∼ Un libro per ogni segno zodiacale [Parte 2]

Il Lettore Curioso

Ciao a tutti! Ieri ho pubblicato la prima parte di questo articolo (qui), perciò se in lista non trovate il vostro segno zodiacale, cercatelo nel precedente. In questo articolo analizzerò le caratteristiche di ogni segno e basandomi sulle sue peculiarità consiglierò una lettura che ritengo adatta.

GEME.jpgGEMELLI

Questo segno spicca di grande intelligenza, è abile, curioso e si adatta facilmente ai luoghi e alle situazioni. Queste caratteristiche mi hanno fatto pensare a Edmond Dantès del romanzo Il conte di montecristodi Alexandre Dumas.


cancer-759378_960_720.jpgCANCRO

Il segno del cancro è molto legato all’infanzia e al passato, è molto sensibile, fedele e ambizioso. Si rifugia spesso nei sogni, sperando che un giorno diventino realtà, ma è anche un po’ permaloso. Il fatto di rifugiarsi spesso nei sogni mi ha fatto pensare a Jacob di Animali Fantastici e dove trovarli, so che non è un libro vero e proprio…

View original post 244 altre parole

Buona vita a tutti – Il nuovo libro di J.K Rowling

Il Lettore Curioso

Sapevamo che la Rowling stava lavorando a diversi libri, tra cui due previsti per quest’anno. La notizia è di poche ore fa, Buona vita a tutti è il titolo del suo nuovo libro edito Salani in Italia, in uscita il 20 novembre.

Il libro ha le illustrazioni di Joel Holland, che nella versione italiana sono state adattate da Andrea “dr Bestia” Cavallini.

buona vita a tutti.jpg

J.K Rowling affronta due temi molto importanti per lei: i benefici del fallimento e l’importanza dell’immaginazione. Ricordiamo infatti che la scrittrice prima di raggiungere il successo planetario ha dovuto combattere contro la depressione, il suo primo romanzo Harry Potter e la pietra filosofale fu inoltre scartato da numerose case editrici prima di essere notato dalla Bloomsbury. (Ne ho parlato qui)

“Immaginare se stessi al posto degli altri, soprattutto dei meno fortunati, è una capacità unica dell’essere umano e va coltivata a ogni costo. Raccontando la…

View original post 89 altre parole

Libri dal mondo ~ 5 romanzi ambientati nelle campagne inglesi

Il Lettore Curioso

Ciao a tutti! Come state?

Bentornati al quarto appuntamento con la rubrica “Libri dal mondo“, nel quale vi parlo di letture ambientate in luoghi diversi del globo. Oggi vi porterò in un viaggio letterario attraverso distese di prati verdeggianti, pascoli di pecore, cottage e brughiere, nelle meravigliose campagne inglesi. Buona lettura!

~ La saga dei Cazalet

La saga dei Cazalet è una serie di cinque libri della scrittrice Elizabeth Jane Howard, scomparsa qualche anno fa. I suoi romanzi hanno ritrovato una recente fama con l’edizione curata da Fazi Editore, che ha portato in Italia anche l’ultimo capitolo, rimasto inedito fino a quest’anno. La saga diventerà presto anche una serie televisiva. I diritti sono stati infatti acquistati dai produttori di Downtown Abbey, a cui spesso viene paragonata. La trama ruota intorno alla famiglia borghese dei Cazalet e alla loro vite, un paio di anni prima lo scoppio della…

View original post 255 altre parole

Saga di Armonia || Tutti i romanzi YA di Claudia Piano [SEGNALAZIONE]

Il Lettore Curioso

Ciao a tutti! Oggi voglio presentarvi i romanzi di Claudia Piano, autrice della Saga di Armonia, che si apre con il romanzo La Melodia Sibilante.

