Battisti in Italia domani alle 14. Bonafede: «Ergastolo»L’arresto – Foto – Video

Cronache e ultime notizie. Aggiornamenti in tempo reale sulla cronaca da tutta Italia, articoli e approfondimenti.

Sorgente: Battisti in Italia domani alle 14. Bonafede: «Ergastolo»L’arresto – Foto| Video

Tra i ricordi … di Rosario Rosto

Tra i ricordi … di Rosario Rosto

50456901_10214614524865811_5396906946097840128_n

Tra i ricordi
di un Cielo
sbiadito nel tempo

Tutto ciò che amo
è fatto anche di parole.
Un libro già letto
o pagine da sfogliare.

Un dolce sussurro all’orecchio
in un momento magico d’amore
o attraverso le parole di una canzone
che parla al nostro cuore.

Quelle parole, che sanno
imbrigliarti l’anima
scritte sulle pagine stropicciate
di un vecchio quaderno
tra penne scariche,
sorrisi a metà
e pensieri da inseguire.

Certe volte mi chiedo,
come sarà tra di noi
quando avremo sfogliato i ricordi
guardando insieme lo stesso cielo
con gli stessi occhi di adesso
o solo, un riflesso sbiadito nel tempo.

Rosario Rosto

Togliere i peli degli amici a 4 zampe

Ci sono cani come il mio Terrier Russo che pur avendo il pelo lungo non ne perdono uno… comunque a parte questo aspetto ottimo post…  complimenti da Alessandria today

Creando Idee

Cani e gatti fanno parte della nostra vita quanto un parente, un figlio, un amico. Sono importanti, li amiamo, li coccoliamo, ci viaggiamo, non potremmo vivere senza di loro. Ma senza i loro peli sì, e lo faremmo anche volentieri. I peli degli animali, specie se si vive in appartamento e durante i temibili cambi di stagione, finiscono letteralmente ovunque. E non sono facili da rimuovere. Sono ostinati, si ammucchiano negli angoli, si infilano nelle trame dei tessuti. Ecco qualche consiglio. Innanzitutto, quando arriva il mitico periodo della muta, ovvero quando cani e gatti cambiano il pelo, eliminate i tappeti e ogni tessuto superfluo da casa. Limiterete moltissimo i danni. Di solito la muta avviene nel passaggio da inverno a primavera, e in autunno. Potete stare senza tappeti per un paio di mesi l’anno, anche se li amate. O anche, scegliete quelli in fibre di paglia, di bambù, di rattan,

View original post 153 altre parole

Battisti: mozione Lega per chiedere estradizione di altri 50 terroristi protetti all’estero 

Battisti: mozione Lega per chiedere estradizione di altri 50 terroristi protetti all’estero 

Roma, 13 gen.- “Battisti deve essere il primo di una lunga serie. La Lega presenterà una mozione alla Camera per sollecitare con determinazione l’estradizione degli oltre 50 terroristi condannati in via definitiva e latitanti in Francia Nicaragua, Argentina, Cuba, Algeria, Libia, Angola”.

salvini

Così il capogruppo alla Camera della Lega Riccardo Molinari e il deputato Daniele Belotti primo firmatario della mozione. 

“La svolta impressa dal nuovo governo brasiliano – sottolineano i due deputati del Carroccio – può segnare la fine delle vergognose protezioni garantite da alcuni Stati stranieri, in particolare la Francia, a terroristi condannati a pene definitive, molti all’ergastolo.

I familiari delle vittime di questi terroristi stanno attendendo da fin dagli anni 70 e 80 di avere giustizia e lo Stato non può permettersi di vedere le proprie condanne, per lo più definitive, assolutamente disattese per la copertura politica offerta da autorità estere.

Tra i terroristi in latitanza in Francia – concludono Molinari e Belotti -, figurano diversi condannati all’ergastolo come le ex brigatiste Simonetta Giorgieri e Carla Vendetti, entrambe condannate all’ergastolo nel processo Moro ter e chiamate in causa anche per i delitti D’Antona e Biagi, i Br Sergio Tornaghi e Marina Petrella, mentre in Nicaragua risulta latitante Alessio Casimirri, su cui gravano ben 6 ergastoli per il sequestro e l’omicidio di Aldo Moro”.

