualche valore al tempo, che sappia stimare la giornata, che si accorga di morire ogni giorno? 

Seneca

Mi scusi, se Le fa piacere io posso anche rivendicare me a me stesso, ma temo abbia sbagliato indirizzo. Comunque un tempo nel mio palazzo abitava un signore molto simpatico e socievole che si accorgeva di morire ogni giorno: se non…

View original post 11 altre parole

La mia ex

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Vi devo fare una confidenza: io sono ancora innamorato della mia ex.

Cerco di fare di tutto per non pensarci, ma la verità è che la mia ex ha qualcosa in più delle altre.

Le altre sono carine. La mia ex è di una bellezza mozzafiato.

Le altre saranno forse eleganti. La mia ex è raffinata.

Le altre saranno forse brillanti. La mia ex è geniale.

In questi anni ho visto tante ragazze, ma non c’è niente da fare: la mia ex rimane al primo posto della classifica.

Purtroppo, come immaginerete, è molto difficile che io riesca a fare breccia nel cuore della mia ex.

Il punto è che sono troppo timido e non ho mai avuto il coraggio di presentarmi. Pensate che non so nemmeno come si chiama.

3_ex-e1497554293217-1240x1837

View original post

Cammina il tempo

" Vola alta parola"

immagine-luna-e-stelle

Cammina il tempo

( sonetto )

ABAB ABAB CDE EDC

Cammina il tempo, né mai si riposa.

Il mondo muta, tutto giunge a quiete,

cadono stelle e l’ombra di ogni cosa

segue la scia di flebili comete;

trascolorano i cieli in silenziosa

concava notte dove senza rete

affonda l’esistenza già corrosa

e si discioglie in lacrime segrete.

Dove sarà la trepida speranza,

avrà pietà l’Eterno che ci attende

nell’infinita vastità del cielo;

ma non vedremo che in un tenue velo

la luce che per noi qualcuno accende

da quella insuperabile distanza.

Marisa Cossu

View original post

Nina’s Entry

Journeying Through My Thoughts

She was sorting through Nina’s belongings. Smelling her scent all over her clothes and that brought back memories. She didn’t want to cry. She told herself that she will not cry anymore. The passing of Nina will always make her sad but she will learn to celebrate the time she had with her with a smile instead of tears.

She saw a journal that Nina owned and loved to dearly. She once bought it for her as a birthday gift and Nina cherished it. With a smile on her face she decided to read a page. Or maybe two.

Dear Diary..

There was a time in my life were I felt like my time to live should come to an end. I had so much pain and I had no idea how to deal with it. It was immensely heavy on the shoulders and no one could really understand it…

View original post 1.215 altre parole

In giro per Milano il 7 dicembre, Sant’Ambrogio, la Prima della Scala e il Natale che si avvicina. Walking around Milan on 7 december, Saint Ambrogio, The Opening Season of Teatro alla Scala and Christmas approaching.

Quattro Stagioni

“Milano sempre pronta al Natale che quando passa piange e ci rimane male” così recita una canzone di Lucio Dalla. A Milano il Natale arriva piano piano, tante giornate importanti lo precedono: il 7 dicembre Sant’Ambrogio, Patrono di Milano, è il giorno dell’apertura della stagione del Teatro alla Scala. Si accende l’albero di Natale in Piazza del Duomo, i mercatini della piazza brulicano di persone. E tutto intorno alla basilica di Sant’Ambrogio si rinnova – come ogni anno – la tradizione del  mercato degli “o bej o bej”.

“Milan always ready to Christmas and when it passes Milan cries and is disappointed”, words of a famous song of italian songwriter Lucio Dalla. Christmas in Milan arrives step by step, a lot of events precede it, a lot of important days for the city. On 7 december Sant’Ambrogio, Milan celebrates the Saint Patron; there is the Opening Season of Teatro alla…

View original post 320 altre parole

La tradizione dell’albero di Natale. The tradition of Christmas tree.

Quattro Stagioni

Per noi italiani il Natale è la festa più importante dell’anno. La tradizione cattolica ci ricorda che il 25 dicembre nasce Gesù Bambino. Christmas is the most important holiday in Italy, catholic tradition remembers us Jesus was born.

Ormai da parecchi giorni per le strade e nei negozi si respira la voglia di Natale. Nelle case si prepara l’arrivo del Natale, le famiglie si ritrovano, ognuno torna a casa, si rivedono i parenti e gli amici. L’albero mette allegria e aggiunge un tocco di magia ad un’atmosfera già gioiosa. Le palline colorate, le luci, le decorazioni e la punta dell’albero a forma di Cometa per ricordare la Stella che guidò i Re Magi da Gesù. In Milan in the streets and in the shops you feel like Christmas. In every flats families prepare the arrival of Christmas, everyone come back for meeting friends and parents. The tree puts joy and…

View original post 277 altre parole

La magia dei mercatini di Natale. The magic of Christmas markets.

