Ciao Antonio

Ciao Antonio

di Pier Carlo Lava

Oggi è un giorno triste, siamo tutti gravemente colpiti dalla notizia della morte di Antonio Megalizzi un giovane giornalista, un ragazzo che aveva tante speranze, progetti e un grande sogno, diffondere la cultura di un Europa vicina alle persone, spezzato da una mano criminale e vigliacca a Strasburgo. 

4172735_1823_morto_antonio_megalizzi

Non lo dimenticheremo Antonio era uno splendido rappresentante della gioventù migliore, quella che vuole costruire un futuro più giusto per tutti, c’è bisogno di ragazzi come lui se vogliamo cambiare in meglio la società europea.

Ciao Antonio guidaci nei nostri passi da lassù…

foto: ilmessaggero.it

News online di Alessandria e non solo: Rising Stars 12, ecco chi sono questo mese

News online di Alessandria e non solo (Gruppo facebook) : Rising Stars 12, ecco chi sono questo mese

di Pier Carlo Lava

https://www.facebook.com/groups/1765609773652359/?source=unknown

Nuovo distintivo Stella nascente Rising StarQuesto badge riconosce i nuovi membri che inseriscono post interessanti nel loro primo mese.

Pier Carlo46144885_1944141735681678_7662112705628602368_o

New Rising Star Badge: This badge recognizes new members who make engaging posts within their first month.

Gruppo: News online di Alessandria e non solo: Rising Stars 12, ecco chi sono questo mese (chi saranno quelli del prossimo mese?…)

Grazia Torriglia
Amministratore Visualizza 15+ post recenti
LICEO CLASSICO

Lia Tommi
Amministratore Visualizza 15+ post recenti
Lavora presso insegnante scuola primaria

Cristina Saracano
Amministratore Visualizza 15+ post recenti
ITC Leonardo Da Vinci


Gianni Regalzi
Amministratore Visualizza 15+ post recenti
Lavora presso Seat Pagine Gialle

Maria Luisa Pirrone
Amministratore Visualizza 8 post recenti
Visite guidate/laboratori didattici presso Palatium Vetus

Ester Mastroianni
Rising Star Visualizza 10 post recenti
Pavia Continua a leggere “News online di Alessandria e non solo: Rising Stars 12, ecco chi sono questo mese”

The stone runner – il Corriere, di Pierluigi Selmi

The stone runner – il Corriere, di Pierluigi Selmi

da http://www.ibuc.it/

TheStoneRunner

Ancora uno stupendo esercizio letterario di Pierluigi Selmi.
Con lo spunto fantastico della scoperta di una nuova pietra filosofale, lo scrittore modenese riordina la cosmogonia politico-economica del mondo prossimo venturo, tracciando ritratti intenzionali di personalità e Stati. E mentre tycoon e politici si confrontano a colpi di fantatecnologia, la vita scorre attraverso il piacere umanissimo della tavola e dell’alcova, come a sollecitare una domanda: l’umano si salverà dalle diatribe, sempre più forti, per il potere nel mondo?
Fino all’ultimo la risposta dovuta ci tiene sospesi: sarà Jus primae noctis o Utopia? Leggete che cosa ne pensa Selmi e, poi, riflettete…

Un giorno il mondo si sveglia e scopre che la Cina è sbarcata su Marte, che la navetta è bloccata da un incidente ma riesce a rientrare riportando sulla Terra delle pietre misteriose. Attorno a queste pietre si scatenano gli interessi di tutti, le grandi potenze e le grandi lobby, ma anche i giochi di potere degli stessi cinesi.  Continua a leggere “The stone runner – il Corriere, di Pierluigi Selmi”

Un cuoco quasi fritto, di Pierluigi Selmi

Un cuoco quasi fritto, di Pierluigi Selmi

da http://www.ibuc.it/

UnCuoco_cop_fin

Dagli anni ’60, in Unione Sovietica e negli Stati Uniti, gruppi di scienziati erano impegnati a mettere a punto applicazioni che si riferivano alla teoria fisica dei quanti. “Un cuoco quasi fritto” è un’altra avventura dello chef modenese Giovanni Cancellieri, inseguito a Bangkok da un mandato di cattura per avere ucciso due prostitute, madre e figlia, che esercitavano in viale Gramsci a Modena. Sembrerebbe un normale fatto di sangue: la polizia segue le solite piste ma non fa passi avanti.

Il vicequestore Anfuso incaricato delle indagini, non sa che pesci pigliare. In quei giorni il Presidente del Consiglio è colpito da ictus e il mondo della politica è in ebollizione, come l’acqua per la pasta. Che cosa c’è di meglio che scodellare il colpevole dell’efferato delitto, per distogliere l’attenzione dalla malattia del Presidente? All’inettitudine della Polizia si affianca la spregiudicatezza dei servizi segreti, e scatta una falsa accusa contro uno a caso, il cuoco internazionale Cancellieri appunto, la cui unica fortuna è di trovarsi all’estero all’epoca dei fatti. E all’estero rimane. Continua a leggere “Un cuoco quasi fritto, di Pierluigi Selmi”

CROSSROADS

words and music and stories

CROSSROADS

I went down to the crossroads, fell down on my knees.
Down to the crossroads, fell down on my knees.
Asked the Lord above for mercy, “Save me if you please.”

I went down to the crossroads, tried to flag a ride.
Down to the crossroads, tried to flag a ride.
Nobody seemed to know me, everybody passed me by.

Well I’m going down to Rosedale, take my rider by my side.
Going down to Rosedale, take my rider by my side.
You can still barrelhouse, baby, on the riverside.

Going down to Rosedale, take my rider by my side.
Going down to Rosedale, take my rider by my side.
You can still barrelhouse, baby, on the riverside.

