Il giorno della memoria e la disabilità: non un rituale, ma un preciso impegno.

«Il Giorno della Memoria del 27 Gennaio non sia un rituale, ma un impegno, per ricordare che di fronte a quei terribili eventi che portarono allo sterminio di centinaia di migliaia di persone con disabilità, non va mai abbassata la guardia, perché il pericolo di discriminazioni è sempre in agguato»: è questo il filo conduttore di una serie di eventi e iniziative promossi in occasione dell’imminente Giorno della Memoria del 27 Gennaio, dedicato a tutte le vittime dell’Olocausto, tra le quali vi furono anche tantissime persone con disabilità.

da “superando” del 24/01/2019.
«Com’è ben noto, il 27 gennaio di ogni anno si celebra il Giorno della Memoria, ricorrenza dedicata alle vittime dell’Olocausto. Una data non casuale: il 27 gennaio 1945, infatti, i soldati russi entrarono ad Auschwitz, scoprendo quell’orrore che gli storici chiamano “male assoluto”. C’è chi parla di 11 milioni di morti, alcuni si spingono fino a 17 milioni. Tanti furono gli ebrei, i dissidenti politici, i rom, gli omosessuali che perirono per la folle teoria della “razza pura”.

Prima della “soluzione finale”, però, che portò alla morte milioni di persone, il regime nazista si “esercitò” sui disabili, ritenuti indegni di vivere, un peso economico per la società e un pericolo per la salvaguardia della popolazione “sana”. Un accanimento organizzato, iniziato nel 1939, chiuso ufficialmente due anni dopo, in realtà proseguito fino al termine del conflitto, segretamente e – se possibile – in modo ancora più crudele. Vennero uccise tra le 200.000 e le 300.000 persone affette da malattie ereditarie, tra loro moltissimi bambini. Un Olocausto parallelo tenuto seminascosto per quasi mezzo secolo, che soltanto negli ultimi anni è venuto alla luce, grazie soprattutto alle iniziative promosse in occasione del Giorno della Memoria». Continua a leggere “Il giorno della memoria e la disabilità: non un rituale, ma un preciso impegno.”

Riflessioni e dati sulla povertà educativa, di Lia Tommi

Quanto incide l’ambiente di provenienza sulle competenze degli studenti?
I livelli di apprendimento di chi nasce in una famiglia svantaggiata spesso sono più bassi. Una tendenza che non va considerata inevitabile, altrimenti il rischio è che i territori più deprivati producano minore capitale umano, aggravando la propria condizione.

Uno degli obiettivi del sistema educativo dovrebbe essere consentire a tutti, in base alle proprie capacità, di accedere ai livelli più alti di istruzione. A prescindere dalle condizioni della famiglia di origine, ciascun minore ha diritto di veder sviluppato il proprio potenziale.

Si tratta di un principio cardine non solo per il sistema scolastico, ma per una società che aspiri ad essere pienamente equa e democratica. Tanto da essere sancito anche nella costituzione italiana, che all’articolo 34 recita:

La scuola è aperta a tutti. (…) I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso.

– Costituzione italiana (art. 34)
L’obiettivo dei costituenti, così importante da inserirlo nella carta fondamentale, era superare la concezione per cui il diritto allo studio fosse una prerogativa di chi poteva permetterselo. Una concezione della scuola che riproduceva (rinforzandolo) il sistema sociale esistente. Oggi l’approccio alla questione è cambiato. La mobilità sociale viene considerata un valore non solo in termini di equità, ma anche per lo sviluppo economico. Continua a leggere “Riflessioni e dati sulla povertà educativa, di Lia Tommi”

Corso di formazione: ” Per conoscere il fascismo. Nuovi percorsi didattici “, di Lia Tommi

Corso di formazione. “Per conoscere il fascismo. Nuovi percorsi didattici”

L’ANPI Casale Monferrato, in collaborazione con il Comitato Unitario Antifascista e l’ISRAL, propongono un ciclo di incontri per gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, ma aperto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, e a tutti i cittadini interessati a queste tematiche.

Il corso si terrà presso l’Aula Magna del plesso Lanza del Liceo Balbo (Via Facino Cane, Casale Monferrato), dalle ore 14 alle ore 17, secondo il seguente calendario:

6 febbraio, ore 14-17
“La presa di potere del fascismo e l’organizzazione dello Stato totalitario”
(prof. Andrea Testa)

13 febbraio, ore 14-17
“Le guerre del fascismo: 1935-1939”
(prof. Mauro Bonelli)

15 Febbraio, ore 14-17
“La Seconda guerra mondiale”
(prof. Mauro Bonelli)

20 febbraio, ore 14-17
“La creazione del consenso: gli strumenti di propaganda del regime”
(avv. Germano Carpenedo)

Gli incontri comportano una riflessione sul nostro passato e anche sulla Costituzione nata dal rifiuto del fascismo, in un momento in cui tornano di attualità teorie e pratiche che a quella ideologia si ispirano, in un laboratorio del tempo presente in cui le sollecitazioni dell’attualità trovano senso all’interno di uno studio storico rigoroso.
Il corso è presente sulla piattaforma S.O.F.I.A del Miur. È possibile iscriversi collegandosi online sulla piattaforma S.O.F.I.A utilizzando le proprie credenziali di accesso e digitando il n. 25327 entro il 6 febbraio 2019. Contestualmente la scheda di iscrizione allegata a questa circolare dovrà essere inviata all’indirizzo: didattica@isral.it.
Al termine verrà rilasciato un attestato di frequenza a fronte di una partecipazione pari al 75% degli incontri. Continua a leggere “Corso di formazione: ” Per conoscere il fascismo. Nuovi percorsi didattici “, di Lia Tommi”

Progetti “VITAMINA 2- GIOVANI GENERAZIONI CRESCONO” e ” ARTI &… MESTIERI ” a Ovada; di Lia Tommi

PROGETTO “VITAMINA2 – GIOVANI GENERAZIONI CRESCONO” E PROGETTO “ORTI…ARTI &… MESTIERI”

Sabato 2 febbraio, dalle ore 16.00 alle 17.30, presso la Casa di Carità Arti e Mestieri, – Centro Oratorio Votivo di Ovada, Via Gramsci 9, si terrà l’incontro finale del Progetto “VitaminA2 – giovani generazioni crescono” avente come capofila il Comune di Ovada, e del Progetto “L’Orto dei talenti – Orti Arti & Mestieri”, curato dalla Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri, entrambi sostenuti dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del Bando Kit – Montiamo insieme il tuo futuro.

