Memorabilia

Ho cercato nelle parole

l’ordine che non ho,

come se i panni sulla sedia

magicamente si piegassero

o coprissero quel nudo

di cui non si è capaci.

Ho cercato dentro ai suoni,

alle sillabe, alle frasi

i luoghi della gioia

che io ancora non capivo.

Ma adesso che il silenzio

mi scoppia nelle orecchie

e l’aria è appesantita

da un respiro senza vita,

vieni a scrivermi sui fianchi

sulla bocca e sui capelli

le lettere che mancano

all’omega del tempo.

View original post