Quattro Stagioni

Lo scorso weekend ho accettato l’invito della mia amica Giorgia e sono andato a Trento. L’atmosfera di questa bellissima città era veramente magica. Volete sapere perchè? Perchè durante l’ultimo weekend di novembre si sono aperti i mercatini di Natale. Last weekend I was in Trento, my friend Giorgia invited me. The atmosphere of this beautiful city was really magic. Do you want to know why? Couse during the last weekend of november opened the Christmas markets.

L’origine dei mercatini di Natale risale al 1400 tra Germania e Austria.  In Italia, invece, la tradizione dei mercatini – soprattutto al nord – è molto più recente perchè compaiono attorno alla fine del 1900. E quello di Trento è senz’altro uno dei più belli. The first Christmas markets appeared around 1400 in Germany and Austria. In Italy this tradition is more recent, couse the markets appeared around the end of last century. And…

View original post 171 altre parole

Il Ballo Della Vita Tour – Live Report

MICALIEN

Il Ballo Della Vita Tour dei Måneskin, accorre al Gran Teatro Morato di Brescia e classificare il pubblico in range di generazione / tendenza musicale apparente o una qualsiasi altra categorizzazione, è pressochè impossibile.
In prevalenza, sembrano spiccare genitori in compagnia di bambini non troppo grandi o forse, è l’elemento che mi lascia maggiormente di stucco.
Certamente, l’impronta del post talent lascia un marchio pressochè indelebile sulle persone che poi decideranno di venire a sentirti o meno, ma ammetto che la foga di alcune bambine dinnanzi ai déshabillé di Damiano David, mi ha divertito tantissimo.

Il concerto comincia alle 21.30 e, la mezz’ora di ritardo rispetto alle indicazioni sul biglietto, mi ha fatto cogliere le prime venature di DNA da zia lamentosa delle caverne.
Ma sin dall’inizio, mi ritrovo a perdonare tutto.
E con me la bambina di sette anni, il padre al fianco e la coppia un filo più…

View original post 360 altre parole

DAVID MURRAY, “BLUES FOR MEMO”, UN DISCO CHE RESTA

Tracce di jazz

E’ piaciuto anche ai ‘colleghi’ del New York Times, noi qualche mese fa ed ‘in una altra vita’, ne avevamo parlato cosi:

JAZZ & POETRY (… AND RAGE)
Miracoli dello streaming. Dopo tanti patetici ‘suggerimenti’ a vuoto finalmente l’intelligenza artificiale della Grande Discoteca Svedese mette a segno un punto a suo favore proponendomi “Blues for Memo” a nome di David Murray e del poeta Saul Williams. Oltre ad esser disponibile integralmente in streaming, è in uscita da Motema anche il Cd fisico.
Premessa indispensabile: David Murray è uno dei miei beniamini sin dagli albori della sua ormai lunga ed articolata carriera. Pur riconoscendo alcune ridondanze e sbandamenti nella sua vasta (troppo) produzione discografica, ogni volta che lo ho sentito suonare dal vivo ne sono uscito con la riconfermata convinzione che si tratta forse di una delle ultime figure carismatiche della musica afroamericana, che in altri tempi sarebbe senz’altro assurto al…

View original post 970 altre parole

Eddie Daniels – “Heart of Brazil”

Tracce di jazz

EDDIE DANIELS “Heart of Brazil”

Resonance/IRD (€.18,50)

L’ingresso sul mercato, alcuni anni or sono, della label indipendente californiana “Resonance Records” ha cambiato in qualche misura le carte in tavola per gli appassionati di jazz, che grazie agli uffici di Gerge Kablin e Zev Feldman hanno potuto avere accesso a veri e propri tesori recuperati dai fondali della discografia ufficiale e riproposti in veste smagliante, sia dal punto di vista dell’incisione tecnica che da quello del packaging e dell’apparato di liner notes, solitamente precise e corpose. Fin dalla nascita l’etichetta ha comunque affiancato a questa attività, i cui esiti non esitiamo a definire eccezionali, una serie di lavori nuovi di zecca, come accade in questo caso con il progetto che nasce da un’intuizione del produttore George Klabin, storico estimatore della musica del chitarrista, pianista e compositore Egberto Gismonti, musicista iconico e tutt’ora in attività, che potremmo considerare iscritto al cosiddetto “progressive…

