Amo.

FRANZ

Amo, nei segni del dolore, il tuo viso pulito,

amo, anche, il tempo baro che lo ha reso indefinito.

Amo il fondo dei tuoi occhi velati di tristezza

nell’immersione fluida di un sogno infranto in vaghezza.

Amo questa malinconia d’assenza

che pesca tra i brandelli carnali della tua presenza.

Amo questo scrivere indarno

nel fiore di un ricordo lungo l’Arno.

Amo, anche, del mio dire la tua stizza

che quest’amore ti fa avvertire come un’ossessa bizza.

Amo, amica, il tutt’intorno

del pensiero continuo di te di cui m’adorno.

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...