Lei era lei, di Rosaria Magnisi

Lei era lei, di Rosaria Magnisi

Impulsi selvaggi dell’anima ღ Poesie & Dipinti di Rosaria Magnisi

45803861_1926182104103795_4678421147258191872_n

Lei era lei
con il suo sguardo incantato,
il mare negli occhi
e la mente persa.
Una voce la chiamava sempre
e lei fuggiva
attraverso i sogni
senza parole per non patire.
Lei era lei,
il profumo di mosto
sulla pelle
magia di un anno in tempesta,
raccolta e elisir
di un Bacco e di una Venere.
Gli dei non si nascondono,
gli uomini si.
Le donne
soffrono
in silenzio.
Hanno spalle larghe
e fianchi morbidi
come le spighe di giugno
e il gelsomino,
che bacia il sole
senza morire,
prima di amare
il giorno che spunta
al primo raggio di luce.
-Rosaria Magnisi-
ღ Impulsi selvaggi dell’anima ღ Poesie & Dipinti di Rosaria Magnisi ღ
Copyright ©2017 – 2018 Rosaria Magnisi tutti i diritti riservati.

DEI TRISTI PENSIERI, di Gregorio Asero

DEI TRISTI PENSIERI, di Gregorio Asero

gregorio asero

DEI TRISTI PENSIERI
Attraverserò il bosco degli odi e mangerò serpenti velenosi,
fino ad arrivare al paese del nulla.
Legherò il mio odio e il mio rancore
come fascine di legna, per preparare falò di vendetta.
Visiterò le ombre della notte
fino ad assistere alla mia morte.
Mi siederò sulla collina dei desideri
e giacerò col sonno eterno,
fino a che tutto ciò non generi la vita.
Dalla mia pelle strapperò lembi di sofferenza
e il suo colore non avrà nessun colore,
il suo odore non avrà nessun odore.
Forgerò armi fatte di cuore, di pelle, di sangue
e le scaglierò contro il destino.
Io vincerò, si io vincerò.
Così danzeremo con ignobili fantasmi
la danza dell’incesto.
Io ti odio, ti amo, ti sogno, ti voglio.
.
da “HO PENSATO MILLE ANNI”
di Gregorio Asero
copyright legge 22 aprile 1941 n. 633

L’allattamento al seno a lungo termine spiega perché un bambino sarà sinistro o destro

ORME SVELATE

Breastfeeding (Frederic Belaubre)

Il biberon è associato alla mancinizzazione, secondo un nuovo studio dell’Università di Washington. Lo studio ha rilevato che la prevalenza di mancini è inferiore tra i bambini allattati al seno rispetto ai bambini allattati artificialmente. Questa scoperta è stata identificata in circa 60.000 coppie madre-bambino e ha rappresentato fattori di rischio noti per la manualità. I risultati forniscono ulteriori informazioni sullo sviluppo di complesse funzioni cerebrali che determinano in definitiva il lato della scatola di pastiglie che il bambino probabilmente sceglierà. Si ritiene che l’allattamento al seno ottimizzi il processo che il cervello subisce quando si rafforza la scelta delle mani da usare. Questo è importante perché fornisce una linea indipendente di prove che l’allattamento al seno potrebbe dover durare dai sei ai nove mesi. Lo studio non implica, tuttavia, che l’allattamento al seno porti alla destrezza. La manualità, che sia destrorsa o mancina, è impostata precocemente…

View original post 84 altre parole

LA TRAMA DELLE LUCCIOLE, di Camillo Sbarbaro, a cura di Elvio Bombonato

LA TRAMA DELLE LUCCIOLE, di Camillo Sbarbaro, a cura di Elvio Bombonato

camillo-2sbarbaro1

La trama delle lucciole ricordi
sul mar di Nervi, mia dolcezza prima?
(trasognato paese dove fui
Ieri e che già non riconosce il cuore).

Forse. Ma il gesto che ti incise dentro,
io non ricordo; e stillano in me dolce
parole che non sai d’aver dette.

Estrema delusione degli amanti!
invano mescolarono le vite
s’anche il bene superstite, i ricordi,
son mani che non giungono a toccarsi.

Ognuno resta con la sua perduta
felicità, un po’ stupito e solo,
pel mondo vuoto di significato.
Miele segreto di che s’alimenta;
fin che sino il ricordo ne consuma
e tutto è come se non fosse stato.

Oh come poca cosa quel che fu
a quello che non fu divide!
Meno
che la scia della nave acqua da acqua.

Saranno state
le lucciole di Nervi, le cicale
e la casa sul mare di Loano,
e tutta la mia poca gioia – e tu –
fin che mi strazi questo ricordare.

Camillo Sbarbaro (1931)

Stavolta niente commento. La poesia è centrata sul tema (montaliano) della memoria smarrita, del passato che non unisce ma divide: Vittorio Coletti. Del suo piccolo canzoniere “Versi a Dina”, il 31/10/2017 ho messo “Ora che sei venuta”.

Terra di brame evanescenti, di Grazia Denaro

Terra di brame evanescenti, di Grazia Denaro

10929960_736332033111448_974784960051956600_n

Terra di brame evanescenti

Terra di brame evanescenti
d’algido alito m’hai nutrita
gelando sempre la mia vita…

bramavo il calore che riscaldasse il pensiero
l’afflato che coinvolgesse la mia anima
la luce che illuminasse il mio cammino
nello splendore del sole,
nei colori dell’arcobaleno
e nel riverbero argenteo degli astri
ch’emanano luce nella notte buia.

