Schumacher: i 50 anni di un grande campione, di Lia Tommi

Compie 50 anni il campione di Formula 1 più titolato di tutti i tempi, che ha subito gravi danni in un incidente sugli sci. Il mondo intero gli rende omaggio.

Il suo talento al volante è emerso già alla tenera età di 4 anni, quando suo padre Rolf lo mise sopra un kart; da quel momento in poi, la vita di Michael Schumacher è stata costellata da successi. Prima l’esordio in Formula 3 grazie a Will Weber abile manager e talent scout, al tempo proprietario di un team: nel 1988, durante una gara di Formula Ford nel circuito di Salzburgring in Austria, Weber notò il giovane Michael e le sue straordinarie doti da pilota, grazie alle quali riuscì a vincere la gara d’esordio nella categoria. Nel 1989 Schumacher firmò un contratto biennale e nel 1990 si laureò campione.

Nel 1991 Schumacher esordì nella Formula 1 al Gran Premio del Belgio nel team Jordan, come sostituto del pilota Bertrand Gachot, arrestato a Londra per una lite con un tassista. Anche nella massima categoria Schumi non tardò a mettere in mostra le sue straordinarie capacità: nelle qualifiche firmò un 7° tempo, un eccezionale risultato che però, in gara si rivelò inutile a causa di un problema al motore che lo costrinse al ritiro. La prestazione al circuito di Spa-Francorschamps attirò l’attenzione di Flavio Briatore, al tempo manager della Benetton: Schumacher ricevette subito una nuova proposta contrattuale che lo avrebbe portato sulla monoposto con cui vinse 2 titoli mondiali. Nel 1992 Schumi arrivò al terzo posto della classifica piloti, ottenendo diversi podi e vincendo la sua prima gara al Gran Premio del Belgio; nel 1993, a fine stagione si piazzò al quarto Il 1994, con il team Benetton, fu l’anno della definitiva consacrazione. Il pilota tedesco vinse il titolo mondiale aggiudicandosi otto gare, nonostante una squalifica subita a causa di una irregolarità riscontrata sulla sua monoposto al Gran Premio del Belgio, e un incidente nel circuito di Adelaide, in Australia, di cui non ebbe alcuna responsabilità. L’anno successivo si confermò campione del mondo aggiudicandosi 4 pole position e vincendo ben 9 gare.

Nel 1996 iniziò la lunga avventura di Michael Schumacher con la Ferrari. La Williams in quegli anni si rivelò superiore a tutte le monoposto: nel suo primo anno con la Rossa, Schumi non poté far altro che arrendersi al pilota britannico Damon Hill. L’anno successivo fu la volta di Jacques Villenueve che, sempre con la Williams, si laureò campione del mondo prevalendo proprio su Schumacher, con cui vi furono dei lunghi e appassionanti duelli per tutta la stagione. Il 1998, un altro anno positivo per Schumi e la Ferrari, fu segnato dallo sfortunato incidente del pilota tedesco, a cui scoppiò lo pneumatico posteriore destro all’ultima gara, il Gran Premio del Giappone; il titolo se lo aggiudicò il finlandese Hakkinen con la McLaren, nonostante una stagione combattuta fino all’ultimo. Il sogno però, prese forma nel 2000: per cinque anni consecutivi (2000-2004) Michael Schumacher vinse il titolo iridato, scrivendo pagine indelebili nella storia della Formula 1 e della Ferrari. Furono gli anni dello strapotere del Cavallino Rampante; nelle mani del pilota tedesco, la Rossa si rivelò imbattibile. Schumacher si ritirò dall’attività professionistica nel 2006. Nel 2010, con un ritorno a sorpresa, corse a bordo della Mercedes, senza peraltro ottenere risultati di rilievo. Tuttavia, il suo contributo si rivelerà essenziale per il futuro della scuderia, che vedrà il pilota Lewis Hamilton vincere 5 titoli iridati, e il tedesco Rosberg aggiudicarsi il suo primo e ultimo Mondiale. Con 7 titoli mondiali, 91 vittorie e 155 podi, Schumacher è ancora oggi il pilota di Formula 1 più vincente di sempre.