L’evento finale, dedicato ai ragazzi e alle loro famiglie, sarà un’occasione per ripercorrere i passi compiuti, insieme ad insegnanti ed educatori, per illustrare i risultati raggiunti e ringraziare quanti si sono attivamente spesi per una migliore cultura di inclusione e orientamento a Ovada e nell’Ovadese.
Saranno raccontate le numerose attività delle associazioni e degli enti che sono stati partner dei due Progetti ormai giunti alla conclusione: il Consorzio dei Servizi Sociali per l’Ovadese, gli Istituti Comprensivi di Ovada Pertini e S. Caterina, l’Istituto comprensivo di Molare, IIS Barletti , la Cooperativa Azimut e le Associazioni culturali Due sotto l’ombrello, Photo35, Sentiero di Parole e Sentirsi per star bene, Presidio Libera A. Landieri, Rotary Club Ovada del Centenario, Lions Club Ovada, Leo Club Ovada, Oratorio Borgallegro e Caritas parrocchiale. Continua a leggere “Progetti “VITAMINA 2- GIOVANI GENERAZIONI CRESCONO” e ” ARTI &… MESTIERI ” a Ovada; di Lia Tommi”

III Atto di Indirizzo alla società A.R.A.L s.p.a., di Lia Tommi

Alessandria, 24 gennaio 2019
III Atto di Indirizzo alla società A.R.A.L. s.p.a.

Di seguito il testo della delibera approvata nella seduta odierna dalla Giunta Comunale che viene sottoposta all’attenzione del Consiglio Comunale secondo la consueta procedura:

OGGETTO: Art. 42 del D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e successive modificazioni ed integrazioni. Terzo atto di indirizzo alla Società A.R.Al. S.p.A. di Alessandria – Presa d’atto piano concordatario, cessione quote societarie ad AMIU Genova S.p.A. con Socio Unico e conseguente approvazione modifiche statutarie.

IL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SETTORE SVILUPPO ECONOMICO, MARKETING TERRITORIALE, SANITA’, AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE

Sentito l’Assessore competente:
Assessore Avv.to Paolo Borasio – Ambiente e Protezione Civile

PREMESSO CHE:

Con precedente primo atto di indirizzo, giusta deliberazione n. 70/136/306/18100 in data 15 giugno 2018, il Consiglio Comunale di Alessandria ha deliberato:
1. Di autorizzare, ai sensi dell’art. 42 del D. Lgs. n. 267/2000 e successive integrazioni e modificazioni, il Gruppo AMAG S.p.A. a presentare manifestazione di interesse per l’affitto del ramo di azienda A.R.Al. S.p.A. di cui all’avviso pubblico in data 11 giugno 2018 prevedendo:
a. l’affitto del ramo d’azienda costituito dagli impianti attivi (ramo trattamento di Castelceriolo), escluso discarica di Solero e impianti non operativi (discariche chiuse Castelceriolo e Mugarone), per un periodo di sei mesi prorogabile. A tal fine AMAG S.p.A. potrà utilizzare, previo pareri favorevoli della competente Autorità, l’impianto ai fini di trasferenza rifiuti verso Gerbido (TO) e di continuità gestionale della piattaforma, a servizio dei soli Comuni consorziati e dei servizi S.R.T. di Novi Ligure;
b. l’affitto del ramo d’azienda costituito esclusivamente dalla discarica di Solero per un periodo limitato di tempo necessario per completare i lavori di realizzazione dell’ultima vasca già autorizzata dall’Amministrazione provinciale di Alessandria; Continua a leggere “III Atto di Indirizzo alla società A.R.A.L s.p.a., di Lia Tommi”

La citta’ delle bestie di Isabel Allende

di Pasquale De Falco

Leggendo questo libro ci si può fare un’idea sulla vita degli Indios e conoscere le cause che stanno portando un luogo incontaminato alla distruzione da parte dell’uomo.

Libro molto scorrevole da leggere che vi trasporterà in un mondo magico.

1

Con La città delle bestie Isabel Allende, racconta una storia meravigliosa ricostruendo un mondo magico e incantevole che coinvolge anche i lettori più giovani in un’avventura fantastica nella misteriosa Amazzonia. Una spedizione dell ‘ International Geographic costituita dall’intraprendente giornalista sessantenne Kate Cold, due fotografi inglesi e il professore Ludovic Leblanc, luminare dell’antropologia, si reca nella foresta amazzonica sulle tracce di una straordinaria Bestia dai micidiali poteri. Con la giornalista viaggia il nipote Alexander Cold, quindicenne californiano affidato alla nonna paterna per il grave cancro che ha colpito la madre Lisa. Inoltre alla spedizione, guidata da César Santos e la figlia Nadia, si aggiungono la dottoressa Torres, indios di origine e desiderosa di impedire lo sterminio del suo popolo grazie alle vaccinazioni contro le malattie dei bianchi, l’imprenditore di dubbia onestà Cairas, due indios, Karakawe e Maturawe, e alcuni soldati. Protagonista indiscusso è il fantastico mondo naturale in cui i personaggi vivranno incredibili avventure tra il magico e il misterioso. Continua a leggere “La citta’ delle bestie di Isabel Allende”

Come asciugare il bucato

Creando Idee

Fare il bucato, e principalmente, fare in modo che si asciughi è l’incubo di molte donne, soprattutto nel corso dell’inverno. In estate infatti grazie alle temperature calde oltre che al buon tempo in generale, la biancheria tende ad asciugarsi con facilità. Questo però è quello che non succede in inverno e così fare il bucato diventa un vero e proprio incubo. In realtà esistono alcuni rimedi da poter mettere in atto per far sì che il bucato si asciughi più rapidamente. E per fare in modo, allo stesso tempo, che non abbia cattivo odore.Il primo consiglio è quello di stendere i propri panni in una stanza che sia ventilata. Quindi se avete a disposizione una stanza dove poter posizionare lo stendibiancheria allora il consiglio è quello di farlo e di lasciare aperte le finestre in modo tale che l’aria possa entrare. Poi ancora, se in casa avete un deumidificatore potreste…

View original post 193 altre parole

LIGURIA: ATTI VANDALICI A TRE TRENI REGIONALI 

LIGURIA: ATTI VANDALICI A TRE TRENI REGIONALI 

·         episodi accaduti sulle linee Ventimiglia-Genova e Acqui Terme-Genova

·         oggi alcuni treni viaggiano con meno posti a disposizione

 treno vandalizzato_gennaio 2019treno vandalizzato2_gennaio 2019

Genova, 25 gennaio 2018 

Diciassette vetri dei finestrini e delle porte di accesso distrutti su tre treni regionali. E’ il risultato degli atti vandalici accaduti in Liguria. 

Due episodi, registrati stamattina, hanno interessato due treni regionali tra Ventimiglia e Alassio, sulla linea Ventimiglia – Genova. Un viaggiatore senza biglietto sul regionale 2183 Ventimiglia-Milano, senza l’intenzione di regolarizzare la sua presenza a bordo, è stato fatto scendere a Taggia. Sceso dal treno ha dato in escandescenze tirando pietre contro il convoglio che hanno causato la rottura di tre vetri dei finestrini e del vetro del locomotore di coda.