You can run, you can run, tell my friend-boy, Willie Brown.
Run, you can run, tell my friend-boy, Willie Brown.
And I’m staying at the crossroads, believe I’m sinking down.

I…

View original post 666 altre parole

U3A: “Nobody Knows You When You’re Down And Out”

words and music and stories

homeless-man-

Nobody Knows When You’re Down And Out

Once I lived the life of a millionaire
Spending my money, I didn’t care
I carried my friends out for a good time
Buying bootleg liquor, champagne and wine

Then I began to fall so low
I didn’t have a friend and no place to go
So if I ever get my hand on a dollar again
I’m gonna hold on to it till them eagle’s grin

Nobody knows you
When you’re down and out
In my pocket not one penny
And my friends, I haven’t any

But if I ever get on my feet again
Then I’ll meet my long lost friend
It’s mighty strange without a doubt
Nobody knows you when you’re down and out
I mean when you’re down and out

When you’re down and out, not one penny
And my friends, I haven’t any and I felt so low

View original post 411 altre parole

Bessie Smith & “Blue Melody”

words and music and stories

mag

“Blue Melody” is a short story by  Jerome David Salinger, the American writer known for his novel “The Catcher in the Rye”. This short story was first published in the September 1948 issue of Cosmopolitan.

It is the tragic tale of an African-American jazz singer, inspired by the life of Bessie Smith and was originally titled “Needle on a Scratchy Phonograph Record”.

The author had warned that not one word could be modified, but Cosmopolitan changed the title to “Blue Melody” without his consent. After that,  Salinger decided to publish only in The New Yorker.

Here is an excerpt:

During Christmas week Lida Louise began singing nights at her Uncle Charles’s. Rudford and Peggy both got permission, on her opening night, to attend a hygiene lecture at school. So they were there. Black Charles gave them the table nearest the piano and put two bottles of sarsaparilla on it…

View original post 951 altre parole

🎥 CINEFORUM: “C’est la vie”

words and music and stories

c'est la vie

C’est La Vie – Prendila come viene” è un piacevole film francese del 2017 il cui titolo originale è “Le sens de la fête”, a metà strada tra un’elegante farsa e una commedia di costume.

Max è un wedding planner che sta organizzando un importante matrimonio in un prestigioso castello fuori Parigi, un ricevimento che dovrebbe essere “sobrio ed elegante”.
Come sempre, coordina la sua variegata squadra fedele, eterogenea e alquanto incompetente. C’è la sua amante stanca di pazientare; la sua sostituta tanto preparata quanto irascibile e sboccata; il valletto malinconico – un professore innamorato del ‘bel parlare’ che corregge gli errori grammaticali dei suoi colleghi e si accorge di essere innamorato della sposa -; il cantante cialtrone di una band sgangherata che quando canta canzoni straniere lo fa in una lingua inventata; un fotografo amico che gradisce maggiormente il buffet che non dedicarsi alle fotografie e che…

View original post 266 altre parole

“Arrangement in Black and White”: commentary

words and music and stories

fleur

Dorothy Parker’s “Arrangement in Black and White” is funny, wicked, and brilliant short story in which a wealthy white woman tries to convince the host of a party that she is free of prejudice and most eager to meet the party’s guest of honour, an African-American musician.
It is structured as a dialogue between the protagonist, and the host and the musician who are secondary characters that help better reveal the woman’s personality.
The story is set during a dinner party held in honour of the African-American musician, somewhere in the United States, in a time contemporary to its publishing (1927) . In the late 1920s US was still racially biased and divided despite the fact that slavery had been abolished in 1865. Therefore, segregation was still practiced on a national scale.

The title, “Arrangement in Black and White”, is symbolic and reflects both the context of the story…

View original post 175 altre parole

Il valore

ORME SVELATE

Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere. (Albert Einstein)

Questa frase dipinge il lavoro di Orme Svelate.
A volte nella vita capita anche che, nonostante dai, non arriva nulla o, peggio ancora, arrivano dispiaceri.
La sensibilità diventa così acuta che fa male. Poi, comunque, ti dai delle risposte almeno per lenire la momentanea sofferenza.
Oggi tornavo da scuola e guardando in su, il cielo mi ha ricompensato, belle nuvole disegnate, bel colore azzurro, tipico di quando c’è vento.
Sospiro e dico grazie. Grazie cielo che non mi tradirai mai nemmeno quando sarai grigio o tempestoso.
MI TENGO STRETTA QUESTA VITA MIA E LA MIA VOGLIA DI DARE.                                        Anche se sbatto contro ostacoli.
Buon Natale a tutti…

View original post 2 altre parole

“I sogni vincono sempre”: una commedia sulla donazione del cordone ombelicale

Di Maria Luisa Pirrone

“I sogni vincono sempre”: è il titolo della commedia di Gianluca Pivetti sul tema della donazione del cordone ombelicale che sarà messa in scena al Teatro Parvum di Alessandria (via Mazzini 85), domenica 16 dicembre alle 21, dalla compagnia Notte Magica con la collaborazione della compagnia On Stage e di Agata Tinnirello.

Promotrice e organizzatrice dello spettacolo, con il supporto del CSVAA, è l’Associazione ADISCO (Associazione Donatrici Italiane Sangue Cordone Ombelicale) di Alessandria.

Ingresso ad offerta.

Scuola e arte in carcere: laboratori interattivi per la riscoperta dell’individuo, di Lia Tommi

Nell’ ambito del Festival delle arti recluse , il CESP ( Centro studi per la scuola pubblica) è stato invitato ad organizzare un seminario interregionale di aggiornamento/ formazione, svolto nella prima parte nella Casa di Reclusione di San Michele e nella seconda all’Associazione Cultura e Sviluppo, il 14 dicembre.

