Quell’insensato pum pum

Cristalli d'estate

Sentire così forte, così intenso. Dentro. Come la prima volta in quel caffè quando parlavo e tu assopito ascoltavi in silenzio. La prima volta che abbiamo camminato assieme: la voglia di afferrare quella mano e il timore che non l’avresti lasciata mai più. La prima volta che ti ho gridato con gli occhi lucidi di lasciarmi libera mentre immaginavo tutta la mia vita con te. Quando con il sorriso più grande e colmo di gioia ti ho raccontato di avercela fatta e tu orgoglioso mi hai stretta con la stessa forza con cui si sfiorano le farfalle. Perché ci sono momenti che sono stati solo nostri: quando disperatamente cercavi il mio sguardo e mi dicevi di portarti via da quella piazza, che avevi voglia di avermi dappertutto. Quando fissando il mio profilo nudo ritrovavi la voglia di vivere: volevi portarmi a Petra, al tramonto sulla Grande muraglia cinese e persino…

View original post 436 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...