La stessa persona è salita, nuovamente senza biglietto, sul regionale 11341 (Ventimiglia-Genova Brignole). Il capotreno ha quindi avvisato le Forze dell’Ordine e lo ha invitato a scendere ad Alassio. Al momento della ripartenza il viaggiatore ha di nuovo scagliato pietre contro il treno rompendo tre vetri delle porte di accesso di tre differenti carrozze. Il treno si è quindi dovuto fermare nella stazione successiva di Albenga. I viaggiatori sono dovuti scendere e hanno proseguito con il regionale successivo, l’11283 Alassio-Genova. Questo ha comportato inevitabili ritardi sui loro tempi di viaggio.  Continua a leggere “LIGURIA: ATTI VANDALICI A TRE TRENI REGIONALI “

Dal Ministero dell’Interno oltre 7 milioni e 200 mila euro alla Provincia di Alessandria. Molinari (Lega): “Secondo posto assoluto in Italia, risorse fondamentali per salvare l’Ente e rilanciare gli investimenti.

Dal Ministero dell’Interno oltre 7 milioni e 200 mila euro alla Provincia di Alessandria. Molinari (Lega): “Secondo posto assoluto in Italia, risorse fondamentali per salvare l’Ente e rilanciare gli investimenti.

Rimediamo agli errori della riforma Delrio”

Risorse per 7.212.717,33 euro, al secondo posto assoluto dopo Treviso. Fondamentale ‘boccata d’ossigeno’ per la Provincia di Alessandria, grazie al via libera dato giovedì dalla Conferenza Stato-Città al decreto del Ministero dell’Interno che assegna alle Province complessivi 250 milioni di euro per la messa in sicurezza di strade e scuole di loro competenza, stanziati dalla Legge di Bilancio 2019.

 Riccardo Molinari.jpg

Si tratta della prima tranche dello stanziamento complessivo di 3,75 miliardi di euro fino al 2033, assegnato alle Province delle Regioni a Statuto ordinario, a valere sul Fondo investimenti per gli enti territoriali, da destinare a piani di sicurezza a valenza pluriennale per la manutenzione di strade e scuole. 

“Per la nostra Provincia – spiega Riccardo Molinari, capogruppo della Lega alla Camera che ha seguito ‘passo per passo’ l’iter del provvedimento – è davvero una grande notizia, nel riparto delle risorse aggiuntive per gli enti di area vasta, quelli che il Pd con la riforma Delrio stava facendo morire per asfissia. Più di 7 milioni di euro, al secondo posto assoluto in Italia, significa risorse che permetteranno di rilanciare gli investimenti e sistemare le criticità del bilancio, salvando di fatto l’operatività dell’ente. Il Presidente Baldi prima di Natale ci aveva chiesto un aiuto, data la situazione critica, e abbiamo portato a casa il risultato. Ringrazio il vice Ministro Garavaglia per la sensibilità che ha avuto nei confronti del nostro territorio”. Continua a leggere “Dal Ministero dell’Interno oltre 7 milioni e 200 mila euro alla Provincia di Alessandria. Molinari (Lega): “Secondo posto assoluto in Italia, risorse fondamentali per salvare l’Ente e rilanciare gli investimenti.”

Barosini: Questa sera 25 gennaio 2018 al #GiardiniBotanico di #Alessandria

Barosini: Questa sera 25 gennaio 2018 al #GiardiniBotanico di #Alessandria

L’Assessore ai verde urbano Giovanni Barosini ci comunica quanto segue:

“Corso di botanica applicata e giardinaggio”  con 2 lezioni al mese, si svolgerà fino a maggio. L’obiettivo del corso è quello di condividere con i partecipanti la passione per il #verde. 

barosini-copia

Durante le lezioni vengono inizialmente ricordati i concetti fondamentali di Anatomia e Morfologia delle piante, il loro “funzionamento” attraverso la fisiologia vegetale perché solo “conoscendo” la pianta sarà possibile gestirla correttamente (erano 3 lezioni preliminari che abbiamo svolto a Novembre e Dicembre).

Il cuore del corso è ovviamente la parte “applicata”: 

la nutrizione, la scelta dei terricci, le tecniche di potatura, i bagnamenti, la cura e la prevenzione delle malattie e dei parassiti, con la massima attenzione al suggerimento di tecniche e materiali ecosostenibili e meno impattanti per l’ambiente e l’uomo.

L’apertura gratuita al pubblico delle professionalità di centri come il Giardino Botanico di Alessandria rientra tra le priorità di questo assessorato, in uno spirito di promozione della partecipazione condivisa Comune e i #Cittadini.

Grazie, come sempre, ad Angelo Ranzenigo ed al Presidente di Natura e Ragazzi Sergio Montagna, oltrechè al’amico Gianni Ravazzi!

Momenti di poesia. QUANDO TUTTO PASSA, di VincEnzo Pollinzi

QUANDO TUTTO PASSA, di VincEnzo Pollinzi

quando

QUANDO TUTTO PASSA (Gli occhi di mia moglie)

E quando tutto passa, del tuo cammino ne vedi i passi e del tempo vissuto, tra bagliori di calma e tempeste che sembrano non finire mai, riaffiorano i ricordi.

Il cuore respira odori intensi di giorni passati e si attarda in ogni sua ormai piena cavità la gioia immensa di essersi appartenuti per una vita intera.

Vorrei perdermi fino allultimo mio respiro nei tuoi occhi!

Quante volte mi sono stati vicini, consolanti negli spazi angusti di avversa sorte quando tutto sembrava essermi contro e mi mancava la forza di rialzarmi.

Gli stessi occhi che mi hanno accompagnato prendendomi per mano gioiosi, incoraggianti, sulla strada segnata dalla buona sorte che pure c`è stata.

E quando anche l`ultimo velo mi avvolgerà vorrei mi tenessi la mano quando prima di partire ti sussurrerò con tutte le mie ultime forze il mio ultimo grazie.

Diritti Riservati@ 25 Gennaio 2019

Una canzone – il mare ha deragliato

Franco Bonvini

Forse ispirata dal Titanic, o un altro grande Naufragio, credo vada benissimo per qualunque naufragio nel mare della Vita.

E quale più grande del giorno della memoria?

Un grazie a Piercarlo Lava per avermi invitato qui.

Provided to YouTube by Kontor New Media

Il Mare Ha Deragliato · Eugenio Finardi

Un Uomo – Digital Edition

℗ Efsounds

Released on: 2007-05-15

Artist: Eugenio Finardi

Composer: F.Consoli – E.Finardi – M.Martellotta

Lyricist: F.Consoli – E.Finardi – M.Martellotta

Music Publisher: Efsounds di Finardi & C.

Auto-generated by YouTube.

C’è un tempo.

Memorabilia

C’è un tempo per tutto

adesso l’ho capito.

