Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Herta si copre le orecchie per non sentire il tonfo di un nuovo corpo morto che viene sbattuto giù dal carro bestiame. È già il terzo in tre giorni. Gettati come immondizie, lasciati a decomporsi lungo le rotaie. Per un po’ è riuscita a sopprimere il terrore, fingendo che fosse tutta una finzione, una scena di un film dell’orrore, e lasciando vagare la mente fino a farla uscire dal corpo e vedere se stessa dall’esterno.

Noi, i salvati, di Georgia Hunter, Casa Editrice Nord 2017, traduzione di Alessandro Storti, pagg 444

La scrittrice americana Georgia Hunter racconta in questo toccante romanzo la storia della sua famiglia. Casualmente, quando è ancora adolescente, l’autrice scopre la sua origine ebreo-polacca, e viene a conoscenza dell’odissea che i suoi familiari hanno vissuto durante la seconda guerra mondiale, sopravvivendo all’Olocausto, a duro prezzo, e decide di testimoniarla grazie ai racconti della nonna Caroline e…

View original post 460 altre parole