Cozze contaminate da vibrione colera, ritirato un lotto a Oristano

Cozze contaminate da vibrione colera, ritirato un lotto a Oristano

Le confezioni sono quelle in rete da un chilogrammo. L’azienda Nieddittas: “Il nostro prodotto in commercio è sano e può essere consumato in totale tranquillità”

15 dicembre 2018

154639264-c667a7ec-792a-45cc-9049-30a1c1a6bbdc.jpg

ROMA – Il richiamo dal mercato di un lotto delle cozze Nieddittas perchè contaminate dal vibrione del colera è stato pubblicato sul sito del ministero della Salute.

Si tratta di cozze raccolte ad Arborea nel Golfo di Oristano. Il prodotto è commercializzato da Cpa Arborea, il lotto di produzione è il NS-183778-17 del 17 novembre 2018. Le confezioni sono quelle in rete da un chilogrammo. Il ritiro è stato deciso in seguito ad analisi che hanno isolato il Vibrio Cholerae potenzialmente enteropatogeno. Non è la prima volta che le cozze di questa ditta finiscono nel mirino. Il mese scorso, infatti, il sindaco di Oristano, Andrea Lutzu, aveva adottato un’ordinanza con cui aveva vietato il consumo di molluschi allevati nell’impianto attivo al largo di Torre Grande. Questo provvedimento era stato poi revocato lo scorso 6 dicembre in quanto risultavano ripristinate le condizioni di idoneità biologica, alterate probabilmente dall’eccezionale apporto d’acqua e fango del fiume Tirso… continua su: https://www.repubblica.it/cronaca/2018/12/15/news/vibrione_colera-214338475/

Deputata M5S picchiata a supermarket

Deputata M5S picchiata a supermarket

Uomo la insulta e la aggredisce, costola fratturata e contusioni

LA XVIII LEGISLATURA PARTE AL BUIO, STALLO M5S-CENTRODESTRA

(ANSA) – ROMA, 16 DIC – Aggredita e picchiata nel parcheggio di un supermercato a Nuoro. Vittima Mara Lapia, parlamentare Cinquestelle. Mentre ieri sera – ma i fatti sono emersi oggi – era alla cassa del supermarket, un uomo, anche lui in fila per pagare, l’ha prima pesantemente offesa, poi nel piazzale del parcheggio l’ha raggiunta e colpita violentemente… continua su: http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2018/12/16/deputata-m5s-picchiata-a-supermarket_f48e435c-ca82-423b-8106-ab1a73c41dff.html

Roma, il coraggio del carabiniere aggredito: “Ho fatto solo il mio dovere”

http://www.ilgiornale.it/

Il carabiniere ha subito un trauma cranico: era intervenuto per proteggere un tifoso tedesco. L’elogio dell’Arma per come ha gestito la situazione.

“Ho fatto solo il mio dovere, ho estratto la pistola per tenere lontani gli aggressori”. È scosso ma sicuro di sé il carabiniere suo malgrado diventato protagonista della cronaca romana e italiana.

Giovedì sera stava provando a difendere due tifosi tedeschi aggrediti da un gruppo di incappucciati a Trastevere quando il “branco” gli si è rivoltato contro. Lo hanno minacciato, gli hanno lanciato contro cassonetti dell’immondizia. Una bottiglia lo ha colpito alla testa ferendolo e costringendolo a indietreggiare per cercare rinforzi.

Le immagini della follia capitolina hanno fatto il giro dei social network, indignato gli italiani e mosso la politica. Il ministro della Difesa Elisabetta Trenta si è schierata subito al fianco del militare elogiando il suo sangue freddo. Lo stesso ha fatto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, definendo “delinquenti e non tifosi” gli incappucciati autori delle minacce. E Giorgia Meloni ha inviato la sua solidarietà sperando che “gli assalitori vengano identificati e la paghino cara”.

