Decreto semplificazioni, Berutti (FI): “sì alla sicurezza e alle assunzioni nelle forze dell’ordine, ma assolutamente no a cambi delle regole che mettano in difficoltà i giovani che vogliono servire lo Stato”

Roma, 30 gennaio 2019 “Il cambio delle regole per le assunzioni di allievi agenti della Polizia di Stato è sbagliato perché mette in difficoltà i giovani che vogliono servire lo Stato e che hanno riposto le loro speranze in un lavoro a favore della comunità”.

massimo berutti

È quanto dichiara il Senatore di Forza Italia Massimo Berutti commentando l’approvazione da parte della maggioranza parlamentare di un emendamento al decreto legge semplificazioni che cambia le regole per l’assunzione dei giovani che nel 2017 hanno preso parte al concorso per allievi agenti della Polizia di Stato.

“L’emendamento voluto dalla maggioranza giallo-verde prevede l’esclusione dalle assunzioni dei giovani risultati idonei alle prove scritte del concorso che abbiano più di 26 e il diploma di scuola media. Le regole di quel concorso prevedevano, invece, il limite d’età di 30 anni e proprio il diploma di scuola media.

Si tratta di un cambio delle regole in corsa che mette in difficoltà i giovani che vogliono servire lo Stato e questo non possiamo permettercelo. Sempre sì alla sicurezza e alle assunzioni nelle forze dell’ordine, ma assolutamente no a cambi di regole che facciano perdere ai nostri ragazzi la fiducia riposta nello Stato”.