GORA, romanzo autobiografico, di Miriam Maria Santucci

GORA, romanzo autobiografico, di Miriam Maria Santucci

di Pier Carlo Lava

Come si viveva nel periodo successivo all’ultima guerra? quelli della mia generazione l’hanno vissuto in prima persona mentre alle generazioni successive è toccato ai nonni e ai genitori ricordare chi eravamo e come si viveva in un epoca di povertà ma con il grande sogno che un giorno il futuro sarebbe stato migliore per tutti. L’Autrice Miriam Maria Santucci, che conosco e apprezzo da tempo, con “Gora” ha dimostrato di essere non solo una splendida poetessa autrice di diversi libri di poesie ma anche una grande scrittrice.

gora ok 48373419_127208394889856_6971970864854073344_n copia

Uno spaccato di vita del secondo dopoguerra, nel quale si racconta la storia di “Gora” e della sua famiglia sugli Appennini, con un finale a sorpresa…

Leggere “Gora” è piacevole, scorrevole e per quelli della mia generazione fa rivivere i tempi difficili ma pieni di entusiasmo e speranze nel futuro del primo decennio dopo la fine della seconda guerra mondiale.

La lettura di “Gora” è consigliata anche alle generazioni successive sino a quella attuale perchè da modo di comprendere a fondo, quasi come lo si stesse vivendo, un periodo importante della storia del nostro paese. “Occorre ricordare chi eravamo per capire dove dobbiamo andare”.

“Gora” non è solo un libro interessante e istruttivo che ci ricorda il nostro passato ma anche un oasi di serenità e relax in un’epoca di grande stress come la nostra.

GORA di Miriam Maria Santucci

«1944 – 1956: uno spicchio di Storia realmente vissuta. Storia spesso relegata in secondo piano o quasi dimenticata. La voce narrante presenta la dura infanzia di Gora, con gli occhi e la mente della piccola, che nasce e vive in quel difficile periodo di transizione.

Il Paese era stato raso al suolo e il disagio regnava in ogni categoria sociale e in ogni settore produttivo, soprattutto nel mondo rurale, estremamente povero.

Ma la forza di volontà spingeva tutti verso la ricostruzione, che avrebbe risollevato il Paese e aperto le strade al progresso. La speranza di un mondo migliore illuminava ogni animo, soprattutto quello della piccola Gora.»

Picnic a Hanging Rock

Il Blog di Roberto Iovacchini

index

Titolo: Picnic a Hanging Rock

Autore: Joan Lindsay

Editore: Sellerio

Traduzione: Maria Vittoria Malvano

La recente messa in onda in TV della miniserie “Picnic a Hanging Rock”, di cui ho visto qualche spezzone,  mi ha incuriosito e non ho potuto fare a meno di leggere il libro.

Questo romanzo appassiona al di là delle sue qualità letterarie perché l’alone di mistero che ruota attorno al monolite di Hanging Rock, un gruppo roccioso nella zona di Melbourne, si è esteso anche al romanzo ed alla sua inedita storia.

Il libro nella versione originale era composto da 17 capitoli più un epilogo che voleva in qualche modo dare una spiegazione degli eventi di Hanging Rock su cui è basata la trama. L’editore all’epoca, con una inedita e fortunata scelta commerciale, decise l’eliminazione dell’epilogo insieme alle conseguenti modifiche del romanzo, per aumentare l’effetto mistero, imponendo la divulgazione di quest’ultima parte solo dopo la…

View original post 599 altre parole

Golden Globe 2019: film e serie tv tratti da libri [2019]

Il Lettore Curioso

Buona serata cari lettori! Come lo scorso anno anche questa volta parliamo dei film e delle serie tv che sono stati tratti da libri, candidati ai Golden Globe del 2019. La premiazione si è tenuta domenica notte negli Stati Uniti.

Sharp Objects è il nuovo adattamento del thriller di Gillian Flynn, Sulla Pelle, candidato a diversi premi, tra cui miglior miniserie.

51C8RxdldzL._SX325_BO1,204,203,200_.jpgOtto anni dopo essere andata via da Wind Gap, la cittadina soffocante in cui è nata e cresciuta, Camille Preaker lascia Chicago per tornare in quel minuscolo avamposto cattolico del Missouri. È il giornale per cui lavora a spedirla laggiù, in seguito alla scomparsa della piccola Natalie Keene. Caso che somiglia a quello di un’altra bambina svanita nel nulla poco tempo prima, ricomparsa il giorno dopo nel letto di un torrente, strangolata. Con caparbietà, Camille porta avanti la propria indagine sfidando le rigide norme sociali di una cittadina…

View original post 983 altre parole

Le bellezze naturali

S&D

La Natura ci regala da sempre degli spettacoli più belli ed emozionanti di quanto avremo mai potuto immaginare. Basta pensare a un cielo stellato, a una distesa di mare, a un tramonto per capirlo. Ma anche al corpo umano e a tutti gli esseri viventi.

house-outdoors-park-1019980.jpg Un bellissimo paesaggio

In pratica la Natura è tutto quello che circonda, ma anche tutto quello che c’è dentro di noi. Da sempre l’uomo ha cercato di capirne le meccaniche, ma anche gli aspetti legati alla filosofia. I misteri e le domande irrisolte, ancora oggi, restano molte.

Qui sotto voglio riportare un video per far vedere “Le 7 meraviglie del mondo naturali”

View original post

HUMANITARIAN EXPERIENCE, di Lia Tommi

Alessandria: “Al nostro recente viaggio in Nepal abbiamo voluto dare un nome che esce dalle frontiere, che sa di internazionale: HUMANITARIAN EXPERIENCE; ma di concreto ci siamo sempre noi di PASSOdopoPASSO.” Barbara, Manuela, Roberta, Davide,Emilio, Enrico, Giorgio e Roberto compongono il team che tra ottobre/novembre 2018 si è recato in Nepal e ha realizzato questa esperienza.

” Siamo tornati dagli amici nepalesi e dai bambini della “nostra” scuola di Nuwakot, ogni volta ci aspettano per darci il loro spontaneo e caloroso benvenuto, noi abbiamo contraccambiato portando il vostro abbraccio, in particolare dei bambini e ragazzi delle nostre scuole di Alessandria, Sale, Solero e Cremona che si stanno prodigando in tutti i modi per portare sostegno concreto “, proseguono i protagonisti.

L’esperienza umanitaria è proseguita con un trekking nella valle del Langtang,dove nel 2015 il villaggio è stato seppellito da una frana causata dal terremoto: la forza di un popolo che non ha abbandonato la sua terra, ricostruendo pietra su pietra la propria casa. Un luogo poco battuto dal turismo dove si respira l’aria del vero Nepal, montagne di oltre 7000 mt. che riempiono il cielo e fanno respirare l’aria sottile delle cime himalayane.