Sorgente: Roma, il coraggio del carabiniere aggredito: “Ho fatto solo il mio dovere”

La Lega passa sopra i grillini. Braccio di ferro sull’ecotassa

http://www.ilgiornale.it/

Dopo il reddito di cittadinanza e quota cento Lega e M5s si scontrano anche sull’ecotassa e il bonus per incentivare l’acquisto di auto green.

Con un emendamento alla legge di Bilancio del capogruppo della Lega al Senato, Massimiliano Romeo, si chiede di abrogare i commi relativi alla cosiddetta ecotassa sulle auto, introdotti alla Camera dai Cinquestelle.

Emendamento che provoca la protesta del pentastellato Michele Dell’Orco, sottosegretario alle Infrastrutture. «Il bonus per le auto elettriche è una misura imprescindibile, deve rimanere e le risorse di copertura da qualche parte ci devono essere», afferma preannunciando una riformulazione del governo anche sul malus che «non è una nuova tassa e comunque la nostra intenzione è non toccare le utilitarie». Il tiro alla fune tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini prosegue senza tregua e l’approvazione della manovra si trasforma in una Via crucis per l’alleanza di governo

Sorgente: La Lega passa sopra i grillini. Braccio di ferro sull’ecotassa

Lavori stradali di sistemazione dello spartitraffico via Giordano Bruno – Alessandria

Lavori stradali di sistemazione dello spartitraffico via Giordano Bruno – Alessandria

dal 17 dicembre 2018

Alessandria_Panorama

Per permettere lo svolgimento dei lavori stradali di sistemazione dello spartitraffico di via Giordano Bruno ad Alessandria nel tratto compreso tra la rotatoria del ponte Tiziano e via Vecchia Torino, in programma dal giorno 17/12/2018, dalle ore 10:00 alle ore 16:00 dei giorni compresi tra il 17/12/2018 ed il 21/12/2018 e comunque sino al termine dei lavori sarà posto in atto un restringimento della carreggiata di transito di Via Giordano Bruno, con la predisposizione di incanalare su una sola corsia di marcia in entrambe le semicarreggiate del tratto compreso tra la rotatoria del Ponte Tiziano e via Vecchia Torino.

Contestualmente, è stata prevista l’istituzione del limite massimo di velocità a 30 Kmh nel tratto stradale interessato dal cantiere stradale.

VIAGGIATORI, di Gregorio Asero

VIAGGIATORI, di Gregorio Asero

VIAGGIATORI

Viaggiando lungo il sentiero della tua vita, incontri certamente una miriade di persone. A volte ti fermi a parlare, a volte li guardi solamente e a volte li ignori. In ogni caso tu sei costretto a continuare il tuo cammino.

Capita pure di incontrare qualcuno con cui percorri un tratto di strada insieme e, può venirti il pensiero, che quella o quelle persone arriveranno in fondo al percorso insieme a te. Ti sbagli, perché alcune si fermeranno ed altre, forse, accelereranno il loro passo.

In ogni caso ogni persona che tu hai incontrato nella vita, ti lascerà qualcosa di se e tu, lascerai qualcosa di te. Nel bene o nel male.

Ma nel preciso istante in cui il tuo sguardo e il tuo cuore incontra una persona che stravolge il senso del tuo percorso, e si ferma più degli altri sulla tua anima, capirai di aver trovato il vero compagno di viaggio.

da “I MIEI PENSIERI.”
di Gregorio Asero
copyright legge 22 aprile 1941 n. 633

LA LEGGENDA DELLA STELLA DI NATALE!, di Rosetta Amoroso

LA LEGGENDA DELLA STELLA DI NATALE!, di Rosetta Amoroso

La mia pagina, ma anche vostra

LA LEGGENDA DELLA STELLA DI NATALE!

LA LEGGENDA DELLA STELLA DI NATALE!

Si racconta che durante la vigilia di Natale, vi era una bambina molto povera che però voleva con tutto il suo cuore fare un regalo a Gesù per dimostrargli il suo amore.