View original post 423 altre parole

The Man goes (more) jazz

Tracce di jazz

Cosa aspettarsi dal quarantesimo disco di Van Morrison, un artista di 73 anni che frequenta assiduamente il crocevia fra folk, soul, blues e jazz da oltre cinquanta, quanti separano l’esordio solista di “Astral weeks” da questo “The prophet speaks”? Assecondando il burbero e perentorio carattere dell’irlandese, e, soprattutto, apprezzata la qualità di quest’ultimo disco, vien da dire: semplicemente la migliore sintesi fra questi generi, esposta con felice equilibrio fra standards ed originali da un “vecchietto” che non ha perso un’oncia dello smalto giovanile, e sembra divertirsi come un pazzo a saltare dallo swing al jump, dal r’n’b a seducenti ballate in punta di hammond B3. Da quando poi, pochi mesi fa, The Man ha inaugurato una collaborazione con il quartetto dell’organista e Joey De Francesco, con Troy Roberts al basso, Dan Wilson alla chitarra e Michael Ode alla batteria, proseguendo nell’incredibile ritmo di due dischi all’anno, si è innalzata sensibilmente…

View original post 356 altre parole

Visitare il museo attraverso le citazioni dannunziane

Eccoci tornate con il nostro appuntamento fisso dedicato a “Quattro chiacchiere con DADA”. Oggi vi parlerò di un’attività in cantiere da quasi un anno ormai, da quando abbiamo avuto la possibilità di seguire un workshop di Marco Peri sulla didattica museale dal titolo “Educare con l’arte”.

Il workshop fu svolto all’interno del “Museo Nazionale d’Abruzzo” de L’Aquila che ha fatto da sfondo a questa illuminante esperienza in cui abbiamo avuto modo di riflettere sulle diverse modalità di apprendimento museale in un dialogo costante con le opere esposte. Da quella giornata uscimmo con la consapevolezza che è possibile far vivere al visitatore un’esperienza autentica all’interno di un museo per favorire la conoscenza del suo patrimonio. Un’esperienza che nasce dall’ideazione di percorsi interattivi per stimolare l’immaginazione attraverso attività di esplorazione sensoriale.

Se attraverso quel workshop sono nati stimoli importanti che hanno poi portato alla creazione del percorso “Visitare il museo attraverso le citazioni…

View original post 565 altre parole

Malatonia

Happy Magician

Io ti amo, io ti ammiro, io non so cosa pensare,

che quando questo batte,

quella cede al tuo domare,

io ti odio, io ti cerco, bipolarità del sentimento,

che mi verrebbe da ammazzarmi

quando questo batte a tempo,

io ti seguo, io ti voglio, ma è impossibile trovarti,

quel che batte come il mio,

sottopelle,

che ti spegne, poi ti accende,

poi ti sente, e poi niente,

impulsivo, segue il corso,

ti raggiunge, ti fa male, come un morso,

ma ti piace, ne vuoi ancora, sopportando il negativo,

pur di ricevere quel battito, ancora, nativo.

io ci cado, nella trappola del rosso,

perché due cuori in sintonia non cadono in un fosso,

io ci scappo, io non voglio, persuadermi per illusione,

caderci ancora, senza orgoglio,

in questa vita di infusione.

Due onde, due fonti, una frequenza,

un amore, una storia, resilienza.

In un clima mite,

in questo inferno congelato,

View original post 7 altre parole

“Femminista? Oh che brutta parola…”

Una sognatrice fallita.

“IO SONO FEMMINISTA.”

Appena lo dico la maggior parte di chi mi ascolta, che sia uomo o donna, alzano gli occhi al cielo e di sicuro pensano : “Un’altra rompicoglioni.” Sì, avete capito bene Uomo o Donna che sia. Perchè il femminismo è così fastidioso? Per come lo credo io e per come sia nato, il femminismo è Rispetto. E’ nato come lotta per il Rispetto e per la parità dei diritti. Perchè a molti diamo così fastidio? Perchè forse non stiamo zitte e non ci facciamo schiacciare? Forse perchè è giusto che l’uomo sia “superiore” a noi? O perchè è giusto che ci sia distinzione dei ruoli? L’uomo deve fare l’uomo e la donna deve fare “la donna”? Ecco io questo non l’ho mai sopportato. Perchè questo cazzo di mondo è nato e ha continuato ad essere così diviso su i ruoli? Ma porca miseria sono l’unica persona che…

View original post 779 altre parole

Il fiore della luna-Leggenda di Rosaspina

nanita

Collana Maloca La Linea dell’Equatore
In Copertina “Rosa” di Santo Previtera, olio su tela

Perché questo libro?

Perché esiste una contingenza che è la scrittura stessa e valica ogni confine. Dunque la rivisitazione di una fiaba, di un mito, la proiezione di un amore oltretempo, la verità taciuta, l’innocenza che incontra l’eros altissimo come ordine non manifesto ma suggerito. La parola che sfiora, l’apparenza di semplicità, il rigore di un’armonia nascosta, sottile, incantatoria. Una visione e una tensione che si sono intrecciate alle parole notturne. C’è questo mio essere ribelle alle convenzioni e c’è questo rigore ricercato nella classicità di immagini e simboli. C’è una poesia nella poesia, la storia di un amore che è centro: rosa mistica e carnosa, un viso di donna e un apparire d’uomo. Non contano più i nomi, le identità, conta la voce, conta l’essere, il ritrovarsi a specchio in quel sentiero, solo questo conta…

View original post 80 altre parole

Albero di Natale o presepe?