Foto, video e testimonianze dei protagonisti saranno presentati venerdì, 11 gennaio 2019 alle ore 20:45 al Teatro Parvum in Via Mazzini, 85 (Alessandria) in una serata di condivisione e racconti.

AMICI VERI, di Miriam Maria Santucci

08 amici veri - cover [r1] 1080pAMICI VERI
di Miriam Maria Santucci

Gli amici veri
sono amici per sempre.
Si possono perdere
ma solo se la morte se li prende.
Non esistono altri validi motivi.
Se li perdiamo e non sono morti
vuol dire che c’eravamo sbagliati:
erano amici falsi…
ma non ce n’eravamo ancora accorti!

(2014 – dedicata a certi umani )

Poesia tratta dalla raccolta “Il Sentiero del Destino”.
© Copyright 2016 – Miriam Maria Santucci

Il recupero della Chiesa di Gardella. Appello di Città Futura, di Lia Tommi

Alessandria: L’ex Consigliere Comunale e attuale Presidente dell’Associazione Città Futura, Renzo Penna, intende sensibilizzare le autorità competenti e i candidati alle elezioni regionali sulle condizioni precarie in cui versa la piccola chiesa dell’ex Sanatorio Borsalino, che risulta essere la prima opera completa e ufficiale realizzata da Gardella, negli anni Venti.
Il Sanatorio “Teresio Borsalino”, colpito dalla disastrosa alluvione del novembre 1994, è stato completamente ristrutturato dalla società “Borsalino 2000” e trasformato, a partire dal dicembre 2006, in un Centro riabilitativo.

Purtroppo nei lavori di ristrutturazione non è stata inserita la piccola chiesa realizzata da Ignazio Gardella e oggi la struttura, oltre a risultare inagibile, presenta parti pericolanti.
Un vero peccato perché la piccola chiesa rappresenta un originale gioiello architettonico.
In particolare della struttura meritano di essere considerati la pianta che ha un’insolita forma di parabola, la torre campanaria che, partendo dal portale centrale, si innalza come semplice traliccio stilizzato e, inoltre, la bicromia che differenzia il
basamento dalla fascia alta della costruzione.

Della necessità di intervenire per riportata alla originaria solidità e bellezza l’opera prima di Ignazio Gardella si è discusso in Consiglio Comunale nella primavera del 2017, in occasione della presentazione di una interpellanza proprio di Renzo Penna. In tale occasione l’assessore alla Cultura Vittoria Oneto si impegnò a contattare la Regione Piemonte, proprietaria della struttura.

Con le elezioni comunali, afferma Renzo Penna, vi è stato il cambio dell’Amministrazione e ora tocca all’Attuale Sindaco e alla sua Giunta farsi carico del bene.

In previsione delle prossime Elezioni regionali e nel generale interesse della città di Alessandria non dovrebbe essere difficile impegnare i candidati alla presidenza della Regione Piemonte ad inserire tra i loro programmi il pieno recupero della piccola chiesa di Gardella e il suo utilizzo in favore di coloro che, a diverso titolo, frequentano il Centro che di tutti gli altri cittadini.

Cheese Tea: come è fatto e qual è la sua storia

Creando Idee

Il Cheese Tea non è altro che un freddo, verde o nero, ricoperto da uno strato schiumoso di latte facoltativo, e crema di formaggio e cosparso di sale. La bevanda è dolce, come il Bubble Tea, ma ha un caratteristico finale salato. L’uso della cannuccia in questo caso è sconsigliato poiché non permetterebbe di assaporare questa sovrapposizione di sapori; il metodo più giusto, secondo gli esperti, è quello di sorseggiarlo dalla parte superiore della tazza con un angolo da 40 a 45 gradi, anche per evitare che si formi il classico baffo di schiuma.Come il Bubble Tea, anche il Cheese Tea è nato tra gli stand del mercato notturno di Taiwan, intorno al 2010, quando i venditori decisero di unire il formaggio in polvere e il sale alla panna montata e al latte, così da formare uno strato schiumoso e piccante sulla cima di una tazza di tè freddo. Nel 2012, questa ricetta si…

View original post 142 altre parole

Gli animali di supporto emotivo…possono anche volare

Creando Idee

Gli animali sono i migliori amici degli esseri umani. Non solo fanno compagnia, ma aiutano le persone quando si sentono sole, sono malate o affrontano un periodo difficile. Per questo varie compagnie aeree hanno deciso di permettere di trasportare sul aereo quelli che sono chiamati “animali di supporto emotivo”..Si chiamano animali  di supporto emotivo. Sono, come anche dice il nome, creature che aiutano il proprio padrone facendolo stare meglio con la loro sola presenza. Proprio per questo motivo, molte compagnie aeree hanno permesso ai proprietari di portarli a bordo per vincere la paura di volare.Chiaramente per portare su un aereo un animale di supporto emotivo si deve fare apposita richiesta . Possono fare domanda  le persone affette da depressione o con problemi di salute mentale, i militari e i veterani di guerra, gli individui autistici, e coloro che soffrono di PTSD e disordini psicotici.In questi casi avere un amico fidato accanto a sé aiuta…

View original post 183 altre parole

Consigli di lettura — Alessandria today @ Pier Carlo Lava

Travel, books and films

Originally posted on Aquilone di pensieri: Durante questi giorni di vacanza, mi sono dedicata alla lettura di tre romanzi: “Gli Amici Silenziosi”, “La Ragazza e la Notte” e “La Paziente Perfetta”. Ve li propongo nella mia personale classifica, in ordine da quello che ho apprezzato di più. Attendo di conoscere anche le vostre opinioni se…

via Consigli di lettura — Alessandria today @ Pier Carlo Lava

View original post

Da mare a mare (Verso Rocca) di VincEnzo Pollinzi

Da mare a mare (Verso Rocca) di VincEnzo Pollinzi

Lasciandomi alle spalle „La Jonica“ esplode all`improvviso la drammaticità intensa del buio che invade tutto quasi senza preavviso.

50309658_2283206098379694_8553314223365554176_o

Tornare a Rocca è come tagliare una linea invisibile,palpabile nei frammenti di una strada torturata nel suo essere strada,con frequenti e violenti discrepanze che si sussieguono in un crescendo come le cadenze di un Blues duro,testardo,ripetitivo nei suoi Tornaround,che mi catapulta in altre dimensioni.

Divento di colpo il Renard de Il riposo del guerriero di Rochefort,nel suo dormiveglia apparente e distante,ma sempre presente in attesa di qualcosa che non verrà e sarà la sua fine con tutte le porte che si chiudono una dopo l`altra,e dopo averle oltrepassate tutte non sembra mai ubriaco perchè gli alcoolizzati lo sono sempre.