Per nascondersi lontano

correre e fare tana,

fare i compiti o non farli

tanto mamma non lo sa.

C’è un tempo per i baci

dati di nascosto,

per le mani che si tengono

al riparo da chiunque.

C’è un tempo per le vacanze

di Pasqua e di Natale,

le notti insonni con il cuore

che solleva le lenzuola.

C’è un tempo per la vita

quella vera, la più dura,

quando tutto si trasforma

e neppure te ne accorgi.

Un sorriso diventa un ghigno

e un bacio non è abbastanza

né c’è spazio per nascondersi

o per correre leggeri.

C’è un tempo per capire

che troppo spesso non c’è tempo

quando invece sarebbe giusto

lasciarsi solo un po’ accadere.

View original post

Via, ricordando i genocidi, di Cristina Saracano

Se ne andranno tutti,

Senza certezze,

Su un binario freddo

In attesa di menzogne.

Non si può tornare indietro,

È una strada a senso unico, dove il vento gela i volti,

E il sole scioglie i sorrisi.

Le parole sono gridate,

I bambini, tra un adulto e l’altro,

Sempre ritrovati.

Se ne andranno tutti

E saranno ghiaccio o

Granelli di polvere

Calpestati dall’indifferenza.

Lunedì primo appuntamento con il cineforum Zonta, di Lia Tommi

Alessandria: Prende il via il Cineforum Zonta 2019, al’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, in Piazza F. De André, 76, 15121 Alessandria

Quattro appuntamenti con il cinema, protagoniste donne straordinarie che hanno fatto la storia.

Verranno proiettati : HIDDEN FIGURES, THE HOURS, IRIS, JACKIE
Ingresso a offerta libera.

Il primo appuntamento , previsto per lunedì 28 gennaio, alle 20,45, propone il film ” Il Diritto di Contare “.

Tre donne che hanno fatto la storia delle conquiste spaziali; discriminate perché nere e donne, sono riuscite ugualmente ad affermarsi.

Tutto finisce e tutto inizia

Anna & Camilla

Tutto finisce, per due motivi:

  • sono riuscita a finire il libro che avevo iniziato venerdì scorso, vi ricordate?
  • Quindi di conseguenza, almeno per il momento, ce l’ho fatta ad interrompere il mio periodo di oscurantismo mentale, lontano dalla lettura, dal mio mondo parallelo.

Sicuramente ora sarete curiosi di sapere qual è stato questo libro che è riuscito a resuscitarmi, niente di eclatante, ma molto avvincente, efficiente nel suo compito:

La lettera d’amore di Lucina Riley, Giunti Editore.

Non faccio la recensione, non è ha bisogno la Riley, come scrittrice la conoscevo già da anni perché seguo la saga delle “Sette sorelle”. Infatti ora sono indietro di una sorella.

La Riley ha uno stile molto particolare, molto astuta nel dirigere le fila delle sue trame, nei romanzi riesce a legarti grazie ad alcuni espedienti:

  1. Scrive bene.
  2. È leggera.
  3. Ripropone periodi storici, personaggi, momenti di vita moderna, assolutamente attendibili. Per quanto ho…

View original post 66 altre parole

I castelli di Mario Luzi, una poesia e un commento, di Marcello Comitini

Mario Luzi (1914-2005)

Qualcuno ha detto che Luzi costruisce poesie con parole vuote di significato. E anch’io mi sorprendo spesso a pensare che le sue poesie si reggono come i castelli di un bambino che gioca con la sabbia. E lo crederei davvero se non conoscessi l’iter poetico e umano di Luzi.
Certo egli conosce la parola meglio di tanti professionisti del verbo. Ma è anche vero che ha sempre dimostrato di conoscere la natura, e direi anche l’anima, di qualunque cosa, umana, animale, vegetale, minerale come ben pochi riescono a penetrarla.
Le sue poesie si animano di tutto ciò che lo circonda perché riesce a trovarne il principio vitale, quello che trasforma ogni cosa in motivo di aderenza al mondo e di scoperta del loro significato più intimo.

Così in questa poesia, la cui assenza iniziale di un soggetto ben identificato, ci conduce alla cieca tra i versi, Luzi ci spinge in realtà a riflettere su noi stessi come fossimo viandanti che scoprino all’improvviso, e quando ormai è proprio incombente (perché in età matura o in vecchiaia), il nocciolo della vita umana che qui è paragonata a un santuario.
Giunti alla sua ombra, che immaginiamo su un pianoro in cima a una qualche vetta, ci rigiriamo indietro per scoprire per quale via siamo giunti. E nella felicità e forse anche nella fatica, tranquillizzante della posizione raggiunta, vediamo lontane da noi tutte le difficoltà, che ora definiremmo spicciole, svanire, divenire piatte, essere quasi cadute nell’oblio. Tanta è la luce che l’uomo riceve nello scoprire il nocciolo della propria esistenza.
Una luce che non è esclusivamente spirituale, dimentica della realtà e quindi da questa avulsa. Luzi lo scopre rispondendo alla domanda che in lui, e in noi, sorge spontanea: a chi mai obbedisse l’uomo per mettere in campo tanta voglia di inerpicarsi attraverso le asperità dell’ esistenza.
“Dal mondo al mondo tutto era richiamo,
reciprocità, preghiera.
E lui era, era.”

Lo sorprese, imminente, il santuario.
Peccato, era venuto
su alla cieca
forse
troppo divagando.
Dov’erano? non le ritrovava
giù lo sguardo
nel paese sottostante
le rocce, i dirupi, gli strapiombi
del suo arduo itinerario –
ne aveva accesi però i segni
graffiti nella carne.
Per là, n’era sicuro, s’era in letizia e affanno
inerpicato a quel pianoro,
ma non li distingueva
più tra loro quegli scoscendimenti,
le forche caudine dove aveva
lui, bruco, strisciato
verso la luce, l’altezza, la farfalla.
Crollavano nel luminoso caos,
ecco, s’era parificato
quel mare di montagne
sotto lo scintillare delle cime.
A chi aveva obbedito la sua lena?
Dal mondo al mondo tutto era richiamo,
reciprocità, preghiera.
E lui era, era.

La deprivazione nei primi anni può compromettere alcune funzioni a 16 anni

ORME SVELATE

I bambini piccoli che hanno sofferto di privazione e negligenza nelle strutture istituzionali hanno compromesso la memoria e il funzionamento esecutivo dagli 8 e 16 anni rispetto ai coetanei collocati nelle prime case di cura di qualità, riferiscono gli investigatori al Boston Children’s Hospital.

