I Greta Van Fleet e i problemi del Rock moderno – Francesca Noschese

Premesso che a me piacciono molto, personalmente non capisco questo accanimento contro i Greta Van Fleet (giovane band Hard Rock formata da quattro ragazzi provenienti dal Michigan USA emersa nell’ultimo anno) per via della loro somiglianza con i leggendari Led Zeppelin.

Parliamoci chiaro il rock ormai è a un punto di stallo. NON è assolutamente morto ma è chiaramente in difficoltà. Ultimamente mi sono spesso incavolata per via del catastrofismo e della nostalgia ormai stucchevole che aleggiano tra gli appassionati del genere. Fin dagli inizi e per tutta l’epoca d’oro del rock fino a fine anni 90 a mio parere la vera forza di questo genere musicale stava nella rivoluzione culturale che portava con sé e nei suoi pionieri ( Elvis, Jimi Hendrix, The Doors, ecc). Quelle leggende che oggigiorno rimpiangiamo. Da allora TUTTE le band venute dopo nessuna esclusa ha preso qualcosa, chi più chi meno da quei pionieri. Inoltre come tutte le cose il rock n roll, nascendo dal blues, ha avuto la sua evoluzione e le varie ramificazioni (blues, rock n roll, hard rock, metal, punk…) e ognuna di queste a sua volta si è frammentata in altre ramificazioni fino ad intrecciarsi in maniera confusa fino a contaminarsi con altri generi. Qui secondo me c’è uno dei principali problemi del rock moderno.

Sempre per parlarci chiaro: di nuovi pionieri attualmente ahimè non c’è traccia. Come dice qualcuno: È già stato inventato tutto e ormai non si fa altro che rifare e copiare. Concordo in pieno.

Ricordate che tutto va a cicli.

C’è da mettersi le mani nei capelli nel vedere cosa viene considerato rock al giorno d’oggi nel mainstream e come viene trattato quello vero in certi canali o eventi. (Tralasciando le circostanze quali i cambiamenti del mercato discografico e tutti i discorsi correlati).

Fino a più o meno 8 o 10 anni fa c’erano comunque molte band che riuscivano a emozionare e far muovere i culi. Poi è cominciato il declino fino ad oggi.

La soluzione per ora secondo me sta proprio nel ristudiare il passato senza impantanarsi nella nostalgia e nel mozzare tutti questi rami inutili tornando al rock n roll puro basilare e al blues per poi semplicemente ricominciare finché non arriverà un nuovo colpo di genio.

I Greta Van Fleet hanno per lo meno avuto il coraggio di andare ad attingere (a piene mani) dove nessuno aveva mai osato prima. E a parer mio sono stra meritate le quattro nomination ai Grammy Awards. Il tempo dirà se saranno solo una meteora. Io dico intanto godiamoceli nella speranza di una rinascita.

Francesca

PF JoyLotus

834843_m1377501122

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...