Il 29 dicembre 2013 Schumacher si recò a Meribel, una stazione di sport invernali in Francia, con la famiglia e alcuni amici, per trascorrere le vacanze natalizie. Verso le 11:00 di mattina, durante una discesa con gli sci, in un tratto che collegava una pista battuta ad un’altra, l’ex pilota incappò in un masso celato sotto la neve e perse l’equilibrio, andando a picchiare il capo su un altro masso poco distante. Schumacher indossava il casco ma non fu sufficiente ad evitare le gravi conseguenze che derivarono dall’incidente. Venne immediatamente soccorso e trasportato all’ospedale Universitario di Grenoble; le condizioni si rivelarono subito gravissime, Schumacher era in coma a causa di un forte trauma cranico; fu immediatamente sottoposto ad un interventi chirurgico. Da quel giorno, le notizie dell’ex ferrarista trapelano con il contagocce; la strettissima osservanza della privacy da parte della famiglia non ha mai permesso di conoscere le reali condizioni del pilota, anche se è ormai chiaro che la gravità dell’incidente abbia comportato una sua totale incapacità di condurre una vita in autonomia. Da quel che si è appreso, Schumacher necessita di cure continue e un’assistenza costante da parte di un’equipe di medici e infermieri.

Nel giorno del suo 50esimo compleanno, al Museo Ferrari di Maranello è stata aperta la mostra “Michael 50” (alla quale si riferiscono le foto), che racconta la carriera e i record tutt’ora imbattuti di Michael Schumacher. Nella Sala delle Vittorie sono esposte alcune delle monoposto Ferrari più importanti tra quelle guidate dall’ex ferrarista: la F310 del 1996, con cui vinse tre Gran Premi nel 1996, la sua prima stagione con la Rossa; la F399 con cui Schumi vinse il titolo costruttori nel 1999; la F1-2000, F2002 e la F2004. Presente anche la 248 F1 del 2006, con cui si aggiudicò la sua ultima vittoria al Gran Premio di Cina. Gli appassionati avranno l’opportunità di conoscere anche alcuni lati più nascosti della vita di Schumacher: non tutti sanno che dopo il suo ritiro, l’ex campione rimase in Ferrari anche per contribuire alla messa a punto di alcune vetture stradali, come la 430 Scuderia del 2007 e la Ferrari California del 2008.

Risparmio sembra essere diventato una parola d’ordine.

Creando Idee

Nessuno vuole spendere di più per qualcosa che può avere ad un prezzo minore, a costo di astenersi dall’acquisto. Il bene però a cui nessuno può rinunciare è la luce, e con il costo dell’energia quasi sempre in aumento, Ecco alcuni suggerimenti per evitare errori e passi falsi, sarà così più facile ridurre il prezzo della bolletta.Il frigorifero è uno degli elettrodomestici che stanno sempre accesi, e per svolgere al meglio il proprio dovere deve rimanere alla stessa temperatura. Evitare di collocare il frigorifero vicino a fonti di calore può essere un buon metodo per risparmiare. Un altro valido consiglio è quello di scostare leggermente il frigorifero dalle pareti facendo sì che la ventola di raffreddamento possa svolgere il proprio lavoro al meglio. A volte svolgendo più di un’attività insieme ci scordiamo di aver acceso un elettrodomestico che sta consumando energia. È il caso, ad esempio, del forno che impiega…

View original post 244 altre parole

I food trend vanno e vengono

Creando Idee

Negli Stati Uniti i food trend vanno e vengono sempre più rapidamente, così come i trend relativi alle bevande. Proprio nel settore bevande, negli ultimi anni, c’è stato un rapido susseguirsi di mode dettate principalmente dal salutismo, dalla diffusione della dieta vegana, dal desiderio di provare ricette e sapori di paesi lontani o di scattare e condividere foto su Instagram. L’aspetto estetico e i colori hanno avuto un ruolo essenziale, così come le spezie e gli ingredienti energetici o ricchi di sostanze nutritive. Ma i protagonisti indiscussi sono stati il caffè e il latte: basti pensare al Golden Milk, al Matcha Latte,allo Unicorn Latte,al Goth Latte, e così via. Eppure, tra un caffè e un caffellatte, anche i e le sue varianti e ricette asiatiche sembrano farsi strada, iniziando a richiamare l’interesse degli americani, evidentemente più affezionati alla caffeina. A dimostrarlo, il grande successo del Bubble Tea, drink a…