L’azione progettuale del CESP- Rete delle scuole ristrette si è soffermata, in questi anni, sulla rilevazione dei bisogni educativi propri della popolazione detenuta ed è stata finalizzata alla messa in atto di una strategia in grado di fornire risposte in termini educativi alla popolazione “ristretta” , tenendo conto della pluralità delle istanze provenienti dal variegato e complesso ambiente penitenziario.

Il lavoro in rete con i docenti impegnati nelle istituzioni penitenziarie di buona parte delle scuole italiane, ha contribuito alla riabilitazione della persona ristretta, in vista della sua fuoriuscita del contesto detentivo.

I laboratori didattici formativo-interattivi si presentano contemporaneamente come un metodo operativo, ovvero un modo per interagire con la realtà per comprenderla e/o cambiarla e come uno spazio a se` stante , ambiente inclusivo e tras- formativo di apprendimento, che rende possibile l’attuazione di percorsi per produrre apprendimenti spendibili in contesto esterno.

Sono stati realizzati tre laboratori:

– Apprendere la biblioteca in carcere

– Arte e cultura in carcere ( bottega d’arte)

– Scrittura e letteratura in carcere ( lettura del V e XXVI Canto dell’Inferno)

In chiusura spettacolo teatrale in due atti tratti dal racconto di Giambattista Basile: “La serpe”. Testo di uno studente “ristretto” della Casa di Reclusione di Alessandria. Interprete Miriam Loco, attrice.

Giro d’Italia, Legambiente chiede di spostare il traguardo della 13° tappa a Ceresole Reale per tutelare l’habitat del Gran Paradiso

Giro d’Italia, Legambiente chiede di spostare il traguardo della 13° tappa a Ceresole Reale per tutelare l’habitat del Gran Paradiso

Il percorso della Corsa ciclistica Rosa prevede l’arrivo della tappa Pinerolo-Ceresole Reale al Lago del Serrù, a 2300 metri di quota, nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso

giro Logo Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta

L’edizione 2019 del Giro d’Italia, presentata alla stampa nelle scorse settimane, prevede per la sua 13° tappa Pinerolo-Ceresole Reale l’arrivo al Lago del Serrù, a 2300 metri di quota, nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Una scelta che per il suo possibile impatto sul delicato habitat naturale dell’alta Valle Orco ha suscitato le perplessità delle associazioni ambientaliste, rappresentate nel Consiglio del Parco da Antonio Farina che con una lettera ha portato la questione all’attenzione, tra gli altri, del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Continua a leggere “Giro d’Italia, Legambiente chiede di spostare il traguardo della 13° tappa a Ceresole Reale per tutelare l’habitat del Gran Paradiso”

Il Bosco della Famiglia Rotariana

Il Bosco della Famiglia Rotariana

Alessandria: Un nome particolarmente evocativo e un risultato di grande significato per la Città di Alessandria quello del progettoIl Bosco della Famiglia Rotariana”: un’iniziativa che oggi è stata ufficialmente presentata nella concretezza della sua attuazione nell’area di “Alessandria 2000” presso la Rotonda di via Fausto Coppi.

Invitati per il momento di inaugurazione ufficiale “in loco” erano Gianfranco Cuttica di Revigliasco, Sindaco della Città di Alessandria, Davide Buzzi Langhi, Vicesindaco di Alessandria, Piervittorio Ciccaglioni, Assessore comunale al Decoro Urbano di Alessandria, Silvia Scarrone, assistente del Governatore del Distretto in rappresentanza di Michele Gancia, Governatore Distretto Rotary 2032 (Regione Liguria, Prov. di Alessandria, Asti e Cuneo), Giuseppe Artuffo, Past-Governatore Distretto Rotary 2032 (Regione Liguria, Prov. di Alessandria, Asti e Cuneo), Francesco Musante, Past-Presidente Rotary Club Alessandria, Federico Radice Fossati, Presidente Società Alessandria 2000 s.r.l., e Giorgio Cacciabue, Funzionario Settore tecnico Forestale Prov. AL-AT della Regione Piemonte.

Le peculiarità del progetto erano state definite nella scorsa primavera nell’ambito di un Protocollo d’Intesa tra Società Alessandria 2000 s.r.l., Amministrazione Comunale di Alessandria, Distretto Rotary 2032 e Rotary Club Alessandria. Si è trattato di un’intesa — sostenuta fattivamente grazie anche al coinvolgimento del Settore tecnico Forestale per le Prov. AL-AT della Regione Piemonte — mediante la quale il Rotary ha inteso concretizzare, a livello di territorio comunale alessandrino, l’obiettivo programmatico 2017/2018 del Presidente Internazionale Rotary Ian H.S. RiseleyI am asking every Rotary Club to plant at least one tree for each members»). Continua a leggere “Il Bosco della Famiglia Rotariana”

Violenta la figlia e nasce una bambina: padre orco arrestato dopo quasi 20 anni di abusi

Dopo anni di abusi una giovane di 30 anni, grazie al sostegno del proprio compagno con cui vive nel Brindisino, ha trovato il coraggio di denunciare le violenze subite tra le mura domestiche. Il padre è così ora accusato di averla violentata per 20 anni. La ragazza, a seguito degli abusi subiti, nel 2010 ha avuto una bambina.

https://www.ilmessaggero.it

Sorgente: Violenta la figlia e nasce una bambina: padre orco arrestato dopo quasi 20 anni di abusi

Trovati morti Massimo e Jennifer, gli escursionisti dispersi a Tarvisio

I due escursionisti triestini dispersi da martedì nella zona del Monte Lussari a Tarvisio (Udine) sono stati trovati morti. I soccorritori stanno procedendo al recupero dei corpi. Si tratta di Massimo Grassi, 41enne, e dell’amica Jennifer Bubic di 35.