La bambina non aveva sufficienti mezzi economici per farlo e si rinchiuse nella sua camera a piangere finchè non le apparve un angelo che le chiese il motivo per il quale piangeva. Ella rispose che voleva fare un regalo a Gesù ma non poteva permetterselo e che questo la rendeva molto triste.

L’angelo allora le disse: “Gesù sa quanto lo ami” e quindi le suggerì di incamminarsi verso la chiesa e raccogliere delle sterpaglie e delle erbe lungo la strada per poi posarle sull’altare. La bambina fece così e quando arrivò in chiesa depositò l’erba raccolta e rese omaggio al bambino Gesù.

All’improvviso, quell’erba che sembrava senza valore nè bellezza, si trasformò in meravigliose stelline di un colore rosso acceso e le sue foglie erano verdi splendenti.

Da allora la stella di natale è diventata il simbolo di questa notte magica.

Volley femminile, di Cristina Saracano

La Alegas Virtus Alessandria ieri sera 15 dicembre 2018 ha avuto l’onore di fare il servizio al campo durante la partita di serie A femminile di pallavolo tra la Igor Volley e il Chieri. L’esperienza per le ragazze della Virtus è stata bellissima.
Anche questo rientra nel programma Volley Sinergy della Igor di Novara di cui la Virtus Alessandria fa parte.

Le iniziative del Volley Sinergy sono molto importanti per le società che ne fanno parte e comprendono tutta una serie di servizi e possibilità utili alla crescita della Pallavolo e delle società affiliate, il Presidente Fabrizio Priano, che ha voluto fortemente l’accordo Volley Sinergy sin dalla nascita della Virtus, dichiara:

“Grazie a questo programma le nostre ragazze ieri sera hanno avuto un’esperienza molto importante, perché poter vivere una partita di alto livello direttamente dal campo, vedendo lo sviluppo del gioco, ascoltando le indicazioni degli allenatori è utilissimo alla loro crescita, così come è importante per i nostri tecnici partecipare alle giornate di formazione.

Il prossimo gennaio sarà con l’allenatore della prima squadra Igor, Massimo Barbolini, uno dei tecnici più vincenti e blasonati d’Italia.”
La crescita della Virtus è costante e rispetta i programmi che sono stati fatti alla sua fondazione.

Nel fremito di vita, di Grazia Denaro

Nel fremito di vita, di Grazia Denaro

nel fremito

Nel fremito di vita

Palpiti interiori
in fluttuare d’onda
mi dona ogni tuo sguardo
che in scala musicale
scandisce attorno a me melodia
aprendo un cammino di parole
diretto al cuore dell’incanto.

Sei carezza d’ala che schiude
sorgenti d’acqua
col loro scorrere argentino
sciorinante immagini
che accendono desideri
a toccare il profondo del mio io.

La tua stella di luce
si rispecchia nella mia anima
che in crescendo canta
percorrendo ogni senso della gioia
con assonanze armoniche di accordi
in cui si colora d’azzurro il canto
nel rimescolio delle emozioni
che mi contengono rimbalzando
nel fremito di vita.

@Grazia Denaro@

Momento di poesia, di Ferdinando Caputi

Momento di poesia, di Ferdinando Caputi

Momento di poesia.

Quando si ritorna soli…il crepuscolo e poi…

La Notte

Arriva la sera
con l’imbrunire dell’anima.
La notte mi avvolge
di cosmico dolore.
Fantasmi di vecchi ricordi
danzano intorno.

Rivivo quei sogni
che non sapevo di vivere.
Rivedo il tuo volto
fatto di dolci promesse.
Rileggo nel tuo sguardo
ciò che non avevo saputo capire.

Soffro invano
l’inganno della n
otte.

F.C.

Fra bagliori di natale, di Rossana Angeli

Fra bagliori di natale, di Rossana Angeli

Fra bagliori di natale

Fra bagliori di natale..

Muoiono
i senza tetto nei cartoni.

I bimbi tra le braccie
di madri tra la polvere
di un cannone.