Diario di una Mamma 2.0

Alzi la mano chi di noi non si è mai trovato ad affrontare l’eterno dilemma: albero di Natale oppure presepe?

Ai posteri l’ardua sentenza. No, scherzo. Affrontiamola ora questa spinosa (di fa per dire) questione.

Nella mia famiglia c’è sempre stata la tradizione dell’albero mentre nella famiglia di mio marito è d’obbligo il presepe. Come mettere d’accordo le due opposte fazioni?

Io una soluzione l’ho trovata. Anzi,  ne ho ben tre:

– fare entrambi. Sia l’albero che il presepe (in questa opzione il problema sono il tempo e lo spazio che devono essere ampi)

– fare albero e presepe ad anni alterni (ovviamente l’anno del presepe si dovranno riporre i regali sotto un mini alberello se no sai che delusione per i bimbi!?)

– fare un albero di Natale da tavolo e accanto un presepe ridotto, con la capanna, la Madonna, Giuseppe, il bambinello, il bue e l’asinello

Io quest’anno…

View original post 85 altre parole

Ancora sul ’68. Giulio Girardi, i Cristiani, il Socialismo, di Pier Luigi Cavalchini

Ancora sul ’68. Giulio Girardi, i Cristiani, il Socialismo, di Pier Luigi Cavalchini

Alessandria: http://www.cittafutura.al.it/

A rileggere quanto scriveva nel 1972 il filosofo e teologo della liberazione Giulio Girardi (Il Cairo 1926 – Roma 2012), ovvero circa quarantacinque anni fa, sul tema della pace si compie un benefico esercizio di riconsiderazione di buona parte della storia sociale, religiosa, culturale e politica in senso lato che ci riguarda. Un esercizio di riconsiderazione nel senso di una radicale de-costruzione di falsi miti, di quadri o quadretti ideologici, di ricette storiografiche riconducibili a una produzione meramente manualistica.

download

“La pace, un ponte malmesso sospeso nel vuoto”.

E allora leggiamolo  il Girardi impegnato per la pace: “L’urgenza e le difficoltà di una collaborazione per la pace sono particolarmente gravi quando le parti in causa sono i marxisti e i cristiani: due comunità che rappresentano, sotto forme profondamente diverse, grandi forze storiche e grandi aspirazioni ideali” (La pace, problema del nostro tempo). Già qui incontriamo elementi assai determinanti per il nostro compito di rilettura della storia di Girardi.

Ancora più importanti in un frangente, come questo, se si prova a discutere di “’68”, del suo peso, del suo successo, di ciò che ha lasciato. Più che per far sfoggio di cultura storica filtrata dai comunicati dell’epoca o da ciò che riportavano i “giornaloni” gli “elemnti determinanti” facevano la differenza. Allora erano veramente “dirimenti” e, in un certo senso, marcavano l’approccio di base al mondo di ogni cittadino. Continua a leggere “Ancora sul ’68. Giulio Girardi, i Cristiani, il Socialismo, di Pier Luigi Cavalchini”

Alessandria. Il cemento al posto del verde, di Renzo Penna

Alessandria. Il cemento al posto del verde, di Renzo Penna

da: http://www.cittafutura.al.it/

La carente e arretrata cultura ecologica di Alessandria o, meglio, di chi la amministra, risulta evidente non solo per vicende eclatanti come l’improvviso e incomprensibile taglio delle 50 piante di piazzale Berlinguer, ma, e direi soprattutto, per interventi meno vistosi come quello in atto in via Giordano Bruno.

Qui negli scorsi anni, secondo uno dei progetti del P.I.S.U. (Progetto Integrato di Sviluppo Urbano), si è proceduto alla ristrutturazione di un tratto di via, quello compresa tra la rotonda a valle del ponte Tiziano e la nuova zona commerciale prossima alla “Cittadella”. In particolare sono state separate le due carreggiate e al centro attrezzato uno spazio adibito a verde. E, lungo tutto il tratto, si sono messe a dimora delle piccole piante che, col tempo, avrebbero dovuto formare una siepe di divisione. Un intervento che, come per tutte le nuove piantumazioni, avrebbe avuto bisogno di manutenzione e cura.

Chi transita oggi per via Giordano Bruno trova la situazione che le fotografie allegate chiariscono meglio di tante parole: lo spazio centrale della via, pensato e progettato come una lunga aiuola verde, è stato, per una parte, già coperto dal cemento, mentre la restante è predisposta per esserlo. Una decisione e una modifica del progetto assunta senza suscitare, credo, proteste o clamori. Ma è con queste sbrigative “soluzioni” che la città diventa, non solo meno verde, ma più brutta e più triste. Continua a leggere “Alessandria. Il cemento al posto del verde, di Renzo Penna”

Sozzetti: Il ‘monoblocco’ dell’ospedale di Alessandria sarà più efficiente (e con luci a led), se sarà antisismico

Sozzetti: Il ‘monoblocco’ dell’ospedale di Alessandria sarà più efficiente (e con luci a led), se sarà antisismico

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

unnamed

Per migliorare l’efficienza energetica è necessario verificare la sicurezza sismica. Niente di particolarmente strano e la procedura avviata dall’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria segue un percorso ampiamente annunciato e spiegato più volte.

