Nude look

Il traffico del cuore

Sia la felicità sia l’inferno esistono dentro di noi, nel nostro cuore.

Daisaku Ikeda

C’erano una volta le aspettative e, ahimè, ci sono ancora: sono come la gramigna, basta poco per ingolosirle e farle uscire allo scoperto. Quatte quatte si fanno spazio e lentamente occupano spicchi di cuore; nessuno più di loro sa coccolare il piccolo Io, illudendolo di essere il centro del mondo. Sono abili manipolatrici dell’umore e bravissime a demolire i castelli di felicità che, faticosamente, abbiamo eretto. Eppure, oggi le considero mie buone amiche; intendiamoci, non di quelle con cui uscire a fare serata ma, quando le vedo arrivare (ormai le riconosco dal vestito spocchioso), è grazie a loro che scopro la fragilità di quelle pareti e posso ricostruirle. Ogni volta più compatte, più resistenti, fino al giorno in cui saranno mura di felicità inviolabili. Eccola lí, già vedo la fortezza del grande Io che costruiró! Accoglierà…

View original post 18 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...