Children Of Poverty-Zimbabwe 2 (Otis Porritt)

Lo studio, interpretando gli ultimi risultati dello studio randomizzato controllato, il Progetto di intervento precoce di Bucarest (BEIP), è stato pubblicato su PNAS. Questo studio ci mostra che gli effetti della deprivazione e della negligenza nella prima infanzia continuano anche nella seconda decade di vita, fornendo una forte evidenza che l’esperienza precoce ha un impatto a lungo termine sul funzionamento cognitivo nell’adolescenza – un periodo molto importante di sociale e biologico sviluppo. Circa 8 milioni di bambini in tutto il mondo vivono nelle istituzioni. Lo studio BEIP di lunga data mette a confronto i risultati psicosociali, cognitivi e cerebrali nei…

View original post 424 altre parole

L’ORDINE DEL TEMPO

Pensieri sparsi

“Forse una radice profonda della scienza è la poesia: saper vedere al di là del visibile”

E Rovelli è un poeta, un profondo conoscitore della letteratura classica umanistica, un curioso, un appassionato alla conoscenza e, ovviamente uno scienziato.

E con questo libro dichiara, prima di ogni altra cosa, che è necessario indagare ogni campo di ricerca per trovare risposte che più corrispondano alla verità.

E laddove, un campo, come quello scientifico, arriva a definire cosa non sia il tempo, è necessario affidarsi alle scienze umanistiche per cogliere un “sentire” che va oltre a ciò che si sa e osare, ipotizzando risposte possibili e vie da seguire.

“Il mondo è più straordinario e profondo di una qualunque delle favole che ci raccontano i padri. Vogliamo andarlo a vedere. Accettare l’incertezza non ci toglie il senso del mistero, al contrario. Siamo immersi nel mistero e nella bellezza del mondo “

La natura…

View original post 338 altre parole

Variante piano regolatore comunale

CITTÀ DI ALESSANDRIA

Variante parziale Piano regolatore comunale

L’attuale Piano Regolatore, nato nell’ambito dottrinale di una cultura urbanistica degli anni ’70 del secolo scorso, nonostante abbia subito nel corso del tempo modifiche parziali e strutturali secondo le puntuali esigenze del momento, risulta comunque inadeguato alle esigenze attuali sia a livello urbanistico che per le necessità della collettività locale.

Nei primi mesi dell’anno 2000 fu approvato il ‘PRGC ‘90’ del Comune di Alessandria (DGR n-36/29308 del 7 febbraio 2000, deliberazione poi rettificata con DGR n.13/29915 del 13 aprile 2000), su questa base sono state successivamente introdotte modificazioni (ex art. 17 comma 12 della legge n. 56/77), varianti parziali (ex art. 17 comma 5), varianti strutturali e successive modifiche con diverse Deliberazioni del Consiglio Comunale (mediamente le variazioni si sono susseguite con cadenza di circa 7-8 mesi).

Nel corso della sua vigenza il “PRGC ’90’ ha attraversato temporalmente tutto il periodo di crisi economica internazionale con significativi riflessi su scala nazionale che inevitabilmente, ne hanno condizionato previsioni ed obiettivi. Il crollo del mercato immobiliare, con andamenti costantemente al ribasso a partire dal 2008, ha significativamente contratto le edificazioni con un abbattimento percentuale negativo che dal 2000 ad oggi, sfiora il 75%.

La logica iniziale sottesa alla formulazione iniziale del ‘PRGC ‘90’, quindi, risulta attualmente stravolta, rendendo questo strumento di pianificazione di difficile gestione e inadatto alle nuove modalità operative di trasformazione territoriale, impedendo di cogliere le eventuali opportunità di sviluppo e intervento che si dovessero presentare. Continua a leggere “Variante piano regolatore comunale”

Lettura che passione. Realtà o Fantasia

Realtà o Fantasia

Bari, Gabriella Genisi, Lolita Lobosco, Roberto Baldini

http://www.lintelligente.it/

Leggere è un modo per acculturarsi, certo.

Molte persone, però, usano questo mezzo per estraniarsi, per viaggiare senza muoversi (Dune docet), per conoscere cose nuove che però, al tempo stesso, le facciano sentire a loro agio, come vecchi amici.

Sembra un paradosso, eppure vogliamo leggere di cose nuove ma anche (un poco) note.

Immaginiamo un classico giallo, un caso di omicidio che ci tenga sulle spine fino all’ultima pagina.

Dove lo ambientereste?

Scommetto che molti di voi pensano alle strade buie di New York o alla soleggiata Los Angeles.

Magari qualcuno ha immaginato la sfavillante Tokyo o l’affascinante Praga, città colma di mistero, ideale per atmosfere surreali. Continua a leggere “Lettura che passione. Realtà o Fantasia”

Campagna di sensibilizzazione contro l’abuso di alcol, di Cristina Saracano

Iniziative nelle scuole contro l’abuso di alcol tra i giovani.
Prosegue il progetto di sensibilizzazione nelle scuole superiori cittadine contro l’abuso di bevande alcoliche, promosso dall’Amministrazione Comunale di Tortona e realizzato grazie al coinvolgimento del Settore Servizi alla Persona e alla Comunità e del Servizio Polizia Municipale, in collaborazione con l’Associazione Alcolisti Anonimi sezione di Tortona, l’Associazione Al-Anon/Alateen (Associazione di Familiari ed Amici alcolisti) e l’Associazione Misericordia di Tortona.
Purtoppo questo grave problema si sta dimostrando sempre più ampio e diffuso tra i giovani e l’età nella quale i minori iniziano a far uso di alcol è in continuo ribasso.
Proprio per sensibilizzare i ragazzi a non sottovalutare i rischi e le ripercussioni che un eccessivo consumo di alcol provoca sul fisico e sulla mente nel mese di gennaio sono stati organizzati una prima serie di incontri nelle classi prime del Liceo G. Peano e nei mesi di febbraio e marzo proseguiranno con gli alunni degli altri Istituti di secondo grado della Città.

Continua a leggere “Campagna di sensibilizzazione contro l’abuso di alcol, di Cristina Saracano”

Porte della speranza, di Cristina Saracano

Alessandria: Appuntamento oggi, 25 gennaio, alle 17,30 al Collegio Santa Chiara di via Inviziati 3 con il recital “Porte della speranza, riflessioni sull’Olocausto” a cura di Jose Beisso ed Enrica Bocchio.

L’evento si colloca nell’ambito delle varie celebrazioni alessandrine in occasione della giornata della memoria, per non dimenticare.

La variante al Prg e l’Alessandria riqualificata, rigenerata e pronta allo sviluppo puntando su scalo ferroviario e Milano

La variante al Prg e l’Alessandria riqualificata, rigenerata e pronta allo sviluppo puntando su scalo ferroviario e Milano

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

la variante

Fra circa un anno il Comune di Alessandria avrà adottato definitivamente, salvo imprevisti, la variante parziale al Piano regolatore del capoluogo. L’investimento stimato in circa duecentomila euro, per le necessarie consulenze da affidare a professionisti esterni per una serie di rilevazioni, indagini ed elaborazioni per le quali non esistono professionalità interne a Palazzo Rosso, servirà per mettere a punto un atto capace di mettere a fuoco un percorso di sviluppo scandito dal riuso degli spazi, dalla rigenerazione urbana, dalla tutela ambientale e dalla riduzione e futura eliminazione del consumo di suolo.