Quella che però stimola,ancora una volta, è una riflessione sugli investimenti in sanità e sui progetti, ogni tanto ricorrenti, di un nuovo ospedale. Se la sanità decide di impegnare risorse su una struttura purtroppo vecchiotta e che per molti versi rappresenta una netta antitesi all’efficienza, allora vuol dire che nel medio periodo ad Alessandria non si vedrà nascere un nuovo nosocomio.

L’azienda ospedaliera, diretta da Giacomo Centini, intende sfruttare le opportunità e i finanziamenti previsti dal bando regionale ‘Interventi di riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche del patrimonio ospedaliero-sanitario regionale’ per una serie di lavori che interesseranno il ‘monoblocco’.

È prevista la realizzazione “di un sistema di cappotto termico, la sostituzione dei serramenti interni, l’isolamento termico della copertura, la realizzazione di un impianto fotovoltaico sulla copertura, l’efficientamento della illuminazione interna degli immobili con corpi illuminanti a led”. Continua a leggere “Sozzetti: Il ‘monoblocco’ dell’ospedale di Alessandria sarà più efficiente (e con luci a led), se sarà antisismico”

Fedele amica mia malinconia, di Grazia Torriglia

Fedele amica mia malinconia, di Grazia Torriglia

25299223_566968323649449_3105400400572921251_n

Fedele amica mia malinconia
oggi e sempre compagna di vita
cantala per me quella canzone
che ho nel petto e che non vuole uscire.

Cantala al suono di quei violini
che tanto hanno ispirato le mie poesie
cantami quell’ amore che va via
ch’ io possa tacer per sempre le parole t’ amo.

E mai più venga da me quel sentimento
che da troppo lontano chiede al cuore
promesse che non possono avverarsi
Non si cambia il percorso di due vite
con poche parole battute da una tastiera.

Grazia Torriglia@

Lei si chiamava Ragtime Josey, di Pier Carlo Lava

Lei si chiamava Ragtime Josey, di Pier Carlo Lava

Si chiamava Ragtime Josey era un Quarter Horse black e proveniva dal Wisconsin era arrivata insieme ad altri quindici Quarter Horse in aereo in un allevamento in provincia di Parma. 

La vidi in mezzo agli altri, me la fecero provare nella zona circostante e fu subito amore a prima vista. 

All’epoca cercavo un cavallo affidabile per le passeggiate in campagna per staccare la spina dal lavoro prevalentemente a fine settimana quando tornavo a casa.

Diventò subito l’unico motivo di svago perchè appena avevo un momento libero correvo al maneggio, a volte anche solo per strigliarla mi piaceva tenerla pulita e verificare se la lettiera del box era ben fatta, se il fieno era  di qualità e poi la lasciavo libera nel paddock, dove si faceva delle grandi sgroppate.

Rag Time Josey.jpg 

Altre quando avevo più tempo, gli mettevo la sella per la monta western, le briglie e poi facevamo delle lunghe passeggiate in campagna nella zona vicino al maneggio. 

Non mi ha mai dato problemi (c’erano cavalli che fuori in campagna si spaventavano e creavano non pochi problemi) lei era equilibrata, mi capiva al volo quando volevo partire al galoppo, al trotto o semplicemente al passo. 

Quando la presi aveva appena tre anni, furono tredici anni bellissimi, nei quali la vidi crescere e maturare ulteriormente, ma purtroppo come sempre succede nella vita prima o poi tutto finisce… a volte anche per scelte sbagliate delle quali poi ti penti, ma a quel punto non c’è più niente da fare!… ci siamo lasciati… e non ho mai più saputo che fine ha fatto… ogni tanto ci penso… e mi rammarico della decisione che stupidamente avevo preso!. Da allora sono passati molti anni, perciò non credo che sia ancora in vita. Questa è la prima volta che riesco a scrivere di lei, ciao Rag Time Josey ti immagino lassù a correre felice nei pascoli del cielo… Continua a leggere “Lei si chiamava Ragtime Josey, di Pier Carlo Lava”

Tiramani (Lega): “Le Pubbliche Amministrazioni potranno effettuare fuori MEPA gli acquisti sotto i 5 mila euro: importante emendamento della Lega alla Legge di Bilancio 2019”

Tiramani (Lega): “Le Pubbliche Amministrazioni potranno effettuare fuori MEPA gli acquisti sotto i 5 mila euro: importante emendamento della Lega alla Legge di Bilancio 2019”

paolo-tiramanni-lega

“Da gennaio le pubbliche amministrazioni potranno effettuare acquisti di beni e servizi, per importi al di sotto dei 5 mila euro, anche al di fuori del MEPA, il Mercato Elettronico della PA. Si tratta di una buona notizia, che concederà maggiore flessibilità soprattutto ai comuni più piccoli. Un altro passo in avanti importante, targato Lega, finalizzato alla sburocratizzazione e al rilancio dei nostri territori”.

