Cominciano i lavori per rifare il tetto di Palazzo Rosso ad Alessandria

Cominciano i lavori per rifare il tetto di Palazzo Rosso ad Alessandria

alessandria-municipio-palazzo-rosso-994x400

Di Redazione Quotidiano Piemontese 7 gennaio 2019  ALESSANDRIA

https://www.quotidianopiemontese.it

Cominciano i lavori per rifare il tetto di Palazzo Rosso ad Alessandria. Questa settimana verranno preparate le impalcature, poi inizieranno i lavori veri e propri per sistemare il tetto del Municipio. Il tratto di via Verdi tra via Faà di Bruno e piazza Libertà sarà bloccato per la sistemazione della gru.

Durante i lavori i marciapiedi rimarranno agibili e potranno accedere i veicoli comunali, quelli dei residenti e quelli degli esercizi commerciali.

(Foto di Davide Papalini – Opera propria, CC BY-SA 3.0)

Siria: morto combattente italiano delle forze curde. ANSA.it

Si chiamava Giovanni Francesco Asperti. La notizia, annunciata dallo Ypg, è confermata dalla Farnesina (ANSA)

Un cittadino italiano, Giovanni Francesco Asperti, è morto in Siria. La notizia, che era stata diffusa dalle milizie curde dello Ypg, è stata confermata dalla Farnesina, aggiungendo che il consolato a Erbil sta seguendo il caso con la massima attenzione ed è in contatto con i familiari. Asperti era originario di Bergamo. I miliziani curdi, sul loro sito, hanno reso noto che l’uomo, conosciuto con il nome di battaglia di Hiwa Bosco, è rimasto vittima di uno “sfortunato incidente mentre era in servizio a Derik, il 7 dicembre”.

Sorgente: Siria: morto combattente italiano delle forze curde – Mondo – ANSA.it

“Dialettando” al Museo Etnografico della Gambarina, di Lia Tommi

Alessandria: Il 18 gennaio 2019, a partire dalle ore 21, si terrà al Museo Etnografico della Gambarina , ad Alessandria, l’ evento “Dialettando” – Voci dal Nord, Voci dal Sud – una serata di lettura di poesie e racconti e canzoni popolari nei vari dialetti italiani.

La serata sarà dedicata ad alcuni aspetti della tradizione letteraria in dialetto attraverso il tempo, lo spazio, e i vari generi ( poesia, teatro, prosa narrativa, canzone popolare).

Sarà un’occasione di riflessione sulla natura e la funzione dei dialetti, alla luce della riscoperta, da qualche tempo, della produzione letteraria dialettale.
Infatti, mentre i dialetti tendono a scomparire dal linguaggio parlato di tutti i giorni, si assiste a una crescita del loro prestigio culturale, in alternativa al linguaggio standardizzato della comunicazione quotidiana, influenzata dalla pubblicità e dalla televisione.

Intento delle organizzatrici e conduttrici Cristina Saracano e Lia Tommi e della loro Associazione Culturale “ La città delle Vittorie “ è quindi quello di tutelare il patrimonio culturale contenuto nella letteratura dialettale e nella canzone popolare.

Le letture saranno eseguite da ospiti provenienti da varie zone d’Italia e, a piacere, da intervenuti nel pubblico che avranno scelto un brano da condividere, previa segnalazione al proprio arrivo, allo scopo di predisporre la scaletta .

I momenti musicali saranno curati da Dario Deamici e Alberto Carughi e prevedono l’esecuzione di note canzoni popolari.