Giulia è una ragazza di quattordici anni e sta per cominciare una nuova vita: andrà a studiare ad Armonia e scoprirà che si tratta di una scuola davvero molto speciale. Imparerà un incantesimo musicale per fare ogni cosa. Al suono del suo flauto potrà curare le ferite, modellare il legno, a far crescere i fiori… E nutrire i magici animusi, creature affascinanti e misteriose nate dalla magia. Conoscerà nuovi amici e incontrerà l’amore. Scoprirà ben presto che un mistero si nasconde nel lago, qualcosa che ha a che fare con suo nonno, ma nessuno sembra volerne parlare… Potrebbe essere un pericolo antico che minaccia la scuola?Giulia dovrà affrontare e domare il grande potere che cresce in lei. Riuscirà a salvare i suoi amici…

View original post 70 altre parole

La caccia del falco vol.1 [RECENSIONE FLASH]

Il Lettore Curioso

Buona sera cari lettori del blog e buon anno! Cominciamo questo 2019 con una nuova recensione flash del libro Il Lascito – La Caccia del Falco vol.1, di Calvin Idol, un blogger che seguo ormai da un po’. Ma bando alle ciance e iniziamo subito con le mie impressioni sulla lettura!

Il Lascito I amazon

Autore: Calvin Idol

Titolo: Il Lascito – La Caccia del Falco Vol. 1

Prezzo: 1€

Uscita: 1/12/2018

Link: Amazon

Il Lascito – La Caccia del Falco, è un romanzo fantasy ambientato a Jotnarheim, un mondo dove tecnologia e magia si incontrano.
Un mondo dove uomini modificati attraverso riti oscuri, chiamati arswyd, vengono usati come armi, per destabilizzare governi e ribaltare le sorti delle guerre.
I regni cercano di sfruttare queste risorse per i propri scopi: chi alla ricerca del controllo sul popolo, chi guidato da un fanatismo religioso, e chi all’inseguimento di un ideale di libertà ormai…

View original post 509 altre parole

È tempo di lasciar andare con amore

Il mondo di PF JOY LOTUS

Una vecchia canzone risuona…
Il tempo si ferma e
ritorna indietro.
Si risvegliano ricordi
di preadolescenza.
Lezioni di musica.
Sguardi…
Sospiri…
Rimpianti.
Chissà come sarebbe andata
se fossi stata diversa…
Più coraggiosa…
Se quel sentimento
di inspiegabile intensità
e così bloccato
fosse uscito.
Si fosse manifestato.
Non mi spiego neanche
queste lacrime che salgono
a distanza di tantissimi anni.
Solo qualche ricordo
prezioso e tagliente.
Ma ora sono in pace.
È tardi
per le domande
e per le risposte.
Ma di sicuro è un buon tempo
per lasciar andare con amore.

(PF JOYLOTUS)

View original post

Torna Roberto Bolle a Capodanno su RAI UNO, di Lia Tommi

Torna Roberto Bolle il 1 gennaio 2019 con il suo grande show “Danza con me” tra arte e ironia.

Dopo il successo di critica e pubblico dell’edizione precedente e dopo aver vinto il prestigioso premio internazionale del Rose d’Or come miglior programma di entertainment a livello europeo, Rai1 torna a puntare sull’arte e sull’eccellenza italiana per inaugurare il nuovo anno con “Danza con me “, il grande show di Roberto Bolle, qui non solo protagonista, ma anche direttore artistico e ideatore.

Se portare la danza in prima serata su Rai1 sembrava una sfida quasi impossibile, questo risultato di “Danza con me”, sembra invece averne rivelato l’opportunità storica di “segnare un cambiamento culturale in cui la danza e il balletto possano essere percepiti come una forma d’arte vicina alle persone e in grado di arrivare ai loro cuori e smuovere emozioni” come ha sottolineato lo stesso Bolle alla consegna del Rose D’Or.

Una scelta che la rete Rai ammiraglia ha ribadito riconfermando la prestigiosa collocazione nel palinsesto del primo giorno del nuovo anno, per sottolinearne l’importanza simbolica dal punto di vista editoriale oltre che il gradimento dimostrato dal pubblico. Lo spettacolo – prodotto da Rai1 in collaborazione con Ballandi Multimedia e Artedanza – torna quindi a inaugurare il nuovo anno con la sua formula unica che unisce il ballo alla contemporaneità, la classicità all’innovazione, l’arte all’ironia. Un modo di essere e di concepire la danza di Bolle che si è fatto format televisivo.

