The 100. Day 21 [RECENSIONE FLASH] #2

Il Lettore Curioso

Buona serata lettori! In questi giorni ho letto il secondo volume della saga The 100, della scrittrice Kass Morgan, da cui è stata tratta la serie televisiva omonima. Trovate la recensione del primo capitolo qui.

51ix8lkwtfl._sx332_bo1,204,203,200_Sono trascorsi ventuno giorni dall’arrivo dei cento sulla Terra, inviati dallo spazio per ricolonizzare il pianeta dalla guerra nucleare che lo ha devastato secoli prima. Al loro arrivo i ragazzi si accorgono di non essere soli, alcuni di loro vengono infatti attaccati dai terrestri.

Quando Octavia scompare nel nulla, una delle terrestri, Sasha, viene fatta prigioniera. La maggiorparte dei cento vorrebbe ucciderla, ma Bellamy vuole tenerla in vita e obbligarla a riverlargli dove si trova la sorella. Al tempo stesso Wells cerca di mantenere il gruppo unito e Clarke vuole cercare i coloni.

Sulla stazione spaziale, intanto, l’ossigeno sta finendo e Glass e gli altri superstiti devono lottare per la propria vita.

∼ La mia…

View original post 254 altre parole

Perché proviamo emozioni?

Creando Idee

Le emozioni di base hanno scopi di adattamento molto semplici ma importanti per la nostra sopravvivenza. Per quanto riguarda le emozioni piacevoli gioia, felicità ecc., si può affermare che la descrizione particolareggiata di un’emozione positiva ha la funzione di rafforzare i legami affettivi con le altre persone. Gli studiosi che si occupano di emozioni recentemente hanno ribadito la centralità dell’esperienza emotiva quale “canale comunicativo” privilegiato nei rapporti con gli altri.La funzione adattiva delle emozioni spiacevoli o dolorose paura, rabbia, tristezza ecc., invece, sembra essere quella di “avvisarci” e di descrivere situazioni da noi interpretabili come minacciose anche dal punto di vista psicologico oltre che fisico e quindi di comportarci di conseguenza ad esempio la reazione di paura di fronte ad un pericolo bambino piccolo si avvicina al fuoco o a una pentola di acqua permette di reagire prontamente per evitarlo.Le emozioni sono esperienze che le persone evocano con grande frequenza sia…

View original post 60 altre parole

Antiestetica muffa

Creando Idee

Cosa c’è di più brutto, noioso e antigienico delle macchie di muffa su asciugamani, tappeti o, peggio, sulle pareti? Non desidereremmo mai averci a che fare ma è un problema che capita più spesso di quanto si possa pensare. Prima di tutto in questa stagione quando il tepore della casa calda non invoglia ad aprire le finestre per arieggiare le stanze. Ma è proprio il   calore associato all’umidità e al mancato ricambio dell’aria che favorisce lo sviluppo della muffa. Pertanto, senza volerlo, talvolta siamo proprio noi a produrre la comparsa. Ma è inutile piangere sul latte versato. Una volte che le antiestetiche macchie di muffa si sono formate bisogna intervenire per liberarsene.Il bucato che fatica ad asciugarsi, cassetti e armadi che hanno preso umidità, abiti e scarpe sudate che rimangono troppo a lungo nella borsa dopo lo sport. Tutto questo può provare la formazione di macchie di muffa su abiti e biancheria per…

View original post 165 altre parole

E’ a quest’ora, di Ela Gentile

E’ a quest’ora, di Ela Gentile

e a quest'ora

E’ a quest’ora

Ed è a quest’ora che ancor più forte
sento il profumo antico che mi arriva al cuore
e mi sovviene il ricordo delle tue parole,
presenza costante e amorosa
dolce appuntamento
sollievo e carezza prima della nanna,
giocoso risveglio ad un nuovo giorno.
Stanotte sarò io che ti solleverò
discretamente aprirò il tuo cuore
e ruberò un poco di dolcezza
che tu gelosamente custodisci,
ne gusterò per togliere l’amaro
nel tempo accumulato un po’ alla volta,
ti lascerò carezze in quantità
e prima di dormire ti terrò stretto al petto
per ascoltare i battiti
del mio e del tuo cuore
in un concerto d’estasi infinita
e in un angolo del tuo cuore resterò
per non sentirmi sola.

eg

Beltmap, il Google Maps per non vedenti che permette di essere indipendenti: con riserva!




Continua a leggere “Beltmap, il Google Maps per non vedenti che permette di essere indipendenti: con riserva!”

