Confidenze, di Andrea Patrone

Confidenze. ( a mia moglie )

Se doni un orologio non doni il tempo,
se una nuvola si muove non sempre è
il vento, ma se non sento che mi ami è
inutile sognare se mia è la colpa o sei
tu che non mi sai amare.
Sei speciale come donna, naturale nel
parlare, sai leggere un profumo e con
gli occhi cancellare un’offesa rimasta
appesa, un’offerta che sfiora il cuore,
sono un uomo fortunato, grazie a te so
com’è l’amore.
Si lo sento che mi ami, una notte me lo
ha detto la lacrima fuggita per dispetto.
Sei l’amica che cercavo nella vita e se
ti ho fatto male il dolore che hai sentito
è la prova che non ti ho ….mai mentito.

Andrea