In questa edizione l’elemento narrativo idealmente raccoglie la “danza danzata” e la arricchisce con storie e racconti di “danza parlata”. L’affabulazione si avvale della collaborazione ai testi di Stefano Massini, scrittore e drammaturgo di fama mondiale ed è affidata allo stesso Roberto Bolle e ai suoi ospiti narratori, in primis Pif – Pierfrancesco Diliberto – che tiene le fila del programma. Accanto a lui la bellissima Valeria Solarino e un ricco parterre di ospiti, tutti più o meno volenterosi di parteciarpe al motto del programma “Danza con Me”: Stefano Accorsi, Fabio De Luigi nelle insolite vesti di esperto di danza, Luca e Paolo, Ilenia Pastorelli e i “Moschettieri del Re”, al secolo Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Sergio Rubini e Rocco Papaleo desiderosi di riconquistare il cuore della spadaccina Solarino. A colorare di musica lo show ci pensa Cesare Cremonini, generoso compagno di viaggio e di danze del programma con il quale Roberto duetterà in modi inaspettati e incredibili.

Fulcro di tutto, anche quest’anno, la grande danza di Roberto Bolle e dei suoi Friends – star del balletto giunti da ogni angolo del globo – che si misurano quest’anno con i grandi nomi soprattutto della coreografia contemporanea come John Neumeier, Christopher Wheeldon, Wayne Mc Gregor, Christian Spuck e Mauro Bigonzetti. Ma non mancano incursioni nel classico, come un grande affresco del balletto delle feste natalizie per eccellenza, Lo Schiaccianoci, nella versione pensata per le giovani dell’Accademia della Scala di Milano di Frédéric Olivieri.

Alessandra Ferri e Polina Semionova tra le grandi partner di Bolle
Tra le grandi partner di Bolle in questa nuova avventura, un nome su tutti: Alessandra Ferri con la quale si esibirà per la prima volta in tv in uno struggente passo a due. E poi artiste di primissimo livello come Polina Semionova (prima ballerina del Teatro di Berlino nonché interprete del sensuale passo a due sotto la pioggia Passage nella passata stagione), Melissa Hamilton (prima solista al Royal Ballet di Londra), Elisa Badenes (prima ballerina del Balletto di Stoccarda), Nicoletta Manni e Virna Toppi (entrambe prime ballerine del Teatro alla Scala di Milano) e Alexander Riabko (primo ballerino del Balletto di Amburgo).

Non solo danza classica
Eccellente anche la presenza della rappresentanza di altre danze cui Roberto Bolle si dedica nella sua OnDance, la grande festa della danza che ha istituito nell’estate del 2018 a Milano, ma che non si fermerà solo qui il cui mood è letteralmente “invadere la città con il ballo”. Ecco allora spuntare tra il cast di ballerini classici, Neguin campione mondiale di street dance della Red Bull Bc One e gli straordinari Vincenzo Fesi & Remy Kouakou Kouame, tra i più acclamati danzatori di swing. Molti anche i pezzi corali di grande impatto con ballerini provenienti da tutto il Paese.

Tra i pezzi inediti un tributo al grande Paganini
Tra i pezzi inediti un tributo ad un grande artista, Niccolò Paganini, che diventa omaggio ad una città intera, Genova. Qui Bolle, coreografato da Mauro Bigonzetti, interpreta le 11 variazioni del Capriccio 24: una successione serrata di note ed emozioni che si rifà direttamente all’installazione della mostra “Paganini Rockstar”, ideata e organizzata da Palazzo Ducale di Genova. A lanciare questo balletto non potevano che essere Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu con una dedica appassionata e dolente dove il ponticello del violino del famoso virtuosista diventa simbolo di un altro ponte che non c’è più ma che continua ad essere centrale.

Come sempre attento alla contemporaneità e all’innovazione, anche in questo appuntamento Roberto Bolle giocherà con la tecnologia con un pezzo inedito per la tv italiana: un passo a due con una macchina – un braccio meccanico di oltre una tonnellata e mezza normalmente utilizzato nell’industria – che nell’interazione con l’Étoile rivela un animo antropomorfo, a tratti tenero. Il risultato di tutti questi ingredienti mescolati, è un grande show insieme alto e divertente, studiato per essere fruito e apprezzato da un vasto pubblico, che quest’anno avrà la possibilità di seguire il programma con una serie di contenuti extra per i social, una sorta dl Libretto di Sala virtuale nel quale trovare curiosità e informazioni sulla danza rappresentata.