Muore la vita nelle strade
dei francesi.

I sogni se ne vanno
nelle tasche del vento
dove le anime
riposeranno
nell’eternitá.

Io infreddolita
e amutolita,
con il cuore stretto,
tengo per me
il mio dolore.

La vita, un segno
di pace, e gli orchi
decidono il tuo
destino di un giorno
come tanti.

Non sai che da li
a poco la vita
si spezza
fra i bagliori
del natale.

Il calore umano, di Giuseppe La Mura

Il calore umano, di Giuseppe La Mura

https://giuseppelamura.wordpress.com/

Il calore

Il calore umano

È molto più intenso di un abbraccio.

Ed è una fortuna aver qualcuno accanto

Parlarsi con lo sguardo,

Anche se immersi nel silenzio

Vale più di un solo bacio

Sa di amicizia e amore.

Emozioni che rigano di lacrime il cuore.

Avevo Te,

Mi riscaldavi

E proteggevi dall’inverno di questo cuore.

A volte le fortune sono così.

Arrivano all’improvviso

E vanno via in punta di dita

Come i baci,

Resta il calore dei tuoi baci

Impressi per sempre sulle mie labbra.

 

Giuseppe La Mura nov 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

e si scavalcava la siepe…. di Grazia Torriglia

e si scavalcava la siepe…. di Grazia Torriglia

e si scavalcava

e si scavalcava la siepe….

Era vita allora il mare ,
il caldo della sabbia ,
il fresco dei piedi in acqua ,
il sole sulla schiena ,
vedere cambiare il colore della pelle
e il segno del costume sempre più chiaro.

E guardare lontano
con la mente pensando chissà a quale futuro.

Era il tempo delle mele
ma non quelle acerbe dell’adolescenza ,
mele mature profumate di consapevolezza
e ti sentivi addosso gli occhi dei curiosi
guardare quanto era piccolo il costume.

Era quello il tempo dei fine settimana
e si scavalcata la siepe in corsa verso i giorni liberi
da pensieri e lavoro
per poter guardare un orizzonte
senza pensare a cosa sarebbe stato domani.

gt@

Arrivai a guardarti negli occhi, di Giuseppe La Mura

Arrivai a guardarti negli occhi, di Giuseppe La Mura

https://giuseppelamura.wordpress.com/

Arrivai

Arrivai a guardarti negli occhi

Percorsi infiniti sentieri

E attraversai prima me stesso

Per poi perdermi a cercare Te.

Giunsi e bussai a morsi sulla tua bocca

Dove posai parole rotonde e silenziose

Sul mar rosso,

Il cuore nascosto sulle tue labbra.

Giuseppe La Mura apr 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Una sigaretta, di Giuseppe La Mura

Una sigaretta, di Giuseppe La Mura

https://giuseppelamura.wordpress.com/

Una sigaretta

Una sigaretta

È una metafora,

Una silenziosa attesa

Che aspettare il tempo

Sia attraversare le ferite

Sgretolare tutte le sicurezze

E le inutili consapevolezze.

Intanto la cenere cade

E segna i passi che lascio per terra

Lungo il mio viaggio

Senza di Te.

 

Giuseppe La Mura nov 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: We

Poeliardo

Antalgica Poetica

La traiettoria insinuante di una palla da biliardo
è sorella della traccia ardita di un verso beffardo
tirato d’impudenza verso un altare venerando

la stecca è la tua penna e l’orecchio di chi legge
è la buca, se la fortuna t’assiste e ti protegge
alla fine della voce senti il tonfo, ricompensa sperata

come il tumultuoso caracollar di mandria equina
la palla bianca sprigiona traiettorie e confonde il panno,
un destriero aiutato da lassù entra già nel tondo capanno

le palle rimaste sono come i pensieri e le attese
si affrontan uno dopo l’altra seguendo il loro senso
crogiolando nel piacere d’infilarle col minimo di spese


*dedicata a Grifagna Sofistikova, entreneuse, Odessa - Angiporto

View original post

Wild Poetry Plant

newtoneapblog

flower-2911268_960_720
Once this plant was a discarded one,
Discarded by a road side,
Trampled by the passers-by.