L’arte come metafora del divenire, di Cristina Saracano

Sabato 12 gennaio 2019 alle ore 18 presso il Bio Cafè di via dell’Erba 12 Alessandria, espone

Giancarlo RAINA ,

pittore-scultore alessandrino contemporaneo, appartenente
alla corrente artistica detta costruttivista, nato a Sale in provincia di Alessandria,
vive e lavora ad Alessandria.
Dal 1975 ha partecipato a numerose mostre e rassegne nazionali ed
internazionali ottenendo consensi e diversi riconoscimenti
Tra queste, si ricordano le più significative:

• 1983 – Mostra personale a Palazzo Guasco (Alessandria) con sculture parietali di enormi dimensioni
• 1986 – I Mostra Internazionale di scultura Teatro Comunale di
Alessandria
• 1988 – II Mostra Internazionale di scultura Teatro e Giardini di
Alessandria
• 1989 – IV Mostra della piccola scultura e III Mostra della scultura
all’aperto – Comune di Castellanza (Varese)
• 1991 – I Mostra Internazionale di scultura Città di Legnano (MI)
• 1994 – Mostra con il gruppo del laboratorio artistico Il Castello -nella Torre
Capitolare di di Portovenere (La Spezia)
• 1994 – XXXIV Premio Suzzara (Mantova) a cura del Centro Culturale
Artestruktura di Milano
• 1994 Mostra collettiva : Costruttivismo, concretismo, cinevisualismo
internazionale – Museo delle Collezioni – Bucarest – Romania
• 1995 – Etruriarte -Fiera internazionale- Venturina(LI)
• 1995 – Collettiva di scultura -Palazzo Robellini -Acqui Terme
• 1996 – Mostra collettiva con 5 artisti del Museo Pagani alla Camera del
lavoro di Alessandria
• 1996 – Mostre collettive ad Arona, Acqui Terme, Asti, Omegna, Trieste,
Alessandria
• 1997 -Mostra di scultura – Città di Casale Monferrato
• 1997 – Mostra “l’arte costruita” – palazzo Cuttica – Alessandria
• 1998 – Mostra BNLper il centroD’ARS di Bergamo e di Brescia
• 2000 – Opere di piccolo formato Galleria Antonio Battaglia, Milano
Galleria Kassel Innsbruk (Austria)
Galleria Artestuktura, Milano
• 2003 – Mostra di scultura : “Omaggio a Enzo Pagani” – Museo Pagani –
Castellanza (VA)
• 2008 – Mostra “L’Arte costruisce l’Europa” – Desenzano del Garda -Arte
Struktura
• 2016 ¬ Mostra personale presso la Libreria Mondadori di Alessandria.

Imparate a fregarvene

Creando Idee

Imparare a fregarsene è spesso una delle armi segrete delle persone felici e longeve. “Fregarsene” non vuol dire affrontare la vita con superficialità. Vuol dire dare importanza alle cose e alle persone che vi interessano veramente e non dare peso a ciò che non contribuisce alla vostra felicità. Sedetevi ad un tavolo e prendete carta e penna. Fate una bella lista di tutto ciò che siete soliti fare e che non vi rende felici. Ecco alcuni esempi: fare regali per le feste ricordate esempio di Natale,Pasqua… o di compleanno,a parenti lontani o a vecchi  colleghi d’ufficio; lasciare che l’opinione di persone di cui non vi importa influenzino le vostre scelte; partecipare ad eventi o feste di compleanno di persone che non vi interessano particolarmente; comportarsi in maniera eccessivamente corretta con persone che in fin dei conti non se lo meritano; uscire con coppie con bambini…

View original post 119 altre parole

Una pianta che depura l’aria di casa

Creando Idee

La versione transgenica di una pianta normalmente presente nelle nostre case, l’Epipremnum aureum o Pothos, è in grado di assorbire la maggior parte degli inquinanti veramente cancerogeni che respiriamo tra le stanze di casa. Un gruppo di ricercatori dell’Università di Washington a Seattle ne ha creata una versione contenente la forma sintetica di un gene che codifica per un enzima presente nel fegato dei conigli e di altri mammiferi, coinvolto nella detossificazione dell’organismo.La pianta modificata e destinata ad ambienti chiusi è stata pensata per depurare da benzene e cloroformio, due sostanze inquinanti presenti negli spazi domestici, il primo derivante dal fumo delle candele, di sigaretta o dagli scarichi delle auto in strade adiacenti, il secondo diffuso per evaporazione dall’acqua d’uso domestico.Quando esemplari di Pothos sono stati sistemati in recipienti con alti livelli dei due inquinanti, la versione non modificata ha assorbito meno del 10% degli inquinanti in una settimana…

View original post 126 altre parole

17 anni… di Cristina Saracano

Alessandria: Venerdi’ 11 gennaio alle 20,30 presso l’Associazione Cultura e Sviluppo di piazza De Andrè 76, in collaborazione con Il Progetto genitori e La voce della Luna, verrà proiettato il film “17anni e come uscirne vivi”.