Arriva l’anno nuovo un ritocco al look ci stà

Creando Idee

Ecco alcuni consigli, dopo le sfilate maschili per il prossimo inverno, e per l’inizio di un nuovo anno….migliore e di moda…. Dai giornali e dalla Tv appaiono baldi giovani a torso nudo, ammiccanti playboy in smoking, statuari ginnasti in pantaloni stretti alla caviglia, impeccabili manager in versione eco green. Finita l’era dei macho, tutti hanno quell’aria un po’ romantica, intellettuale, artistoide che ci affascina da sempre… ecco, proprio. E lui, il nostro partner, marito, fidanzato che fa? Magari ciabatta e divano in casa orrore! Mai pantofole aperte per gli uomini, si cimenta con pesi e addominali, indossa calzini bianchi e ha rinchiuso nel cassetto la cravatta anche per matrimoni. Pietà! Indispensabile una regolata: in vista della nuovo anno, si cambia look, in aiuto arrivano anche i saldi, e l’occasione è giusta per dare una svolta Molto probabile che ci dovrete pensare voi, bastano pochi accorgimenti, per un po’ più di…

View original post 291 altre parole

Castellania e Novi Ligure celebrano il Campionissimo Fausto Coppi

Martedì 2 gennaio 2019, nel 59° anniversario della scomparsa del Campionissimo: Fausto Coppi, il suo paese natale Castellania, al mattino e Novi Ligure con il Museo dei Campionissimi, al pomeriggio, rendono omaggio al grande ciclista italiano di tutti i tempi, un mito mai dimenticato!

Si inizia alle 10.30 nella chiesetta di Castellania, in provincia di Alessandria dove verrà celebrata la messa in suffragio di Fausto Coppi, a cui seguirà la consegna del premio giornalistico “Welcome Castellania 2019″. Quest’anno i premiati in occasione dell’avvio delle celebrazioni del centenario della nascita di Fausto Coppi saranno cinque: Roberto Gilardengo, direttore de Il Piccolo di Alessandria, Piero Bottino caposervizio di Alessandria per il quotidiano La Stampa, Auro Bulbarelli giornalista e telecronista sportivo oggi direttore di Rai Sport, Alessandro Moscatelli atleta paraolimpico terzo posto al Giro d’Italia di handbike e Giovanni Maria Ferraris assessore allo sport della Regione Piemonte.

In questa giornata Casa Coppi effettuerà un’apertura straordinaria dalle 8.30 alle 19.00 con orario continuato (ultimo ingresso alle 18.00).

Nel pomeriggio a Novi Ligure appuntamento alle 15.00 in Via Paolo da Novi, dove su iniziativa della ASD Società ciclistica cittadina Pietro Fossati, verrà posta una targa commemorativa per ricordare che Fausto Coppi, dal 1933 al 1939, lavorò “a bottega” presso la salumeria dalla famiglia Merlano, in corrispondenza dell’ attuale civico 21 (da“Minghein”, come veniva chiamato il proprietario tassarolese). Fausto con la sua bicicletta era addetto alle consegne a domicilio dei prodotti venduti. La stessa con cui percorreva, due volte al giorno, la strada che da Castellania porta a Novi e viceversa: proprio la sera, nel ritorno, c’era sempre da affrontare quella lunga ed insidiosa salita che da Villalvernia conduce a Carezzano Maggiore (con la dura rampa all’interno del paese) e poi a Carezzano Superiore e quindi a Castellania, in queste strade “è nato” il grande ciclista.

Il Museo dei Campionissimi (aperto per l’occasione dalle 15 alle 19), nell’anno in cui ricorrono i cento anni dalla sua nascita che vanno a coincidere anche con i 100 anni dalla prima vittoria di Costante Girardengo al Giro d’Italia, aprirà alle 16.00 il pomeriggio con la presentazione, insieme a RCS, dell’11ª tappa del Giro d’Italia 2019, la Carpi – Novi Ligure, in programma il prossimo 22 maggio.