Così l’onorevole Paolo Tiramani, sindaco di Borgosesia, commenta l’emendamento della Lega al DDL Bilancio 2019, che all’articolo 16 vede aggiungersi il comma 4-bis (nuovo comma 68), con il quale si innalza da 1.000 a 5.000 euro il limite di importo oltre il quale le amministrazioni pubbliche sono obbligate ad effettuare acquisti di beni e servizi facendo ricorso al Mercato Elettronico della PA (MEPA). Continua a leggere “Tiramani (Lega): “Le Pubbliche Amministrazioni potranno effettuare fuori MEPA gli acquisti sotto i 5 mila euro: importante emendamento della Lega alla Legge di Bilancio 2019””

“Conte me lo ricordo, quando ci mandava i messaggini tutto contento e entusiasta delle riforme che facevamo…”. L’Huffington Post

Matteo Renzi rivela a Vanity fair: “È legittimo cambiare idea, specie se ti offrono incarichi importanti. Io penso che le idee valgano più delle poltrone”By Huffington PostREMO CASILLI / REUTERS”Chi?”, risponde sarcastico Matteo Renzi quando gli si fa il nome di Giuseppe Conte. Poi rivela a Vanity fair un retroscena del rapporto con l’attuale presidente del consiglio. “Conte me lo ricordo, quando ci mandava i messaggini tutto contento e entusiasta delle riforme che facevamo, della buona scuola, del referendum… A suo tempo, nel 2015, aveva tutta un’altra posizione sullo sforzo riformatore del governo Renzi. È legittimo cambiare idea, specie se ti offrono incarichi importanti. Io penso che le idee valgano più delle poltrone”.

Sorgente: “Conte me lo ricordo, quando ci mandava i messaggini tutto contento e entusiasta delle riforme che facevamo…” | L’Huffington Post

Salvini: “Creare Asse Roma-Berlino”. Polemica per l’espressione che richiama il patto Hitler-Mussolini. L’Huffington Post

“L’asse Roma-Berlino è fondamentale per rilanciare l’Europa e farò di tutto per rilanciarlo visti anche i problemi che ci sono in Francia”, questa la frase pronunciata dal vicepremier Matteo Salvini, rispondendo alle domande dei giornalisti internazionali durante una conferenza a Roma nella sede della Stampa Estera.Le parole di Salvini riportano subito alla mente l’intesa sottoscritta da Adolf Hitler e Benito Mussolini, nota come proprio col nome di Asse Roma-Berlino. Si tratta del primo patto di amicizia stretto nel 1936 tra i due Paesi, divisi in precedenza dalla questione austriaca e dalle differenti posizioni per quanto concerneva degli schieramenti delle potenze europee.

Sorgente: Salvini: “Creare Asse Roma-Berlino”. Polemica per l’espressione che richiama il patto Hitler-Mussolini | L’Huffington Post

Come il cervello sceglie i nemici

ORME SVELATE

Phyllis & Pinky (Katrine Storebø)

Gli scienziati della Columbia hanno identificato una regione del cervello che aiuta a dire a un animale quando attaccare un intruso e quando accettarlo nella sua casa. Quest’area cerebrale, chiamata CA2, fa parte dell’ippocampo, una struttura cerebrale più ampia che è nota per essere critica per la nostra memoria di persone, luoghi, cose ed eventi. Il CA2 era già noto per essere specializzato nella memoria sociale, la capacità di ricordare gli incontri con gli altri. Sorprendentemente, i risultati pubblicati su Nature rivelano che una singola regione del cervello può controllare sia la cognizione di ordine superiore, come la memoria sociale, sia un comportamento innato e istintuale come l’aggressione sociale. E poiché la disfunzione CA2 è stata implicata nelle malattie psichiatriche, come la schizofrenia e il disturbo bipolare, questi risultati forniscono ulteriore supporto che la funzione CA2 alterata può contribuire a comportamenti sociali anormali associati a…

View original post 716 altre parole

“Ernesto Cabruna e le Ali della Vittoria – Precursori ed eroi dell’aria in Città e al Fronte (1911-1918)” – presentato il catalogo della mostra.

“Ernesto Cabruna e le Ali della Vittoria – Precursori ed eroi dell’aria in Città e al Fronte (1911-1918)” – presentato il catalogo della mostra.