E divento mio Padre,il fabbro ferraio che abbandona tutto,anche la speranza e mi ritrovo nella sua anima davvero sola,lontana da questa nostra realtà spigolosa e Calabrese.

Mi tormenta ogni volta ritrovarmi in balia di venti forti e contrari,tagliato a metà,sospeso tra passato e presente.

Il passato e il presente sotto questa luna che illumina linie di valli sparse nella memoria e ritorna a sprazzi violenti e struggenti solo un rimpianto intriso di caparbia malinconia.

Diritti riservati

Dimmi che credi al destino

Travel, books and films

Il mio compito consiste nel recensire un libro, quindi cercherò di non fare spoilers.

Mi sono imbattuto in questo libro un paio di anni fa. In realtà non lo volevo leggere io ma mia madre e dato che non li finisce mai, una sera preso dalla noia incominciai a leggerlo. Una storia intrigante e a tratti commovente, in quel di Londra dove si va in cerca di qualcosa i magari qualcuno e non sempre il destino ti sorride. Ebbene come dice Luca Bianchini, autore del libro, il destino è quella porta socchiusa da cui ogni tanto puoi sbirciare ed è da lì che possiamo vedere che ogni cosa ha un senso anche quando sembra non avercelo. Il destino della protagonista del libro forse era già scritto oppure no, la sua vita tormentata dai continui problemi e scheletri nell’armadio che purtroppo prima o poi dobbiamo affrontare.

Voto:8.5

View original post

You

Travel, books and films

Parto dal presupposto che l’ho finita in due giorni e si, ho una vita sociale. A volte mi capita di pensare come ai produttori possano venite certr idee contorte e a tratti anche inquietanti, come in effetti è la storia che ci racconta You, serie tv di Netflix e che, veramente, consiglio a tutti di vedere. Mi ha appassionato dalla prima all’ultima puntata, mi ha tenuto incollato al divano e mi ha fatto rimanere male, come tutte le serie tv che guardo. Ma la storia di questo libraio che si innamora di una cliente della sua libreria, Beck, scrittrice in cerca di affermazione, fino a perseguitarla per raggiungere il suo obiettivo, lascia anche pensare a come effettivamente l’amore a volte fa compiere gesti che non vorremmo fare. Sesso, tradimenti, omicidi e stalking sono alla base di una serie tv che definirei veramente incredibile e avvincente na a tratti anche romantica.

View original post 11 altre parole

Bird box

Travel, books and films

Con la fantastica Sandra Bullock, questo film targato Netflix, è ambientato in un futuro post apocalittico dove tutta la popolazione dopo aver visto una strana entità, diventa pazza e viene portata al suicidio. In pochi riescono a salvarsi e a rinchiudersi nelle proprie abitazioni. Ma questa entità sconosciuta è in agguato e per uscire bisogna essere bendati per non correre il rischio di essere aggredito. Quando vengono contattati da alcuni sopravvissuti che sono riusciti a costruire un riparo, i protagonisti cercheranno di raggiungere via fiume l’unico modo di sopravvivere… tutto questo da bendati.

Un vero e proprio thriller, a tratti un po noioso nella parte centrale del film e dal finale scontato. Apprezzo il cambio del “virus”. Di solito gli zombie sono i protagonisti perfetti per questi film, ma l’inserimento di questa entità misteriosa che non so vedrà per tutto il film, lascia un alone di mistero.

Voto:7

View original post

“Cento poesie d’amore e un orgasmo” di Capitano Angelo Magnano e Gio Filipponi

Travel, books and films

Per chi è appassionato di poesie, si sarà di certo inbattuto sopratutto sui social come Instsgram in Capitano Angelo Magnano e le sue splendide poesie. L’autore di Ubriacuore, Oltre le stelle e altre opere, ha appena fatto uscire il suo sesto libro “Cento poesie d’amore e un orgasmo” in collaborazione con l’amico Gio Filipponi anche lui conosciuto per chi come me, è amante delle poesie. Chi ho avuto l’opportunità di intervistare definisce tutti i libri qualcosa di indescrivibile, cje entra pian piano nella pelle e scatena emozioni. In effetti è vero, ogni singola frase riporta ad un momento particolare della propria vita e anche io nel mio momento più buio mi sono lasciato trascinare dalle sue poesie. Una più bella dell’altra, come anche i suoi libri, che lasciano quel pizzico di malinconia ogni volta che si finiscono di leggere, come succede con i libri più belli e poi, quando ne…

View original post 45 altre parole

Lingua nātūraque ligātae sunt

Operation X

Scrīptum ā Dyami Millarson

Multīs modīs et multifāriam annō priōre locūtus sum senibus et patribus fīliīsque dē linguā eōrum, quae et cum locō ligātae est. Tribus linguīs Frīsiae locālibus novissimē illīs diēbus studueram, vidēns in verbīs et fābulīs mōribusque quisquem linguam imāginem locī esse.

Insula exemplī grātia, quae Hollandicē Schiermonnikoog appellātur inhabitātaque ā Frīsicō deō Fosite est, cuī omnēs fontēs sacrī fuērunt, in regnō Hollandiae sine dubiō natiō sua cum linguā cultūrāque religiōneque est, ibique nātūra magna atque varia. Cum insulae linguae igitur studērem, connectiō inter linguam atque nātūram mihi appārēbat in verbīs fābulīsque. Itaque ējus linguam netieuwrtaal sīve linguam nātūrae appellāvī, dīcens linguam mare nostrum servāre, quod Hollandicē Waddenzee et secundum UNESCO mundī hērēditās est.

View original post

Waarom ik alle talen van Nederland wil leren

Operation X

Geschreven door Dyami Millarson

Taal is gemeenschap. Taal verbindt mensen. Ik wil gevoelsmatig verbonden zijn met mensen en ik wil mensen verbinden. Daarom wil ik alle (streek)talen van Nederland leren spreken en schrijven. Ik ben begonnen met het Fries, daarna ben ik doorgegaan met het Nedersaksisch en uiteindelijk wil ik ook het West-Fries van Noord-Holland, Brabants, Stadsfries, Zeeuws, Oost-Vlaams en West-Vlaams van Zeeland, Kerkraads (Middelfrankisch) en Limburgs spreken. De lijst zal zich gaandeweg uitbreiden.

Het spreekt mensen in hun hart aan dat ik hun (streek)taal leer. Ik zie elke keer weer dat mensen hierdoor werkelijk bewogen zijn. Het betekent veel voor hen. Het is niet in woorden te vatten, maar om de gemeende tranen, onthutste stemmen en aangedane gezichten van uitermate nuchtere lui te zien zegt alles. Zoveel doet taal met een mens.