Vincitore del Golden Globe 2017, diretto da Kelly Fremon, narra le vicissitudini di Nadine, impacciata diciassettenne, alle prese con un fratello modello, una madre isterica e un insegnante distratto e un’amica non proprio degna di questo nome…accadranno cose terribili…

Presentano la serata Barbara Rossi e Michele Maranzana.

Sedicenne accoltellato per gli apprezzamenti social a una ragazzina, arrestati tre giovani

Sedicenne accoltellato per gli apprezzamenti social a una ragazzina, arrestati tre giovani

La polizia ha arrestato due minorenni e un diciottenne. Il ferito è in prognosi riservata

schermata 2019-01-07 a 19.19.06

Polizia (Foto d’archivio)

Massa 7 gennaio 2019 – Due minorenni e un ragazzo di 18 anni appena compiuti sono stati arrestati dalla Squadra mobile di Massa con l’accusa di tentato omicidio: hanno picchiato e accoltellato un 16enne accusato di aver fattoapprezzamenti sui social a una ragazzina amica di un componente del gruppetto.

Il ferito è stato ricoverato in ospedale in prognosi riservata; uno dei minorenni in carcere è a Torino, l’altro (e il 18enne) ai domiciliari.

La polizia ha ricostruito che il ragazzo aggredito era stato contattato da uno della gang via Facebook e che la vittima del pestaggio e i tre arrestati non si conoscevano, se non di vista. Unico punto comune, la frequentazione dello stesso istituto scolastico… continua su: https://www.lanazione.it/massa-carrara/cronaca/giovane-accoltellato-1.4379946

Una cooperativa di Pordenone protagonista di una maxi evasione fiscale

http://www.udinetoday.it/

Un’operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Pordenone ha permesso di smascherare un’evasione fiscale milionaria. Otto le persone indagate

Un totale di 311 lavoratori irregolari, fatturazioni per operazioni inesistenti per un valore di 5,1 milioni di euro, redditi sottratti a tassazione per 5,4 milioni di euro, contributi e ritenute non versate per 625 mila euro, 8 persone indagate e un sequestro per equivalente di 4 milioni e 50mila euro. 

L’inchiesta

Sono i numeri che segnano in maniera evidente i risultati dell’operazione ‘Clepe et Labora’, condotta dalla Guardia di Finanza di Pordenone su delega della Procura della Repubblica naoniana, resi noti oggi dal comandante provinciale delle Fiamme Gialle, il colonnello Stefano Commentucci.

Sorgente: Una cooperativa di Pordenone protagonista di una maxi evasione fiscale

Regioni, raffica di ricorsi contro il decreto sicurezza. Salvini: «Pd cerca visibilità»

https://www.ilmessaggero.it

Una alla volta le regioni a guida centrosinistra passano dalle parole ai fatti sul decreto sicurezza. Umbria, Toscana ed Emilia Romagna hanno deliberato il ricorso alla Consulta: la norma sarà impugnata per sospetta «incostituzionalità».

Anche la Sardegna è pronta a compiere lo stesso passo: nelle prossime ore porterà in giunta la proposta. Partita da un gruppo di sindaci, in testa Leoluca Orlando di Palermo – «sindaci del Pd che cercano visibilità», taglia corto Salvini – la battaglia si è spostata alle Regioni che a differenza dei Comuni possono ricorrere direttamente alla Corte costituzionale, senza passare prima da un giudice.

Sorgente: Regioni, raffica di ricorsi contro il decreto sicurezza. Salvini: «Pd cerca visibilità»

Picchiato dal padre con un tubo perché non fa i compiti: è morto – Il Mattino

Mertcan, 6 anni, il piccolo picchiato dal padre con il tubo dell’aspirapolvere perché non aveva fatto i compiti, è morto. che ha perso il proprio padre, è stato perso nel distretto di İskenderun a Hatay, in Turchia.

