Sento, di Antonietta Fragnito

 

era bella come un sogno

La’ fuori è il mondo
come un altare
Le cose pregano per salvare la loro inesistenza
L’ inno della pietra odo
La passeggiata infangata della montagna
dentro il cuore dell’ orizzonte
La sera giunge e spegne i ceri
Gli uomini si avvolgono nei cenci della carne e tremano
Come stelle in dissoluzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...