https://www.ilmessaggero.it

Sorgente: Trovati morti Massimo e Jennifer, gli escursionisti dispersi a Tarvisio

Bimbo di sei anni morto in ospedale, effettuata l’autopsia: “Compromissione grave a livello polmonare”

L’autopsia, secondo gli inquirenti, avrebbe così confermato l’ipotesi del decesso per possibili complicazioni di una polmonite. La Procura ha avviato nei giorni scorsi un inchiesta: s’indaga per omicidio colposo

Sorgente: Bimbo di sei anni morto in ospedale, effettuata l’autopsia: “Compromissione grave a livello polmonare”

L’ odore della carta

Non di questo mondo

Getta quel libro, è odore della carta.
Il libro appena preso nelle mani, quel libro di cui stiamo imparando il funzionamento,
attraverso cui stiamo prendendo coscienza dei processi della macchina alfabetica,
quel libro deve essere gettato via,
perché non è altro che “odore della carta”.
Mario Benedetti.

Ho un libro nelle borse della bici.
Mai finito.
Sta lì per le soste sulle rive di qualche lago
o per una panchina in mezzo al bosco
attorno allo stagno degli alberi bisbiglianti.
L’ intenzione almeno è quella
ma quando sono alla riva mi perdo nel brillare delle onde
nel profumo dell’ albero sotto cui sto
nell’ odore dell’ acqua, dell’ aria o del legno della panchina.
La voce del lago riempie l’ aria.
Lo stesso al bosco,
nei giorni di sole l’ aria sa di resina e eriche calde
gli alberi bisbigliano piano per non disturbare il concerto dei suoni del bosco.

View original post 111 altre parole

Portante acustica

Non di questo mondo

Mamma naviga su una portante acustica
a modem spento.
Una portante direttamente infilata nell’ orecchio
come un sibilo a 3000 hertz
(forse è un’ acufene).

Devono avere computer avanzatissimi dove sta,
da milioni di megahertz al microsecondo,
il suo avrà per tastiera un prato verde
e per tasti margherite.
Per hardisk una torta di mele appena sfornata.
E il monitor wi fi è proprio qui,
dietro le palpebre chiuse.
Immagini, scritte e suoni appaiono in finestre velocissime.
Più vite al secondo.
Lancia messaggi a tutti
e me li vengono a dire.

Non fare tardi..
me li vengono a dire in frasi banalissime per tutti.
Ti ho lasciato una fetta di torta in frigo.
Certo anche “non ti voglio più bene” o “sei una delusione” è tra quei messaggi.

Ma i computer, si sa, sbagliano.

Chi vi stirerà le camicie?
Fai il bravo.

View original post

Tiziana Beghin, M5S: Valledora, la situazione delle falde acquifere locali è Grave!

Tiziana Beghin, M5S: Valledora, la situazione delle falde acquifere locali è Grave!

L’EURODEPUTATA DEL MOVIMENTO 5 STELLE TIZIANA BEGHIN IN MISSONE IN VALLEDORA PER VERIFICARE LA GRAVE SITUAZIONE DELLE FALDE ACQUIFERE LOCALI, MINATE DA CAVE E DISCARICHE DI RIFIUTI

Tiziana-Beghin

La battaglia, molto sentita da Tiziana Beghin, vede uniti molti territori del Piemonte, su tutti il Comune di Sezzadio, dove un progetto di discarica mette a rischio oltre 50 mila abitanti

Il 17-18 dicembre si terrà in Valledora, in provincia di Biella, una missione della Commissione Petizioni del Parlamento europeo per l’analisi diretta sul territorio e l’acquisizione di informazioni dettagliate sulla grave situazione delle falde acquifere locali, minate dalle cave e dalle discariche di rifiuti circostanti, che mettono a serio rischio la salute umana e l’ambiente.

La missione è realtà grazie agli sforzi del MoVimento 5 Stelle che, per mano di Eleonora Evi, è riuscito in un primo tempo a fare bocciare la proposta di archiviazione della petizione, e successivamente a calendarizzare il sopralluogo a cui parteciperanno deputati di diversa estrazione politica e nazionalità. Continua a leggere “Tiziana Beghin, M5S: Valledora, la situazione delle falde acquifere locali è Grave!”

Here she stands all by herself…

Crazartt

img_20181121_201229644578306.jpg

And through the fight, She stands

The Queen, I say

She brings stability to a mans life.

she doesn’t create problems, she solves them.

She doesn’t seduce a man with her body, she stimulates with her mind.

she shines light into his darkness.

she doesn’t settles, she inspires growth.

she doesn’t fit in with the rest, she stands out

You will know her when you meet her because

shes all you have been waiting for…

Dear person reading this,

You deserve a life full of happiness and positivity. So don’t let others get to you and always believe in yourself.

Who am I?

I’m just a dreamer. A hopeful, romantic, unsupervised living in the world of eyes, fighting for what lies beyond appearances… trying to find my way, to somewhere I belong.

@Mehakkhorana

View original post

Gaspatxo de maduixes amb crema de menta

Celler-Adocse

Necessitem pel gaspatxo:

  • – 550 grams de maduixes
  • – 5 tomàquets pelats, sense pell ni llavors
  • – 4 fulles de menta
  • – 80 grams de sucre
  • – 80 grams de suc de taronja
  • – 1 préssec pelat
  • – Un polsim de canyella en pols
  • – Un polsim de pebre negre
  • – Un rajolí de vinagre de Jerez

I per la crema de menta:

  • – 15 fulles de menta
  • – Un tetrabrik dels de 200 ml de nata per muntar
  • – 1 got de llet
  • – 35 grams de sucre

Preparació:

  1. Pel gaspatxo, fàcil. Tots els ingredients junts, turmix, a triturar-ho tot i després es pot passar (o no) pel xino. Va a gustos. A la recepta original també hi anaven 4 fulles d’alfàbrega, que no les vaig posar… perquè no en tenia.
  2. Per la crema de menta: per un cantó montem la nata fins que quedi textura de crema, espesseta…

View original post 92 altre parole

Domenica 16 Dicembre 2018 Primo Appuntamento con Matinée Macallé

Domenica 16 Dicembre 2018 Primo Appuntamento con Matinée Macallé

Salvatore Coluccio

Il Cinema Macallè propone un nuovo appuntamento per il suo affezionato pubblico: cinema la domenica mattina, una parentesi da ritagliarsi nella giornata festiva, dedicata alla visione di Classici della Storia del Cinema. 

