La grande guerra in due poesie inedite di Luisa Bolleri

la_guerra_della_nazione_italia_1915_1918_large.630x360Trincea 

È gelo l’inverno nelle ossa

e buio il cuore

in trincea sull’altipiano

Tengo la testa bassa per sparare

gli occhi nascosti dietro un’illusione

riposta in un taschino

la piccola foto di lei senza colori

fasciata in un abito leggero

In attesa di vivere la vita

ho coltivato la mia sopravvivenza

perdendomi ogni tanto nell’appiglio

di quell’impercettibile sorriso

svanito piano piano dalla carta

nel dipanarsi tragico di un tempo

rimasto intrappolato nella guerra

Anni giovani e forti e sani dissipati

a marciare sulle zolle

a edificare trincee tra le zolle

a marcire nelle zolle

Pulisco il sangue delle ferite e la melma

Lavo il sangue della morte

di un soldato trucidato e la melma

Smacchio ciò che non si vede

che non c’è più eppure gratto raschio

per cancellarne l’ombra proseguo

provando a farne a pezzi anche il ricordo

Mi chiedo cosa trasmettano i dispacci

se ci sarà un domani…

View original post 215 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

One thought on “La grande guerra in due poesie inedite di Luisa Bolleri”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...