Een belangrijke beweegreden voor mij om alle talen van Nederland goed te willen leren spreken en schrijven…

View original post 295 altre parole

Le bellezze naturali

S&D

La Natura ci regala da sempre degli spettacoli più belli ed emozionanti di quanto avremo mai potuto immaginare. Basta pensare a un cielo stellato, a una distesa di mare, a un tramonto per capirlo. Ma anche al corpo umano e a tutti gli esseri viventi.

house-outdoors-park-1019980.jpg Un bellissimo paesaggio

In pratica la Natura è tutto quello che circonda, ma anche tutto quello che c’è dentro di noi. Da sempre l’uomo ha cercato di capirne le meccaniche, ma anche gli aspetti legati alla filosofia. I misteri e le domande irrisolte, ancora oggi, restano molte.

Qui sotto voglio riportare un video per far vedere “Le 7 meraviglie del mondo naturali”

View original post

“Il mio posto nel mondo” di Douglas Kennedy

S&D

Il mio posto nel mondo” di Douglas Kennedy è un libro pubblicato nel 2010 ed è una narrativa moderna e contemporanea.

La storia tratta della vita di una ragazzina e di come la vita è sempre una sorpresa inaspettata. La sera del suo tredicesimo compleanno dopo l’ennesima lite tra i genitori, Jane Howard giura di non sposarsi mai e di non avere figli per non sottoporli alla sua stessa sofferenza. Ma la vita, come ho detto anche sopra, riserva molte sorprese. Così, anni dopo, Jane si sposa con un uomo che non la ama più, e aspetta un figlio. Proprio quando capisce che essere madre dà un senso alla sua esistenza, una tremenda tragedia si abbatte su di lei. Questo è l’inizio di una lunga odissea, durante la quale Jane si isolerà da tutto e da tutti. Finché la sparizione di una bambina la coinvolgerà al punto da riportarla…

View original post 21 altre parole

Stupratore seriale arrestato a Reggio Emilia

Stupratore seriale arrestato a Reggio Emilia

Vittima di aggressione, era ricercato per condanna definitiva

Redazione Ansa  http://www.ansa.it/

373a7e7bfe9793710cda11bf2f8068e1

REGGIO EMILIA 08 gennaio 2019

(ANSA) – REGGIO EMILIA, 8 GEN – E’ stato arrestato a Reggio Emilia dopo essere stato vittima di un’aggressione all’interno dei capannoni dismessi delle ex Reggiane Ofori Bright, 30enne ghanese latitante dal 2017, condannato in via definitiva per una tentata violenza sessuale avvenuta nel 2009 a Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna.

Bright aveva già scontato otto anni di reclusione per un altro brutale stupro ai danni di una donna delle pulizie 54enne, avvenuto alla stazione di Reggio Emilia nell’aprile del 2007. Nell’ambito di quella detenzione, nel 2009, era stato protagonista di una rocambolesca evasione dal carcere minorile del Pratello (Bologna), per poi essere ritrovato dopo dieci giorni a Milano.

Sciopero di bus-metro lunedì 21 gennaio. ANSA.it

Lo stop per i bus e le metro sarà di quattro ore. Stop anche per pullman a noleggio (ANSA)

I sindacati dei trasporti di Cgil, Cisl e Uil e quelli di Faisa Cisal e Ugl-Fna hanno proclamato uno sciopero per i lavoratori del trasporto pubblico locali e dei pullman a noleggio per lunedì 21 gennaio. Lo stop per i bus e le metro sarà di quattro ore con modalità decise a livello locale e rispetto delle fasce di garanzia. Per i pullman a noleggio lo stop è previsto tra le 10.00 e le 14.00. Lo sciopero è deciso contro le proposte europee di nuove norme sui tempi di guida e di riposo.

Sorgente: Sciopero di bus-metro lunedì 21 gennaio – Economia – ANSA.it

Castelli Romani, bambini “strattonati e colpiti alla testa”: arrestate per maltrattamenti tre maestre d’asilo. Repubblica.it

Le donne inchiodate dalle immagine delle telecamere. Ai domiciliari anche collaboratrice scolastica della scuola.

ROMA – Arrestate dai carabinieri tre maestre e una collaboratrice scolastica ritenute responsabili di maltrattamenti su bambini, dai tre ai cinque anni, all’interno di un asilo dell’area dei Castelli Romani, alle porte di Roma.

Al termine di un’indagine coordinata dalla locale Procura, i carabinieri della compagnia di Velletri hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti delle tre insegnanti e della collaboratrice scolastica, tutte di età compresa tra i 55 ed i 65 anni.

Sorgente: Castelli Romani, bambini “strattonati e colpiti alla testa”: arrestate per maltrattamenti tre maestre d’asilo – Repubblica.it

Sozzetti: In arrivo la prima discarica ‘sostenibile’ in provincia di Alessandria? Il progetto c’è. E anche le proteste

In arrivo la prima discarica ‘sostenibile’ in provincia di Alessandria? Il progetto c’è. E anche le proteste

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

In arrivo una discarica ‘sostenibile’ in provincia di Alessandria? Il progetto c’è. E anche la richiesta di procedere alla valutazione di impatto ambientale, come emerge dalla documentazione pubblicata il 20 dicembre scorso sul sito alla Provincia di Alessandria.

Si parla della realizzazione di un “nuovo progetto di sistemazione complessiva di aree di cava e di discarica e loro predisposizione, attraverso discarica di soli rifiuti non pericolosi a servizio dell’economia circolare, per il riutilizzo a fini turistico ricreativi” sul sito in località Pitocca, fra i Comuni di Frugarolo e Casal Cermelli (nella foto, l’area evidenziata in rosso).

unnamed.jpg

La proposta arriva dalla società La Filippa 2.0 Srl (sede a Genova), che è stata appositamente costituita ed è controllata per l’89 per cento da Triciclo Srl (www.triciclosrl.it, holding della famiglia Vaccari che investe in green economy e controlla tra l’altro La Filippa Srl), per il 5 per cento da La Filippa Srl (www.lafilippa.it) e per il 6 per cento dall’ingegnere Federico Poli (direttore generale e direttore tecnico de La Filippa).