 

Da domenica 16 Dicembre il Macallè attende i propri sostenitori alle ore 10.30 per condividere la passione della sala cinematografica.  

Domenica 16 Dicembre 2018 Matinée Macallé  Ore 10,30 – Ingresso € 5

SUSANNA! (Bringing Up Baby) un film di Howard Hawks con Katharine Hepburn e Cary Grant

Trailer https://youtu.be/2r7ksjLnN28  INFO  e PRENOTAZIONI al 334 9488905  

SUSANNA! TRAMA Uno svagato paleontologo sta per sposarsi, ma quello che gli preme di più è di ottenere un osso che gli permetterebbe di completare il gigantesco scheletro di un dinosauro. Durante una partita di golf lo scienziato conosce una testarda ma adorabile ereditiera che s’innamora di lui e, per conquistarlo, lo trascina in una girandola d’equivoci in cui avranno una grande responsabilità un fox terrier che si ruba il prezioso osso finalmente arrivato e una coppia di leopardi perfettamente identici, uno mansueto e l’altro ferocissimo. Alla fine, naturalmente, la ragazza conquista lo scienziato, però baciandolo fa andare in pezzi lo scheletro.

Info 0131 585001 / 334 9488905  Cinema Macallè – Via Marsala 1/A – Castelceriolo, Alessandria. Io Amo il Macallè !  

La pagina ingiallita, di Antonietta Fragnito

 

dom SUSANNA! FOTO1

A volte
come nel gioco a nascondino
sbucano personaggi dalla giovinezza
Conservano solo il calco di un corpo che non c’ è più
E li riguardi diversi
un po’ impazziti
di quella modica follia
che ad ognuno riversa
generosa la vita
Scoprì che frattanto hanno costituito nascondigli
che i loro denti
nel tempo
hanno intessuto nuove parole
E vedi che lo sguardo
una volta limpido
è stato impunemente offeso
E ascolti muti racconti
senza sequenze
C’è un buco enorme in quella trama
dove tu eri altrove altrove altrove
Come recita la Poetessa

Antonietta Fragnito

COSÍ TANTO PER SCRIVERE QUALCOSA , di Gregorio Asero

COSÍ TANTO PER SCRIVERE QUALCOSA , di Gregorio Asero

COSÍ TANTO PER SCRIVERE QUALCOSA
Dicono che i morti non possono far nulla, nel bene e nel male. Così come dicono che l’amore vero, è quello eterno. Non è vero, almeno io non la penso così. I morti, quando ti vengono in sogno, sono in grado di darti grande conforto, come pure grandi dolori. Gli amori, seppur finiscano, non è detto che non siano stati grandi amori.

So di amori sublimi che hanno avuto poca vita, come pure di amori eterni che si trascinano in un oblio senza forma, stancamente. L’amore non può essere eterno, perché la vita ha un tempo, ed è fatta di un continuo rinnovarsi. Allora capita di pensare che siano i sogni d’amore che sono eterni.

È chiaro, che per quel che riguarda i sogni, ci viene facile di fermarli nei momenti di massima gioia, o di massimo sconforto, mai che si riesca a essere obiettivi e distaccati nel rimembrare le cose passate. Continua a leggere “COSÍ TANTO PER SCRIVERE QUALCOSA , di Gregorio Asero”

“Silenzi”, di Antonio Spagnuolo

“Silenzi”, di Antonio Spagnuolo

“Silenzi”
Rimane solo il silenzio nella penombra,
riconosce i profili ancora incerti,
nelle attese continue di un sussurro
per ritornare ai profumi della tua carne.
Ascolto l’inganno che la sera propone
nell’assurdo trucco della mano sospesa
al vuoto della stanza , in questa vecchia casa
dove tutto è memoria.
Il tuo nome , il tuo nome Elena ricorre
per le mie vene in ultima illusione:
s’innesta la febbre alla polvere,
il capo chino ripete ritorni nel tempo
per sorprendere vertigini nel pensiero che oscilla.
Una disperata finzione mi sorprende
e chiudo gli occhi per sognare il tuo labbro.
*
Non credo più nel toccare le cose con le mani
alla sciarada che ogni zero incunea,
al ticchettare che disegna spazi e falsetti ,
mentre fra le spalle gioca un antico smarrimento.
Non è più tempo di segreti alla memoria,
ormai stanco di concedere incertezze,
confondere lo scudiscio della notte
per l’intreccio delle tue ombre in mutamenti.
Sulle mie ossa in bilico
la mia rassegnazione non ha più posto.
*
ANTONIO SPAGNUOLO

Attentato Strasburgo, è morto il giornalista italiano Antonio Megalizzi

Attentato Strasburgo, è morto il giornalista italiano Antonio Megalizzi

di Pier Carlo Lava

Anche Alessandria today si unisce al profondo cordoglio di tutti i media, dopo la triste notizia della morte del giornalista Antonio Megalizzi, colpito dal vile attentato terroristico di Strasburgo.