View original post 85 altre parole

Promossi e bocciati del 2018

Luca Cozzi

Anche quest’anno ho letto (e in qualche caso riletto) parecchi libri e, senza fare recensioni, voglio condividere con voi la mia opinione su questi romanzi, suddividendoli tra promossi e bocciati. Voi che ne pensate, li avete letti? Siete d’accordo?

emoticon sì   I PROMOSSI sono (in ordine di gradimento):

LA COLLINA DEI CONIGLI di Richard Adams

LA CATTEDRALE DEL MAREdi Ildefonso Falcones

HAVANAdi Martin Cruz Smith

NEL LABIRINTO DELLE OMBRE di Dean Koontz

LO SCHELETRO CHE BALLA di Jeffery Deaver

IL CERCHIO DEL LUPO di Michael Connelly

LA NEVE CADE SUI CEDRI di David Guterson

IL PROFUMO DELLA DAMA IN NERO di Gaston Leroux

MARINAdi Carlos Ruiz Zafón

1984di George Orwell

LA TRACCIA di Patricia Cornwell

QUATTRO PEZZI DI GIADA di Eric Van Lustbader

QUANDO HITLER RUBO’ IL CONIGLIO ROSA di Judith Kerr

LAURIE di Stephen King

MAI AVERE PAURA di Andrea Sceresini e Danilo Pagliaro

LATINOAMERICANA

View original post 70 altre parole

Piante facili da coltivare adatte a purificare l’aria della nostra casa.

Verdelario

Non esiste una casa che non abbia almeno una pianta da appartamento, anche laddove il cosiddetto “pollice verde” non sia il benvenuto. E’ altrettanto importante sapere però che nell’universo delle più disparate varietà di piante esistono alcune specie velenose per l’uomo o per i nostri amici a 4 zampe. Così come ve ne sono altre che, mascherate dietro la loro bellezza, non sono indicate per esser tenute nei luoghi dove si svolgono le attività quotidiane; questo a causa dei veleni che possono sprigionare o della capacità che hanno di rendere l’aria non pulita.

View original post 957 altre parole

Capitolo uno.

Young Writer👽💚

(Per non perdersi neanche un capitolo della storia seguire il link> https://wp.me/pazPOP-z)

Sono nel mio letto, e la fresca brezza mattutina mi inebria i sensi ricordandomi che finalmente é primavera.
Apro gli occhi lentamente e cerco di rimettere in ordine i pensieri affacciandomi alla finestra e inspirando il profumo delicato dei gelsomini. Un lampo di gioia ed entusiasmo balena nei miei occhi quando mi accorgo che é il 21 Marzo, e questo significa…
CHE AVREI PASSATO L’INTERA ESTATE CON LA MIA MIGLIORE AMICA, CON LA SUA FAMIGLIA E…CON SUO FRATELLO, BRIAN WHEELER, IL RAGAZZO PIÚ BELLO CHE ABBIA MAI VISTO NEI MIEI 16 ANNI DI VITA!!
Immediatamente salto giù dal letto, apro l’armadio, e cerco dei vestiti casual, ma allo stesso tempo presentabili.
Alla fine sono davanti allo specchio per raccogliere i miei capelli lunghi e fuori controllo, in una coda di cavallo. Indosso una camicetta non molto lunga con…

View original post 515 altre parole

Live al Mephisto di Cristina Saracano

Domani sera, 4 gennaio, appuntamento al Mephisto rock Cafè di Alessandria, Viale Brigata Ravenna 8 con un live di un quartetto inedito.

Marcello Milanese (voce, chitarra acustica, classica e contrabbasso), Umberto Chiodi (chitarra acustica ed elettrica), Daniele Negro (batteria e percussioni) ed, eccezionalmente, Bacci Del Buono (chitarra, mandola e contrabbasso).

I quattro spazieranno dal blues al folk e presenteranno il loro nuovo CD.

Per informazioni 3894219425.

Tessera soci: 10 euro valida fino al 31/12/2019.

Ingresso concerto: 10 euro con consumazione.