Ma quale Alessandria sarà? Nelle intenzioni degli amministratori comunali la città dovrà riuscire a trovare un maggiore e migliore equilibrio fra aree a destinazione residenziale, produttiva e agricola / verde. Sarà possibile, utilizzando strumenti come gli incentivi fiscali (a partire dalla riduzione dell’Imu) o la premialità volumetrica (in sintonia con un recente provvedimento regionale), incentivare azioni di tutela e decoro del patrimonio urbano che passano attraverso la riqualificazione di edifici, a partire del centro storico, per arrivare a rivedere molte delle attuali destinazioni di uso dei suoli. Continua a leggere “La variante al Prg e l’Alessandria riqualificata, rigenerata e pronta allo sviluppo puntando su scalo ferroviario e Milano”

Tra le pieghe dell’acqua – Francesca Noschese

Tra le pieghe dell’acqua
c’è verità.
Tra le pieghe dell’acqua
Ci sono storie di mondi
senza tempo.
Tra le pieghe dell’acqua
ci sono leggi di natura.
Tra le pieghe dell’acqua
mi perdo.
Tra le pieghe dell’acqua
il sole si specchia
si prodiga già
in tiepidi e splendenti
giochi di luce
scintillanti.
È metà gennaio
aria di primavera in anticipo.
Comincia già
il lento risveglio della natura.
Il lento risveglio dal letargo.
Nuovi sguardi verso l’amore.
Attesa.

PF JoyLotus

20190116_133755.jpg

Cia e sindacato Proprietari Immobiliari: il convegno

In occasione dell’apertura del Centro Servizi Asppi (Associazione Piccoli Proprietari Immobiliari) Alessandria, presso gli uffici Cia di via Savonarola 31, si svolgerà nell’aula magna dell’IIS Nervi Fermi (spalto Borgoglio, 77 – Alessandria), lunedì 28 gennaio alle ore 14.30, un incontro dal titolo “Mettiamo prima la casa”.

L’appuntamento, aperto a tutti, è rivolto in particolare ai proprietari immobiliari, agenti immobiliari, commercianti, amministratori condominiali, fiscalisti, amministratori pubblici.

Continua a leggere “Cia e sindacato Proprietari Immobiliari: il convegno”

Comune di Alessandria: turista per caso.

Comune di Alessandria: turista per caso.

Il Comune di Alessandria rappresentato dall’assessore Roggero, durante i lavori dell’assemblea dei soci di Alexala, si è astenuto sull’aumento di capitale e sulla previsione di bilancio mettendo a rischio la funzionalità dell’Ente. Dalle nostre informazioni questa scelta pare essere unica tra quelle espresse da tutti gli altri capoluoghi di provincia del Piemonte.

Si tratta di capire se si tratta di confusione, o di un’astensione motivata dall’esistenza di un progetto alternativo o se siamo di fronte all’assenza di una visione rispetto alle politiche di sviluppo turistico in cui hanno sempre detto di credere.

In attesa di avere risposte l’unica certezza che abbiamo è che nel bilancio del Comune di Alessandria alla voce “turismo” i fondi sono pressoché nulli, comunque non sufficienti a garantire il sostegno all’agenzia turistica.

Giorgio Abonante – Consigliere Comunale

Domenico Ravetti – Consigliere Regionale

Politica Forum tematici Art. UNO. Ricostruzione: Roma 16 e 17 febbraio

Politica Forum tematici Art. UNO. Ricostruzione: Roma 16 e 17 febbraio

Sabato 16 e domenica 17 febbraio a Roma daremo seguito a “Ricostruzione” con due giornate di discussione in cui tireremo le fila dell’importante lavoro che si sta facendo in questi giorni sul territorio.

art uno

I lavori inizieranno sabato alle ore 14,30 e si concluderanno domenica alle ore 14.

Nella giornata di sabato, dopo l’apertura dei lavori, si svolgerà la discussione di approfondimento nei seguenti Forum tematici:

1)    L’Europa nel mondo nuovo;

2)    Cittadinanza universale, welfare e sanità; 

3)    Mezzogiorno, autonomie locali, unità della Repubblica;

4)    Politiche pubbliche, lavoro, economia circolare: ecosocialismo;

5)    Istruzione, cultura, uguaglianza;

6)    La Rivoluzione delle donne.

Nei prossimi giorni vi invieremo tutte le informazioni necessarie per gli accrediti e la partecipazione ai Forum che pubblicheremo anche sul nostro sitowww.articolo1mdp.it.

 

Confagricoltura Alessandria: preoccupazione per la peste suina

“Nei prossimi anni il numero di cinghiali in Italia ed in Europa è destinato a crescere in maniera esponenziale”. Così commenta il presidente di Confagricoltura Alessandria Luca Brondelli, riportando quanto emerge da un recente studio del gruppo del Enetwild Consortium, che gestisce per conto di EFSA un progetto per fornire dati comparabili a livello europeo al fine di analizzare il rischio di trasmissione di malattie dalla fauna selvatica al bestiame ed agli esseri umani; dati che sono essenziali anche per la gestione delle popolazioni di selvatici. Continua a leggere “Confagricoltura Alessandria: preoccupazione per la peste suina”

RITRATTI: ELISA LONGO – poetessa e performer tutta da scoprire

(by I.T.Kostka)

Una rivelazione della Maratona Poetica del Piccolo (ma Grande) Museo della Poesia a Piacenza: Elisa Longo. Una poetessa di grande originalità e carisma, apprezzata durante numerosi Poetry Slam e performance sul territorio nazionale. I suoi libri d’esordio in formato ebook si trovano in cima alle classifiche della piattaforma digitale Amazon. Una donna sensibile e intelligente, creativa e sorprendente come anche i suoi novativi versi. Oggi tra gli ospiti della testata giornalistica online “Alessandria Today”!