“DA UNA GOCCIA D’ACQUA” e “SORRISI IN APNEA” di Nina Esposito

“DA UNA GOCCIA D’ACQUA” e “SORRISI IN APNEA” di Nina Esposito

Sono due miei lavori simili
Dopo una mostra il primo
“SORRISI IN APNEA” è proprio quando stai per soffocare che impari a respirare” (100×80)
tornò con un piccolo taglio in un angolo, costernata cercai di restaurarlo e sul piccolo segno rimasto dipinsi un’altra bolla d’aria ma quando lo guardavo l’occhio cadeva sempre là…
Avevo inviato la foto ad un concorso ed il dipinto era stato selezionato allora lo rifeci più piccolo, 80×60 ma non venne per niente identico, lo sguardovolgeva a sinistra e i toni davano sul verde.
Questo nuovo lavoro si classificò al primo posto nel Concorso “DA UNA GOCCIA D’ACQUA” organizzato dall’Associazione Pittori di Sorrento ed ebbe il suo nome:
Continua a leggere ““DA UNA GOCCIA D’ACQUA” e “SORRISI IN APNEA” di Nina Esposito”

Il cibo selvatico

Creando Idee

La corteccia di tiglio? «Sa di cetriolo». La linfa di frassino? «Sembra una meringa». E che ne direste di un piatto di pasta a base di farina di lichene islandico? Per il prossimo anno, non scordate, poi, di procurarvi un abete che potrete anche mangiare, insaporendo brodi con i suoi gustosi rametti ricchi di vitamina C. Benvenuti nel fiabesco mondo del foraging, che analizza le infinite possibilità del cibo selvatico, comprese radici e cortecce degli alberi. Sostenibilità alimentare radicale, che va oltre il bio e il chilometro zero. La geografia diventa il fondamento della gastronomia; l’ambiente un territorio commestibile da perlustrare; il bosco un luogo da mangiare. E le materie prime spontanee della regione un oggetto di studio delle potenzialità nutrizionali e organolettiche, mentre i sapori parlano della storia del territorio, stimolano la riscoperta di antiche tecniche gastronomiche. Se volete sperimentare un’esperienza diretta e unica, in Brianza si trova…

View original post 46 altre parole

La scrittrice Daniela Carelli si presenta ai lettori di Alessandria today

La scrittrice Daniela Carelli si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la scrittrice Daniela Carelli, della quale in seguito verrà pubblicata anche un intervista in esclusiva per il blog a cura del poeta Marcello Comitini.

daniela carelli copia

Daniela Carelli è nata a Napoli e vive a Milano dal 2000.

Laureata all’Accademia di Belle Arti, ama definirsi una “donna multitasking” (polifunzionale).

Creativa a 360° è vocal coach, scrittrice, blogger e cantautrice.

Ha collaborato con artisti quali: Edoardo ed Eugenio Bennato, Peppino di Capri, Audio 2, Bocelli e tanti altri…

Ha scritto canzoni per artisti come Gigi Finizio, Alessandro Safina e Antonino.

E’ vocal coach: insegna canto moderno, tecnica vocale ed emozionale. Suo il metodo originale VoicEmotion®. Continua a leggere “La scrittrice Daniela Carelli si presenta ai lettori di Alessandria today”

Al via MALdARIA, la campagna civica di rilevazione della qualità dell’aria

Al via MALdARIA, la campagna civica di rilevazione della qualità dell’aria

Si intitola MALdARIA l’iniziativa intrapresa da dieci fra associazioni e movimenti  per campionare l’aria della città e costruire una mappa quanto più dettagliata possibile dei quartieri maggiormente soggetti all’inquinamento da traffico veicolare. Stiamo creando una rete per permettere ai cittadini di contribuire a migliorare la qualità dell’aria a livello locale.

al via maldaria

Perché MALdARIA? MALdARIA ci viene ogni volta che respiriamo l’aria di Alessandria. Ma che cosa stiamo respirando, effettivamente?

La prima iniziativa del genere è stata avviata nel 2017 dall’associazione Cittadiniperlaria di Milano. Lo scopo era quello di misurare la presenza nell’aria di biossido di azoto (la cui formula chimica è No2), gas tossico considerato un tracciante dell’inquinamento atmosferico da traffico motorizzato.

Nel 2018 si sono unite all’iniziativa le reti Bastaveleni di Brescia, Ariapesa di Bologna e Salvaiciclisti di Roma. È stata avviata una campagna mediatica su scala nazionale che nei primi giorni di marzo ha portato l’hashtag #no2nograzie ai primi posti tra quelli più utilizzati su twitter. Continua a leggere “Al via MALdARIA, la campagna civica di rilevazione della qualità dell’aria”

NODO DI GENOVA: INTERVENTI DI MANUTENZIONE. NEL FINE SETTIMANA MODIFICHE A CIRCOLAZIONE TRENI 

NODO DI GENOVA: INTERVENTI DI MANUTENZIONE. NEL FINE SETTIMANA MODIFICHE A CIRCOLAZIONE TRENI 

·     sabato 19 e domenica 20 gennaio

·     interessati i collegamenti da Genova per Arquata Scrivia, Novi Ligure, Ovada, Acqui Terme 

societagruppo_trenitalia

Genova, 18 gennaio 2019  

Interventi di manutenzione al binario e alla linea di alimentazione elettrica dei treni a “Quadrivio Torbella”, nei pressi di Genova Sampierdarena. 

Per consentire le attività, programmate da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) per migliorare le performance dell’infrastruttura, dalle 14.00 di sabato 19 per l’intera giornata di domenica 20 gennaio, alcuni treni regionali da Genova verso Busalla-Arquata Scrivia e Novi Ligure modificheranno gli orari e non fermeranno a Genova Sampierdarena e Genova Rivarolo.