La società ‘madre’, La Filippa Srl, è il risultato di un processo di diversificazione, evoluzione e innovazione che gli imprenditori Massimo e Carlo Vaccari, hanno intrapreso, nel corso di una storia d’impresa che inizia alla fine del 1800 a Valenza e prosegue a Cairo Montenotte, dove per oltre cinquant’anni la famiglia Vaccari (è alla quarta generazione) ha prodotto laterizi e sistemi per l’edilizia. Continua a leggere “Sozzetti: In arrivo la prima discarica ‘sostenibile’ in provincia di Alessandria? Il progetto c’è. E anche le proteste”

I fiori d’inverno

Creando Idee

Con l’arrivo dell’ autunno  decora il tuo balcone con piante e fiori resistenti alle basse temperature, regalando vitalità e colore all’ambiente anche nelle fredde giornate tristi. Il cavolo ornamentale è una pianta che non ha bisogno di numerose attenzioni, adatta a chi non ha il pollice verde. E’ facile da curare e resiste alle temperature fredde anche sotto zero.  Deve essere piantato in un vaso capiente e bisogna fare in modo che il terreno sia sempre umido, ma mai troppo bagnato. Durante le giornate più calde la posizione migliore è a mezz’ombra, mentre nei giorni più freddi dell’inverno potrai spostarlo al sole. Le erbe aromatiche non devono essere un’esclusiva dell’estate, si possono avere la freschezza e i profumi delle erbe anche in inverno. Puoi tenere le piantine in vasetti collocati sulle mensole di casa, così da avere a portata di mano il sapore fresco della macchia mediterranea. E’ originario dalla Cina e di…

View original post 151 altre parole

Non ti amerò mai!

Anna & Camilla

Io e la maleducazione non siamo mai andate d’accordo, vuoi per educazione, vuoi per carattere, ma non ci siamo mai prese.

La maleducazione possiede molti aspetti, si palesa in diverse forme: verbale, scritta, gestuale. Si manifesta ad opera di personaggi differenti: parenti, amici, blogger, conoscenti, estranei ecc.

Ma anche le situazioni possono essere le più disparate, e qui do spazio alla vostra fantasia.

Qualunque sia il luogo, la situazione, il momento, le persone o la forma io maleducazione non ti amerò mai e non ti accetterò mai!

Di fronte a lei non starò mai zitta, azione/reazione.

Offende la mia persona.

View original post

Consigli di lettura

Aquilone di pensieri

Durante questi giorni di vacanza, mi sono dedicata alla lettura di tre romanzi: “Gli Amici Silenziosi”, “La Ragazza e la Notte” e “La Paziente Perfetta”. Ve li propongo nella mia personale classifica, in ordine da quello che ho apprezzato di più.

Attendo di conoscere anche le vostre opinioni se ne avete letto qualcuno e rimango a disposizione se avete ancora qualche curiosità.

Buona lettura!

GLI AMICI SILENZIOSI ⭐️ VOTO: 8,5

gliamicisilenziosi
Autore: Laura Purcell
Editore: DeA Planeta Libri
Primaedizione: 2018
Pagine: 382
Listino: € 18,00
Titolooriginale: The Silent Companions

Trama: Inghilterra, 1865. Rimasta vedova e incinta del primo figlio, la giovane e inquieta Elsie parte alla volta della tenuta del marito insieme alla zitellissima cugina di lui, Sarah. Ma in quell’angolo di campagna inglese remoto e inospitale, l’opportunità di trascorrere in pace il periodo del lutto diventa qualcosa di molto più…

View original post 951 altre parole

Curare ASD e ADHD con i videogame

ORME SVELATE

Pac-Man (Tudor Moldoveanu)

I ricercatori del Children’s Hospital di Philadelphia (CHOP) hanno valutato uno strumento di medicina digitale progettato come trattamento sperimentale per i bambini con disturbo dello spettro autistico (ASD) e co-occorrente disturbo da deficit di attenzione / iperattività (ADHD). I risultati dello studio, pubblicati sul Journal of Autism and Developmental Disorders, hanno confermato l’accettabilità, la fattibilità e la sicurezza di Project: EVO, che offre stimoli sensoriali e motori attraverso un’esperienza di videogiochi di azione, progettata da Akili Interactive, un’azienda digitale di medicina. Circa il 50% dei bambini con ASD presenta alcuni sintomi di ADHD, con circa il 30% che riceve una diagnosi secondaria di ADHD. Tuttavia, poiché i farmaci ADHD sono meno efficaci nei bambini con entrambi i disturbi rispetto a quelli con solo ADHD, i ricercatori stanno esplorando trattamenti alternativi. I bambini con sintomi di ASD e ADHD sono anche ad alto rischio di compromissione della “funzione…

View original post 442 altre parole

Balza. Rete Ambientalista: Progetto Discarica Frugarolo-Casalcermelli, ennesima minaccia per la popolazione 

Balza. Rete Ambientalista: Progetto Discarica Frugarolo-Casalcermelli, ennesima minaccia per la popolazione 

Una enorme discarica minaccia ulteriormente la popolazione di un territorio che vive sulla propria pelle gravi ed irrimediati inquinamenti: dalla Solvay a Spinetta Marengo al disastro ambientale della Valle Bormida prima  con l’Acna di Cengio e poi con la discarica di Sezzadio, all’area non bonificata della Pedaggera, al Tav Terzo Valico eccetera, e ora con la mega discarica in autorizzazione a Frugarolo/Casalcermelli.

unnamed.jpg

Ancora una volta un progetto indecente che vuole fare scempio di ciò che rimane della nostro martoriato territorio.

E’ stata presentata in data 20 dicembre (sempre vicino al Natale o a Ferragosto, come d’abitudine per queste richieste) una domanda di Via (clicca qui la scheda) per creare una enorme DISCARICA di  RIFIUTI  URBANI in località  La Torre – Pitocca nel Comune di Frugarolo e in  parte nel  Comune di Casalcermelli.

Trattandosi di area enorme (30 ettari!!!)  vengono infatti coinvolti due  Comuni differenti.

In sintesi i progetto prevede di utilizzare una cava di 345.800 mq da cui ricavarne una discarica da 231.500 mq di rifiuti urbani. Continua a leggere “Balza. Rete Ambientalista: Progetto Discarica Frugarolo-Casalcermelli, ennesima minaccia per la popolazione “

Immerso, di Andrea Abbatepaolo

Immerso, di Andrea Abbatepaolo

immerso

Immerso

Immerso nel più
profondo dei mari,
in questo silenzio perfetto
ritrovo il mio equilibrio
tra anima e corpo.
Cullato da queste acque
affascinato da questo
intenso blu notte,
la mia mente si libera di
fardelli opprimenti che
inabissavano i mie sogni

Sogni ora in volo come
stormi di gabbiani che
colorano di bianco l’azzurro
cielo, che fa da tetto ai
miei fervidi desideri,
che si moltiplicano come
le bollicine d’aria che
scaturiscono ad ogni
mio respiro subacqueo.

Questo mondo sommerso
riporta in superficie la
vera faccia della mia anima,
pulita da tutta quella melma
di menzogna che il mondo
usa come fosse ossigeno
per respirare.

Quest’anima ora pronta per
essere amata con dolcezza
implacabile da lei, il più grande
sogno portato in superficie dal
mio cuore,un sogno chiamato
figlio !!