Dopo il brutale pestaggio di mercoledì (2 gennaio), Mertcan, che era stato ricoverato in ospedale nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale, era tenuto in vita da una macchina. Oggi, al mattino, i medici hanno annunciato di aver staccato la spina perché il piccolo paziente risultava cerebralmente morto.

Sorgente: Picchiato dal padre con un tubo perché non fa i compiti: è morto | Il Mattino

Bruschette anche per cene veloci

Creando Idee

Adatte come colazione salata, antipasto o snack nelle pause, le bruschette puoi mangiarle quando vuoi! Eccone una da proporre anche per una cena…alternativa dopo le abbuffate delle feste.Tostare le fette di pane nel tostapane o in padella senza utilizzare l’olio. Tagliare lo spicchio d’aglio longitudinalmente e sfregarlo sul pane.Tagliare a metà il pomodoro, orizzontalmente. Sfregare sul pane affinché si impregni di polpa, utilizza pomodori molto maturi in modo che la polpa si spalmi bene sul pane. Spalmare un cucchiaino di olio d’oliva su ogni fetta di pane e insaporire con un pizzico di sale. Adagiare il prosciutto crudo tagliato fine sul pane. E….Buon appetito!

View original post

Un jinete noble

Poesía de Lucio Data

Un jinete noble         x
no monta una jaca alocada...
ni espuelas como misiva,
ni cueros de arrogancia.
Espera al amparo/
escondido en la dársena,
a que la nave maga
se zambulla en su cala.

Y cuando llega...
templado galopa
más sólido en la hogaza
esculpido por su tardanza;
-como nube de seda
que peregrina danza
y en la pita más erizada
anida clavando sus alas-.

Pero cuando la yesca de tu voz
prende en brasas...
trenzan cristales de hollín
en la techumbre de tus entrañas
y ofuscadas ven malograr
el latir que callaban.

Ahora orzas bermejas cuajan
el laurel con balas de baba
como legiones joviales de lujuria
de llantas/tiznes ensartenadas.
Hasta cubrir con capuchas de lino
el aljibe de palabras;
...donde una moneda no paga,
ni la arena que las sepulta
de una oquedad a otra
de tu calavera temporalizada.


View original post

Teatro della Tosse di Genova: Federica Sassaroli porta in scena un adattamento de La Gabbianella e il Gatto

Teatro della Tosse di Genova: Federica Sassaroli porta in scena un adattamento de La Gabbianella e il Gatto

L’ATTRICE FEDERICA SASSAROLI PORTA IN SCENA UN ADATTAMENTO DE “LA GABBIANELLA E IL GATTO” AL TEATRO DELLA TOSSE DI GENOVA.

Federica Sassaroli, attrice, speaker, comica e regista genovese, sarà in scena venerdì 11 gennaio alle ore 10 (spettacolo per le scuole già sold out) e  sabato 12 gennaio alle ore 16 al Teatro della Tosse di Genova  con l’adattamento teatrale del celebre racconto di Sepulveda, “La gabbianella e il gatto”, scritto a quattro mani dall’attrice stessa  ed Elisa Carnelli.

L’adattamento vuole trasmettere un messaggio di tenerezza, gioia e speranza, riassunto nello slogan “vola solo chi osa farlo”.

Zorba, il gatto nero grande e grosso protagonista del racconto, si ritrova a promettere solennemente ad una giovane gabbiana morente che si prenderà cura del suo uovo e che insegnerà al piccolo a volare, grazie alla collaborazione e al supporto degli altri gatti del porto.

Attraverso le capacità espressive del corpo e della voce vengono presentati sul palco tutti i personaggi di quello che è ormai diventato un classico della letteratura. I temi principali sono il rispetto delle differenze, la solidarietà, la capacità di arricchirsi attraverso le relazioni, l’autostima. Continua a leggere “Teatro della Tosse di Genova: Federica Sassaroli porta in scena un adattamento de La Gabbianella e il Gatto”