A seguire, Marino Bartoletti e Claudio Gregori, giornalisti sportivi ed opinionisti, presenteranno “Fausto Coppi. La grandezza del mito”: un libro in cui autori vari raccontano l’archivio fotografico di Walter Breveglieri.

Il pomeriggio proseguirà poi con Auro Bulbarelli, direttore di RaiSport e Beppe Conti, opinionista del Giro d’Italia per la Rai, che presenteranno “Coppi per sempre” e “I dieci campioni del ‘900, le classifiche dei Vip”. Immagini, filmati e classifiche di Gianni Mura, Massimo Gramellini, Linus e molti altri.

Infine, Overall Cycling Team mostrerà al pubblico la nuova maglia gara dedicata proprio al centenario della nascita di Fausto Coppi.

Nuovo appuntamento con il professor Caputi al Museo Etnografico della Gambarina, di Lia Tommi

Conferenza di Ferdinando Caputi sugli Antichi Popoli Italici.

Mercoledì 9 gennaio 2019 alle ore 21:30

Museo Etnografico “C’era una volta”
Piazza della Gambarina 1, 15121 Alessandria
Si parlerà di tutti i popoli che abitavano l’Italia intera, con delle novità anche su quelli di cui già si è parlato. nelle conferenze a loro dedicate.

La Befanooona al Chiostro, di Lia Tommi

Compagnia Teatrale Gli illegali

LA BEFANOOONA

Domenica 6 gennaio 2019. Ore 17
Sala dell’Affresco, Chiostro di Santa Maria di Castello, Piazza Santa Maria di Castello 14, Alessandria

La Befanooona
Spettacolo per bambini e adulti befani
Con Lorenza Torlaschi

Unica data della Befana ad Alessandria, prima nazionale.

Ingresso unico 4 euro
Alla fine patatine e succhi di frutta per tutti.

Per informazioni e prenotazioni
Sito web: http://www.illegali.it/prenota-subito
Tel. 3351340361
Email: info@illegali.it, blogalessandria@tiscali.it
Pagina Facebook: glillegali

Se la befana vien di notte, la Befanona quando arriva?
E chi è questa Befanona Ona Ona?
Possiede anche lei una scopa?
Da dove arriva?
Porta anche lei il carbone?
Il mistero si infittisce.

Per scoprire veramente chi è, vedere come è fatta, poterle fare tante domande, bisogna andare al Chiostro di Santa Maria di Castello, Sala dell’Affresco, Piazza Santa Maria di Castello 14, Alessandria, domenica 6 Gennaio 2019 alle ore 17.

Potrebbe essere l’unica occasione che avete per incontrare una vera Befanona ona ona!

Accorrete, accorrete!!!!! Befani di tutta Alessandria e provincia, la Befanona ona ona vi aspetta!

Vent’anni di Euro, di Cristina Saracano

Il 1.gennaio 1999 nasceva l’euro, soltanto come moneta virtuale, in quanto entrerà poi in circolazione tre anni dopo, il 1.gennaio 2002.

Il nome euro viene proposto a Madrid nel 1995, secondo i canoni del trattato di Maastricht, attraverso i quali i membri dell’Unione Europea si erano prefissati la scelta di una moneta unica questo termine è un’abbreviazione di euro, e il suo simbolo ricorda vagamente una lettera dell’alfabeto greco.

Viene anche fissato il valore: un euro sono 1936,27 lire.

Lo stesso giorno nasce la Bce, Banca Centrale Europea, con il compito di controllare e attuare politiche monetarie nei paesi cosiddetti eurozona.

Oggi l’euro è la seconda moneta più usata al mondo dopo il dollaro, è la moneta ufficiale in 19 paesi europei ed è utilizzata da 340 milioni di persone.

Durante questi vent’anni si è assistito in Italia a un aumento generale dei prezzi, causato, a detta di molti, dall’introduzione della moneta unica.

Oggi il 61%.degli europei si dichiara favorevole all’uso dell’euro, ma, negli ultimi anni, una forte politica di euro scettici, ci invita a riflettere.