L’attentatore Cherik Chekatt è stato ucciso dalla Polizia dopo una sparatoria, ma niente potrà ridare la vita, i sogni e le speranze di un giovane che faceva il onestamente e con capacità suo lavoro, credendo nel futuro di un Europa dei popoli e delle persone.

cq5dam.web.738.462

da: https://tg24.sky.it

Il giornalista 28enne è deceduto nell’ospedale di Hautepierre dove era ricoverato da martedì, quando è stato colpito da un proiettile alla testa durante l’attentato a Strasburgo. Le sue condizioni erano apparse da subito gravissime

Antonio Megalizzi non ce l’ha fatta. Il giornalista 28enne colpito alla testa durante l’attentato ai mercatini di Natale di Strasburgo (LE FOTO – LE TESTIMONIANZE) è morto nel pomeriggio di venerdì. Le sue condizioni erano apparse da subito molto gravi e i medici avevano fatto sapere che il giovane non poteva essere operato per la posizione in cui si trovava il proiettile. Continua a leggere “Attentato Strasburgo, è morto il giornalista italiano Antonio Megalizzi”

Lo stregone Sioux ( testimone ) di Andrea Patrone

Lo stregone Sioux ( testimone ) di Andrea Patrone

Lo stregone Sioux ( testimone )

“Io ti sento se non urli, so che ci
sei, tu parli alle mie orecchie per
raggiungere i nostri Dei.”
Questo, pensò lo spirito di Alce
Grigio mentre osserva la pira,
l’ultimo letto sulla sponda del
del Sand Creek.
“Sento della resina il profumo,
so che lo spirito è dentro al fumo,
così ti stringo la mano come
faceva lei ….per dirti… t’amo.”
Poi la Luna svegliò il Sole ma
non il Campo, c’erano pochi
legni che bruciavano lenti, così
giunse quel rumore come quando
s’apre il ….fiore.
Erano giacche turchine figlie di
un temporale, con lampi e tuoni
dissero alla morte:”Dio ci perdoni!”
Alce Grigio prese l’arco e puntò
l’acqua, mirò al suo cuore, ma
c’era il riflesso del perduto onore!
Riarmò l’arco e lo puntò al cielo,
mirò al cuore, ma c’era il pianto
del suo dolore!
Riarmò l’arco, puntò la nuvola, mirò
al cuore, la deviò il vento del disonore!

Andrea

FRANATO ENTUSIASMO, di Franceschini Ivaldo

FRANATO ENTUSIASMO, di Franceschini Ivaldo

Per tutti i miei sostenitori:

FRANATO ENTUSIASMO

Il tempo è passato, non c’è spazio per i ricordi.
la tua coscienza rivisita condizioni e luoghi
e come una clessidra scandisce gli eventi
che conducono alla fine di tutto!
Ci sarà dunque qualcuno a voltare con te le pagine della vita
ad aiutarti a vincere gli inutili affanni?
E’ forse con te donna che dobbiamo scambiare un sorriso?
Un Abbraccio, un bacio per dare un senso alla nostra vita?
Quegli attimi di felicità che passiamo insieme a te,
speriamo siano sempre fulgidi nel presente e nella memoria,
per rinnovarci i cuori ed animarli di buoni propositi sempre!
Aiutaci a sconfiggere il trascorso che ci aliena la mente,
ad alimentare il presente che ci conforta i cuori
ed il futuro che ci illumina il desiderio!
Aiutaci donna a vincere la paura di non poter più condividere
un sorriso, ad emozionare gli animi nobili
per renderli liberi di sprigionare amore!

I.F.

(Composta nel 1969)

Bianche le ore, di Rossana Angeli

Bianche le ore, di Rossana Angeli

48085899_2839575699401562_1351230800477028352_n

Bianche le ore

Ti ho solo donato
il senso della
dolcezza
che ho sempre
portato nel grembo
del cuore.

Questo mio amare
ha confuso le stelle nel cielo
e tutta la luce é entrata
nei miei occhi per farne
la vita del nostro sempre insieme.

Bianche le ore
sedute nel cielo
a guardare
l’infinito,
che riscalda
la meraviglia
del nostro amore.

Borsalino e Champagne, di Pierluigi Selmi

Borsalino e Champagne, di Pierluigi Selmi

di Pier Carlo Lava

Alessandria today presenta lo scrittore Pierluigi Selmi, che questa sera alle 18.00, in Via Tortona 71, nel salone di rappresentanza della “Basile” presenterà il suo libro: Borsalino e Champagne.

Così scrive Selmi sul suo profilo facebooK: Venerdì 14 dicembre 2018 sarò ad Alessandria a presentare il mio romanzo: Borsalino e Champagne. Alessandria è la città simbolo della Borsalino che dopo infauste vicissitudini aziendali è pronta al rilancio. Porterò la mia solidarietà e miei auguri alla città e all’azienda raccontando un episodio ai più sconosciuto che ha come protagonista proprio il più famoso produttore di cappelli del mondo.

Alle 18.00, Via Tortona 71, nel salone di rappresentanza della “Basile”

Borsalino_e_champagne

BORSALINO E CHAMPAGNE  di Pierluigi Selmi

Vi siete mai chiesti come mai, nei paesi andini, quasi tutte le donne locali portano la bombetta? Quel copricapo, da noi classico, sembrava una strana coincidenza etnica… Un giorno, però, Selmi ha incontrato una persona che gli ha raccontato una storia vera, che ha svelato perché la bombetta (in lingua locale bombin) della ditta Borsalino (i famosissimi cappellai italiani) fosse divenuta in pochissimo tempo un oggetto di culto per le donne indio della Cordigliera. Il piccolo, grande mistero è come di consueto svelato con maestria dall’autore che, con la proverbiale generosità d’informazioni e curiosità, spiega come tante donne andine in pochissimi anni lo abbiano scelto e indossato…
Certo, deve esserci sotto qualcosa di grosso!
La storia si è intrecciata con quella dello champagne, in particolare dello champagne Mumm. Sorpresa! Insieme ai bombin, sono state vendute navi intere del lussuoso nettare francese, creando, in Cile e in Perù, un mercato del tutto particolare.
Quasi ci fosse qualcosa d’importante da… festeggiare!
Continua a leggere “Borsalino e Champagne, di Pierluigi Selmi”