• BIOGRAFIA

Elisa Longo nasce a Tradate (Va) il 14 maggio 1974 da genitori pugliesi. Cresce e respira l’aria di Panni, un paesino a 801 m.s.l.m del Subappennino Dauno. Si laurea in lingue e letterature straniere all’ Università Cattolica di Milano. Lavora come correttrice di bozze ed editor per case editrici medio piccole e collabora con una grande casa editrice nella redazione di schede libro. Si occupa di campagne di ufficio stampa ed è una giornalista free lance. Partecipa al Premio Italo Calvino nel 2017. Scrittrice di racconti, poesie e sceneggiature teatrali, decide di partecipare alla sua prima lettura pubblica solo nel novembre 2017. Il pubblico si incuriosisce e comincia a interessarsi alla sua poetica che sembra emergere dal nulla. Nel maggio 2018 vince il “No Lunch Poetry Slam” dell’edizione del Festival Internazionale di Poesia di Milano e comincia la sua collaborazione con alcuni poeti della scena milanese. Partecipa a uno spettacolo poetico reinterpretando la poetica di Cristina Campo a cui dedica la poesia Cristina.
Impegnata per i diritti civili, contro la violenza di genere e il razzismo, partecipa attivamente a campagne di sensibilizzazione.
Il 3 agosto 2018 pubblica la sua prima silloge poetica “Buttate la Poesia tra le gambe di una donna” che passeggia curata da Stefano Donno de I Quaderni del Bardo edizioni in versione Ebook.
Il 25 ottobre pubblica “Come se qualcuno vi vedesse nudi”, sempre con Stefano Donno de I Quaderni del Bardo edizioni, in versione Ebook, una raccolta di racconti che possono essere riassunti con una delle frasi contenute nel libro: “Forse siamo solo ombre su un muro, la proiezione di una concretezza sfumata”.
Nel 2019 è in arrivo il suo terzo libro, in versione cartacea per I Quaderni del Bardo di Stefano Donno.
“La poesia risuona per le strade, quando è viva dialoga con il panorama circostante. Vedere una donna passeggiare è poesia. Io scrivo una poesia del quotidiano e la metto a disposizione di chiunque voglia leggerla: nei salotti, sulle riviste poetiche, negli slam o per strada.”

• Alcune poesie scelte:

LA MULA PEPPINA

Orizzonte di campo:
sole e schiene chinate
a strappare bozzoli avorio.
Cresce l’aglio
e cresco anche io.
Io in groppa a Peppina
mula secca, sudata e lucida.
Io a sciabolare parole all’aria
e giocare tra inchiostro e carta.
Mula sferza la coda ispida.
Mula mangiata dalle mosche,
si mangiano anche me,
si mangiano anche i sogni.
Mangiasogni che volano,
ronzano, pungono,
iniettano tracoma,
cecità e buio nell’anima.
Mosche che portano pensieri stagnanti,
Medioevo e forconi.
Io scaccio mosche,
mi faccio aria nuova
in groppa a Peppina,
io sento vertigine di altezze grandi.
Io seminata nella terra,
guardo il cielo,
gioco,
mi batto il petto nudo.
Io cresco con l’aglio,
sogno,
in groppa a una mula
che sogna anche lei.

PUÒ BASTARE COSÌ

Può bastare così
la vita,
se la vuoi depilata,
smussata,
senza buchi in cui inciampare.
Invece
se osi avventurarti
oltre il ruvido dei bordi,
da quei pertugi scuri,
si aprono vuoti d’aria
fatti per rovesciarti lo stomaco,
appenderti per i piedi
o prenderti alla gola.
Sentirsi vivi
è spesso
soffocare

Elisa Longo

Tutti i diritti riservati all’autrice

Elisa Longo durante “Yin e Yang” – Verseggiando – Bookcity di Milano, 2018. Foto: Umberto Barbera

FLASH QUIZ: GUIDO OLDANI – poeta, fondatore del Realismo Terminale

FLASH QUIZ (by I.T.K.)

1-Nome e Cognome: Guido Oldani

2- Professione: Poeta

3- Passioni/hobby:

il terzo millennio e la sua felice frattura totale.

4- Quale significato hanno per te l’arte e la cultura?

L’Arte è la forma che prende la vita in tutti i modi ed in questo tempo. La Cultura è lo strumento: traliccio di pensiero ed opere per rendere possibile la coesistenza di bellezza e bruttezza in tutti noi.

5- Artisti preferiti:

Tutti quelli che in qualche modo abbiano a che fare con la fruttificazione del Realismo Terminale.

6- Progetti attuali:

Diffondere ed articolare il più possibile il libriccino “Il realismo terminale” e le sue traduzioni, l’antologia “Luci di posizione” di Giuseppe Langella e “900 non più” di Battagia e Contessini.

7- Sogni nel cassetto:

Non ho nulla che non siano i sogni.

8- Essere intelligente vuol dire per te:

Non amare i cuochi, detti chef, i sarti, detti stilisti e i giornalisti, detti servi.

9- Dove va l’umanità di oggi?

Nelle tasche dei dieci finanzieri che, senza muovere un dito, ci stanno disossando.

10- Dove conduce l’arte contemporanea?

Forse è l’unico strumento non religioso che ci possa portare alla salvezza.

11- Ti piace sperimentare?

Sì, credo che vada fatto costantemente.

12- Preferisci l’arte viva (teatro, performance live etc.) oppure scegli la registrazione (cinema, CD, Youtube etc.)?

Sceglierei il loro mescolamento, che, se ben gestito, ci regala un mondo nuovo.

13- Libri preferiti:

I classici russi, Il rosso e il nero di Stendhal, Sotto il sole di satana di Bernanos, Lavorare stanca di Pavese e Don Chisciotte, più qualche altro.

14- Secondo te i social network sono importanti?

Sono l’unica possibilità, pericolosissima, che i poveri hanno oggi per salvarsi dai veleni quotidiani e dai pellegrinaggi sbagliati. I non poveri sono già perduti.

15- Che cosa vorresti augurare ai nostri lettori?

Di dedicare mezz’ora a questa intervista. Grazie.

Ti ringrazio per aver risposto a questo flash quiz.

Izabella Teresa Kostka

Foto: Umberto Barbera, “Yin e Yang” Verseggiando – Bookcity Milano, 2018. Chiesetta dell’Assunta di Cascina Linterno

Le piante sul balcone nella morsa del gelo a – 5

Le piante sul balcone nella morsa del gelo a – 5

50519301_2051458674949983_4733694842327007232_n50721798_2051458594949991_2028049682764136448_n50934422_2051458514949999_7425428912055779328_n50973558_2051458628283321_1425316203194220544_n50532345_2051458704949980_3692665860075290624_n

Alessandria: La temperatura si è abbassata, il balcone è una lastra di ghiaccio è tutto gelato e noi siamo ancora influenzati perciò non possiamo coprire le piante, almeno quelle che rischiano di più… ma provvederemo appena possibile, forse già oggi pomeriggio con l’aumento delle temperature..

Bridget Jones’s Baby. I diari [RECENSIONE FLASH]

Il Lettore Curioso

Buongiorno cari lettori, come state? Ho continuato la lettura della serie di libri di Bridget Jones, questa volta con il terzo in ordine temporale e il quarto in ordine di uscita: Bridget Jones’s Baby. I diari.