So, delicate flowers may not bloom
In a beauty’s hair to sit with pride,
Or with wedded ones to merrily ride.

Thus, she will birth only withered ones,
With stripped petals poorly smile,
And often having a dry, wild smell.

Copyright © Dec. 9, 2018, Newton Ranaweera
Image source: Pixabay

View original post

The fire found a home in her…

Crazartt

“She’s got that whole purpose driven warrior princess save the world” type vibe. She’s up for a task. On a journey that required her to be fierce.

Forget her looks. How about her insane work ethic, her unstoppable ambition and her ridiculously dope soul. She’s ready to vibrate high and become a magnet to miracles. She’s in this place where everything feels right. Her soul is lit. Her vision is clear. She’s at the peace with where she’s been. And at the peace with where she’s headed. She may not ever burn the brightest, she will always burn hot enough to warm the heavenly hearts and shine a light on even the coldest souls.

View original post

The greater your storm, the brighter your rainbow…

Crazartt

Sometimes young minds overflow… She is overflowing with madness. And the thing is I will greedily consume every bit of it that flows in my direction, for there is nothing like the taste of her hot-blooded passion upon her lips.

She is so full that even if they take, take, take and take…She will still be overflowing.

May this be the reason you keep on creating. Even in uncertainty, even in your waiting. There is a fire in your soul. That is burning everyday.

View original post

Costumes e Lendas – História de Botija

IDEIAS EM BLOG

botija

Estávamos reunidos na sala de minha residência quando minha mãe resolveu tocar num assunto que me fez despertar o interesse de transformar em uma matéria para o blog. Trata-se de algo que eu não conhecia e acredito ser da época de meu trisavô: uma história de botija, um tesouro que era enterrado em vaso, garrafa ou em um saco de tecido. Vou comentar aqui da forma como minha mãe nos transmitiu.

davidcrisp620

Nos tempos bem antigos, ainda quando não existiam os bancos, era muito comum os grandes agricultores, fazendeiros, coronéis e comerciantes enterrarem suas riquezas em casa ou nas matas para evitar que fossem vítimas de ladrões, bandoleiros ou outros tipos de criminosos. Geralmente essas riquezas eram convertidas em moedas de ouro ou prata e enterrados por segurança.
Um grande problema é que na maioria das vezes as pessoas que enterravam esses tesouros nem sempre o faziam na presença de outros…

View original post 453 altre parole

Sospesa, di Sabyr

Sospesa, di Sabyr

La musa folle

sospesa

Sospesa

Sono qui
sospesa tra notte e giorno,
tra il mio silenzio interno
e il fracasso fuori.
Tra la pace che cerco
e quella irrimediabilmente persa.
Mi osservo.
Una nube mi attraversa.
Ha un cuore di pioggia o lacrima.
Non mi distinguo più
dalla mia stessa ombra.
Sono qui
come in perenne attesa
ma non so di cosa,
sospesa su un filo di memoria
ed oscillo tra i sogni di ieri
e le proiezioni di domani.
Sto nel mezzo
di questa storia
e il presente mi sfugge
dagli occhi e dalle mani.
Resto qui.
Sospesa tra una fermata
e la prossima corsa.
Ma la stazione sa di irreale.
E forse anche io.
Sono qui?
Sono?