“Leggende”, di Antonio Spagnuolo

“Leggende”, di Antonio Spagnuolo

“Leggende”

Mentre tu , severa , intrecciavi tarantelle
nel rimpianto di una festa promessa
Io cancellavo fantasmi
inseguendo i furori della luna,
nel grembo più veloce
era il brusio di meraviglie
oltre il gioco del sogno.
Poi l’angoscia in misure irrisolte
gocciolava emozioni
invecchiate come noi al sussurro di leggende.

Un’ombra appena l’ostaggio delle braccia,
nostalgie dei silenzi alle caviglie,
trasparenze delle tue pupille.
Giocavamo ai papaveri nel brivido annunciato,
il tuo seno delicatamente si offriva
al proscenio , stranito ed improvviso,
e le ombre avvolgevano lenzuola.
Alle pareti il fragore del nostro pentagramma
grottesco ed infinito di passioni
confonde nel racconto lungo ciglia
per cancellare il richiamo
soffocato nel vuoto .
Forse ho incendiato i ricordi
e sono qui a scrivere sciocchezze
per una fanciulla nuda inesistente.
*
Antonio Spagnuolo

Destini incrociati, di Mariella Bartolucci

Destini incrociati, di Mariella Bartolucci

Pagine poetiche di Maria Bartolucci scrittrice

48314822_597046144079053_7988394636597002240_n

Destini incrociati.

La vita in campagna scivolava in me

leggera

come quei fiori

gialli,

cresciuti soli

in una natura resa

smagliante

dai raggi solari.

Passeggiavo

tra la vivace fioritura

sconvolta dal vento,

come quelle danzanti

nuvole bianche

e sentivo crescere

in me

un insolito sentimento

di dolcezza.

Una sola volta

alzai gli occhi

verso I tuoi. Continua a leggere “Destini incrociati, di Mariella Bartolucci”

Le nuvole sul mare, di Dario Menicucci

Le nuvole sul mare, di Dario Menicucci

le nuv 48363689_668594376870347_4152539033639059456_ole nuv 48363325_668594396870345_5249191432966635520_n

Le nuvole sul mare (filastrocca per bambini)

Sembran zucchero filato
panna sopra un gran gelato
dei velieri nell’azzurro
o molliche con il burro.

Queste nuvole sul mare
oggi han voglia di scherzare
sia le bianche che le scure
fan buffissime figure.

Si trasformano ruotando
si dispongono volando
tutte in fila colorate
e persino pettinate.

Quando a sera il sole posa
tra le onde e il cielo rosa
come lava incandescente
son di fuoco e vanno lente.

Poi di notte si fan chiare
per potersi rispecchiare
si decorano di stelle
per sembrare ancor più belle

Dario Menicucci

Corso di fotografia, di Cristina Saracano

Schermata 2018-12-14 a 14.41.21

Alessandria: Impara a vedere, impara a fotografare, questo è il nuovo corso di fotografia che si terrà a partire dal 31 gennaio alle 20,30 presso lo studio di via San Lorenzo 107, Alessandria.

Daniele Robotti, fotografo, ci portera’ in diretto contatto con questo mondo esplorando le tecniche, l’uso della fotocamera e lasciando spazio alla creatività.

Saranno 10 lezioni, il giovedì, più 4 extra shooting con modella e due uscite il sabato pomeriggio.

Il costo è di 180,00 euro, 140,00 per chi vorrà iscriversi entro il 10/01/2019.

Info http://www.robotti.it

 

La prima MaBim in un ospedale piemontese grazie a Zonta, di Lia Tommi

Un altro primato per Zonta.

Non ne esiste una uguale in nessun ospedale piemontese. Nel nuovo anno, verrà consegnata la prima MaBim!
Ci sono tanti modi diversi per celebrare la Giornata dei Diritti Umani.
Zonta lo ha fatto con qualche giorno di anticipo, legando i diritti di chi giunge nel nostro paese, di chi è additato come diverso, di chi un lavoro non riesce a trovarlo, di chi è malato ed emarginato, di chi ogni giorno subisce violenze inaudite all’interno delle mura domestiche, con una grande finalità per esaudire il diritto di chi è disabile a poter avere accanto a se il proprio bimbo a poche ore dalla nascita, come tutte le altre mamme.
Sarà la prima culla del genere a fare il suo ingresso in un Ospedale del Piemonte.

Lo spettacolo “La valigia prima di Natale” è stato tutto questo. E dopo le feste verrà consegnata MaBim , la culla per il co-sleeping.

Terzo valico, Berutti: “Sull’importanza dell’opera, Toninelli ha scoperto l’acqua calda

Terzo valico, Berutti: “Sull’importanza dell’opera, Toninelli ha scoperto l’acqua calda. Adesso che finalmente ha studiato il dossier smetta di tentare inutili blocchi allo sviluppo del Paese”

BERUTTI MASSIMO VITTORIOMb

Tortona (Al), 14 dicembre 2018 “Sul Terzo valico è arrivato l’unico epilogo possibile. Sapevamo tutti della necessità di proseguire l’opera sia per la sua importanza strategica che per il costo insostenibile che avrebbe comportato bloccarla”. Lo dichiara in una nota il senatore Massimo Berutti (FI) a seguito dell’annuncio da parte del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti dell’esito positivo dell’analisi costi-benefici. “Sull’importanza dell’opera, Toninelli ha scoperto l’acqua calda. Adesso che finalmente ha studiato il dossier, smetta di tentare inutili blocchi allo sviluppo del Paese e di fingersi innovatore. Noi continueremo a vigilare e a sostenere la prosecuzione delle infrastrutture che servono a chi lavora e a chi crea lavoro”.