Andrea Abbatepaolo

RICORDI, di Andrea Abbatepaolo

RICORDI, di Andrea Abbatepaolo

ricordi

RICORDI

I ricordi sono come
pagine di un libro già
letto, come fotografie
viste e riviste.
I ricordi vivono nel nostro
cuore, tornano in superficie
per farci respirare di nuovo,
quando la realtà ci soffoca,
ci opprime…o a volte per
ricordarci che per essere
felici bisogna abbandonare
labirinti senza via d’uscita.
I ricordi ci ricordano anche
il tempo che passa e non
torna più, che bisogna vivere
sempre come un dolce ricordo
ci ricorda, con quel sorriso
che all’improvviso veste il
nostro viso quando ricordiamo
il primo bacio, il primo abbraccio
il primo amore, la nascita di
un figlio…
I ricordi sono come un diario
segreto che solo la nostra
anima può sfogliare e accedere
a suo piacimento
I ricordi sono rughe sul
corpo, graffi nel cuore , cicatrici
dell’anima che i nostri occhi
ci ricordano in eterno.
I ricordi sono il mare che
abbiamo dentro…

Paradiso di carta – Francesca Noschese

Il pensiero vola
libero
come al solito
da te
senza pudore
ma non può
farne a meno.

Il corpo sta fermo
insieme all’anima
che cerca di epandersi
bloccata
in una gabbia.
I sogni sono
respiri.

Persa in un
paradiso di carta
stretto ma che
non spaventa quanto
il vasto mondo libero
che somiglia
a quell’ inferno
che è casa per
i perbenisti

Morti nella loro
pace finta
io viva nel mio
tormento reale.

PF JoyLotus

20190108_164251

 

“Per un’Europa unita e senza barriere”: serata all’Acsal dedicata ad Antonio Megalizzi

Mercoledì 9 gennaio l’Associazione Cultura e Sviluppo ospiterà la conferenza dal titolo “Per un’Europa unita e senza barriere”, promossa dal Comitato Welcoming Europe di Alessandria, formato da venticinque associazioni e nato dalla manifestazione “Per un’Europa senza muri” del settembre scorso. Il Comitato continua la sua attività con l’adesione alla Campagna Welcoming Europe.

Per un’Europa che accoglie e con l’organizzazione di incontri pubblici di carattere politico.La Campagna Welcoming Europe ha l’obiettivo di raccogliere un milione di firme  livello europeo per chiedere alla Commissione Europea di agire per decriminalizzare la solidarietà, proteggere le vittime di abusi e creare passaggi sicuri. La raccolta continuerà anche durante la serata di mercoledì e sarà l’occasione per riflettere sulle politiche migratorie disumane in atto a livello locale, nazionale ed europeo e sulla mobilitazione in atto nella società ma non riconosciuta dalla politica. Continua a leggere ““Per un’Europa unita e senza barriere”: serata all’Acsal dedicata ad Antonio Megalizzi”

La lupa, di Andrea Abbatepaolo

La lupa, di Andrea Abbatepaolo

“Era ora! Come mai c’hai messo tanto?”

Mi chiedo come
si sia potuto sopravvivere
a tanto, crudele, attendere.
La marea del tempo
cancellava continuamente
le speranze,
orme sulla sabbia che
rendevano il nostro amarci
vero come un sogno notturno.
Nessuno lo sapeva.
Niente lo provava.
Solo me.
Solo te.
Solo un “noi” lieve,
sussurrato per promessa,
teneva in vita
quel labile “domani”.

“Era ora! Come mai c’hai messo tanto? Ah, non importa! Ciò che conta è che ormai tu sia qui.”

La lupa

Era bella come un sogno, di Andrea Abbatepaolo

Era bella come un sogno, di Andrea Abbatepaolo

era bella come un sogno

Era bella come un sogno
quel giorno di agosto
sotto il castello…
Il cuore era come una
barca in balia delle onde
mentre aspettavo che
arrivasse, avevo sentito
poco prima la sua voce,
ero ansioso di realizzare
il sogno di vedere dal
vivo quel sorriso che ,
in foto, mi aveva rapito.
Ogni suo gesto mi portava
via, il profumo della sua
pelle mi incatenava a lei
come prigioniero in attesa
del bacio come sentenza divina.
Sprigionava sensualità
in ogni sua movenza ,le
mani erano ansiose
di toccare il suo corpo,
di abbracciare la
la sua solitudine e farle
conoscere i tramonti che
il mio cuore portava in
grembo…
Mi innamorai di lei prima
che la natura facesse il
suo corso, dopo capii
che mi sarebbe mancata
per sempre.

Andrea Abbatepaolo

Flash 2019, di Daniela Cobaich Mascaretti

Flash 2019, di Daniela Cobaich Mascaretti

flash 2019

Flash 2019

Bianco innevato il prato
Il tuo rigo giallo lo tagliava a metà
con la mia risata.
The end la fine, ritorna
e assedia in sottofondo di cemento armato
Una fenditura in cui s’infila una formica
nel sottosuolo di voci negate
in quel pane ormai dimenticato!
C’è una foglia sul davanzale
si arresta nel capriccio del vento
e fine e inizio si sgretolano in silenzio
Un rigo giallo, un sedere ghiacciato abitano
il passato!

Daniela Cobaich Mascaretti

@copyright by D.C.M.

SP7 gennaio2019

PhotoWeb

Matteo Renzi. Enews 560

Matteo Renzi. Enews 560

Lunedì 7 gennaio 2019

Ben ritrovati all’appuntamento del lunedì con le E-News. Cercheremo di riprendere il ritmo settimanale dopo il periodo natalizio.

Matteo Renzi.jpg

  1. Sono in viaggio per qualche giorno negli Stati Uniti. Sono su un treno tra NYC e Washington, prima di recarmi domani in California, alla Stanford University. Tra gli altri ho incontrato il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres. È vero: le organizzazioni internazionali hanno tanti limiti. Ma se vogliamo affrontare le grandi questioni del nostro tempo, dal climate change alle migrazioni, dai diritti delle donne alle diseguaglianze nelle città, le Nazioni Unite sono fondamentali. Non si risolvono le grandi questioni mondiali chiudendosi dentro il proprio cortile. Chi scommette sul sovranismo gioca sulle paure delle persone ma non risolve le vere sfide che il nostro pianeta ha davanti.

Continua a leggere “Matteo Renzi. Enews 560”

Kataklo’ ad Alessandria, di Cristina Saracano

Dopo un tour che ha toccato mezzo mondo, venerdì 11 gennaio al Teatro Tenda di Viale Milite Ignoto ad Alessandria, sarà di scena “Kataklo’.”

Il nome greco, che significa

“io ballo piegandomi e contorcendomi”, fa già capire di che cosa si tratta: una performance di 6 persone che sanno dare vita a oggetti di uso comune attraverso una eccellente danza acrobatica.