Sabyr

foto Pixabay

Il piacere di respirare, di Marcello Comitini

Rosso Pompeiano

Una poesia sulla libertà di un uomo solo che
dedica questi versi all’infinita e squisita 
gentilezza di Pier Carlo Lava

Seduto al balcone lui
volta le spalle al sole.
Io ne vedo solo la testa
oltre il parapetto in cemento
come fosse decapitato
contro il rosso pompeiano del muro.
I suoi capelli
evocano vecchie nuvole
illuminate in un immobile cielo invernale.
I suoi occhi guardano in basso
forse le sue ginocchia.
Forse pensa a quand’era bambino
alle ginocchia di sua madre.
O quando teneva tra le braccia
quella donna
che gli ha piantato un coltello nel cuore
o quell’altra
che gli ha rinfacciato
di non essere nessuno
d’essere meno di una foglia
caduta sui piedi di un viandante.
Gli rimane il piacere di respirare d’esistere,
di brancolare affannato nella nebbia
dei suoi ricordi
come in un lungo viale
che porta verso l’eternità. È tutta la sua tristezza,
la sua fatidica libertà.

SOLA NEI PENSIERI, di L’incantevole mondo di Luna by Anna Nardelli·

SOLA NEI PENSIERI, di L’incantevole mondo di Luna by Anna Nardelli·

SOLA NEI PENSIERI
Sola nei pensieri miei
in momenti di pace
ove intorno tutto tace,
e ove il cuor si apre
in ardente amore
nel suon del vento
di dolce natura
e lascio l’anima
avvolgere da tanta
bellezza e vaghezza.
Immersa in acque
chiare e limpide
ritempro ogni senso
in vaga fantasia
tutto si accende
nel sopito esser mio
e lentamente muta
in vita lieta di nuova
luce e speranza
Anna Nardelli

Una poesia di Nicolina Strazza

Una poesia di Nicolina Strazza

Nicolina Strazza

“Siamo ormai a metà
di Dicembre e la prima
neve si è adagiata in
tante città. Per me
Dicembre è sinonimo
del Natale, di addobbi,
di profumi, di regali e
biglietti fatti a mano….
Poi la sera mi piace
accoccolarmi sul
divano in quell’atmosfera
unica che non ritrovo
in nessuna altra parte
dell’anno…”

Lieta sera amici ❤

Visi divisi

ORME SVELATE

Determinations and dreams (Andrea Castro)

Visi divisi
frammentati nelle emozioni,
sorrisi esposti fuori
che mascherano il dolore,
fingere di star bene
e dentro morire,
pezzo a pezzo perdersi
sgretolarsi nell’anima,
briciole di sé
che cadono nel vuoto
e si perdono senza rumore
nell’apatia dell’esistenza.
Respirare e ritrovarsi
decidere di mostrarsi
boschi selvaggi nati all’improvviso,
ogni tessera al posto giusto
non sentirsi più frammentato
il volto ora è un mosaico colorato.

Daniele Corbo

View original post

Inizio di tutte le mattine

Anna & Camilla

Le mie mattine iniziano così :

  1. Mi alzo, lego i capelli e metto la vestaglia.
  2. Accendo i termosifoni e scendo giù.
  3. Accendo la radio.
  4. Inizio a preparare la colazione: caffè, latte, biscotti, fette biscottate, spremuta d’arancia, miele e marmellata.

E lui, e dico lui, scende in tutta scioltezza e tranquillità.

Si potrebbero invertire le cose?

Per una volta? Noooo

Evvabbè sarà per un’altra vita🙄

N. B. : anche se mi fa piacere fare tutte queste cose☺️

View original post

NUOVO NASCER

quandolamentesisveste

5b3dbe49b614cb0cb661611dc57e5529

Riflesso di cobalto luminoso
delimitante una sponda.

Di li’a poco s’inerpica
un minuscolo rivolo.

Rare ombre ondeggianti
sfumano d’intorno.

Versi dell’anima intinti
a forza in quel silenzio
escon flebili
come leggeri fruscii.

Intonate melodie
di parole lontane
accennano
quella creazione del cuore

Immagini elastiche
son sfondi di quel profondo
consapevole,
in grande desiderio
di espansione…

@Silvia De Angelis 2009

Una delle mie prime poesie….

View original post

Le magiche lucciole, di Dario Menicucci

Le magiche lucciole, di Dario Menicucci

Le magiche

Le magiche lucciole (filastrocca per bambini)

Quando il sole all’imbrunire
torna in mare e va a dormire
sopra i prati e le radure
spuntan magiche creature.

