e si scavalcava la siepe…. di Grazia Torriglia

e si scavalcava

e si scavalcava la siepe….

Era vita allora il mare ,
il caldo della sabbia ,
il fresco dei piedi in acqua ,
il sole sulla schiena ,
vedere cambiare il colore della pelle
e il segno del costume sempre più chiaro.

E guardare lontano
con la mente pensando chissà a quale futuro.

Era il tempo delle mele
ma non quelle acerbe dell’adolescenza ,
mele mature profumate di consapevolezza
e ti sentivi addosso gli occhi dei curiosi
guardare quanto era piccolo il costume.

Era quello il tempo dei fine settimana
e si scavalcata la siepe in corsa verso i giorni liberi
da pensieri e lavoro
per poter guardare un orizzonte
senza pensare a cosa sarebbe stato domani.

gt@