Paolo Pasi All’Isola Ritrovata il 19 gennaio 2019, con Gianni Coscia e Claudio Braggio

Paolo Pasi All’Isola Ritrovata il 19 gennaio 2019, con Gianni Coscia e Claudio Braggio

Sabato 19 gennaio 2019 appuntamento all’Isola Ritrovata in Alessandria, via Santa Maria di Castello 8, per la presentazione in parole e musica del libro di Paolo Pasi “Antifascisti senza Patria”.

Saranno con l’autore anche Gianni Coscia alla fisarmonica e Claudio Braggio a presentare la serata, che sarà preceduta da una cena a cui è necessario prenotarsi (telefono 333 1345751 Ezio Poli)

isola ritrovata

PAOLO PASI, giornalista e scrittore, nel 1995 vince la prima edizione del premio giornalistico Ilaria Alpi e dal 1996 lavora come redattore del TG3 RAI. Ha scritto numerosi romanzi, tra cui Ultimi messaggi dalla città (2000), Le brigate Carosello (2006), L’estate di Bob Marley (2007) oltre a Memorie di un sognatore abusivo (2009) Il sabotatore di campane (2013), questi ultimi per le edizioni Spartaco. Chitarrista e compositore, fa parte della giuria del premio musicale Piero Ciampi.

Estate 1943. Quando gli «antifascisti non conformi», quelli per cui non arriva l’ordine di liberazione, lasciano il confino di Ventotene per essere rinchiusi nel campo di concentramento di Renicci d’Anghiari, trovano ad aspettarli centinaia di poliziotti e carabinieri in assetto di guerra, quasi che il governo Badoglio tema di più questo pugno di sovversivi che le armate tedesche…

All’indomani della caduta di Mussolini, la maggior parte degli antifascisti rinchiusi al confino reclama e ottiene l’immediata liberazione unendosi alla resistenza contro i nazifascisti.

Ma questa liberazione non avviene per tutti: alcuni di loro, in gran parte anarchici, vengono trattati dal governo Badoglio alla stregua di nemici, tanto che ne viene ordinato il trasferimento nel campo di concentramento di Renicci d’Anghiari, poco lontano da Arezzo.

Inizia così il racconto corale di un viaggio che tra tentativi di fuga e ricordi di lotta porterà questi «antifascisti senza patria» nel famigerato Campo 97, dove già migliaia di prigionieri di guerra, per lo più slavi, patiscono condizioni di vita durissime. Unica speranza: evadere.

Ed è appunto quello che faranno alla fine di quei quarantacinque giorni che intercorrono tra la caduta del fascismo e l’armistizio.

Una storia realmente accaduta, narrata attraverso le vicende di undici personaggi dal passato ribelle e dal futuro incerto: uno scrittore futurista, un catalano sfuggito alla repressione di Franco, un combattente piacentino tornato dalla guerra di Spagna, un fabbro triestino e un barbiere siracusano, una donna dal destino avverso che però non si è arresa…

GIANNI COSCIA è un fisarmonicista jazz; originariamente un avvocato, Coscia iniziò a concentrarsi a tempo pieno sulla musica jazz. Esprime interesse a sviluppare “i valori remoti della tradizione culturale e popolare attraverso il linguaggio del jazz”. Ha viaggiato molto nel circuito jazz internazionale. Le note di copertina del suo primo CD sono state scritte dal suo ex compagno di scuola Umberto Eco e ha collaborato con Luciano Berio alla stesura della musica di uno spettacolo teatrale contro l’antisemitismo. Dal 1995 collabora con Gianluigi Trovesi e dal 2006 è membro del Consiglio dell’Accademia Musicale Chigiana di Siena.

CLAUDIO BRAGGIO sceneggiatore formatosi alla Scuola Holden di Torino, ha avuto poi come maestri gli sceneggiatori Furio Scarpelli, Mario Verdone, Riccardo Pazzaglia; firma la sceneggiatura del lungometraggio Blind Fate (2015) poi declinato in otto puntate per il web; è autore di una ventina fra cortometraggi, videoclip e documentari (anche regista in alcune occasioni); ha pubblicato due saggi dedicati alla scrittura cinematografica Scrivere cinema low budget in Alessandria (2009) e Titolo di lavorazione (2004 nell’antologia Ed è subito sera).

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...