AMORE E PSYCHE, di Oana Lupascu

amore e psyche

AMORE E PSYCHE
Dall’immacolato sereno
Che profuma d’estate,
Ma anche d’autunno,
Dal vuoto orizzonte,
Dal mondo della gioia
e dei rimpianti tardivi,
Mi porta il vento, ora
Il canto dei tuoi occhi
Color delle viole in primavera …
E hanno anche il loro
stesso profumo
Quando sono bagnati
dalle gocce di rugiada
Delle tue lacrime di gioia
quando ridi
O quando piangi di passione
Perché i tuoi occhi cantano
E cantano i capelli e le labbra
Quando i miei sensi avidi
ti sfiorano
Con antiche parole
che non sono state mai dette
E quando ti stringo a me
In un’infinita, dolce armonia
Tu tremi e risuoni e ti fai freccia
Nell’arco dei tuoi lombi tesi
Per arrivare all’estasi d’amore
E grido mutoè la tua voce allora
Che arriva col volo delle stelle
Fino in fondo, nell’abisso
del nostro mare del piacere

Oana Lupascu
18 gennaio 2019