Sono fragili e graziose
delicate e silenziose
esserini sorprendenti
con i corpi fluorescenti.

Sembran tremule stelline
con le alucce e le antennine
delle timide lucerne
esilissime lanterne.

Come piccoli accendini
o capocchie di cerini
quando splendono, che belle,
assomigliano a fiammelle.

Nelle notti molto afose
si radunano gioiose
sopra l’erba ben curate
eleganti ed agghindate.

Quindi accendono i lumini
posti sopra i sederini
con un forte batticuore
vanno in cerca dell’amore

Dario Menicucci

AGITO L’ALI, di Gianni Regalzi

AGITO L’ALI, di Gianni Regalzi

AGITO L'ALI

AGITO L’ALI

Agito l’ali, non mi sembra vero,
m’alzo un pochino poi, sempre più in alto.

Volo, mi libro, volo,
tutto mi appare vano.

Vedo soltanto piccoli puntini
che sempre più lontani appaion nulla.

Un fil di fumo, un lago una fontana,
birille colorate,
girandole che allegre fan riflessi.

Un cigolio di giostra arrugginita
e nebbia, tanta nebbia, fredda nebbia.

Poi tutto a un tratto vedo un’ala bruna
su un cielo nero muto e senza stelle.

Mi son riconosciuto,
son lì disteso all’ombra
di foglie secche, di erbe e di radici.

Alessandria, 29 luglio 2015
Gianni Regalzi
(da “Silenzi e Pensieri” dir. Ris.)
(Foto da Google immagini)

SILENTE, di L’incantevole mondo di Luna di Anna Nardelli

SILENTE, di L’incantevole mondo di Luna by Anna Nardelli

SILENTE

SILENTE
Nel silenzio celerò
ogni tumulto rumoroso,
sempre un’armatura
d’armonia terrò
per non far entrare
nessuno nel mio
più profondo io.
Perché sono tutto
e niente in un istante,
sono gioia e malinconia
in un momento. Sono
il pianto più straziante
e il sorriso più raggiante.
Sono vita nella vita
ove tutto è un infinito
urlo silente del cuore
e dell’anima in un semplice
abbraccio d’amore.
Anna Nardelli
(06.12.2018)

BUON NATALE, di VincEnzo Pollinzi

BUON NATALE, di VincEnzo Pollinzi

Buon Natale

BUON NATALE

Buon Natale
a chi dorme in Stazione,
a chi dorme sotto i ponti
tra pareti di cartone.

Buon Natale
a tutti quelli che arrancano
e non arrivano mai
alle porte dei sogni.

Buon Natale a tutti i disperati
derisi dalla vita e dalla gente
che chiudono la porta
dietro di loro e a
mezzanotte in punto
abbracciano un cuscino
inzuppato di lacrime.

Buon Natale
a tutti gli emarginati,
ai diversi,ai non accettati,
respinti e ricacciati
sempre più verso
i circoli bassi
della dimenticanza.

Buon Natale a tutti quelli
che come noi vivono la vita
senza capire che il tempo passa
e siamo noi che lo guardiamo passare
fermi come una clessidra vuota
senza nemmeno più
un filo di sabbia
che segna il suo scorrere.

Diritti Riservati @ 15-12-2018-Foto dal Web

La farfalla, di Dario Menicucci

La farfalla, di Dario Menicucci

La farfalla

La farfalla (filastrocca per bambini)

Vola vola senza posa
sui narcisi gialli e rosa
con le ali ben spiegate
tra le viole profumate

sulle bianche margherite
sulle rose già fiorite
sopra gigli e ciclamini
sopra l’erba dei giardini.

Poi svolazza lungo i prati
sui boccioli appena nati
elegante e vellutata
come seta colorata.

Fluttua esile e leggera
nella brezza a primavera
e rallegra i nostri cuori
quando danza in mezzo ai fiori

Dario Menicucci