Cercai con fede
ciò che il mio cuore anelava
e in un giorno fortunato
( tra la meraviglia e l’incanto)
m’apparisti tu mio arcobaleno
esaltandomi con i tuoi colori
iridati e splendenti come fiori luminosi
a decorare un cielo limpido e chiaro
che mi risvegliò alle dolcezze della vita
appropriandosi della mia essenza
e profondendomi dolcezza, gioia ed amore.

Tu, immaginifico sogno agognato
sei divenuto realtà
inoltrandomi in un flusso vitale
in cui gemma il mistero dell’amore:
quello vero!

Grazia Denaro
Tutti i diritti riservat

LUNA D’INVERNO, di Ester Mastroianni

LUNA D’INVERNO, di Ester Mastroianni

49896736_1120853954740904_7985544474824540160_n

LUNA D’INVERNO

C’è un bianco lucore nel cielo
nell’aria brunita dal gelo,
annuncia lo splendore dorato
all’ombra dei pioppi e dei faggi.

Qui da noi di queste parti,
anche se è pieno inverno
c’è sempre un poco di verde che brilla
seppure coperto da un velo di ghiaccio.

Di sera la terra è lucente,
persino tra le pietre risplendono
gli aloni di schegge lunari,
come ciottoli bagnati dal mare.

A volte, di notte, se tendi gli orecchi,
dal fondo dei sentieri erbosi
ti pare di sentire un galoppo di cavalli
spronati da un gruppo di antichi arcieri;
se poi cade la neve
ci piace restarne sepolti.

ester@mirella MP 13/01/2019

foto web

SE TU NON TORNI, di Grazia Bologna

SE TU NON TORNI, di Grazia Bologna

tttt 3_528778224290660_2613556946157961216_n

SE TU NON TORNI
In fondo alla notte
c’è un cuore che batte
e da quando sei andato via,
ogni notte, tutte le notti,
i suoi battiti sono divenuti più tenui
e la sua luce meno abbagliante.
Se tu non torni, quella luce,
poco per volta,
si affievolirà fino a scomparire,
quel cuore cesserà di battere
e resterà solamente il ricordo
di due anime innamorate,
disperse nel buio della notte.

Grazia Bologna (12.01.2019)

DOLCE NOTTE ANIME INNAMORATE !

Gli adulti con autismo possono leggere le emozioni altrui, di Orme Svelate

ORME SVELATE

Autism series-Communication (Ben Chong)

Una nuova ricerca mostra per la prima volta che gli adulti con autismo possono riconoscere emozioni complesse come il rimpianto e il sollievo negli altri allo stesso modo di coloro che non sono autistici. Gli psicologi dell’Università del Kent hanno utilizzato la tecnologia di tracciamento degli occhi per monitorare i partecipanti mentre leggono storie in cui un personaggio ha preso una decisione e poi ha avuto un esito positivo o negativo. Lo studio evidenzia una forza precedentemente trascurata negli adulti con ASD. I ricercatori hanno scoperto che gli adulti con disturbo dello spettro autistico (ASD) erano rapidamente in grado di pensare a come le cose avrebbero potuto rivelarsi diversamente (o meglio o peggio della realtà), quindi giudicare se il personaggio della storia sentisse rimpianti o sollievo (note come emozioni controfattuali ). Gli adulti con ASD si sono dimostrati altrettanto bravi nel riconoscere le emozioni di rimpianto…

View original post 135 altre parole

Neve – Neige -Snow

marcellocomitini

neve02Neve, foto di Marcello Comitini

Neve
So che giunge assieme al vento.
I capelli neri legati sulla nuca nuotano nell’aria
e gli occhi luminosi brillano come quell’anellino d’oro
che porta al dito.
Le sue mani bianche spezzano i rami mentre passa
di corsa e carezzano le nuvole.
Le spinge lontane verso giorni da dimenticare.
Forse tutto ruota intorno all’illusione.
Se chiedo l’avete vista mi rispondono insieme
qui tutto è calmo tutto dimenticato.
In fondo
sulle cime delle montagne il manto di neve
al sole brilla come il suo anellino d’oro.

Neige
Je sais qu’elle vient avec le vent
les cheveux noirs liés à la nuque nagent dans l’air
et ses yeux lumineux brillent comme cette petite bague en or
qu’elle porte au doigt.
Ses mains blanches cassent les branches pendant qu’elle passe
en courant et caressent les nuages.
Elle les repousse vers des jours à oublier.
Peut-être que tout…

View original post 140 altre parole