“Il suonatore di foglie”, di Giuliana Donzello

“Il suonatore di foglie”, di Giuliana Donzello

Antonio Spagnuolo

Premio Astrolabio 2018 per la poesia singola –
alla poetessa Giuliana Donzello
*
“Il suonatore di foglie”

Piccola foglia
gialla,
fra cento di una vecchia poltrona
verde
mi rannicchiavo
nel suo ventre
di panno consunto.

Lo sguardo teso al cielo
nebbioso, in attesa
che il sole guidasse
viva
la speranza di un ritorno.

Da un fondale di latte
sospinto dall’aria salina
arrivava
il suonatore,
silenzioso
nel suo cappotto logoro,
gli occhi gentili come le note
del suo flauto di foglie,
nascenti da nostalgie antiche
e riproposte.
Continua a leggere ““Il suonatore di foglie”, di Giuliana Donzello”

Battisti, il Brasile ordina l’arresto ma lui è scomparso. «Visto l’ultima volta martedì a Cananeia»

ilmessaggero.it

Cesare Battisti è stato visto martedì scorso per ultima volta a Cananeia, dove ha la residenza, e la polizia locale lo sta ancora ricercando nella località della costa di San Paolo dove vive da anni. Lo ha detto ai cronisti della Globo l’ufficiale di polizia che si è presentato oggi nella casa dell’ex terrorista, Tedi Wilson de Andrade, aggiungendo che «abbiamo saputo che stava costruendo un’altra casa in città, e lo cercheremo in vari indirizzi durante la giornata». 

​L’ex terrorista dei Pac (Proletari armati per il comunismo), condannato all’ergastolo con sentenze passate in giudicato per quattro omicidi, due commessi materialmente e due in concorso con altri, vive in Brasile dal 2009, e attualmente risiede a Cananeia, sulla costa dello stato di San Paolo.

Sorgente: Battisti, il Brasile ordina l’arresto ma lui è scomparso. «Visto l’ultima volta martedì a Cananeia»

Traffico di cuccioli, sequestrati 226 cani. lanazione.it

Tre persone denunciate a Barberino di Mugello anche per la detenzione abusiva di armi da fuoco.

Barberino di Mugello (Firenze), 14 dicembre 2018 – Il controllo in un allevamento di cani a Barberino di Mugello, in un’area di campagna, ha scoperchiato un calderone di irregolarità di tutti i tipi: dagli abusi edilizi alla detenzione illecita di armi da fuoco e anche un presunto traffico di cuccioli.

Il controllo è stato effettuato dai carabinieri forestali insieme alla Polizia Municipale Unione Mugello, alla Guardia di Finanza di Borgo San Lorenzo e all’Unità Funzionale complessa d’Igiene Urbana Veterinaria dell’Asl.

Sorgente: Traffico di cuccioli, sequestrati 226 cani – Cronaca – lanazione.it

“Il fiume ha inghiottito il mio Davide. Gli ho gridato: ‘non buttarti’. Ed è sparito”. lanazione.it

Riccardo Pellegrini, sorretto da parenti e amici mentre assiste alle ricerche del figlio

Lo strazio del padre di Davide Pellegrini disperso in Arno da mercoledì notte. Ricerche a tappeto anche nella giornata di oggi, venerdì 14 dicembre.

Pisa, 14 dicembre 2018 – Ha fatto una cavolata. Gli avevo detto di non tuffarsi. L’ho visto sparire nel buio. Davide, perché non mi hai ascoltato?». Papà Riccardo non si dà pace. Anche ieri, dopo una notte terribile trascorsa lungo le rive dell’Arno, ha voluto partecipare alle ricerche del figlio Davide Pellegrini presidiando per ore la base nautica dei vigili del fuoco lungo viale D’Annunzio. Poi i parenti lo hanno convinto a rientrare alla ‘casa del retone’ alle Tre buche, ad un paio di chilometri di distanza. Lì da dove tutto ha avuto inizio. Lì dove già dalla tarda serata di mercoledì e per tutta la giornata di ieri si sono radunati amici e familiari: un via vai continuo, senza soluzione di continuità per condividere il dolore.

Sorgente: “Il fiume ha inghiottito il mio Davide. Gli ho gridato: ‘non buttarti’. Ed è sparito” – Cronaca

«L’amica geniale» censurata: la Ferrante che ne pensa?. Il Mattino

«Lamica geniale», anzi «My brilliant friend» è tra i finalisti per il miglior dramma in tv dei Critics Choice Awards che saranno assegnati il 13 gennaio sul canale CW. La saga tratta dalla tetralogia di Elena Ferrante e diretta da Saverio Costanzo se la vedrà con concorrenti pericolosi come «The americans», «Better call Saul», «The good fight», «Homecoming», «Killing Eve», «Pose» e «Succession».

«L’amica geniale», però, e questa volta non possiamo parlare di «My brilliant friend» perché siamo tornati in Italia, anzi nella nostra Italietta, a qualcuno dà fastidio, tanto che la Rai ha tagliato una scena di molestia alla piccola Lenù dalla terza puntata, andata, invece, regolarmente in scena sul canale statunitense Hb (dove si intitola, appunto, «My brilliant disguise»). E in rete è scoppiata la polemica, con critiche anche pesanti nei confronti della scelta, su cui non arrivano commenti ufficiali dalla produzione.

Sorgente: «L’amica geniale» censurata: la Ferrante che ne pensa? | Il Mattino