Tortona: Sarà presentato giovedì 13 dicembre 2018 alle ore 17.30 presso la Biblioteca Civica Tommaso de Ocheda, il Catalogo della mostra documentale “Ernesto Cabruna e le Ali della Vittoria – Precursori ed eroi dell’aria in Città e al Fronte (1911-1918)” inaugurata lo scorso ottobre, che si pregia di aver ottenuto la concessione del logo ufficiale delle Commemorazioni del Centenario della prima guerra mondiale, insieme al patrocinio dell’Aeronautica Militare.

presentazione_catalogo_cabruna

La mostra realizzata dalla Città di Tortona, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona e la Società Storica Pro Iulia Dertona, rappresenta un’opportunità per approfondire la conoscenza di illustri figure tortonesi, come Ernesto Cabruna,  Alberto Felice Marenghi Marenco (uno fra i primi piloti collaudatori dell’aviazione italiana) ed Ester Mietta (seconda donna italiana a conseguire il brevetto di volo).

Il catalogo riproduce il percorso espositivo e custodisce il ricco materiale documentale e fotografico messo a disposizione della collettività  dagli storici locali, dalle Associazioni, dagli Enti e dai tanti cittadini che hanno sentito il desiderio di contribuire alla realizzazione di questo importante evento culturale.

La mostra resta visitabile fino al 30 aprile 2019, dal lunedì al venerdi, dalle ore 9.00 alle ore 18.00 ed il fine settimana, nel pomeriggio, dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

FRANCESCA PIOVESAN, La sospensione dei pensieri, LADOLFI, 2016

FRANCESCA PIOVESAN, La sospensione dei pensieri, LADOLFI, 2016

Dalla Prefazione di Giulio Greco

La poesia come esprit de finesse

Il titolo della seconda raccolta di Francesca Piovesan spinge di primo acchito a cercare analogie con Les Pensées di Blaise Pascal, il grande filosofo francese tormentato dalla coscienza dei limiti umani. Egli mediante l’esprit de finesse riesce a superare le angustie della pura razionalità intrinsecamente incapace di cogliere la realtà dell’essere umano profondamente complesso, enigmatico, contraddittorio, ricco di infiniti aspetti. Ma Pascal è filosofo […] il poeta invece traduce in atto quello “spirito di finezza”, lo concretizza, lo invera. […] Anche Francesca Piovesan si pone sulla scia del pensatore transalpino[…].

La sospensione dei pensieri

La macrostruttura è delineata dalle diverse sezioni che scandiscono la diversità dei “pensieri”[…] Il pensiero del poeta è una sensazione che a fatica si risolve in parole. In questa lotta troviamo l’intera personalità di un essere che, oltre alla ragione, è materia, storia, lingua, vicenda, coscienza e inconscio, relazione, razionalità, sentimento, progetto, aspirazione, tradizione, originalità… […]

La Piovesan senza dubbio rappresenta l’esempio concreto che le maniere novecentesche postromantiche, avanguardiste o neoorfiche hanno lasciato finalmente il posto a una parola “chiara e forte”[…], una parola che sappia delineare scenari, aprire orizzonti di senso, battere con vigore sul cuore e sull’animo del lettore. Sensazioni tattili, visive, olfattive si uniscono a una passione vissuta nella sua completezza, I pensieri lieti, però, possono trasformarsi in pensieri lievi, che colmano lo spazio tra poesia ed esistenza: ecco dunque delinearsi scene di rara bellezza, in cui la natura e l’uomo trovano un’unione di intenti in un’atmosfera trasfigurata. Continua a leggere “FRANCESCA PIOVESAN, La sospensione dei pensieri, LADOLFI, 2016”

Confcommercio e Confesercenti: TURISMO IN CITTA’? GRAZIE FONDAZIONE!

Confcommercio e Confesercenti: TURISMO IN CITTA’?  GRAZIE FONDAZIONE!

Alessandria è stata protagonista di una puntata su Rai 1 nella trasmissione “Linea Verde Life” condotta da Marcello Masi e Chiara Giallonardo il  24 Novembre.

Schermata 2018-12-11 a 15.23.30

Un sentito ringraziamento alla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che ha realizzato una convenzione con la Rai per dedicare visibilità e promozione turistica al nostro territorio e alla nostra città su canali televisivi nazionali.

Con questa iniziativa la Fondazione ha offerto un’opportunità alla città e ha evidenziato come l’evento sia un’iniezione di entusiasmo e di positività, del quale  abbiamo tutti un gran bisogno. Infatti i commercianti hanno aderito in maniera coinvolgente alla realizzazione della puntata, per mostrare alle telecamere le cose belle e buone che la città propone. Continua a leggere “Confcommercio e Confesercenti: TURISMO IN CITTA’? GRAZIE FONDAZIONE!”