In Gran Bretagna con un referendum popolare gli elettori hanno scelto la Brexit, ossia l’uscita dall’area euro, anche se buona parte degli inglesi vorrebbe restare; in Italia, con le ultime elezioni politiche, si è dato vita a un governo di euro scettici, in Francia le proteste degli giorni scorsi da parte dei gilet gialli, a causa del caro vita, hanno paralizzato la nazione.

Le elezioni europee previste per questa primavera saranno sicuramente ricche di sorprese e la nostra moneta non dormirà sonni tranquilli…un po’ come noi…

A una Madonna

marcellocomitini

Dipinto di Valeri Tsenov Dipinto di Valeri Tsenov

LVII.

ex-voto di gusto spagnolo

Voglio innalzarti, o Madonna, mia amante,
un altare nascosto in fondo al mio sconforto
e scavare nell’angolo più buio del mio cuore,
lontano da desideri e da sguardi di scherno,
una nicchia smaltata d’oro e d’azzurro
in cui ti ergerai come Statua stupita.
Con cesellati versi, intrecciati di puro metallo
costellati abilmente di rime di cristallo,
tesserò per il tuo capo un’enorme Corona,
e dalla mia Gelosia, o mortale Madonna,
saprò modellarti un Mantello dal taglio
barbarico, pesante, foderato di sospetto,
rigido come una garitta, che chiude le tue grazie,
non orlato di Perle ma di tutte le mie Lacrime!
Per Abito avrai il mio Desiderio fremente,
il mio Desiderio sinuoso che s’innalza e si abbassa,
che dondola sulle cime, s’acquieta nelle valli,
ti riveste d’un bacio le membra bianche e rosa.
Del mio Rispetto per te farò due belle Scarpe
di…

View original post 585 altre parole

Il sosia>< Le sosie

marcellocomitini

sulla panchina

Il sosia

I miei pensieri che nella notte hanno guizzato
come pesci impazziti nel lago oscuro della memoria
si sono dissolti all’alba nella vampa rossa del sole.
Trascorrerò questo giorno di luce nella felicità, comune
al pensiero del mondo, al suo continuo mutamento
che lascia tutto immobile nella doppiezza del suo senso.
Rapito in questa mia azzurra beatitudine
mi sono seduto su una panchina a gambe larghe
a leggere il giornale
come quei vecchi che ottant’anni addietro sbadigliavano all’ombra
dei giardini silenziosi. Li ricordo erano quattro.
Neri lucidi bramosi
si narravano tra loro con le mani incrociate sull’elsa dei bastoni
dritti tra le gambe le storie
di giovinezza, di atrocità, di guerre scampate e dell’errore
d’essersi innamorati di ragazze che pronunciavano sentenze
provvisorie di morte.
Pentimenti improvvisi sospendevano la condanna e le ragazze
concedevano la grazia tra le loro braccia calde di baci.
Con scienza innata sapevano che se avessero…

View original post 740 altre parole

Quinta immagine dell’Avvento (It – Fr – Eng)

marcellocomitini

citta vuotaIl primo giorno dell’anno

Il primo giorno dell’anno ha il silenzio
di una domenica giunta per caso.

Nell’alba gonfia di sonno
Le strade deserte conservano ancora
le ombre di ieri con le mani protese in avanti
a cercare a passi smarriti
le luci rosse e chiassose
che brindavano al nascere di nuove speranze.

L’aria fresca profuma ancora di stelle svanite
e di corolle di fiori disperse nel cielo.

Nelle case altre ombre sognano
al buio nel disordine
delle stanze che conservano il tepore dei sogni
ormai consumati
nei fuochi dell’ultima notte dell’anno.

Le premier jour de l’année

Le premier jour de l’année a le silence
d’un dimanche arrivé par hasard.

À l’aube gonfle de sommeil
les rues désertes conservent encore
les ombres d’hier tendant leurs mains en avant
pour rechercher à pas perdus
les lumières rouges et bruyantes
qui trinquaient à la naissance des nouveaux espoirs.

L’air pure sent encore…

View original post 154 altre parole