Il cervello addormentato rimane attento al suo ambiente

ORME SVELATE

Esponendo i dormienti a suoni complessi, i ricercatori del CNRS e dell’ENS Paris1, in collaborazione con Monash University (Australia), hanno appena dimostrato che il nostro cervello è in grado di tracciare i suoni nel suo ambiente mentre dormiamo e di favorire quelli più rilevanti.

Sweet Sleep (Michael King)

Questa attitudine potrebbe essere uno dei meccanismi che ci permettono di dormire in tutta sicurezza e svegliarsi al momento giusto. Lo studio è stato pubblicato su Nature Human Behaviour il 14 gennaio 2019. Può essere allettante fare un pisolino su un autobus o in un treno. Ma come assicurarti di non perdere la tua fermata? Il sonno sembra essere accompagnato da una perdita nella nostra capacità di percepire e interagire con il nostro ambiente. Tuttavia esperimenti precedenti hanno dimostrato che alcuni suoni vengono percepiti durante il sonno. Ad esempio, una persona addormentata tende a svegliarsi più facilmente al suono del proprio nome…

View original post 299 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...