La Commissione: dal governo passo indietro considerevole. Ma resta un divario. Ora il confronto con gli altri leader

MARCO BRESOLIN
INVIATO A BRUXELLES

«Il passo indietro del governo è considerevole». All’ora di cena, la lettura che arriva dal Palazzo Berlaymont registra i «buoni progressi» fatti per ridurre la distanza tra il governo italiano e la Commissione europea.

Giuseppe Conte ha messo sul tavolo di Jean-Claude Juncker un consistente taglio del deficit, ridotto a quota 2,04% del Pil. Basterà per evitare la procedura sul debito? «Resta ancora un gap da colmare – avverte una fonte Ue – e speriamo di poterlo fare con il lavoro che continuerà nei prossimi giorni». Siamo vicini, ma il punto di incontro ancora non c’è.

Sorgente: Deficit giù al 2,04%. Conte cede all’Ue. L’intesa è più vicina – La Stampa