BOUQUET DI FIOR DI LOTO, di Patrizia Rachele Rivaroli

BOUQUET DI FIOR DI LOTO, di Patrizia Rachele Rivaroli

Questa sono “IO” Patrizia Rachele Rivaroli

14368646_596780983828316_2224518156173543652_n

BOUQUET DI FIOR DI LOTO
E’ grigio oggi il cielo sul
lungolago,ha inghiottito
tutti i suoi rumori e si ode
un silenzio vago.
I fior di loto si sono
inabissati, per tenerti
compagnia laggiù
cercando il tuo respiro
che da anni non c’è
più.Anche i pesci
ammutoliti galleggiano
fermi e inermi.
Tranquille son le acque,
spesso in attesa del
riflesso delle bellezze
che lo circondano,
e ancor dondolano
i ricordi di quel giorno
quando te ne sei andato,
un destino il tuo ingrato.
C’ e questo grigio che
mi assale,inizia a piovere
e sento un timido
ticchettio alternante,
sono lacrime, che
ballano sulla tua
coltre di acqua
stagnante.
Voglio dare un senso
a questo giorno,
arriverò da te vestita
di bianco e porterò
a riva il tuo corpo
stanco.
Patrizia Rachele Rivaroli

Nel fiume dei silenzi, di Rita Donatini

Nel fiume dei silenzi, di Rita Donatini

49498840_2195591364022686_5629463490847571968_n.jpg

Nel fiume dei silenzi.

Navigo,immobile,
nel fiume dei silenzi,
nell’oblio profondo
è il tratteggiar
lento ed accorto
del volto caro,
linea indelebile
d’un remoto sogno.

E vago,senza meta,
come chiatta solitaria
in questo calmo umore,
ondeggio solamente
su rare sinfonie
a colorare l’orizzonte
d’un caldo tono ambrato.

E nel profuso silenzio
l’essenza mia ritrovo,
anima eterea
nel flusso vitale,
leggiadra piuma
dal vento sospinta,
nuvola informe
a lasciarsi cullare.

Rita Donatini 05- 10-2015. Rielaborata 03 Gennaio 2016. Si riserva l’uso e l’utilizzo ,@copyright di Rita Donatini

Pensando a Steccato (di Cutro) di VincEnzo Pollinzi

Pensando a Steccato (di Cutro) di VincEnzo Pollinzi

49196622_2276104959089808_9111700585056305152_n

Pensando a Steccato (di Cutro)

Con larghe ali e occhi di vetro
annacquati di nostalgica fantasia
cavalco orizzonti infuocati
e mi soffermo rapito
dove il tramonto domina,
gioca e si riflette
nel suo stesso specchio.

Mi lascio cullare dal vento
dove gli ultimi raggi
di un sole indeciso
guizzano fuggenti
tra la schiuma delle onde
verso la riva accogliente.

E tutto mi appare irreale
tra ombrelloni a casaccio
nel brusio scomposto del vento
e castelli di sabbia
senza cavalieri.

Diritti Riservati @ Gennaio 2019
Foto dal Web

Un piccolo sogno, di Grazia Torriglia

a ti vidia ti vidi 1aa

di Grazia Torriglia

Un piccolo sogno

Solo al vento posso consegnare
questa sofferenza del non potere amare
Il tempo non concede errori
non ti ho trovato nel momento giusto
anima di poeta poterti dire t’amo
e sentirti dire t’amo anch’ io.
Cosi’ vado per prati dipinti d’inchiostro
color glicine e rosa purpurea
a fantasticare
corse tra l ‘ erba alta e grano maturo
e forse un bacio nascerà sotto un albero
e un cuore intagliato nel tronco
a memoria di un piccolo sogno .

Grazia Torriglia @

video: https://www.youtube.com/watch?v=6XBTfDJ_-Wk&feature=youtu.be

Adesso è freddo, di Antonio Scarito

adesso è freddo

di Antonio Scarito

Adesso è freddo,
aria di tempesta,
ma che importa
noi siamo a letto,
manca la voglia
di ancor lasciarlo
se pure è giorno.
Piano ti scopro,
sento il tuo fiato,
è caldo come
quel basso ventre,
che allo sfiorare
lo sento umido,
non per il freddo,
ma per il caldo
che or proviamo.