Da un’idea di Giulia Staccioli, ex campionessa olimpica e ora regista e coreografa, uno spettacolo che ci terrà col fiato sospeso.

Info e biglietti 0131 250600

Banda Tom: commemorazione sabato 19 gennaio

Banda Tom: commemorazione sabato 19 gennaio

Casale Monferrato: Avrà luogo sabato 19 gennaio a Casale Monferrato la cerimonia di commemorazione, nel suo 74° anniversario, dell’eccidio dei Partigiani della Banda Tom.

banda Tom 2018 cerimonia Cittadella.jpg

L’appuntamento, organizzato dal Comune e dal Comitato Unitario Antifascista per la difesa delle Istituzioni Repubblicane, inizierà alle 9,30 con la riunione delle autorità civili, militari e scolastiche al Palazzo Comunale. Successivamente alle 9,45, in corteo, attraverso via Mameli e via Liutprando, si raggiungerà piazza Monsignor Angrisani e la Cattedrale di Sant’Evasio dove, alle 10, avrà luogo la messa di suffragio.

Alle 10,30 il corteo muoverà verso il Teatro Municipale percorrendo via Duomo, piazza Mazzini e via Saffi. In Teatro alle 10,45, dopo i saluti del Sindaco Titti Palazzetti e del Presidente del Comitato Unitario Antifascista Germano Carpenedo, si terrà “Ricordi, memorie e testimonianze di Resistenza. Omaggio alla Banda Tom” con gli studenti dell’Istituto Superiore Balbo, dell’Istituto Superiore Leardi, il Coro dell’Istituto Comprensivo Casale 3 “In…cantiamo3”, l’Opera dei Ragazzi – Scuola Media Dante Alighieri e Paolo Bonfanti. Continua a leggere “Banda Tom: commemorazione sabato 19 gennaio”

La piantina nel cemento cerca di vivere… di Pier Carlo Lava

La piantina nel cemento cerca di vivere…

piantina nel cemento

di Pier Carlo lava

Alessandria, nella pista ciclabile dissestata di via Moccagatta, su cui ho scritto più volte in questi ultimi nove anni, a ben tre diverse Amministrazioni pubbliche ma purtroppo senza esito, dove da tempo il cemento ha ucciso la natura, una piantina fra frammenti di ghiaia, sporcizia e una batteria abbandonata dagli incivili, cerca si sopravvivere…

“17 anni e come uscirne vivi”: torna il Cineforum di “Progetto Genitori”

“17 anni e come uscirne vivi”: torna il Cineforum di “Progetto Genitori”

Alessandria: Venerdì 11 GENNAIO, alle ore 20,30 nella sede dell’Associazione Cultura e Sviluppo (Piazza De André 76, Alessandria) torna l’annuale appuntamento con il Cineforum diProgetto Genitori”, promosso dall’Associazione Cultura e Sviluppo in collaborazione con l’Associazione di cultura cinematografica e umanistica La Voce della Luna.

cineforum progetto genitori locandina

Nel corso di una serata speciale dedicata ai ragazzi preadolescenti e adolescenti e alle loro famiglie, verrà proposta la visione del film – candidato ai Golden Globe 2017 – 17 anni (e come uscirne vivi), della regista americana Kelly Fremon Craig, con Hailee Steinfeld e Haley Lu Richardson.

A seguire un momento di dibattito per riflettere e ragionare insieme, in compagnia del professor Michele Maranzana e della dottoressa Barbara Rossi dell’Associazione La Voce della Luna, su problemi e bellezza dell’adolescenza. Continua a leggere ““17 anni e come uscirne vivi”: torna il Cineforum di “Progetto Genitori””

RIPORTAMI LA’ DOVE MI SONO PERSO LE OFFICINE GORILLA APPRODANO SUL PALCO DELLA JUTA DI ARQUATA

RIPORTAMI LA’ DOVE MI SONO PERSO LE OFFICINE GORILLA APPRODANO SUL PALCO DELLA JUTA DI ARQUATA

Sabato 12 gennaio il collettivo teatrale Officine Gorilla approda al Teatro della Juta di Arquata con la sua ultima produzione: Riportami là dove mi sono perso.

off _wzf8559-2-minoff _wzf8586-2-minoff _wzf8549-2 (1)-min

Una collaborazione, quella tra l’Associazione Commedia Community e Officine Gorilla, che va sempre più definendosi e che passa dai corsi teatrali, proposti sul palco del Teatro della Juta di Arquata e del Civico di Gavi, a vere e proprie co-produzioni.

Continua dunque l’Orange Festival 2018/2019, organizzato dall’Associazione culturale Commedia Community con il Patrocinio del Comune di Arquata Scrivia, e reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo e della Fondazione CRT.

Riportami là dove mi sono perso si accoda alla produzione di testi e spettacoli originali che Officine Gorilla porta avanti dal 2016, diventando quasi il continuum del precedente Love Date, sebbene i due spettacoli non siano apparentemente legati tra loro. Testo e regia sono firmati dall’artista alessandrino Luca Zilovich. Continua a leggere “RIPORTAMI LA’ DOVE MI SONO PERSO LE OFFICINE GORILLA APPRODANO SUL PALCO DELLA JUTA DI ARQUATA”

COME PER LA LUNA IL SOLE, di Manuela Stangoni

COME PER LA LUNA IL SOLE, di Manuela Stangoni

di Pier Carlo lava

Alessandria today è lieta di presentare “Come per la luna il sole” il primo romanzo della scrittrice Manuela Stangoni

Manuela ha appena terminato il suo secondo romanzo e ne sta scrivendo un terzo, degli stessi vi daremo informazione in seguito.

manuela foto cover in jpeg copiamanuela foto mia per romanzo copia

Sinossi

Luna nasce e cresce a Genova, ma trascorre ogni estate a Badesi (Sardegna) dove, un’intensa amicizia la lega a Leonardo. Questa col tempo si tramuta in un legame più intimo che purtroppo sarà intralciato da un evento infausto. A causa di quest’ultimo, a Luna, di appena tredici anni, non sarà più possibile recarsi in Sardegna e così per sei lunghi anni.

Solo una volta raggiunta la maggiore età, potrà finalmente realizzare i propositi che per lungo tempo l’hanno accompagnata.

A diciannove anni, Luna si reca a Badesi e rincontra Leonardo, ma non sarà così semplice riallacciare i rapporti di un tempo. Leonardo frequenta un’altra ragazza che non ha nessuna intenzione di lasciarselo scappare. Nel contempo, Luna diviene preda delle attenzioni di uno sconosciuto che dapprima la pedina, in seguito le lascia nella cassetta della posta messaggi ambigui, e ogni notte, la piantona rintanato nella sua auto.

In mezzo a tutto questo scompiglio, la figura di Gianni, un amico d’infanzia, mette un po’ di serenità nell’animo di Luna. Peccato che lui, sia segretamente innamorato di lei: da sempre.