I treni regionali della linea Genova – Ovada – Acqui Terme saranno cancellati tra Genova e Ovada e sostituiti con autobus modificando gli orari tra Ovada e Acqui Terme. Continua a leggere “NODO DI GENOVA: INTERVENTI DI MANUTENZIONE. NEL FINE SETTIMANA MODIFICHE A CIRCOLAZIONE TRENI “

Sono qui, sola. VIVIMI, di Rita Piras

Sono qui, sola. VIVIMI, di Rita Piras

Sono qui, sola. VIVIMI

Sono qui,
sola a pensarti,
a tentare di dimenticare
quella dolorosa parola di nome ”distacco”,
cancellarla per sempre dalla mia mente;
so però che ciò mai accadrà.
Ascoltami quando ti cerco,
vivimi quando non ci sono.
Ti chiedo solo di parlare al mio cuore,
una sola volta e un’altra ancora.
Vivimi attraverso le tue mani,
spalanca i tuoi occhi e guardami ora;
Donami
nelle mie tormentate notti una carezza,
fa’ che io non mi senta più persa.
Soffia ancore nei miei sogni,
allontana da me la nebbia che offusca la tua immagine.
Nelle giornate brulle,
accendi il mio volto con l’immagine del tuo sorriso.
Fammi ancora percepire i tuoi abbracci,
stringimi forte,
non lasciarmi più andare.
Potrò così raccogliere quel drappo che ricopre il tuo viso,
avvolgervi le mani, per deporvi il mio respiro.
Maria Rita Piras

(Im)perfetto.

Memorabilia

Sentivo il mondo addosso

Col suo groviglio di pensieri

Le ali mi ingabbiava

E di fango m’insozzava

Al tentativo d’ogni volo.

Le stelle che bramavo

La luce che sognavo

Eran radici che giù al fondo

Nel buio immaginavo.

Poi un giorno t’ho incontrato

Che cercavi il tuo domani

E ho smesso d’inseguire

Le mie gambe nell’asfalto.

Eri l’ossigeno e il sollievo

Da quel peso sopra al cuore

Un respiro d’aria fina

Di mare e di montagna,

Ancora il tuo braccio

Sulla vetta dei tuoi occhi.

View original post

Non ho paura.

Memorabilia

Non so descrivere

il ghiaccio sulla schiena

il brivido ossimorico

del freddo che si scioglie

sulle tentazioni

seminate dai tuoi occhi

per godere della gioia

d’un incontro fra le fiamme.

Ma di te non ho paura, sai,

né temo l’onnipresenza

delle tue attente ciglia

che vegliano su sogni e perdizioni

prima d’avverare

miracoli di carne

o putredine d’inferno.

Vado a letto

e non ti cerco

mi sveglio

e ti maledico

faccio l’amore

e ti dimentico peccando.

Ora dannami se vuoi

ma non lasciarmi sola

senza l’ancora d’un credo

che mi lascia senza colpa

e mi permette

di sfidare l’insuccesso

dicendo così sia.

Sia fatta la tua volontà,

della mia ricordati domani.

View original post

Come l’attività fisica riduce l’appetito

ORME SVELATE

Risultati immagini per physical exercise saatchi artA Rothko Way to Dive (Arno Bruse)

Vi siete mai chiesti perché l’intenso esercizio rallenta temporaneamente l’appetito? Nella ricerca descritta in PLOS Biology, i ricercatori del College of Medicine di Albert Einstein rivelano che la risposta è tutta nella tua testa, più specificamente il tuo nucleo arcuato. L’autore dell’articolo corre su una pista vicino a casa sua tre volte alla settimana per 30-45 minuti alla volta. Come molti atleti, ha notato due cose sugli allenamenti intensi: hanno alzato la temperatura corporea e ridotto l’appetito per diverse ore dopo. Si chiedeva se alcuni neuroni ipotalamici percepissero un aumento della temperatura e rispondessero al riscaldamento indotto dall’esercizio rilasciando un messaggio di” smettere di mangiare! “. Chiunque abbia subito ustioni o mangiato un peperoncino jalapeño sa che i neuroni sensoriali con i recettori di “rilevazione del calore” (chiamati recettori TRPV1) abbondano nel corpo. Quei neuroni reagiscono al calore fisico e alla capsaicina, l’ingrediente…

View original post 281 altre parole

Pelle

Memorabilia

Guardi lo strato

Di pelle avvizzita

Su sorrisi sinceri

E sogni riposti.

Fiore selvaggio

Seccato di sole

Aneli la pioggia

Che ravviva e ristora.

Gocce di ricordi

Tempestano l’anima,

Cullata dal valzer

Di foglie nel vento.

Danzi leggera

Sull’angoscia di ieri

Che si dissolve

Come brina dagli occhi.

Cresce il passato

Sopra le spalle,

Valigia che ingabbia

Parole già urlate.

Non cambia la pelle

Ma resta la luce

D’un cuore bambino

Che ha ali leggere.

View original post