Continua a leggere “Adesso è freddo, di Antonio Scarito”

Non mi lasciare, di Antonio Scarito

Non mi lasciare

di Antonio Scarito

Non mi lasciare
voglio confidarti
tutti i pensieri che
di te raccolgo
quando vicina
non dici nulla. .
Ed io li rubo
lungo il viaggio
che porta dove
tutto diventa
pieno di colori
come nei sogni.
Rileggo sempre
quello che pensi,
raccolgo ansie e
anche tormenti,
provo a riflettere
pur tante volte
voglio capirti e
pur correggerli
per poi alla fine
sentirti dire che
così va meglio.
Ti voglio donna
dei mie pensieri,
farti capire che
sei importante,
che di mei puoi
prender tutto e
non mi stanco
mai di ripeterlo,
io voglio amarti
per felice sentirti.
Sarà per sempre
o solo una notte,
tutti ci vedranno,
forte abbraciati,
fissare in alto,
guardare il cielo e
chieder solo di
lasciarci amare ,
disperdere pure
tutti i pensieri
che fanno male ,
per al cuore dare
sol quel che vuole.

Pasquale De Falco scrittore e poeta è un nuovo Autore della redazione di Alessandria today

Pasquale De Falco scrittore e poeta è un nuovo Autore della redazione di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Siamo lieti di dare il benvenuto ad un nuovo Autore della redazione di Alessandria today, Pasquale De Falco scrittore e poeta, del quale presentiamo la sua biografia e presto avremo il piacere di leggere i suoi post nel blog.

Pasquale De Falco foto copia

Sono nato a Napoli l’8 marzo del 1978 e attualmente vivo in Lombardia. Amo leggere, scrivere e osservare la realtà oltre i suoi limiti.

Mi definisco un giocoliere di parole e frasi

Ho pubblicato due romanzi e due libri di poesie.

Il mio nome è un trascurabile dettaglio, l’età l’ho dimenticata anni fa, non porto il conto dei miei errori, vivo ogni attimo come che se fosse l’ultimo, niente apparenze solo momenti vissuti senza freno.

Sono laureato alla Facoltà di Farmacia, ma ben presto ho abbandonato questo campo per dedicarmi alla ristorazione e al turismo.

Ho una grandissima passione per la letteratura, adoro leggere fin da bambino e da quando avevo 13 anni mi diletto a studiare l’opera del poeta Rimbaud (mio poeta preferito)

Ho iniziato a scrivere verso i quindici anni dedicandomi al componimento di poesie , le prime prose invece risalgono a quando avevo circa 20 anni.

Sono istintivo al massimo, ho foglietti, appunti sparsi ovunque. Ho abbondanti file sul pc di testi di poche righe o tante righe che comunque rimangono in attesa di essere rivisti e resi idonei per la scrittura. Odio le regole e i metodi predefiniti, l’ispirazione è un attimo improvviso. Continua a leggere “Pasquale De Falco scrittore e poeta è un nuovo Autore della redazione di Alessandria today”

Al bando la plastica monouso

Creando Idee

Entro il 2021 il consumo di oggetti in plastica monouso sarà vietato in tutta l’Unione Europea. Articoli usa e getta come posate, bastoncini cotonati per pulirsi le orecchie, piatti, cannucce, miscelatori per bevande le palettine per mescolare il caffè e bastoncini per palloncini, infatti, costituiscono oltre il 70% dei rifiuti marini. È la proposta votata oggi dal Parlamento Europeo e passata con 571 voti favorevoli, 53 contrari e 34 astenuti. L’Eurocamera avvierà negoziati con il Consiglio non appena i ministri Ue avranno stabilito la propria posizione comune.  Gli eurodeputati hanno aggiunto all’elenco delle materie plastiche vietate proposto dalla Commissione i contenitori per fast-food in polistirolo espanso e gli articoli di plastica ossi-degradabili come sacchetti o imballaggi. L’Eurocamera dichiara inoltre guerra ai mozziconi di sigarette che contengono plastica, la cui quantità nei rifiuti va ridotta del 50% entro il 2025 e dell’80% entro il 2030, con i produttori di tabacco chiamati a farsi carico dei costi di trattamento e raccolta, compreso il trasporto. Lo stesso vale per i…

View original post 71 altre parole