Ci vorrà tempo e determinazione, da parte di Luna, per mettere un po’ d’ordine nelle loro vite.

Perché: “la vita è cadere viverla è rialzarsi”. Continua a leggere “COME PER LA LUNA IL SOLE, di Manuela Stangoni”

Casale Città Aperta: sabato 12 e domenica 13 monumenti aperti in città

Casale Città Aperta: sabato 12 e domenica 13 monumenti aperti in città

Casale Monferrato: Primo appuntamento dell’anno per Casale Città Aperta, la tradizionale iniziativa per far conoscere i monumenti cittadini organizzata dall’Assessorato alla Cultura – Museo Civico e in programma abitualmente durante il Mercatino dell’Antiquariato: seconda domenica del mese e sabato precedente.

casale visitatori alla mostra vidua

Sabato 12 e domenica 13 gennaio saranno visitabili: la Cattedrale di Sant’Evasio, la chiesa di San Domenico (dalle ore 15 alle 17,30), la chiesa di Santa Caterina (con annessa la mostra Passione Presepi), il Teatro Municipale, la Torre Civica e la chiesa di San Michele (tutti con orario sabato dalle 15 alle 17,30 e domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 17,30); il  Castello conferma l’apertura con le mostre gratuite “Tracce di cemento: il carnet di viaggio sull’archeologia industriale”; “Good morning… good night. Cinque artiste e una curatrice dall’Iran, “Mostra Iconografica sulla fine della Prima Guerra Mondiale” (tutti con orario 10 – 13 e 15 – 19).

Domenica alle ore 15 con partenza dal Chiosco Informazioni Turistiche in piazza Castello, si potrà inoltre partecipare a una passeggiata in centro città con l’accompagnamento gratuito dei volontari dell’Associazione Orizzonte Casale Continua a leggere “Casale Città Aperta: sabato 12 e domenica 13 monumenti aperti in città”

La scrittrice Manuela Stangoni si presenta ai lettori di Alessandria today

La scrittrice Manuela Stangoni si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo lava

Alessandria today è lieta di presentare la biografia della scrittrice Manuela Stangoni, della quale in seguito pubblicheremo anche un intervista in esclusiva per il blog a cura del poeta Marcello Comitini.

manuela foto mia per romanzo copia

Note biografiche

Mi chiamo Manuela Stangoni, ho cinquant’anni e vivo con mio Marito, due figli e due gatti.

“Come per la luna il sole”  è il primo romanzo che redigo.

Per quanto la mia vita sia stata sempre accompagnata dalla lettura e il desiderio di scrivere, il tempo con me è sempre stato avaro.

A vent’anni ho intrapreso la mia professione, che procede tuttora, presso una struttura ospedaliera.

In seguito la famiglia e il suo ampliamento con l’arrivo dei figli.

Questa volta non ho resistito. Un’idea ha iniziato a ronzarmi nella testa e dopo aver terminato una notte di lavoro, non sono andata a dormire. Ho portato i miei figli a scuola, e, appena mi sono trovata avvolta dal silenzio della casa, ho iniziato a scrivere. Di giorno e di notte. Come una febbre, cessata al termine di questo romanzo.

Al momento ho terminato il mio secondo lavoro e ne ho già iniziato un terzo.

Buona lettura a chi si appresterà a leggermi.

In Germania Record delle Energie rinnovabili a quota 40%, di Vincenzo Pollinzi

In Germania Record delle Energie rinnovabili a quota 40%, di Vincenzo Pollinzi

Le energie rinnovabili contribuiscono con una quota crescente al bisogno della fornitura elettrica tedesca. Per la prima volta nel 2018 è stato possibile superare  la soglia del 40 per cento su scala Nazionale.

1a 49578004_2254013401506551_1398119873275494400_n copia

L’energia rinnovabile è l’energia che viene raccolta da risorse rinnovabili, che sono naturalmente reintegrate in una scala temporale umana, come la luce solare, il vento, la pioggia, le maree, le onde ed il calore geotermico.

1aaa 49895417_280371909293928_3875854191003959296_n copia1aa 49728013_1563699737065852_528694995075465216_n copia

Secondo i calcoli dell’Istituto Fraunhofer per i sistemi a energia solare (ISE), le centrali eoliche, solari, biomasse e idroelettriche hanno generato complessivamente circa 219 terawattora (219 miliardi di kilowattora) di elettricità nel 2018, ovvero il 40,3 percento della produzione totale netta di elettricità.

Soprattutto gli impianti solari ed eolici, secondo Fraunhofer ISE, hanno fornito molta più energia elettrica in rete rispetto al 2017,in quanto nel corso dell`anno le fonti rinnovabili avevano una quota totale del 38,2%. Continua a leggere “In Germania Record delle Energie rinnovabili a quota 40%, di Vincenzo Pollinzi”

Piccole Storie d'Amore

Ti nascondi al tramonto,

Vai via tutte le sere poco prima che giunga il buio,

Non vuoi farti vedere mentre ti spogli

E resti vestita delle tue fragilità.

Sei come il sole che si nasconde,

Si confonde dietro ai tetti rossi,

Lentamente scende,

Si spoglia e si dilegua nudo tra le case.

E per vederlo bisogna andare al mare,

E io ancora tutte le notti vengo a cercarti nei ricordi,

Nei tramonti infiniti del nostro amore,

Nei nostri silenziosi addii.

Noi lontani tutte le sere

Non sapevamo star da soli al buio,

E venivamo a cercarci dietro ai muri,

Dietro le nostre case tinte di odore di mare e di vino rosso.

E aspettavamo le ore più buie delle nostre notti,

Per dirci “amore ciao, dormi bene. Ti amo, a domani”.

Non ti nascondo che ogni notte,

Sulla sabbia, nel deserto del cuore,

Ti scrivo ancora “ti amo”

Mentre…

View original post 32 altre parole

Piccole Storie d'Amore

87ea165fa8f2b073aeb7274f3cda4777-reading-is-sexy-woman-reading

Vorrei nascondermi dentro di Lei,

Nelle stanze dove Lei cammina,

Tra le sue Poesie,

Tra i silenzi che parlano all’Anima.

Vorrei essere dentro di Lei

Dove Respira, Ama, Vive.

Vorrei nascondermi nei desideri di Lei,

Per vivere nelle sue emozioni,

Vorrei sentire ancora la sua Voce scaldarmi la pelle,

Le sue carezze sfiorarmi il volto,

Vorrei sentire le sue labbra,

Vorrei che m’insegnasse a vedere coi suoi occhi

Vorrei che Lei mi prendesse per mano

E che mi portasse a sentire l’Amore che le batte nel Cuore.

Giuseppe La Mura 7 gen 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

View original post