Concerto di Natale dei Tre Martelli, di Lia Tommi

Alessandria: Concerto “Tre Martelli” – domenica 16 dicembre 2018

Domenica 16 dicembre si terra’ il concerto dei “Tre Martelli” in Sala Ferrero, presso il Teatro Comunale, a partire dalle ore 17:00.
Sara’ un tuffo nell’atmosfera piemontese per ricordare la tradizione natalizia delle nostre terre, contraddistinta dalle veglie notturne, dalle rappresentazioni di teatro popolare, dai falo’, dai presepi, dai cibi particolari e da molte altre usanze locali che il gruppo rinnova dal 1978, attraverso le musiche e i canti popolari.

L’ingresso è gratuito.

Christian Raimo all’HuffPost: “Raggi e Ama sapevano tutto”. L’Huffington Post

“Incendio annunciato, il piano rifiuti Raggi è un libro dei sogni rivelatosi un libro degli incubi”

Per Christian Raimo l’incendio del tmb sulla Salaria, l’impianto di rifiuti andato a fuoco stamattina, era “più che annunciato”. Da almeno cinque anni – da giugno anche come assessore del III Municipio – il giornalista e scrittore segue la lotta dei residenti per chiedere la chiusura della struttura dalla quale si è levata una nube tossica che si è poi allungata su Roma. “La verità è che questo impianto non doveva proprio essere aperto qui”, ripete ad HuffPost, che lo ha raggiunto al telefono.

“L’incendio è stato domato – spiega Raimo – ma la questione resta inalterata”.

Qual è la questione?

“La chiusura non doveva scattare in seguito all’incendio. Non doveva essere rilasciata l’autorizzazione, quello non è un posto dove collocare un impianto di questo genere. In linea d’aria le case sorgono a circa 50 metri, a 80 metri c’è un asilo”… continua: Christian Raimo all’HuffPost: “Raggi e Ama sapevano tutto” | L’Huffington Post

In fiamme deposito rifiuti Ama a Roma La nube visibile anche in centro città. Rai News

Le prime misurazioni dell’Arpa riportano valori nella norma Si teme il rischio nube tossica, il presidente del III Municipio invita a tenere le finestre chiuse. L’impianto di trattamento meccanico-biologico è da tempo contestato dagli abitanti della zona per il cattivo odore che emana. Sul posto la sindaca Raggi e il pm Villani. Indagano i Carabinieri – See more at: http://www.rainews.it/

Rai News: il primo canale all news italiano. Scopri le ultime notizie in tempo reale. News e aggiornamenti su politica, cronaca, esteri, economia, sport e attualità.

Sorgente: Rai News: le ultime notizie in tempo reale – news, attualità e aggiornamenti

Google+: chiusura anticipata ad aprile 2019, esposti i dati di 52,5 mln di utenti. HDblog.it

Google ha comunicato nelle scorse ore la scelta di anticipare la chiusura del canale consumer di Google+, spostandola da agosto ad aprile 2019. La decisione è stata adottata dopo la scoperta di una nuova vulnerabilità nelle API di Google+ che ha esposto i dati personali di 52,5 milioni di utenti della piattaforma – si tratta di un numero ancor più elevato rispetto ai 500.000 utenti interessati dalla vulnerabilità corretta a marzo 2018.

A scanso di equivoci, l’esposizione dei dati personali non è stata causata da un attacco hacker – non si è verificata alcuna violazione dei sistemi informatici di Google – ma è legata ad un bug delle API di Google+. In sintesi, anche se l’utente aveva scelto di non rendere pubbliche le informazioni personali del suo profilo Google+, app di terze parti sarebbero comunque state in grado di accedervi a causa della vulnerabilità. Le informazioni personali comprendono, tra le altre, nome, indirizzo e-mail, occupazione ed età.

Sorgente: Google+: chiusura anticipata ad aprile 2019, esposti i dati di 52,5 mln di utenti – HDblog.it

Due suore rubano soldi da una scuola per andare a giocare a Las Vegas. Sky TG24

 

Le religiose hanno ammesso di aver sottratto 500mila dollari all’Istituto cattolico in cui lavoravano in California per poter andare a giocare nei casinò della città del Nevada. I soldi nascosti in un conto bancario separato

Volevano andare a giocare nei casinò di Las Vegas e per questo, due suore dell’ordine di San Giuseppe di Carondelet hanno sottratto 500mila dollari, circa 440mila euro, dalla cassa dell’istituto cattolico St James’ di Torrance, in California, nel quale lavoravano. Come spiegato in un articolo della Bbc News, le sorelle hanno ammesso di aver preso i soldi dalle tasse d’iscrizione e dalle donazioni. Le due, andate in pensione poco tempo fa, hanno rivelato di essere pentite del loro gesto.

Leggi su Sky Tg24 l’articolo Due suore rubano soldi da una scuola per andare a giocare a Las Vegas… Sorgente: Due suore rubano soldi da una scuola per andare a giocare a Las Vegas | Sky TG24