Sono passati cinque anni dalla rottura del fidanzamento tra Bridget Jones e Mark Darcy, e Bridget è più in forma che mai, è produttore esecutivo di un programma televisivo e possiede persino una nuova automobile accessoriata. Le persone che la circondano le rammentano però di continuo che sta invecchiando e le resta poco tempo per sistemarsi e fare un bambino. All’ennesimo battesimo delle sue amiche, Bridget incontra Mark Darcy, per la prima volta da quando è single e i due finiscono a letto.

bjb

Qualche giorno dopo la donna si rifugia tra le braccia del suo ex, il donnaiolo Daniel Cleaver, con il quale trascorre una notte di passione. Tre mesi dopo Bridget si rende…

View original post 274 altre parole

Valentino Picchi, poeta, narratore, saggista, autore musicale, pittore, ritrattista e illustratore è un nuovo componente della redazione di Alessandria today

Valentino Picchi, poeta, narratore, saggista, autore musicale, pittore, ritrattista e illustratore è un nuovo componente della redazione di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia di Valentino Picchi, poeta, narratore, saggista, autore musicale, pittore, ritrattista e illustratore e nuovo componente della redazione. A Valentino diamo il nostro benvenuto, gli auguriamo buon lavoro e attendiamo di leggere i suoi post.

valentino pichi

BIOGRAFIA

Valentino Picchi (in arte “Hechìzo”) nasce a Roma l’ 8 Dicembre 1974, è poeta, narratore e saggista, autore musicale, apprezzato pittore, ritrattista e illustratore. I suoi scritti e opere sono caratterizzati da una spiccata vocazione alla sperimentazione sia dal punto di vista linguistico che espressivo.

Ha al suo attivo diverse pubblicazioni oltre a una ricca e variegata produzione di opere pittoriche, milita nel gruppo rock La Ruggine (pagina facebook: La Ruggine – Officina Rock) come autore e vocalist.

Ha dato vita a diverse iniziative dedicate alla promozione dell’ arte indipendente: attualmente collabora all’innovativo progetto editoriale “LibEreria” degli scrittori Alessandro Mazzà e Sandra Iai.

La sua ultima pubblicazione è la raccolta poetica “Senex vs Puer” (ed. LibEreria) di recente pubblicazione. Potete seguire le sue attività attraverso il blog Hechizovp.blogspot.it e il suo profilo Facebook Hechizo VP

“Aral si salva da sola”. Alessandria e rifiuti, terzo atto. E molte domande sul passato

“Aral si salva da sola”. Alessandria e rifiuti, terzo atto. E molte domande sul passato

di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

aral

“Aral è in grado di effettuare il proprio salvataggio da se stessa, senza interventi di altre aziende o società partecipate”.

La presentazione del terzo atto di indirizzo per Aral, approvato dalla giunta comunale di Alessandria e che inizia il percorso di esame in Commissione per poi arrivare in Consiglio comunale nell’arco di pochi giorni, coincide con un sospiro di sollievo del sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, e dell’assessore all’Ambiente, Paolo Borasio.

“L’ingresso di Amiu Genova in Aral consente un conferimento di rifiuti per il trattamento con un tonnellaggio che permette un riequilibrio dei conti e le modifiche statutarie contenute nel terzo atto di indirizzo consentono di imboccare questo percorso” aggiunge Cuttica di Revigliasco. In sostanza, grazie ad Amiu Genova, che entra grazie alla cessione di Alessandria del due per cento delle quote azionarie per un valore di 7.700 euro, l’azienda alessandrina oggi guidata da Angelo Marengo può lavorare ‘in house’, con la quota del venti per cento riservata alla Srt di Novi Ligure. Continua a leggere ““Aral si salva da sola”. Alessandria e rifiuti, terzo atto. E molte domande sul passato”

Dormite di più

Creando Idee

Ecco un ottimo consiglio per migliorare la vostra vita.Quante volte, durante una giornata in cui avreste dovuto essere produttivi e concentrati al 100%, vi è capitato di pensare: “se solo fossi andato a letto un’ora prima ora non sarei così stanco!”. Un’ora, o anche solo mezz’ora di sonno in più, può cambiarvi in meglio l’intera giornata. Se siete tra quelli a cui piace stare attaccati al telefono o al computer fino all’ultimo secondo prima di spegnere la luce, sappiate che la luce dello schermo spinge il vostro cervello a pensare che fuori sia ancora giorno, quando in realtà non lo è. In tal modo impiegherete molto più tempo ad addormentarvi. L’ideale sarebbe dunque spegnere telefoni e computer un’oretta prima di andare a letto. Fatevi una bella tisana e leggete qualche pagina di quel libro che sta sul vostro comodino da mesi, sicuramente dormirete sonni più tranquilli

View original post

Il cervello addormentato rimane attento al suo ambiente

ORME SVELATE

Esponendo i dormienti a suoni complessi, i ricercatori del CNRS e dell’ENS Paris1, in collaborazione con Monash University (Australia), hanno appena dimostrato che il nostro cervello è in grado di tracciare i suoni nel suo ambiente mentre dormiamo e di favorire quelli più rilevanti.

Sweet Sleep (Michael King)

Questa attitudine potrebbe essere uno dei meccanismi che ci permettono di dormire in tutta sicurezza e svegliarsi al momento giusto. Lo studio è stato pubblicato su Nature Human Behaviour il 14 gennaio 2019. Può essere allettante fare un pisolino su un autobus o in un treno. Ma come assicurarti di non perdere la tua fermata? Il sonno sembra essere accompagnato da una perdita nella nostra capacità di percepire e interagire con il nostro ambiente. Tuttavia esperimenti precedenti hanno dimostrato che alcuni suoni vengono percepiti durante il sonno. Ad esempio, una persona addormentata tende a svegliarsi più facilmente al suono del proprio nome…

View original post 299 altre parole

“Deficit del campo visivo”: Metodiche riabilitative – Idea – Relatori – Riabilitazione – AvDesk

“Deficit del campo visivo”: Metodiche riabilitative – Idea – Relatori – Riabilitazione – AvDesk

Sala Convegni Cassa di Risparmio di Tortona, via Emilia, 168, Tortona (al)

2 febbraio 2019

L’idea

I deficit del Campo Visivo, le patologie correlate e i nuovi metodi di riabilitazione. Sono questi i temi oggetto del Convegno organizzato dalla Società Medico Chirurgica Tortonese e dallo Studio oculistico A. Vercesi, con il patrocinio del Comune di Tortona e del Lions Club Tortona Duomo, che si terrà sabato 2 febbraio nella Sala Convegni della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, in via Emilia, 168.

“L’idea alla base del Convegno – spiega il dottor Antonio Vercesi, responsabile scientifico dell’appuntamento – è che quello del Campo Visivo sia un esame diagnostico multidisciplinare e così inteso possa individuare precocemente tutte le patologie correlate, numerose ed estremamente invalidanti. Si vorrebbe creare una piattaforma di dialogo per la gestione di questi pazienti complessi anche e soprattutto alla luce delle nuove tecniche riabilitative che verranno ampiamente illustrate”. Continua a leggere ““Deficit del campo visivo”: Metodiche riabilitative – Idea – Relatori – Riabilitazione – AvDesk”